Tutti i contenuti di questa pagina sono stati generati da utenti reali del portale e non da dottori o specialisti.

Intervento di Ginecomastia

Trattamento eseguito Vale la pena
gine
Milano (Città) · Creazione: 19 dic 2019 · Aggiornamento: 3 ago 2020
Esperienza

Sono stato operato dal Dottor Campiglio ad Ottobre per Ginecomastia con resezione ghiandola e liposuzione. Sono soddisfatto e contento della mia esperienza con il Dottore.

Al momento della recensione, sono a a circa 9 settimane dall'operazione. Le foto allegate sono state eseguite dal chirurgo prima dell'intervento e a 5 settimane, durante la visita in cui ho avuto il via libera definitivo per togliere la guaina elastica.

Prima di scegliere il Dottor Campiglio, ho avuto avuto due visite con altri due chirurghi. Il primo l'ho dovuto scartare per motivi logistici, il secondo per la tecnica d'esecuzione proposta. Infatti inizialmente questo secondo chirurgo (che chiameremo per semplicità d'ora in avanti con il nome fittizio di Dottor Cane), mi aveva spiegato che generalmente e anche nel mio caso specifico fosse necessario usare una tecnica chiamata round-block che consiste nel tagliare circolarmente intorno all'areola e poi eseguire un ulteriore taglio circolare interno e concentrico all'areola per poi riattaccare (ovviamente dopo aver anche tagliato la ghiandola mammaria). La motivazione che mi fu data dal Dottor Cane era che fosse necessario questo tipo d'operazione per ridurre il diametro delle areole e avere un risultato estetico migliore. Inizialmente, questa motivazione mi era sembrata sensata considerando che le mie areole erano di circa 3.5cm in diametro e sembravano abbastanza grandi per un petto maschile. Inoltre, le foto post operatorie che mi erano state presentate sembravano buone a primo sguardo.

Fortunatamente, ho avuto l'idea di avere un ulteriore visita con un altro chirurgo e la mia attenzione è caduta sul Dottor Campiglio. Durante la prima visita, il Dottore mi ha spiegato che generalmente era soltanto necessario un taglio a mezzaluna per aprire e poi recidere la ghiandola. Abbastanza confuso, ho spiegato cosa mi era stato proposto dal Dottor Cane e il Dottor Campiglio mi ha spiegato con tutta calma come non fosse assolutamente necessario per ottenere il risultato estetico desiderato e che questa tecnica presentava molti più rischi (possibilità di necrosi dell'areola) e cicatrice chiaramente più evidente. Inoltre, avrebbe eseguito una liposuzione (cosa che per il Dottor Cane non era utile) nel mio caso specifico nell'area del petto e fianco e che questa fosse necessaria per facilitare la retrazione della pelle una volta rimosse le ghiandole.

Dopo la visita avendo ora due opinioni di due dottori completamente differenti ero assolutamente confuso. Ad ogni modo, grazie ad alcune ricerche sul web leggendo esperienze di tante persone e grazie alla disponibilità del Dottor Campiglio nel rispondere ulteriormente e chiarire ogni dubbio, ho potuto convincermi totalmente quanto fosse inutile e assolutamente svantaggioso l'uso del round-block per il mio caso specifico. Da quello infatti che ho capito, è una tecnica che si usa per casi estremamente rari ed è in ogni caso meglio da usare per un'eventuale seconda operazione se non soddisfatti del risultato. L'areola si restringe e scurisce una volta rimossa la ghiandola senza che sia in alcun modo necessario ridurla in diametro tramite round-block. Come si può vedere anche dalle mie foto allegate, è proprio quello che è avvenuto dopo un'operazione senza round-block con recisione a mezzaluna inferiormente all'areola. Al contrario, invece da quello che ho visto online da foto di persone operate direttamente con round-block, l'effetto estetico potrebbe essere peggiore perché l'areola, una volta rimossa la ghiandola, si dilata e sembra una pizza margherita.

L'intervento con il Dottor Campiglio è stato semplicissimo, ricordo solo la sensazione spiacevole dell'anestesia e le rassicurazioni del Dottore. Dopodiché, sono andato a nanna.

Il post-operatorio è andato molto bene. Al risveglio, dopo circa 1-2 ore ho avuto la possibilità di alzarmi dal letto e la sera stessa sono stato dimesso. Ho ricevuto una medicazione super stretta e una guaina elastica. Non ho mai avuto dolori o nulla che fosse insopportabile. Ad ogni modo però ci sono stati degli indolenzimenti che non mi permettevano operazione ordinarie come alzarmi dal letto senza supporto per 3-4 giorni. Ad una settimana dall'intervento ho avuto una visita con il Dottor Campiglio che mi ha tolto la medicazione lasciandomi solo con la guaina elastica che avrei dovuto tenere per un altro mese. Il passaggio da medicazione e guaina a solo guaina elastica è stato un po' traumatico per me e quando toglievo la guaina per fare la doccia sentivo proprio la necessità di avere qualcosa di stretto. Questa sensazione fortunatamente è passata con le settimane a venire. Una volta tolta la medicazione ho potuto per la prima volta vedere i risultati che erano eccezionali. A prima vista, con tutta sincerità, non capivo assolutamente se essere contento o no. Ma a poco a poco, guardandomi allo specchio nei giorni successivi, ho capito che con un po' di pazienza sarei stato completamente soddisfatto e che avevo fatto la scelta giusta. Inizialmente avevo veramente tanti lividi (dovuti probabilmente alla liposuzione che credo sia abbastanza invasiva) che si sono riassorbiti quasi tutti in 4 settimane. Non ho avuto alcuna formazione di liquido. Durante queste settimane ho anche riottenuto la mobilità che avevo precedentemente. Inizialmente non è possibile alzare le braccia sopra la propria testa.

A 5 settimane ho avuto un'altra visita con il Dottor Campiglio e il via libera per togliere la guaina elastica. Per quanto riguarda l'attività a fisica a 2-3 settimane ho iniziato a fare delle camminate veloci di 20-40 min. E dopo aver tolto la guaina sono tornato in palestra e a fare quello che mi pare. Durante questo periodo da un lato solo dopo l'attività si formava un po' di liquido che però sembrava riassorbisse facilmente con l'uso della guaina per qualche ora. Se si fa un lavoro da scrivania, si può tornare dopo un paio di giorni dall'intervento. Ma se si può, meglio una settimana.

Le cicatrici a 9 settimane sono per ora assolutamente quasi invisibili, solo da un lato si era fatta dura ma con un po' di massaggio si è già ammorbidita.

In conclusione, sono contentissimo della mia esperienza con il Dottor Campiglio e dei risultati ottenuti. A chi vuole operarsi per ginecomastia, lo consiglio assolutamente. Il recupero dipende da persona a persona. Ma ad ogni modo l'operazione per ginecomastia non è un'operazione complicata e il post operatorio altrettanto, ma non è neanche così semplice e veloce come molti dottori vogliono descrivere. L'unica cosa sensata è mettersi sotto le mani di una persona esperta che sa quello che fare e che si affida ad strutture efficienti (operazione avvenuta a Villa Letizia a Milano) e da questo punto di vista il Dottor Campiglio è un profilo consigliabile per tutte le motivazioni che spero vengano fuori nella descrizione della mia esperienza.

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

dok

· Bologna (Città)

· 3 ago 2020

Potresti dire quanto hai pagato per questo intervento?

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Aggiorna la tua esperienza

Le informazioni contenute in Guidaestetica.it non possono sostituire in nessun caso la relazione tra medico e paziente. Guidaestetica.it non difende un prodotto o servizio commerciale.