Dopo gli studi in giornalismo digitale si è specializzata nella redazione di articoli su Salute e Medicina, dal 2014 scrive di moda, bellezza e chirurgia plastica.

Navigazione

  • La forma del mento
  • I diversi menti
  • Trattamenti
  • Bibliografia

La forma del mento

Il mento delimita la parte inferiore del volto, si trova appena sotto la bocca e la sua forma è molto variabile a seconda della persona, insieme a naso, labbra e mandibola è uno degli elementi centrali per la definizione del viso e del suo profilo.

mento sfuggente rimedi

I diversi menti

Le forme del mento possono essere di tutti i tipi: quadrata, allungata, rotonda, con o senza fossetta, sporgenti o meno sporgenti. Ma quando si tratta di un mento dismorfico possiamo classificare le principali anomalie scheletriche in tre categorie:

Le dismorfosi sagittale

In questa categoria parliamo di due casi di anomalie visibili di profilo in orizzontale:

  • il mento arretrato (sfuggente): si parla di retrognatismo, il mento è arretrato e la marcatura del collo è mal definita.
  • Mento prominente (troppo avanzato): si parla di progenie, il mento è marcato e in avanti, in più i denti mascellari possono trovarsi dietro i denti mandibolari accentuando l'anomalia.

La dismorfosi verticale

Questa dismorfosi definisce le dimensioni anomale del mento verticalmente, ecco due casi:

  • viso allungato: il mento è situato molto in basso, il solco labiale e il mento non sono davvero segnati, e il viso appare lungo.
  • viso corto: il mento è molto alto, c'è pochissima distanza tra il mento e il naso, il viso quindi appare più corto.

Dismorfosi trasversale

In questo caso la mascella può essere troppo stretta o troppo larga, e il disagio maggiore è riscontrabile soprattutto nella mandibola e nei denti.

protesi mento sfuggente

Trattamenti

L'intervento di chirurgia estetica del mento è la genioplastica o mentoplastica additiva: è importante sapere che solo un chirurgo estetico e un chirurgo specializzato in chirurgia maxillo-facciale potranno rispondere alle vostre domande e trovare la soluzione migliore per il vostro caso.

Mentoplastica

Chiamata anche mentoplastica, migliora la forma del mento e armonizza il viso. A seconda degli obiettivi del paziente, è possibile optare per diverse tecniche. Questo intervento può essere associato ad un intervento alla mascella o ad una rinoplastica per realizzare una profiloplastica.

Se il motivo dell'intervento è il miglioramento di un mento sfuggente o arretrato, le tecniche possibili sono tre:

  • Posizionamento di una protesi: il chirurgo inserisce un impianto protesico apposito per il mento (realizzato in silicone o polietilene poroso) che si inserisce a livello dell’osso mascellare inferiore. La protesi risulterà nascosta dai tessuti circostanti e dai muscoli del mento.
  • Osteotomia di avanzamento del mento: questo intervento consiste nel tagliare l'osso del mento in orizzontale in modo da creare un frammento osseo che verrà regolato, avanzato e fissato mediante placche e viti metalliche.
  • Innesto osseo: questa tecnica consente al chirurgo di prelevare l'innesto necessario da una parte ossea del paziente, come il naso ad esempio durante la profiloplastica o sul cranio o anche sul mento stesso per rimodellare il mento.

Se il motivo dell'operazione è invece il miglioramento di un mento troppo in avanti le possibili tecniche sono due:

  • riduzione dell'osso mascellare: questo intervento consiste nel limare il bordo inferiore dell'osso della mascella.
  • osteotomia del mento: il tessuto osseo in eccesso viene rimosso dal chirurgo e riposizionato utilizzando piastre e viti di metallo.

La mentoplastica, a prescindere dalla tecnica impiegata, viene eseguita in anestesia generale e il ricovero dura 1 o 2 giorni. L’operazione viene solitamente eseguita accedendo dall'interno della bocca, quindi le cicatrici non sono visibili. I risultati saranno molto apprezzati soprattutto a partire dal ​​terzo mese post operatorio, anche se il paziente potrà già avere un'idea del risultato finale poco dopo l'intervento.

Mentoplastica medica o non chirurgica

Un'altra tecnica non invasiva e praticabile nel caso di un mento sfuggente è la mentoplastica medica. Questa procedura permette di rimodellare e aggiungere volume al fine di armonizzare un viso grazie alle iniezioni di acido ialuronico. Se il mento sfuggente non è troppo pronunciato, le iniezioni di filler, infatti, sono una soluzione indolore, rapida ed efficace. Il chirurgo inietta il prodotto nelle zone prescelte per riequilibrare i volumi del viso. La genioplastica per iniezione non è definitiva, dato che l'acido ialuronico è una molecola riassorbibile, i risultati possono durare dai 6 ai 18 mesi e la procedura può essere ripetuta una volta scomparso l'effetto volumizzante.

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."