Cavitazione

Vale la pena
88%
Vale la pena
Basato su 6 esperienze
Prezzo medio
135 €
Prezzo medio
Secondo 37 specialisti
  • Non è necessaria
  • Non richiede ricovero ospedaliero
  • Meno di 1 ora d'intervento
  • Non richiede riposo
  • Effetti immediati
  • Risultati temporanei

Cos'è la cavitazione?

A cosa serve la cavitazione

*Video ceduto dalla Dr.ssa Leda Moro

È una tecnica medico-estetica non invasiva e non chirurgica che utilizza ultrasuoni a bassa frequenza per eliminare il grasso localizzato. È una procedura all'avanguardia che consiste in un'onda che viene trasmessa al tessuto adiposo, al fine di stimolare il movimento del grasso localizzato, provocando il distacco e la disintegrazione dell'adiposità.

Un fenomeno fisilogico che da sempre richiama l'attenzione è la cellulite, oltre agli eccessi adiposi localizzati difficili da eliminare anche con diete e intensa attività fisica. Proprio per combattere queste problematiche è nato questo trattamento medico estetico non invasivo che aiuta a ridurre la cellulite e riduce in maniera evidente i cuscinetti di grasso localizzato nell'addome, fianchi e braccia.

Il trattamento è rapido e indolore, permette la riduzione del tessuto adiposo grazie agli ultrasuoni prodotti dall'apparecchiatura con cui viene effettuato il massaggio. Grazie alla cavitazione è possibile ridurre i fastidiosi cuscinetti adiposi localizzati ed è generalmente consigliata a pazienti normopeso che vogliono semplicemente migliorare l'aspetto del loro corpo e della loro pelle.

È un trattamento che non richiede alcun tipo di anestesia dato che non vengono effettuate incisioni sulla pelle. Il trattamento non è doloroso, ma le prime sessioni potrebbero generare fastidio nei pazienti con pelle sensibile, è comune la comparsa di piccoli lividi che scompariranno in breve tempo.

Chi è il candidato ideale?

Prima e dopo cavitazione medica

*Immagine ceduta dal Dr. Luca Mario Apollini

È un trattamento che può essere realizzato da qualsiasi persona sana normopeso, questo trattamento non è un sostituto della dieta dimagrante, ma permette la diminuzione del tessuto adiposo su zone localizzate poco estese. È adatta soprattutto per il trattamento degli arti inferiori (gambe, cosce, ginocchia), ma anche per glutei, culotte de cheval, fianchi, addome e braccia.

Il Dott. Maurizio Berlanda aggiunge che questa tecnica è controindicata in soggetti con gravi malattie autoimmuni, lesioni cutanee acute, pacemaker, protesi, patologie dell'udito, del fegato o dei reni. Inoltre, non può essere eseguita su donne in gravidanza o in allattamento.

Per quei pazienti che hanno la necessità di perdere molto peso sono raccomandati altri tipi di trattamenti come la liposcultura e la liposuzione. Generalmente è considerato uno dei trattamenti ideali da effettuare dopo un'operazione di addominoplastica o liposuzione, poiché permette alle piccole quantità di grasso residue a sciogliersi, potenziando i risultati post operatori.

Dove si può realizzare?

Risultati dopo un ciclo di cavitazione

*Immagine ceduta dal Dott. Alessio Dini

È importante informarsi bene prima di decidere dove eseguire questo trattamento, poiché il successo dipende dalla qualità delle attrezzature utilizzate dal centro medico. È, inoltre, fondamentale che il professionista estetico o medico che eseguirà il trattamento abbia ricevuta la formazione adeguata che gli permetta di realizzarlo in totale sicurezza per il paziente.

Il paziente dovrebbe sentirsi libero di richiedere i certificati che garantiscono la conoscenza del trattamento e delle attrezzature da parte del professionista che lo realizzerà; un altro valido consiglio è quello di cercare testimonianze di pazienti che hanno già  effettuato questa procedura e chiedere loro delle foto del prima e dopo. Questi semplici accorgimenti aiuteranno a prendere una decisione migliore sul centro a cui rivolgersi.

Infine, è bene ricordare che il costo del servizio non dovrebbe essere un fattore rilevante nel momento della scelta, come ricordato dalla SIME. Sebbene sia un trattamento estetico non invasivo, la salute del paziente può essere a rischio se l'attrezzatura utilizzata non è appropriata o se il personale non ha acquisito le competenze necessarie per garantirne la sicurezza.

Bibliografia

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."
Vedi gli specialisti