Ilaria Berselli
Ilaria Berselli
Giornalista laureata presso l’Universidad Ramon Llull specializzata in redazione di articoli su Salute e Medicina Estetica dal 2014, esperta in tematiche relative alla chirurgia plastica.
Creazione: 29 feb 2016 · Aggiornamento: 2 giu 2020

Navigazione

  • Introduzione
  • Da cosa è causata la vitiligine?
  • Chi è più a rischio?
  • Come si diagnostica?
  • Quale professionista cercare per il trattamento della vitiligine?
  • Com'è il trattamento della vitiligine?
  • Obiettivi e risultati dei trattamenti
  • Complicazioni ed effetti collaterali
  • Dubbi e domande frequenti
  • Bibliografía

Introduzione

Quasi tutti potranno notare diversi tipi di macchie sul proprio corpo, molte delle quali possono essere causate dal sole, dal tempo o anche da ustioni e persino da alcune allergie. Tuttavia, nessuna di queste indica la presenza della vitiligine, che è invece una condizione molto particolare della pelle. La vitiligine è una malattia autoimmune che causa la perdita di pigmentazione e lascia una macchia bianca nella persona che ne è affetta. È diventata famosa soprattutto attraverso il celebre cantante Michael Jackson e, in tempi più recenti, per la modella Winnie Harlow. Ma poche persone conoscono l'argomento, anche perché la vitiligine colpisce meno del 10% della popolazione mondiale.

Da cosa è causata la vitiligine?

Da cosa è causata la vitiligine?

Da cosa è causata la vitiligine?

Ancora non si sa per certo perché si sviluppi la vitiligine, ma ci sono diverse spiegazioni sulle sue cause generali: le cellule responsabili per la produzione del colore della pelle (chiamate melanociti) smettono di produrre melanina e, di conseguenza, la pelle perde il suo colore e si schiarisce, formando delle macchie dal colore bianco. Questo effetto è più evidente quando la persona che soffre di vitiligine ha la pelle scura o nera, poiché la differenza di contrasto diventa più evidente. La vitiligine non è una malattia contagiosa ed è possibile che esista una predisposizione genetica e familiare. Di solito la malattia si manifesta soprattutto nei giovani compresi nella fascia d’età tra i 10 e i 30 anni.

Chi è più a rischio?

Chi è più a rischio?

Chi è più a rischio?

Come è stato detto in precedenza non si conoscono con certezza le cause della vitiligine, ma ci sono alcuni fattori che possono indicare una possibile predisposizione:

  • tendenza genetica e familiarità
  • persone che hanno già malattie autoimmuni
  • persone con diabete di tipo 1
  • persone con la Sindrome di Hashimoto
  • esposizione a sostanze chimiche
  • stress
  • persone con difese immunitarie basse
Come si diagnostica?

Come si diagnostica?

Come si diagnostica?

Quando una persona comincia a notare la comparsa di macchie bianche sulla pelle, dovrebbe subito cercare un medico specializzato in Dermatologia per monitorare la situazione e capire se si tratta effettivamente di vitiligine. Il paziente dovrà eseguire alcune analisi per confermare la presenza della malattia e per rimuovere il sospetto rispetto ad altre patologie, come la psoriasi e/o la dermatite.

L’ARIV (Associazione Ricerca Informazione per la Vitiligine) spiega che l’esame diagnostico principale è la luce di Wood, un dispositivo che illumina le macchie sospette con una luce nera e che permette allo specialista di analizzare le chiazze. A volte potrebbe essere richiesta al paziente anche una biopsia, in modo che il dermatologo possa escludere la presenza di altre patologie, come per esempio il lupus o la tinea. Di solito il risultato di questi esami è immediato e il professionista può indirizzare il paziente al processo di trattamento fin da subito.

 trattamento della vitiligine

trattamento della vitiligine

Quale professionista cercare per il trattamento della vitiligine?

Normalmente, il primo medico da consultare è uno specialista in Dermatologia e Venereologia

Consulta sempre le pagine ufficiali sui dermatologi e chirurghi attivi in Italia per assicurarti che il tuo professionista sia sulla lista degli specialisti iscritti all’albo professionale dei Medici e Chirurghi e qualificati per questo trattamento.

il trattamento della vitiligine

il trattamento della vitiligine

Com'è il trattamento della vitiligine?

Prima di parlare delle forme di trattamento è importante ricordare che ancora non esiste una terapia in grado di fermare totalmente il progresso della malattia, tuttavia ci sono alcuni strumenti che gli specialisti possono utilizzare per supportare il decorso della malattia e migliorare la qualità di vita del paziente. Le terapie più indicate secondo gli esperti del gruppo GVM includono:

  • fototerapia (eseguita con una lampada che irradia le macchie da trattare con raggi ultravioletti)
  • creme a base di immunomodulatori o cortisone (soprattutto per le macchie più piccole)
  • farmaci con azione fotosensibilizzante

Lo specialista ti spiegherà quali sono le migliori opzioni per il tuo caso, potrebbe essere che per te sia sufficiente un solo tipo di terapia per migliorare l’estetica della pelle oppure potrebbe essere necessaria una terapia combinata.

Nel trattamento della vitiligine è comunque necessario lavorare anche dal punto di vista psicologico, in modo che il problema non danneggi il paziente nella sua vita quotidiana e sociale.

 Obiettivi e risultati

Obiettivi e risultati

Obiettivi e risultati dei trattamenti

L’obiettivo dei trattamenti per la vitiligine è quello di arrestare o rallentare il suo sviluppo e stimolare la ri-pigmentazione delle aree più chiare, precisa il Dott. Giuseppe Hautmann. Con i trattamenti è possibile recuperare un po' di più la stabilità del sistema immunitario in modo che la vitiligine non peggiori.

Altre iniziative che possono essere adottate per ridurre i progressi possono essere: evitare l’eccessiva esposizione al sole e seguire un follow-up costante con il proprio dermatologo per monitorare i risultati. Ad ogni modo, è noto che tutti questi sforzi potrebbero non arrestare lo sviluppo della malattia. Un dato rassicurante, tuttavia, è rappresentato dal fatto che la vitiligine non ha ripercussioni sulla salute fisica del paziente, ma ha più che altro un impatto estetico e psicologico.

È possibile migliorare gli effetti della presenza della vitiligine con il supporto di professionisti e familiari, ma è importante ricordare che le persone con questa malattia possono vivere una vita totalmente normale, infatti, anche molti artisti oggi presentano questa malattia e continuano a conquistare il loro spazio.

Complicazioni ed effetti collaterali

Complicazioni ed effetti collaterali

Complicazioni ed effetti collaterali

Il trattamento della vitiligine di per sé non causa necessariamente alcun effetto collaterale o complicanze, tuttavia occorre prestare attenzione a tutti i prodotti o farmaci da assumere: per questo motivo è fondamentale informare dettagliatamente il proprio specialista riguardo a possibili patologie e allergie che potrebbero interferire con le sostanze e i principi attivi contenuti nei farmaci prescritti.

Dubbi e domande frequenti

  • La vitiligine potrebbe peggiorare nel tempo? “Sì, la vitiligine si può estendere o in maniera spontanea o dopo aver subito dei traumi (si parla di fenomeno di Koebner). Quindi bisogna prestare attenzione a eventuali ustioni e cicatrici” Dott. Leonardo Michele Ioppolo
  • Come posso distinguere una macchia cutanea dalla vitiligine? “Bisogna rivolgersi a un dermatologo ed eseguire esami ematici e di screening per le patologie autoimmuni”, Studio Medico Serini
  • A che età si può sviluppare la vitiligine? “La vitiligine può manifestarsi a qualunque età”, Centro Medico Genesy
  • È vero che lo stress influisce sulla vitiligine? “Questa patologia è dovuta all’assenza o riduzione di melanina. Lo stress può peggiorare la percezione psicologica del problema”, Dott.ssa Mariapia Spirolazzi
  • Il sole peggiora le macchie della vitiligine? “Con l’esposizione al sole le chiazze si noteranno di più, perchè risaltano di più sulla pelle più scura per l'abbronzatura”, Dott.ssa Mariapia Spirolazzi

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."