Dopo gli studi in giornalismo digitale si è specializzata nella redazione di articoli su Salute e Medicina, dal 2014 scrive di moda, bellezza e chirurgia plastica.

Navigazione

  • Cosa si intende per grasso localizzato?
  • Cause del grasso localizzato
  • Trattamenti per il grasso localizzato: procedure non invasive
  • Trattamenti per il grasso localizzato: procedure chirurgiche
  • Bibliografia

Il grasso localizzato rappresenta un serio problema di difficile risoluzione se affrontato in modo errato. Ma a volte anche con percorsi dietetici ed attività fisica regolare, il grasso in eccesso permane e quindi ci si dispera non sapendo come liberarsene. In soccorso arriva la Medicina e Chirurgia Estetica che propone una vasta serie di rimedi che si differenziano per minore o maggiore invasività.

eliminare grasso localizzato

Cosa si intende per grasso localizzato?

A differenza del grasso generalizzato, presente in tutto il corpo, il grasso localizzato si instaura in specifiche zone del corpo, prediligendo nella donna le cosce e l’interno coscia, sotto ombelico, i glutei e i sotto glutei, le caviglie e le ginocchia, mentre nell’uomo si deposita maggiormente sui fianchi (le cosiddette maniglie dell’amore) e nella zona sopra l’ombelico. Molte persone, dopo aver seguito diete e svolto attività fisica, non riscontrando dei risultati accettabili, cadono nella frustrazione e pensano di non aver fatto abbastanza per risolvere il problema. In realtà è un problema di difficile risoluzione, è in alcuni casi è proprio la biologia che è la vera responsabile e, più in particolare, i veri precursori del grasso localizzato sono una specifica categoria di ormoni che ne favorisce il deposito.

chirurgia grasso localizzato

Cause del grasso localizzato

L'accumulo di grasso localizzato è influenzato da diversi fattori come:

  • Età
  • Sesso
  • Genetica
  • Ormoni
  • Stile di vita
  • Sedentarietà

Per quanto riguarda l’età, concorrono vari fattori per la formazione del grasso localizzato, infatti una maggiore sedentarietà ed un rallentamento del metabolismo, favoriscono questo fastidioso inestetismo. Come precedentemente detto, le zone corporee del grasso localizzato variano a seconda del sesso, nell’uomo si parla di obesità androide mentre nella donna è denominata obesità ginoide.

Per quanto riguarda l’aspetto ormonale, l’accumulo del grasso localizzato è favorito da una specifica classe di ormoni (catecolamine) che ha origine nel surrene e che regolarizza il metabolismo dei grassi. È sempre importante ricordarsi di seguire uno stile di vita sano ed una corretta alimentazione, ma nei casi in cui non si dimostri efficace, la Medicina e Chirurgia Estetica vi forniscono vari rimedi di efficacia duratura.

trattamenti grasso localizzato

Trattamenti per il grasso localizzato: procedure non invasive

Esistono varie soluzioni efficaci per ristabilire l’armonia corporea e per liberarsi definitivamente del grasso localizzato su glutei, cosce, caviglie, ginocchia e fianchi. Inizialmente parleremo dei rimedi proposti dalla Medicina Estetica che si contraddistinguono per essere minimante invasivi.

Mesoterapia lipolitica

La mesoterapia lipolitica è un rimedio innovativo e non invasivo che consiste nella somministrazione di specifiche sostanze, attraverso delle micro iniezioni, dall’alto potere lipolitico. Queste particolari sostanze inducono la lisi (rottura della parete cellulare) degli adipociti che genera la fuoriuscita del suo contenuto a cui fa seguito una risposta infiammatoria. Successivamente al trattamento, la zona interessata apparirà, per qualche giorno, leggermente gonfia. Si consiglia di assumere abbondanti liquidi così da poter espellere le scorie sia con le urine che con le feci. Si consiglia di sottoporsi ad almeno 4 o 5 trattamenti distanziati tra loro da 15 – 20 giorni. I risultati saranno estremamente soddisfacenti e duraturi nel tempo.

Criolipolisi

La criolipolisi, anche conosciuta come coolsculpting, è un trattamento all’avanguardia che elimina il grasso localizzato esponendolo alle basse temperature. In pratica, le basse temperature agiscono direttamente sulle cellule adipose, distruggendole definitivamente e, le scorie prodotte, verranno eliminate attraverso il sistema linfatico. Si candida come valida alternativa alla liposuzione. Inoltre i risultati ottenuti saranno duraturi nel tempo e potrete dire finalmente addio agli antiestetici cuscinetti di grasso localizzato.

Carbossiterapia

La carbossiterapia è un altro valido trattamento che ci viene fornito dalla Medicina Estetica. Consiste nell’iniezione di CO2 (anidride carbonica) direttamente nel tessuto sottocutaneo dove si trasformerà in acido carbonico che si comporta come un catalizzatore nei confronti degli enzimi responsabili dello scioglimento dei grassi. Questa tecnica apporta diversi benefici, infatti non soltanto elimina i grassi ma migliora la circolazione sanguigna aumentando l’irrorazione dei tessuti. Questo passaggio è fondamentale perché, con l’aumento della circolazione sanguigna, aumenta anche l’apporto di ossigeno che facilita lo smaltimento delle scorie. Il trattamento apporta vari vantaggi anche per quanto riguarda la pelle, infatti viene eseguita anche per il ringiovanimento della pelle del viso.

come ridurre grasso localizzato

Trattamenti per il grasso localizzato: procedure chirurgiche

Liposuzione

La liposuzione è un intervento chirurgico, efficace per eliminare definitivamente il grasso localizzato. Le zone maggiormente trattate sono le cosce, i fianchi, i glutei e l’addome sia sopra che sotto l’ombelico. Infatti qui risiede il grasso localizzato più difficile da eliminare con diete ed attività fisica. L’intervento si esegue in anestesia generale e si procede inserendo nel sottocute delle micro cannule collegate ad un macchinario che aspirerà il grasso in eccesso, rimodellando così la silhouette.

Liposcultura

La liposcultura, a differenza della liposuzione, può essere applicata a zone più ristrette come glutei, interno coscia, ginocchia e caviglie. Inoltre, benché si proceda nel medesimo modo della liposuzione, l’aspirazione del grasso localizzato avviene negli strati più superficiali, in prossimità della pelle. Quest’intervento favorisce il rimodellamento delle linee perché permette alla pelle di riadattarsi ai nuovi volumi. La durata del post operatorio è di circa 3 giorni, permettendo al paziente di ritornare tranquillamente alle sue abituali attività. Anche per questo intervento, come per la liposuzione, si consiglia al paziente di adottare uno stile di vita sano per rendere duraturi i risultati ottenuti.

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."