Gluteoplastica

Vale la pena
100%
Vale la pena
Basato su 16 esperienze
Prezzo medio
5.820 €
Prezzo medio
Secondo 40 specialisti
  • Anestesia locale
  • 3 giorni
  • 1-3 ore di intervento
  • 7-10 giorni di riposo
  • Risultati visibili dopo un mese
  • Risultati temporanei

Che cos’è la gluteoplastica?

gluteoplastica

Gluteoplastica

La gluteoplastica, conosciuta anche come Buttock Augmentation, è un intervento di Chirurgia Plastica, eseguito con anestesia locale e sedazione, che serve per aumentare il volume dei glutei tramite l’inserimento di protesi, spiega il Dott. Alfio Scalisi. L’obiettivo è quello di correggere e modellare i glutei piatti o svuotati e ottenere, oltre che un maggior volume, anche una forma più definita, rotonda e tonica.

La dimensione delle protesi utilizzate in vista di un risultato naturale è solitamente di 200 cc e si tratta di protesi simili a quelle utilizzate per l’aumento del seno, con la differenza che il gel di silicone di cui sono composte le protesi glutee è più resistente e coeso rispetto a quelle mammarie, dato che devono essere sottoposte a maggiori sollecitazioni, prosegue il Dott. Scalisi.

I risultati possono permettere di correggere diversi inestetismi:

La chirurgia per l’aumento dei glutei con inserimento di protesi è diventata un’operazione piuttosto popolare, soprattutto in paesi come Stati Uniti, dove nel 2020 si registrano 7700 interventi, e la Colombia dove sono stati superati i 1200 interventi - come mostrato dai report ISAPS - e rappresenta una vera e propria tendenza in Brasile con oltre 8600 interventi nel solo 2020. In Italia, al contrario, sono stati eseguite poco più di 672 operazioni con protesi glutee durante l’intero anno, ma anche qui la gluteoplastica sta iniziando a suscitare sempre più curiosità tra il pubblico.

Chi può fare un’operazione di gluteoplastica

prima e dopo gluteoplastica

*Immagine ceduta da LaCLINIQUE of Switzerland®

Solitamente chi desidera effettuare questo tipo di intervento è una persona che sente la necessità di rendere più proporzionato il proprio corpo, spiega il Dott. Mario Dini, soprattutto in casi di rilassamento cutaneo dovuti a un dimagrimento importante o al semplice passare del tempo e dell’invecchiamento.

Il paziente che richiede una gluteoplastica deve trovarsi in un buono stato di salute generale, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Infatti è importante che il paziente possa non solo sottoporsi con sicurezza all’intervento senza incorrere in complicazioni evitabili, ma anche avere aspettative realistiche rispetto ai risultati raggiungibili.

Sebbene sia superiore il numero di gluteoplastiche realizzate per pazienti donne, niente vieta che questo intervento possa essere eseguito con successo anche per gli uomini.

L’età non rappresenta un limite per potersi sottoporre all’intervento, sempre che il paziente o la paziente sia maggiorenne e abbia raggiunto il completo sviluppo fisico.

Inoltre, è consigliabile che in caso di sovrappeso, il paziente raggiunga prima il suo peso forma e poi intraprenda il percorso chirurgico, perché eventuali alterazioni del peso potrebbero andare a compromettere il risultato finale dell’operazione.

Come scegliere il chirurgo giusto?

Come scegliere il medico per gluteoplastica

La scelta del chirurgo non deve mai essere trascurata, indipendemente dal tipo di trattamento o intervento estetico che si desideri realizzare.

Esistono due semplici regole che possono aiutare a facilitare questo processo:

  • rivolgersi a un medico specializzato in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica affiliato ad almeno una delle principali società del settore, come l’International Society of Aesthtic Plastic Surgery (ISAPS) o la Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica (SICPRE),
  • accertarsi che l’operazione si svolgerà nella sala operatoria di una clinica accreditata che risponda agli standard di igiene e sicurezza.

Il chirurgo deve non solo essere un medico accreditato (cioè iscritto all’albo dei Medici e Chirurghi, consultabile sul sito del FNOMCeO) ma deve anche, e soprattutto, ispirare fiducia al paziente, in quanto il rapporto di empatia e fiducia reciproca si trova sempre alla base di un intervento di successo. Instaurare un rapporto di confidenza e sincerità è importante anche perchè il paziente deve sentirsi libero di comunicare al medico qualsiasi suo dubbio e di chiedere di visionare le immagini dei risultati degli interventi da lui realizzati.

Bibliografia

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."
Vedi gli specialisti