Mastoplastica additiva Video in evidenza

Buongiorno Dottori, volevo chiedervi gentilmente se potete descrivermi come vedete il mio seno prima della mastoplastica (se sono asimmetrici, se sono diversi tra loro ecc..) ora dopo un anno dalla mastoplastica in dual plane, i seni sono diversi tra loro sia di volume che di forma delle protesi. Purtroppo posso solo mettere la foto del prima. Grazie.

Si nota un volume leggermente maggiore nel seno dx della foto, per il resto completa simmetria.

1 Risposta leggi di più
Seno tuberoso come correggerlo AnonimaMilano · Oggi

Buonasera. Ho un seno tuberoso e vorrei correggerlo in modo stabile. La categoria “Mastoplstica additiva” era quella più vicina al mio tema, premetto infatti che non voglio necessariamente aumentare la taglia del mio seno con protesi. Ho circa una prima, ma ottenere una forma armoniosa, una proiezione minima rimpicciolendo l’areola. Il parere di esperti nella correzione di questa malformazione sarebbero graditi. A quanto mi è parso di capire, nonostante sia un problema che interessa molte donne, è indispensabile che il chirurgo abbia maturato esperienza di tali interventi e su internet non è così semplice trovarne di specializzati in seno tuberoso.

Dr Luca Zattoni

Miglior risposta

dalla foto non si fa diagnosi. non mi pare un seno tuberoso, quello nella foto, forse l'altro che non ha fotografato. prenoti una visita da un chirurgo

2 Risposte leggi di più

Ciao, il 29 maggio 2019 mi sono sottoposta ad una mastoplastica additiva protesi anatomiche Polytech Replicon 445. Dopo alcune settimane mi viene un forte sieroma. Purtroppo non l'ho presa bene, perché nel frattempo uscì fuori che le protesi testurizzate potevano provocare un raro tumore. Comunque il sieroma andò via ma mi è rimasta sempre questa paura di queste protesi, anche se il mio chirurgo mi dice di stare tranquilla.

stia tranquilla. dr.Peroni Ranchet

3 Risposte leggi di più

Salve, ho 28 anni e mi sono sottoposta ad un intervento di masto additiva periareolare un paio di anni fa. Da subito ho notato un gonfiore ai capezzoli ma il mio chirurgo, di cui mi fido, mi ha rassicurata dicendomi che era normale post operazione avere degli edemi. Col passare dei mesi le cicatrici son guarite abbastanza bene ma il gonfiore era rimasto. A febbraio di quest anno, sono andata da lui, in quanto il capezzolo dx non aveva cicatrizzato molto bene e risultava asimmetrico rispetto al sx. Premetto che i due capezzoli presentavano una specie di filo intorno al capezzolo e al momento del ritocco di quello dx, questo “filo” non l'ho più sentito, infatti il capezzolo dx ora risulta disteso (tanto che non diventa turgido facilmente) e uniforme al seno rispetto all’altro che è ancora rigonfio e non omogeneo al seno (quasi come se uscisse fuori) ed ha ancora questo filo intorno all’areola. Ora siccome il dx post ritocco non ha cicatrizzato bene dovrò ritoccarlo nuovamente a settembre, ma il mio chirurgo mi ha quasi detto di dover scegliere quale tra i due capezzoli avere. Io sono un po’ spaventata ed indecisa su cosa sia meglio e soprattutto se era normale avere un capezzolo rigonfio o si può evitare. Mi mette disagio anche indossare una maglia aderente perché quando non è turgido si nota. Vi chiedo solo per un parere secondario...è normale avere gonfiore anche dopo anni dall'operazione? Può dipendere dal tipo di capezzolo? Cosa si potrebbe eventualmente fare e cosa mi consigliate? Grazie.

il gonfiore dura di norma qualche mese, ma non due anni. Può farselo togliere tranquillamente. Dr.Peroni Ranchet

3 Risposte leggi di più

Buongiorno, 9 giorni fa mi sono sottoposta ad una mastoplastica additiva secondaria. Dopo 12 anni infatti la sinistra presentava una brutta contrattura. Le protesi, tonde da 310cc erano posizionate sottoghiandola. Questa volta il chirurgo ha deciso per protesi Mentor anatomiche da 390cc con tecnica dual plane con capsulectomi e inserimento nel solco. Ovviamente presentano edema e gonfiore, ma mentre la destra ha una bella forma e pochi ematomi, la sinistra, dove la contrattura era evidente, ha una forma strana "squadrata" con capezzolo leggermente più basso e molti ematomi. Il chirurgo mi ha rassicurata dicendo che con il tempo assumeranno la stessa forma e forse si avvicineranno,ma mi piacerebbe avere un vostro parere in merito. Vi ringrazio fin da ora per le vostre risposte.

si fidi del suo chirurgo. noi non possiamo fare nessuna diagnosi spannometrica

7 Risposte leggi di più

Sono andata da due chirurghi, uno mi consiglia dual plane, l'altro sottoghiandola motivando che la ghiandola è ben presente e che quindi non è il caso di fare sotto muscolo, ma non comprendo visto che il seno è piccolissimo, non arriverò manco ad una seconda... tra l’altro non capisco cosa intendano dicendo che la ghiandola è presente, non l'abbiamo tutte? È una cosa a prescindere dalle dimensioni del seno? parto come appunto dicevo da una prima seconda scarsa, sono molto confusa, vorrei una terza piena e mi hanno detto che la protesi sarebbe per quello della sottoghiandola 360, e per il chirurgo dual plane 275 mi pare... entambi per arrivare ad una terza abbondante... sono perplessa dalla discordanza, l'unica cosa che rimane uguale per entrambi è dirmi che è semplice perché anche se a me sembra piccolo e lo’ tessuto ce ne sarebbe semplice come intervento! Esperti chiedo vostro parere sulla base di questi elementi Grazie

Voglio sperare si sia sbagliata perché 360 sarebbe l’ideale per una sottomuscolare e circa 275 per una sottoghiandola. Sottomuscolare = dual plane. Comunque ha ragione Lei! Se ha solo una prima e neanche una seconda definirei impropria la decisione di procedere per una sottoghiandola. L’impianto delle protesi sottoghiandola è deputato per lo più ... leggi di più

11 Risposte leggi di più

Buonasera, ho fatto delle visite e mi è stato detto di avere seno tuberoso (in particolare uno tuberoso e l’altro tubulare) con asimmetria. Io vorrei ottenere un effetto naturale e raggiungere una taglia terza (o coppa C?). Mi è stato proposto protesi ergonomiche sottoghiandola (355/300 cc) round block, con espansione e rimodellamento ghiandola. Il chirurgo mi ha detto che non serve toccare il muscolo dato che io ho già abbastanza ghiandola, questo perché se io tra 10 anni volessi ritoccare il seno, avrò un muscolo ancora nuovo da usare. Ora io ho letto molti pareri negativi riguardo le protesi sottoghiandola, è vero che c’è più rischio di contrattura capsulare, rippling, che le protesi si sentono di più al tatto e sono più visibili, e che con il passare del tempo le protesi cedono di più? Ho letto di ragazze che dopo 4/5 anni si sono dovute rioperare perché le protesi sono scese.

Complimenti ha studiato bene la questione, ma passiamo a vedere in specifico come aiutarla. La distinzione tra tuberoso per una mammella e tuberale per l’altra mi sembra terrifica ed imbarazzante per chi la pronuncia. Forse il collega avrà voluto dire “puberale” cioè non sviluppata è rimasta ad uno stadio di “pubertà”... forse ed anche questa sare ... leggi di più

15 Risposte leggi di più
Asimmetria dopo 4 mesi dalla mastoplastica merygrezy
Beauty Influencer
· 24 giu 2020

Buongiorno, già dopo tre mesi dalla mastoplastica si è verificata un'asimmetria con il seno sinistro che appare più alto e piccolo del destro. Il mio chirurgo mi ha detto di aspettare, oggi dopo quattro mesi non è cambiato nulla. Vorrei un vostro parere, non è che è dipeso da un malposizionamento delle protesi in fase operatoria. Ho messo Nagor 390 cc

Dr Luca Zattoni

Miglior risposta

deve farsi visitare, già il fatto che tiene la fotocamera con la mano dello stesso lato cui lamenta l'imperfezione rende impossibile dare un parere corretto.

11 Risposte leggi di più