Riduzione stomaco

Vale la pena
100%
Vale la pena
Basato su 10 esperienze
Prezzo medio
5.625 €
Prezzo medio
Secondo 6 specialisti
  • Anestesia totale
  • 3 giorni
  • 1-3 ore di intervento
  • Più di 10 giorni di riposo
  • Effetti immediati
  • Risultati permanenti

Cosa si intende per riduzione stomaco?

In Italia, circa il 10% della popolazione soffre di obesità e il 35,5% è sovrappeso secondo i dati ISTAT. Cattive abitudini alimentari, mancanza di esercizio fisico e uno stile di vita sedentario sono le cause principali di questo problema che sta colpendo sempre più persone. Quando le diete e gli sport convenzionali non sono sufficienti per trovare un peso corretto e una vita equilibrata, la chirurgia bariatrica diventa l'unica soluzione.

A cosa serve la riduzione dello stomaco?

Intervento stomaco per dimagrire

L'obiettivo di un intervento di riduzione dello stomaco è quello di aiutare i pazienti obesi a perdere peso in modo efficace nel lungo termine, e nello stesso tempo aiutarli ad adottare abitudini alimentari più sane e un nuovo stile di vita.

La chirurgia di riduzione dello stomaco rappresenta una nuova speranza per i pazienti che hanno provato a perdere molto peso in passato, ma senza riuscirci.

Definizione di obesità

Riduzione stomaco prima e dopo

*Immagine ceduta dal Centro Salute Piantedo

L'obesità è definita come eccesso di peso rispetto alla statura causato da un aumento della massa grassa. Il Ministero della Salute avverte che l’obesità rappresenta un vero e proprio problema di salute pubblica, in quanto all’eccesso di sovrappeso si accompagnano anche gravi patologie cardiovascolari e metaboliche che incrementano il rischio di mortalità. L’aumento di peso danneggia la qualità della vita e riduce l’aspettativa di vita, come riportato anche in un articolo apparso sull’International Journal of Obesity, dove si evidenzia che il 7,7% dei decessi sono relazionati proprio con l’eccesso di peso: quasi 1 ogni 13 decessi in un anno.

Per sapere se sei obeso o sovrappeso calcola il tuo BMI (BMI = peso (kg) / altezza (m)2). Un BMI di 24,9 definisce una persona sovrappeso, mentre si può essere considerati obesi a partire da un BMI di 29,9.

Bibliografia

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."
Vedi gli specialisti