Dopo gli studi in giornalismo digitale si è specializzata nella redazione di articoli su Salute e Medicina, dal 2014 scrive di moda, bellezza e chirurgia plastica.

Navigazione

  • Glutei piatti e bassi?
  • Perché ho il sedere piatto?
  • Esercizi per ottenere un sedere rotondo
  • Trattamenti
  • Bibliografia

Glutei piatti e bassi?

Molte persone non sono contente dell'aspetto dei loro glutei: non abbastanza formosi, troppo piccoli, troppo piatti… Così diventano spesso una fonte di complessi, e lo sport non è sempre sufficiente per ottenere la forma più desiderata. Ma la medicina e la chirurgia estetica offrono diverse soluzioni.

sedere piatto

Perché ho il sedere piatto?

La genetica rappresenta il fattore principale alla base della forma e delle dimensioni dei glutei: da una parte determina la conformazione e la dimensione dei muscoli glutei e dall’altra determina la nostra predisposizione a concentrare o meno il tessuto adiposo nel fondoschiena o in altre aree del corpo.

Il secondo fattore che esercita la maggiore influenza è lo stile di vita. Una vita troppo sedentaria, per esempio, ci porta a trascorrere molto tempo seduti e quindi a stringere i flessori dell'anca, limitare il flusso sanguigno e ad atrofizzare e indebolire i muscoli glutei, riducendo il volume facendoli diventare ancora più piatti. In più, una generale mancanza di esercizio fisico, si sa, non aiuta i nostri muscoli a prendere forma e volume. In alcuni casi si può verificare la cosiddetta sindrome da amnesia del gluteo, cioè il muscolo si “dimentica” come dovrebbe funzionare normalmente, rendendolo ancora meno formato e senza tono e portando anche a dolori e fastidi alla schiena.

Anche una postura sbagliata può accentuare questo problema, creando più che altro un’illusione ottica che fa sembrare il sedere ancora più nascosto e piatto. Inoltre mantenere una posizione sbagliata durante la giornata sottopone la colonna vertebrale inferiore a uno sforzo costante e può causare lesioni come l'ernia del disco.

Può sembrare strano ma anche la posizione in cui dormiamo si ripercuote sul nostro aspetto. Dormire in posizione fetale o su un fianco durante molte ore allunga i muscoli dei glutei, rendendoli ancora più deboli.

sedere tondo

Esercizi per ottenere un sedere rotondo

Lo sport e l’esercizio fisico possono fare moltissimo per scolpire i glutei e dargli volume quando sono molto piatti. Sia la cardio che gli allenamenti di forza possono essere molto utili, sia per la silhouette che per la salute di tutto il corpo.

Un allenamento semplice e piacevole può essere la camminata. Inizia con 10 minuti di camminata veloce ogni giorno, includendo anche percorsi in salita, e aumenta un po’ ogni giorno fino ad arrivare ad almeno 45 minuti. Alterna la camminata con esercizi specifici per rafforzare i glutei (ad esempio lo squat) e aumentare il loro volume. 

Anche lo yoga e il pilates - facilmente eseguibili anche in casa - sono pratiche utilissime per allenare questi muscoli.

sedere scolpito

Trattamenti

I trattamenti per scolpire i glutei e dire addio al sedere piatto sono tantissimi e includono sia procedure chirurgiche che non chirurgiche. Vediamo in dettaglio quali sono tutte le migliori opzioni:

  • Brazilian Butt Lift: detto anche BBL o lifting brasiliano, è una procedura chirurgica che utilizza il grasso corporeo per aggiungere volume e curve a un sedere piatto. Il chirurgo plastico estrae, prima di tutto, il grasso in eccesso tramite liposuzione dalla pancia, dai fianchi o dalle cosce, quindi lo inietta nel tessuto sottocutaneo appena sotto la pelle nelle natiche e, se necessario, nelle anche. Il recupero post operatorio richiede fino a 6 settimane. Le attività che esercitano una pressione diretta sulla zona trattata, come sedersi, devono essere evitate per le prime settimane di recupero al fine di ottimizzare i risultati. Per poter eseguire l’intervento bisogna avere abbastanza grasso corporeo in altre zone che non siano i glutei, per poterlo appunto raccogliere e innestare. Il grasso iniettato crea una forma a clessidra e dall'aspetto naturale nella maggior parte dei pazienti e la combinazione di liposcultura e lipofilling può produrre un'incredibile trasformazione della figura del paziente. Tuttavia, bisogna considerare che i risultati potrebbero essere imprevedibili, poiché circa il 40% del grasso trasferito viene assorbito naturalmente dal corpo durante i primi mesi dopo la procedura, quindi in alcuni casi potrebbe essere consigliato fare un secondo ritocco. Il BBL è uno dei trattamenti più popolari del momento, ma non è una procedura semplice o da sottovalutare, in quanto si basa sull’associazione di due tecniche diverse (liposuzione e lipofilling), perciò può presentare le controindicazioni e i rischi di entrambe.
  • Gluteoplastica: è un intervento chirurgico con cui si inseriscono protesi in silicone per rimodellare e ingrandire i glutei, inserendolo sopra il muscolo o al suo interno. A differenza delle protesi mammarie, che sono realizzate in gel di silicone, le protesi glutee sono realizzate in silicone semi solido e non c'è da preoccuparsi del pericolo di perdite o rotture, dato che sono realizzate in un materiale appositamente studiato per subire più urti e per potersi sedere senza problemi. Questo intervento è indicato soprattutto per i pazienti che non possiedono abbastanza grasso autologo per un lipofilling o che temono il rischio di embolia adiposa connesso a questa procedura, ma volendo la procedura può anche essere combinata con un lipotrasferimento per avere un risultato ancora più accentuato. Il vantaggio di questa tecnica è che le protesi offrono una forma più rotonda e sporgente rispetto ad altre (in particolare rispetto al BBL) e i risultati sono più prevedibili rispetto al lipofilling (in quest’ultimo caso una parte del grasso innestato viene infatti riassorbita). Le protesi sono disponibili in varie dimensioni e forme (ovali e rotonde), quindi a seconda del risultato desiderato il paziente potrà optare per modelli diversi. In generale, per un risultato naturale è consigliabile optare per protesi di piccole dimensioni: è importante discutere apertamente con il chirurgo plastico per conoscere tutte le possibili opzioni e scegliere quella che si adatti di più al proprio fisico, non solo per ottenere un aspetto naturale ma anche ridurre il rischio di problemi dopo l'intervento. Il tempo di recupero per questa procedura è in genere di 6 settimane e le prime 2 in particolare sono estremamente importanti. Poiché le incisioni vengono effettuate vicino ai glutei (normalmente nel solco), dovrai dare loro il tempo di guarire completamente per evitare complicazioni e dovrai evitare di stare seduto per diverse settimane dopo l'intervento.
  • Filler: l’acido ialuronico è ormai noto per le sue proprietà volumizzanti, ma le sue capacità di riempimento vanno a beneficio non solo di labbra o rughe, ma possono essere applicate anche a tante altre zone del corpo, tra le quali i glutei. Macrolane, Hyacorp e Sculptra Aesthetic sono due dei filler iniettabili più conosciuti per questo proposito. Alcuni prodotti contengono acido ialuronico (Macrolane e Hyacorp) e altri acido polilattico (Sculptra) una sostanza ugualmente sicura e biocompatibile che però può durare fino a 2 o 3 anni. La procedura non è invasiva, quindi a differenza delle precedenti può essere effettuata in tempi molto più brevi e con un recupero praticamente immediato. L’effetto rimpolpante è visibile subito dopo l'iniezione, ma il risultato finale tarderá circa un mese prima di essere completamente apprezzabile. Se si desidera un risultato più accentuato è possibile effettuare un ritocco.

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."