Mastoplastica additiva

Vale la pena
98%
Vale la pena
Basato su 1406 esperienze
Prezzo medio
6.244 €
Prezzo medio
Secondo 92 specialisti
  • Anestesia totale
  • 1 giorno
  • 1-3 ore di intervento
  • 1-7 giorni di riposo
  • Effetti immediati
  • Risultati permanenti

Che cos’è la mastoplastica additiva?

Cos'è la mastoplastica additiva

*Video ceduto dal Dott. Mario Gioia

L’aumento del volume delle mammelle è uno degli interventi di Chirurgia Estetica più richiesti, sia in Italia che nel mondo. Infatti, secondo le statistiche pubblicate dall’International Society of Aesthetic Plastic Surgery (ISAPS) nel 2020 più di 39 mila persone si sono sottoposte a questo intervento in Italia.

Si tratta dell'intervento perfetto per aumentare le dimensioni del seno, ma con un'attenta programmazione chirurgica permette allo stesso tempo anche di risolvere inestetismi come la ptosi mammaria, asimmetria o il seno tuberoso.

La mastoplastica può essere additiva (aumento) o riduttiva (riduzione). L’operazione di aumento mammario - tecnicamente detta mastoplastica additiva - è un procedimento chirurgico, quindi invasivo, che ha come obiettivo quello di modificare la dimensione e migliorare la forma del seno femminile. I motivi per cui una donna può arrivare a questa decisione sono molteplici e diversi tra loro: si può intervenire per migliorare la propria silhouette e sentirsi più sicure di sé, può servire per correggere cambi di forma o volume dovuti a una gravidanza, per armonizzare una differenza di dimensione tra le due mammelle oppure può avere il fine di ricostruirlo dopo una mastectomia.

“Il seno è l'emblema quasi ancestrale della femminilità, una parte del corpo della donna che riveste un'importanza notevole nell'idea che la paziente ha di sé. Progettare un intervento di mastoplastica comporta conoscere a fondo il proprio corpo e i propri desideri, proiettare la propria immagine mentale ed accettare il cambiamento” affermano gli specialisti del centro Medical Institute.

Esistono diverse tecniche per realizzare la mastoplastica additiva, che può essere eseguito tramite l’inserimento di protesi realizzate o in gel di silicone o in soluzione fisiologica, oppure tramite il trasferimento di grasso autologo.

Chi può fare un’operazione di aumento del seno?

Risultati di un intervento di aumento del seno

*Immagine ceduta dal Dott. Marco Sanna

Le linee guida dell’ISAPS ci ricordano che un intervento di chirurgia estetica è spesso il frutto di una scelta personale e non di una necessità medica, per questo è quindi importante accertarsi di essere una buona candidata per affrontare l’intervento in sicurezza.

In generale la paziente candidata a una mastoplastica additiva deve trovarsi in uno stato di buona salute (non soffrire di patologie cardiovascolari, polmonari o neurologiche), sia dal punto di vista fisico che psicologico. Questo secondo aspetto non è da sottovalutare, perchè quando si tratta di interventi estetici è fondamentale essere realistici rispetto alle proprie aspettative e sicuri emotivamente.

Un’altro aspetto da valutare è quello del peso, che deve essere stabile e corrispondere a un indice di massa corporea normopeso. Per le pazienti fumatrici, è raccomandabile smettere di fumare, così da non compromettere il processo di guarigione. L’età, invece, non rappresenta un ostacolo, sempre che si tratti di pazienti maggiorenni, infatti non è possibile per legge eseguire questo tipo di intervento in pazienti minorenni, neanche con il consenso dei genitori, a meno che non si riscontrino patologie o malformazioni (come il seno tuberoso, per esempio) che giustifichino l’intervento chirurgico, come ci spiega il Dott. Tommaso Savoia.

In ogni caso chi valuta se la paziente può essere una candidata a questa operazione è il medico specialista, che dopo aver realizzato i dovuti esami clinici deciderà come e se operare.

Come posso scegliere il mio chirurgo?

La scelta del chirurgo è forse uno degli elementi percepiti come più difficili da chi decide di realizzare questo intervento. Un buon punto di partenza è accertarsi che il medico scelto sia uno specialista accreditato e regolarmente iscritto all'albo, un controllo che può essere facilmente effettuato anche attraverso il portale di ricerca online messo a disposizione dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi (FNOMCeO).

Il Dott. Marco Gasparotti, specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, ci suggerisce i tre criteri principali da seguire durante questa delicata scelta:

  • come abbiamo già detto la cosa più importante è essere sicuri di affidarsi a un medico chirurgo iscritto all'Ordine dei medici;
  • non tutti i chirurghi però sono in grado di eseguire interventi estetici rispettando la salute e l’armonia del corpo, per questo raccomandiamo che si tratti di un medico specializzato in Chirurgia Plastica e preferibilmente iscritto ad almeno una delle società scientifiche o associazioni professionali del settore (SIR, AICPE, SICPRE, ISAPS etc).
  • un dato meno oggettivo ma non per questo meno importante è quello dell’empatia, il rapporto di successo tra medico e paziente è infatti sempre basato sulla fiducia.

Bibliografia

Collaboratori del trattamento

Dott. Tommaso Savoia
Dott. Tommaso Savoia
(135 Opinioni)
Contattare
"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."
Vedi gli specialisti