Mesoterapia

Vale la pena
88%
Vale la pena
Basato su 11 esperienze
Prezzo medio
125 €
Prezzo medio
Secondo 112 specialisti
  • Non è necessaria
  • Non richiede ricovero ospedaliero
  • Meno di 1 ora d'intervento
  • Non richiede riposo
  • Effetti immediati
  • Risultati temporanei

Cos'è la mesoterapia?

mesoterapia come funziona

*Video ceduto dalla Dott.ssa Ambrosanio Rosa

La mesoterapia è una procedura medica che è stata introdotta a partire dal 1952 dal medico francese Michel Pistor per il trattamento di dolori reumatici e che comprende l'iniezione di una miscela di vitamine, ormoni ed enzimi nello strato intermedio della pelle. Fin da subito, i medici hanno scoperto che la mesoterapia può essere utilizzata anche per scopi cosmetici, e attualmente, è uno dei trattamenti preferiti per la lotta contro la cellulite, contro le rughe e anche per la perdita di capelli.

In quanto trattamento non invasivo e di tipo infiltrativo, non necessita né di chirurgia o bisturi né di alcun macchinario, ma si effettua semplicemente tramite punture.

Il termine mesoterapia deriva dalla parola greca "mesos" che significa "media" e "therapeia" che significa "curare medicalmente". Questa è una tecnica che prevede l'iniezione di farmaci o altre sostanze a livello locale, con un’azione soprattutto lipolitica e linfodrenante, spiega la Dott.ssa Sara Russo. Le punture possono essere eseguite a livello intraepidermico, intradermico superficiale o profondo, e queste iniezioni vengono realizzate da 0,1 a 13 mm sotto la pelle. Si tratta di un trattamento non invasivo e indolore, che ha il vantaggio di essere applicato direttamente alla zona interessata in modo che i prodotti iniettati raggiungano più velocemente l’area specifica sulla quale devono agire.

Questo trattamento può essere utilizzare per diversi inestetismi della pelle, dalle rughe alla cellulite e anche per la calvizie. Inoltre, è un trattamento ideale per integrare peeling, laser, radiofrequenze e iniezioni di tossina botulinica. Viene anche usato per migliorare il processo di guarigione delle ferite perché contribuisce alla produzione di collagene.

È importante distinguere tra mesoterapia per scopi medici ed estetici (per esempio per la cura di lesioni del ginocchio), ma qui parleremo solo dei benefici di quella estetica.

Quali sono le sostanze iniettate durante la mesoterapia?

farmaci mesoterapia

Le seguenti sostanze possono essere iniettate da sole o combinate, a seconda delle esigenze del paziente. I prodotti più utilizzati sono:

  • vitamine: per il loro effetto antiossidante
  • zinco, selenio e ferro: utili come antiossidanti e antinfiammatori
  • silicone organico: protegge le membrane cellulari e aiuta nella sintesi del collagene e nell'idratazione della pelle
  • dimetilamminoetanolo (DMAE): aiuta l’idratazione e dona un effetto tensore alla pelle
  • acido ialuronico: favorisce l'elasticità e la compattezza della pelle, oltre a idratare
  • glicerina: aiuta l’idratazione
  • fosfatidilcolina: aiuta a eliminare il tessuto adiposo
  • plasma ricco in piastrine: può essere somministrato anche mediante questo intervento e aiuta a combattere l'invecchiamento

Per la perdita dei capelli, viene utilizzata in combinazione con sostanze come vitamine, antiossidanti, dutasteride e minoxidil.

Per lottare contro il rilassamento cutaneo, sostanze come il DMAE e l'acido ialuronico sono spesso utilizzate per migliorare il tono della pelle e per idratare in profondità. Inoltre, favoriscono la produzione di collagene e migliora la microcircolazione.

Per trattare la cellulite, il silicio organico è una delle sostanze più comunemente usate perché, oltre ad agire sulle cellule adipose, aiuta a rigenerare le fibre della pelle e a migliorare la "buccia d'arancia". La pentossifillina è un'altra sostanza impiegata lo stesso per il suo effetto positivo sulle cellule adipose, oltre che per la sua capacità di promuovere l'attività dei vasi sanguigni e migliorare la circolazione.

La tecnica della mesoterapia

mesoterapia lipolitica

*Immagine ceduta dallo Studio Ottaviani

La tecnica utilizzata è nota come nappage intradermico. Viene eseguita a mano o con l’ausilio di apposite pistole e prevede iniezioni realizzate a distanza di 2 o 3 secondi una dall’altra e a una profondità compresa tra i 2 e i 4 mm come spiegano gli operatori del centro Estetica Medica Samo.

Esistono 3 varianti di questa tecnica - come sottolinea anche il Dott. Stefano Marcelli - che si differenziano per il livello di profondità raggiunto dalle infiltrazioni:

  • nappage intradermico superficiale
  • nappage intradermico profondo
  • nappage intradermico nella piega cutanea

Bibliografia

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."
Vedi gli specialisti