Chiedi al dottore Risolvi i tuoi dubbi!

Evitare di devitalizzare un molare arcata inferiore

Romy · Genova (Città) · 20 feb 2013

gentili medici, mi accade da circa 2gg di avvertire un dolore acuto in corrispondenza di un molare arcata inferiore sx, a cui 2 mesi fà, per un inizio di carie, l'odontoiatra ha eseguito una piccola otturazione. sono molto sensibile al caldo/freddo e il tipo di dolenzia è pulsante e si acuisce nel periodo notturno. mi sono recata nuovamente dal medico dentista il quale mi ha consigliato di assumere per qualche tempo un antibiotico tipo agumentin e applicare sulla testa del molare elmex per denti sensibili, altrimenti, ahimè, mi consiglia la devitalizzazione e in seguito porre capsula di porcellana. vorrei un vs. parere in merito per evitare se possibile di perdere il dente ancora piuttosto sano. come posso disinfiammare il nervo o curarlo? grazie. cordialmente.

19 Risposta

19 Risposte

  • Dr.Gustavo Petti Studio Medico di Odontoiatria e Parodontologia

    Miglior risposta
    8 ago 2018 ·

    750 Risposte

    Lei Posta un referto di una OPT del Radiologo. Non è il radiologo che fa Diagnosi ma il Dentista. Non è con la OPT che si fa diagnosi ma con Visita Odontoiatrica Clinica e sondaggio parodontale e Rx Endorale! Non vedo come una Osteolisi periapicale (granuloma) possa impeire un corretta Terapia canalare! Non faccia estrarre il Dente. Non faccia fare apicectomie ma una Retrograda, nel caso! La visita Odontoiatrica è atto di Cultura e qualità per fare Diagnosi differenziale tra tante patologie ricorrendo alla Semeiotica Medica! Il dente non si lascia aperto ma deve essere chiuso provvisoriamente e con copertura antibiotica con membrane similosmotiche che fanno uscire il gas e non fanno entrare i microbi! Ma questa è alta Odontoiatria. Diffidi di che fa Visite Gratis che è segno di sottocultura odontoiatrica e di chi fa preventivi on line o su Siti Odontoiatrici! Digiti il nome su motore e controlli il Curriculum, Cultura e Pubblicazioni e Casi clinici: saprà di andare da un Professionista Colto! Dr. Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo Endodontista Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi, di Cagliari

  • Dott. Francesco Melito

    10 ago 2018 ·

    18 Risposte

    Quello che dice il suo dentista in linea di principio è corretto. Bisogna vedere la OPT e magari fare almeno una nuova rx endorale per valutare la effettiva situazione clinica attuale.

  • Dott. Denis Spagnolo

    8 ago 2018 ·

    733 Risposte

    Senza visitarla e vedere l'ortopantomografia non è possibile darle un parere. provi ad andare da un altro dentista, con i raggi e senta cosa ne pensa.
    Dott. Denis Spagnolo

  • Studio medico BiospheraMed

    16 gen 2017 ·

    5677 Risposte

    Gentile utente, deve fare la domanda ad un dentista, noi siamo medici e chirurghi estetici, professioni completamente differenti; consiglio di diffidare sempre e comunque dai tuttologi.
    Cordiali saluti
    Staff medico Biosphera Med

  • Studio medico BiospheraMed

    16 gen 2017 ·

    5677 Risposte

    Gentile utente, dovrebbe chiedere a degli odontoiatri, professione completamente differente da quella del medico estetico. Diffidi dai tuttologi...sempre.
    Cordiali saluti
    Staff medico Biosphera Med

  • Signor, buongiorno. Lei non deve fare nessuna lisi! E' il Dentista che il Dentista che deve fare una Diagnosi Certa tramite una Visita Clinica Odontoiatrica. La Sofferenza Pulpare che provoca il 'fastidio doloroso' va valutata clinicamente e con Rx Endorale (la panoramca non serve a niente), con stimoli termici con il caldo e con il freddo, esistono liquidi che spruzzati su un batuffolino di cotone con cui toccare il dente abbassano la temperatura improvvisamente da 37° a -4° e le garantisco che se c'è patologia pulpare, la si scopre, il dente risponde con un dolore immediato: 1- se dura qualche secondo, il processo è reversibile perché si tratta di semplice iperemia attiva come spiegato più sotto e si aspetta, 2- se dura molti minuti, il dente è in Pulpite perché si tratta di iperemia passiva e bisogna devitalizzarlo subito. 3- Se non risponde al dolore vuol dire che il dente è in necrosi, è morto per infezione e bisogna devitalizzarlo in un modo particolare subito spesso, a seconda della situazione clinica e dell'operatore, sotto protezione antibiotica! 4- Se non risponde al freddo ma risponde allo stimolo con 'guttaperca' molto calda, allora significa che il dente è in necrosi, ma non completa, qualche zona di polpa vicino all'apice è ancora vitale (si chiama sintomatologia radicolare della polpa) e il dente va devitalizzato. LE SPIEGO QUALCHE COSA: Nella iperemia attiva, il dolore è dovuto semplicemente ad un maggior afflusso di sangue nel dente tramite l'arteria che lo

  • La Diagnosi è Clinica supportata da una Rx endorale. La salute endopulpare la si "saggia" con le prove termiche al caldo ed al freddo. Le prove termiche al Freddo ed al Caldo sono stimoli che servono per diagnosticare la presenza di una iperemia passiva da danno venoso che non è altro che una pulpite, non è reversibile e bisogna procedere alla terapia endodontica, o di una iperemia attiva con danno arterioso, la sofferenza pulpare sarebbe reversibile! Se il dente fosse positivamente normale allo stimolo freddo, bisogna portare su esso uno stimolo caldo per valutare la presenza di una sintomatologia radicolare della polpa o una Necrosi! Le spiego meglio: il dolore è dovuto semplicemente ad un maggior afflusso di sangue nel dente tramite l'arteria che lo porta, dovuto ad un meccanismo di difesa nei confronti dello stimolo irritativo, questo maggior afflusso causa una pressione dentro il dente che è inespandibile e comprime le terminazioni nervose causando dolore esacerbato dallo stringere i denti o dal "picchiettarvi sopra" o dagli stimoli termici. E' solo normalissima Routine Odontoiatrica!Cari saluti Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari

  • Anonimo

    25 feb 2013

    Gentile pz, secondo quello che ci descrive, senza vedere una rx, il dente andrebbe devitalizzato. Il suo dentista comunque ha piu' dati per valutare la situazione, rx- esame obiettivo- test di vitalita', si affidi dunque al collega che la consigliera' al meglio.

    Saluti Dr. Tommaso Martella

  • Anonimo

    25 feb 2013

    Gentile pz., da quello che ci descrive, senza vedere una radiografia, posso dire che il dente va' devitalizzato. Ovviamente il suo dentista puo' consigliarla al meglio. Cordialita' Dr.Tommaso Martella.

  • Anonimo

    25 feb 2013

    Potrebbe con dei trattamenti laser; ma considerato che la pulsazione e' costante direi che e' gia' in corso una sorta di pulpite. Potrebbe provare e nel caso devitalizzarlo. Non e' detto che dopo la devitalizzazzione debba per forza incapsularlo, bisogna cercare di essere il più conservativi possibile nel devitalizzarlo Saluti

  • Anonimo

    22 feb 2013

    Concordo con quanto detto dai colleghi riguardo la presunta pulpite non reversibile e l'eventualità di doverlo devitalizzare.
    Si può tentare se la sintomatologia è blanda con omeopatia e fitoterapia, perlomeno non hanno tossicità.

  • Anonimo

    21 feb 2013

    Mi dispiace ma se il fastidio continua non c'è alternativa se non quella di devitalizzare il dente. Significa che la carie è in prossimità della camera pulpare; ha detto bene il collega ma io eviterei antibiotici o dentifrici per denti sensibili che in questo caso non servono a niente e andrei subito a trattare il dente prima che parte il dolore vero e propio.

    Cordiali saluti dott. Angelo Di Mauro

  • Anonimo

    21 feb 2013

    Gentile Sig. Romy,
    Può succedere che a seguito di un otturazione di un dente si manifesti una forte sensibilità post-trattamento. A volte basta rifare l'otturazione ed il problema si risolve altre volte è necessario devitalizzare il dente; ovviamente sarà il medico a stabilire quale sua il trattamento da eseguire.

  • Anonimo

    21 feb 2013

    Buongiorno,
    come Lei ha descritto il problema, mi spiace a dirLe che secondo me Lei dovrà devitalizzare il dente. Presto. Altrimenti non dorme più.
    Il problema, come accade spesso sulle vostre domande, è a monte: il dentista dovrebbe fare vedere il "buco" al paziente, e spiegare bene prima cosa può succerdere dopo un otturazione. Forse non è stato proprio piccolo, e di conseguenza l'otturazione si avvicina molto al nervo.
    Finché la sensibilità (che comunque aumenta spesso dopo un otturazione per 3-5 mesi) è provocabile soltanto dal freddo, si aspetta. Ma in caso Suo (che ha male senza provocare il dente), io devitalizzerei il dente immediatamente. Siamo ormai in fase di una polpite acuta, che porta a dolori forti.
    L'antibiotico non serve nulla e non va dato.
    Ed infine una consolazione: un dente devitalizzato bene non è assolutamente un dente meno valido. Rimane sempre un Suo dente. Con una capsula esteticamente fatta bene, non vedrà la differenza con gli altri denti.
    Ripeto: il dialogo tra dentista e paziente è fondamentale. Si evita le carie con controlli semestrali, in caso di carie il dentista deve spiegare (e fare vedere!) al paziente cosa può succedere. Il paziente informato non scrive su questo sito.
    Grazie.

    i Dentisti. Aosta. Dr. J. Lorenz

  • Anonimo

    9 gen 2013

    vorrei far presente che il cattivo odore è solo in quel punto per cui sospetto una carie .inoltre pulisco al meglio anche in quel punto . Il mio dentista dice che sono residui ma non è possibile perchè mi lavo i denti appena dopo mangiato. Ora pulisco da una settimana anche in quel punto dove prima non potevo per via della ricostruzione ossea in corso ma il cattivo odore si riforma e mi sembra che peggiori . Non sarebbe meglio una visita da altro dentista? il dente in questione è isolato davanti c è uno spazio vuoto dove adesso c è una ricostruzione ossea. Non capisco come il mio dentista possa dire che sono residui di cibo. Uso anche clorexidina. Grazie

  • Anonimo

    8 gen 2013

    Riferisca questi problemi al suo dentista, la consigliera' al meglio con test di vitalità' e sondaggio parodo tale. Cordialità' Dr. Tommaso Martella

  • Anonimo

    7 gen 2013

    la sensibilità, dopo una ricostruzione estesa, può essere per un certo periodo (alcune settimane) "normale". non lo è il fatto che si accumulino residui di cibo: le otturazioni devono essere lucidate e senza gradini nel punto in cui si collegano al dente residuo. i punti di contatto (la zona in cui il dente "tocca" i denti contigui) deve essere un po' forzato ( il filo interdentale passando deve fare un piccolo scatto). se queste condizioni sono rispettate occorre cercare altre cause al cattivo odore (ad esempio problemi parodontali). ovviamente tutto ciò vale se vengono rispettate le corrette regole di igiene orale domiciliare (che il suo dentista, o l'igienista abilitata, devono averle insegnato).
    cordiali saluti.

  • Dr. Ignazio Sapuppo

    7 gen 2013 ·

    14349 Risposte

    Si faccia rivisitare dall'odontoiatra di fiducia per valutare il da farsi.

  • Dr Fiorini Alessandro - Odontoiatria Ed Estetica

    4 gen 2013 ·

    18 Risposte

    ci sono alcune cose da valutare:
    1 fare una radiografia di controllo
    2 fare test della sensibilità (lo fa il dentista ovviamente)
    3 valutare se ci sono problemi parodontali (gengive sanguinati ,placca ,tartaro ecc..)
    il cattivo odore in genere non è dovuto a carie ma a problemi gengivali (parodontali). Il cibo non deve rimanere tra i denti.... La devitalizzazione di un dente è una pratica comune in odontoiatria e se ben fatta consente di ottenere risultati a lunga scadenza senza grossi problemi.

Informazione addizionale

Argomenti simili

Cerca più domande

Domande simili:

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.