Glutei tonici e sodi grazie alla gluteoplastica

Glutei tonici e sodi grazie alla gluteoplastica
Primario Ospedaliero di Chirurgia Plastica, si dedica da oltre trent'anni alla Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica ed ha lavorato al fianco di importanti chirurghi internazionali.
Creazione: 10 dic 2020 · Aggiornamento: 10 dic 2020

La gluteoplastica si afferma costantemente come uno degli interventi maggiormente richiesti dalle donne: il suo obiettivo è migliorare la forma estetica dei glutei conferendo maggior volume dove serve e donando quindi ai glutei un aspetto tonico e sodo.

Vediamo in che modo si effettua l’intervento di gluteoplastica, in quali casi è indicato e quali sono i risultati che ci si può aspettare.

Gluteoplastica: maggior volume e tonicità ai glutei

Molte donne ritengono erroneamente che per ottenere glutei più sodi e tonici basti allenarsi facendo degli esercizi specifici per i glutei che dovrebbero aumentare la massa muscolare.

In realtà, non sempre, l’allenamento muscolare basta per far aumentare il volume dei glutei: questi infatti possono effettivamente “gonfiarsi” se allenati correttamente, ma non è detto che il muscolo sia in grado di svilupparsi al punto da riuscire a raggiungere la forma che si desidera.

Molto infatti dipende dalla conformazione muscolare e fisica di ognuno: ci sono persone che hanno fibre muscolari che sono poco inclini a espandersi, in questo caso, pensare di ottenere glutei sporgenti e più grandi con il semplice allenamento fisico è una vera e propria utopia.

Chi presenta glutei già normalmente poco pronunciati o svuotati difficilmente riuscirà ad ottenere una forma tonda con il solo allenamento.

Questo può generare frustrazione, mancata accettazione di sé e scarsa autostima.

La gluteoplastica è l’intervento di chirurgia estetica che consente di rimodellare i glutei aumentandone il volume e donandogli una forma più armonica, che ridefinisce completamente i contorni della silhouette.

È indicata in tutti quei casi in cui non si è soddisfatti della forma dei propri glutei e si desidera modificarla, allo scopo di ottenere glutei dall’aspetto sodo e tonico.

La gluteoplastica è un intervento che prevede l’inserimento di protesi ma niente paura! L’effetto naturale è assolutamente garantito e la loro presenza sarà praticamente insospettabile.

Vediamo ora come si effettua tecnicamente l’intervento e quali sono le indicazioni terapeutiche da seguire nel pre e nel post-operatorio, fermo restando diverse indicazioni del chirurgo che si riserverà di valutare la fattibilità dell’intervento e le modalità di gestione del pre e del post-operatorio caso per caso.

glutei piatti

Intervento di gluteoplastica: a chi è rivolto come si effettua

La gluteoplastica è indicata come dicevamo a tutte le donne che presentano glutei dalla forma piatta e poco sporgente, sia a causa di una conformazione congenita sia in seguito ad una perdita di peso o alla normale perdita di tonicità dovuta all’avanzare dell’età.

L’intervento di gluteoplastica consente di restituire al gluteo un aspetto tonico e sodo, nonché la giusta sporgenza, eliminando quindi l’antiestetico effetto di “sedere piatto” o cascante che affligge numerose persone, provoca scarsa autostima e limita anche la loro libertà di indossare alcuni capi di abbigliamento, come jeans e pantaloni attillati, o semplicemente il costume da bagno, senza sentirsi a disagio.

Come si effettua l’intervento?

L’intervento di gluteoplastica si effettua in anestesia locale o epidurale e in day surgery, quindi non richiede ricovero preparatorio. La sua durata è di circa un’ora e la paziente è in grado di tornare a casa poche ore dopo, in giornata.

Dopo aver sedato e anestetizzato la paziente, il chirurgo procede a praticare una piccola incisione verticale nella parte tra le due natiche, in modo che la cicatrice resti nascosta, prima su un gluteo e poi sull’altro.

All’interno di quest’incisione viene poi inserita la protesi, sia da un lato che dall’altro.

Le protesi possono essere collocate o all’interno del muscolo oppure sotto la fascia muscolare: la scelta verrà fatta dal chirurgo in fase di visita preliminare, in base alle esigenze specifiche e alle caratteristiche fisiche della paziente.

Infine, dopo aver collocato le protesi, le incisioni vengono suturate attraverso dei punti riassorbibili, che quindi non ci sarà necessità di togliere. Come dicevamo, le cicatrici saranno invisibili perché ben nascoste nella parte tra le due natiche.

glutei sodi

Chi può sottoporsi all’intervento di gluteoplastica?

Il candidato ideale è un paziente, generalmente una donna, che presenta glutei piatti, cascanti o svuotati e vuole modificarne la forma per migliorare così l’aspetto di tutta la silhouette.

Le indicazioni pre-operatorie della gluteoplastica sono simili a quelle di ogni altro intervento di chirurgia estetica: la paziente dovrà essere relativamente in buona salute ed astenersi dall’assunzione di aspirina nei giorni precedenti all’intervento. Chi vuole effettuare l’intervento di gluteoplastica dovrà anche smettere di fumare.

Cosa succede nel post-operatorio?

La ripresa post-operatoria dopo l’intervento di gluteoplastica è abbastanza rapida: già dopo poche ore la paziente potrà tornare a casa. Unico accorgimento sarà quello di indossare una guaina contenitiva per circa 3 settimane, in modo da tenere ferme le protesi e permettere “l’assorbimento” all’interno dei tessuti.

Per praticare invece attività sportiva sarà necessario aspettare almeno un mese.

Praticamente la totalità delle pazienti resta assolutamente soddisfatta dei risultati dell’intervento di gluteoplastica: innanzitutto perché la pienezza del risultato è visibili quasi immediatamente, in secondo luogo perché si tratta di un effetto molto naturale.

I risultati sono permanenti.

Le informazioni contenute in Guidaestetica.it non possono sostituire in nessun caso la relazione tra medico e paziente. Guidaestetica.it non difende un prodotto o servizio commerciale.