Tipi di pelle: come prendersi cura del viso

Tipi di pelle: come prendersi cura del viso
Roberta Lipari
Roberta Lipari
Giornalista dal 2014 specializzata in contenuti di carattere scientifico e divulgativo, si interessa soprattutto di Chirurgia Plastica e Medicina Rigenerativa.
Creazione: 3 ott 2018 · Aggiornamento: 20 dic 2019

Prendersi cura della propria pelle è fondamentale per avere un viso bello ma soprattutto sano. Prima di tutto però, bisogna riconoscere quale tipo di pelle abbiamo e capire se è secca, grassa o sensibile, in modo da poter scegliere sempre i prodotti più adatti. 

Conoscere il tuo vero tipo di pelle può aiutarti ad acquistare i prodotti cosmetici giusti e anche a creare una beauty routine pensata appositamente per la tua specifica qualità di pelle. Infatti, usando i prodotti sbagliati o qualche rimedio naturale trovato online non adatto alla tua pelle potresti avere come risultato solo quello di peggiorare l'acne, la secchezza o altri problemi cutanei.

I 6 tipi di pelle

Ecco quali sono i più comuni tipi di pelle.

  • Pelle normale: la pelle normale è omogeneamente idratata e non presenta zone critiche o imperfezioni.
  • Pelle secca: la pelle secca risulta bisognosa di idratazione e tra i suoi sintomi figura una sensazione di pelle che tira ma anche una facile screpolatura ed è molto sensibile al freddo.
  • Pelle grassa: la pelle grassa è una pelle che si presenta oleosa, con impurità e con alcune zone dove la secrezione sebacea è più imponente come sulla zona T (naso-sopracciglia). Peggiora soprattutto durante i periodi di caldo intenso.
  • Pelle mista: la pelle mista è una pelle che presenta zone più secche ed altre più grasse. La sua condizione può variare anche in base a fattori esterni (temperatura, alimentazione, stress, etc) e ormonali.
  • Pelle asfittica: la pelle asfittica, come lo dice la parola stessa, è una pelle che non riesce a respirare e ad eliminare il sebo in eccesso ma che, allo stesso tempo, presenta sintomi congiunti di una pelle secca.
  • Pelle matura: la pelle matura è quella che inizia a presentare i segni dell’invecchiamento come rughe e macchie e che possiede un tono meno elastico con una pelle che risulta spenta e che tende a seccarsi facilmente.
Quali sono i tipi di pelle?Ogni tipo di pelle richiede una cura speciale

↪️ Articolo correlato: Dermaplaning, il beauty trend che diventa virale su Instagram

Come testare il tuo tipo di pelle a casa

Se non sai qual è il tuo tipo di pelle puoi provare un semplice test da fare a casa e che aiuta a misurare la produzione di sebo. Il sebo è un liquido oleoso e grasso che viene dai pori: la quantità di sebo prodotto può determinare se la tua pelle è, per esempio, secca o grassa.

Testare la produzione di sebo su un viso pulito è quindi il modo più semplice per determinare che tipo di pelle hai. Per fare il test segui questi passi:

  • lava il ​​viso e asciugalo e prima di continuare attendi 30 minuti.
  • Premi delicatamente della carta assorbente o della carta velina sul viso. Usa diversi pezzettini di carta e applicali su diverse aree del viso, come la fronte e il naso, le guance e il mento.
  • Tieni la carta alla luce per guardarla e vedere quanto risulta bagnata di sebo.

Come analizzare i risultati del patch test casalingo:

  • Pelle secca: nessuna presenza di sebo, ma potrebbe rimanere qualche residuo di pelle.
  • Pelle grassa: la carta risulterà un po' unta.
  • Pelle mista: noterai diversi livelli di assorbimento su diverse aree del viso.
  • Pelle normale: non troppo grassa e senza squame.

Oltre ai suddetti tipi di pelle, potresti anche avere la pelle sensibile, ma questa caratteristica non è legata alla produzione del sebo. La sensibilità della pelle dipende da quanto velocemente reagisce all'applicazione di un prodotto, da quanto facilmente la tua pelle si arrossa o si screpola e da quanto è soggetta ad allergie e a condizionamenti esterni.

Seguire una routine quotidiana per la cura della pelle

Qualsiasi tipo di pelle ha bisogno, prima di tutto, di una buona routine di bellezza per mantenere la salute generale della pelle e migliorare i problemi come acne, cicatrici e macchie. I passaggi essenziali di una buona routine che devono essere seguiti ogni giorno sia la mattina al risveglio che la sera prima di andare a dormire sono quattro:

1. Pulizia: il viso deve essere lavato massimo 2 volte al giorno (sempre con un sapone detergente apposito), mentre chi ha la pelle secca o se non si sono usati trucchi può essere sufficiente lavare il viso anche solo una volta. Evita di lavare di continuo il viso per sentire una sensazione di pulito, perché in questo modo gli oli naturali della pelle vengono portati via, esponendola ancora di più alle aggressioni esterne. In caso di pelle che presenta impurità come punti neri, eccesso di sebo e pori dilatati, un peeling o uno scrub possono essere opzioni interessanti per purificare realmente la pelle e donargli un aspetto più omogeneo e sano.

2. Sieri: la mattina si può usare un siero contenente sostanze come vitamina C, peptidi o fattori di crescita, ma una volta disteso bisogna applicare anche una crema protettiva per il sole. Di notte è consigliata l’applicazione di sieri antiage o di quelli per ridurre la formazione di radicali liberi, rimedi efficaci soprattutto per chi ha una pelle più matura.  

3. Idratare: ogni tipo di pelle ha bisogno di essere idratata, non solo quella secca, ma anche la pelle grassa! Quest'ultima, però, avrà bisogno di una crema non comedogena che non ostruisca i pori. La pelle secca, invece, può trarre beneficio da diversi tipi di creme idratanti e da formulazioni ricche.

4. Protezione solare: l'ideale sarebbe applicare la protezione solare da 50 SPF ogni giorno, anche in inverno. La protezione solare deve avere il tempo sufficiente per agire, quindi deve essere applicata minimo 15 minuti prima di uscire. È importante che soprattutto chi ha una tonalità di pelle più scura presti più attenzione alla protezione solare, perché in questo caso le iperpigmentazioni sono più difficili da eliminare.

Scegli i prodotti in base al tuo tipo di pelle e al tuo livello di sensibilità, e soprattutto leggi sempre l'eticchetta per capire se ci possono essere ingredienti non adatti alla tua cute e per sapere se la crema che stai usando contiene agenti fotosensibili: alcune sostanze, come il retinolo o i retinoidi, per esempio, devono essere applicate solo durante la notte.

Maschere e rimedi per ogni tipo di pellePer ogni tipo di pelle esistono maschere e trattamenti specifici

↪️ Articolo correlato: I «personal peeling» atterrano nel nostro paese

Come prendersi cura della pelle: consigli per tutti i tipi di pelle

  • Restare sempre idratati.
  •  Seguire uno stile di vita ed un’alimentazione sana e bilanciata.
  • Legare o alzare i capelli prima di andare a dormire.
  • Evitare di toccare il viso con le mani sporche.
  • Indossare protezione solare ogni giorno.

Inizia con una routine semplice e facile da seguire per vedere come reagisce la tua pelle. Una volta che avrai acquisito più dimestichezza, potrai aggiungere prodotti extra come esfolianti, maschere e trattamenti mirati per migliorare la salute della tua pelle. E se hai bisogno di un trattamento specifico puoi sempre rivolgerti a un dermatologo specialista, che saprà consigliarti al meglio suo come prenderti cura della tua pelle.

Ti interessa questo trattamento?
Ti informeremo totalmente gratis!

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.

Trova il tuo dottore