Ilaria Berselli
Ilaria Berselli
Giornalista laureata presso l’Universidad Ramon Llull specializzata in redazione di articoli su Salute e Medicina Estetica dal 2014, esperta in tematiche relative alla chirurgia plastica.

Navigazione

  • Snellire e definire il viso
  • La struttura del viso
  • Viso e adiposità
  • I trattamenti per modellare il viso
  • Bibliografia

Snellire e definire il viso

Un viso sottile e definito è visto come un simbolo di bellezza ed eleganza, e molte persone che nascono invece con un viso rotondo e un po’ paffuto sognano di poter modificare i propri tratti somatici e vedersi finalmente come hanno sempre desiderato. Già negli anni ‘30 si vociferava che la famosissima (e bellissima) Marlene Dietrich si fosse fatta togliere gli incisivi per poter sfoggiare zigomi più alti e un viso perfettamente modellato. Per fortuna la medicina e la chirurgia estetica non sono più le stesse della prima metà del Novecento e le soluzioni a nostra disposizione sono decisamente aumentate rispetto ai tempi della diva dell’Angelo azzurro.

 Diverse forme del viso

La struttura del viso

Secondo i canoni estetici occidentali classici il viso perfetto ha una forma ovale e leggermente a V, con tutti i suoi elementi proporzionati e alla giusta distanza: lo spazio tra le due pupille deve corrispondere a circa la metà della larghezza totale del viso mentre gli occhi e le labbra devono essere a una distanza che equivale a un terzo della lunghezza del volto.

Le guance non devono essere troppo paffute, gli zigomi alti e pronunciati e le labbra carnose. Ognuno di questi elementi può essere facilmente perfezionato da uno specialista, sia ricorrendo a interventi specifici (come la cheiloplastica per esempio) che ai meno invasivi filler riassorbibili. Ma c’è qualcosa che si può fare quando non siamo contenti della forma generale del nostro volto? La risposta, per fortuna, è sì.

Ogni persona ha una forma del viso diversa, che può essere valorizzata o modificata tramite alcuni trattamenti mirati. Prima di iniziare a vedere quali sono questi trattamenti, cerchiamo di capire quali sono le diverse forme del viso:

  • Ovale: tutti gli elementi e i volumi regolari.
  • Diamante: contorni ovali, ma con forma a V e zigomi più pronunciati.
  • Cuore o triangolo rovesciato: mento appuntito e zigomi definiti.
  • Triangolare: fronte stretta, zigomi piccoli e mandibola pronunciata (il contrario di quello a cuore).
  • Quadrato: mascella larga e pronunciata, tanto gli zigomi quanto la mandibola sono pronunciati.
  • Rettangolare o allungato: si sviluppa principalmente in lunghezza (mento prominente e fronte alta).

Tondo: altezza e larghezza sono quasi equivalenti, disegnando un cerchio senza spigolosità e con guance piene.

Viso e adiposità

Viso e adiposità

Quando si mette su qualche chilo di troppo nessuna parte del corpo viene risparmiata, nemmeno il viso. Anche qui, infatti, si possono accumulare piccole adiposità localizzate che vanno a nascondere i tratti del viso, rendendo la sua forma praticamente indistinguibile.

I punti del viso che soffrono maggiormente per questo problema sono, senza ombra di dubbio, le guance e il mento (dove si forma la cosiddetta pappagorgia). Chi vuole evidenziare i volumi del viso nascosti dal grasso in eccesso è in un certo senso avvantaggiato rispetto a chi desidera cambiarne drasticamente la forma generale, perché dovrà semplicemente preoccuparsi di trovare il trattamento più adatto per eliminare il grasso sottocutaneo. E in questi casi le opzioni sono davvero moltissime:

  • Coolsculpting: dispositivo a manipolo che congela il grasso sottocutaneo e lo distrugge. Spesso sono sufficienti 2 sedute (dai 30 ai 60 minuti) per ridurre il grasso in eccesso di circa il 20%. Non invasivo, non prevede degenza e i risultati sono visibili in 3-4 mesi.
  • Radiofrequenza: al contrario del precedente, qui è il calore a distruggere le cellule del tessuto adiposo. I risultati sono graduali e visibili dopo circa 5 sedute settimanali. Non è invasivo e si può tornare subito alle normali attività.
  • BodyTite: è una sorta di liposuzione che sfrutta l’azione della radiofrequenza per rimuovere il grasso e tonificare la pelle allo stesso tempo. È meno invasivo di una liposuzione normale ed è indicato soprattutto per chi non ha una buona elasticità cutanea. Servono dai 3 ai 5 giorni di recupero post operatorio.
  • Smart Lipo: è un tipo di liposuzione nella quale si utilizza l'energia laser per risultare meno invasiva e riscaldare il tessuto adiposo prima di aspirarlo (un passaggio che aiuta anche la produzione di collagene). È un intervento chirurgico, quindi anche in questo caso sono necessari da 3 a 5 giorni di riposo.
  • Liposuzione: il chirurgo effettua piccole incisioni nelle aree da trattare in modo da creare l’accesso per le microcannule che aspireranno il grasso in eccesso. I risultati definitivi sono visibili dopo 3-6 mesi dall’intervento e il paziente dovrà stare a riposo per 2 o 2 settimane a seconda delle modalità d’intervento.
Trattamenti per modellare il viso

I trattamenti per modellare il viso

Quando il nostro problema non è dato dalla presenza di grasso sottocutaneo, ma dalla volontà di modificare la forma stessa del volto e passare, per esempio, da un viso rettangolare a uno a cuore, allora i trattamenti visti in precedenza non faranno al caso nostro, ma dovremo invece valutare altre opzioni:

  • Bichectomia: è un intervento chirurgico che prevede la rimozione delle bolle di bichat, ovvero dei piccoli depositi di tessuto adiposo che si trovano in corrispondenza delle ossa malariche. L’obiettivo è quello di rendere il viso più affilato, assottigliare le guance e mettere in evidenza gli zigomi per ottenere un viso dalla forma a V. L’operazione dura da un’ora a un’ora e mezza, si esegue in anestesia locale e la degenza dura circa 1 settimana. I risultati sono apprezzabili dopo circa 3 mesi, sono definitivi e irreversibili.

  • Mentoplastica: esistono due tipologie di intervento, la prima prevede l’inserimento di una protesi per aumentare o modellare la zona, mentre la seconda prevede la riduzione dell’osso mentoniero per i pazienti che lamentano un mento troppo grande. In entrambi i casi si tratta di interventi chirurgici veri e propri, quindi è necessaria l’anestesia e una degenza post operatoria di almeno 3 giorni prima di tornare alla vita normale. I risultati sono definitivi e visibili in circa 1 o 2 mesi a seconda dei casi, quando l’edema e il gonfiore post operatori si sono totalmente riassorbiti.

  • Profiloplastica: con questo termine si indica l’unione di una serie di interventi chirurgici mirati al rimodellamento generale del profilo. In genere si abbinano procedure come mentoplastica, rinoplastica, otoplastica, aumento degli zigomi e a volte anche l’aumento delle labbra. L’obiettivo è quello di valorizzare al massimo il profilo andando a migliorare ogni elemento del viso e farne risaltare i contorni. La durata varia a seconda degli interventi che si sceglie di combinare, così come la degenza post operatoria. I risultati sono definitivi e spesso molto soddisfacenti per il paziente. 

  • Filler: a differenza degli interventi illustrati in precedenza questa non è una tecnica chirurgica né definitiva. I filler sono dei “riempimenti” effettuati con l’uso di aghi molto sottili e per nulla invasivi. Le sostanze più usate sono l’acido ialuronico, l’acido polilattico e l'idrossiapatite di calcio, tutte riassorbibili, naturali e anallergiche. Gli effetti non sono mai permanenti (anzi sono da evitare tutti i filler permanenti), ma hanno una durata che può variare da 6 mesi a 2 anni a seconda della composizione e della zona di impianto. Le parti più trattate includono naso, zigomi, labbra, mento e mandibola (in quest’ultimo caso si parla di jawline contouring) e un vero specialista sarà in grado di individuare tutte le criticità o le potenzialità di un volto in modo da modificarne la forma ed esaltarne i tratti naturali. La procedura ha una durata di circa mezz’ora, il recupero è istantaneo e i risultati sono subito visibili.

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."