Chiedi al dottore Risolvi i tuoi dubbi!

borse naturali o acido ialuronico?

Faith76
Membro Plus
· 31 mag 2019

Gentili dottori, da 2 mesi la mia vita è stata rovinata da un brutta disavventura con acido ialuronico iniettato sotto gli occhi (purtroppo ho perso 3 kg, il mio lavoro è a rischio e la mia vita sociale annullata). La situazione è migliorata quando ho trovato un medico che mi ha iniettato ialuronidasi permettendomi almeno di uscire senza cerotti sotto gli occhi per nascondermi. Purtroppo io, che conosco bene il mio viso, vedo ancora prodotto da togliere perchè mi ha creato borse che non avevo... oltre ad un edema che arriva sopra lo zigomo che ho chiesto di rimuovere durante ultima seduta. Il Dottore mi ha detto che non sa distinguere se le borse sotto gli occhi sono le mie o se derivano dalle infiltrazioni di acido quindi li non vorrebbe più intervenire... chiedo a voi è possibile che non si capisca? anche perchè lui millanta di eliminare edemi vecchi di anni ed in quei casi allora come fa a capirlo? Lo chiedo perchè mi sembrava più interessato a vendermi un intervento chirurgico piuttosto che risolvermi la situazione. L'infiltrazione di ialuronidasi fatta 2 giorni fa per la zona sopra zigomo non sta dando risultati ma ho inteso che mi abbia iniettato poco enzima questa volta... mi ha detto che se non va via non è acido ialuronico ma io non lo ritengo possibile visto che questa cosa è apparsa subito dopo infiltrazione di filler e soprattutto perchè durante la prima seduta di ialuranidasi un pò di prodotto è stato tolto ed è l'unico che mi è stato iniettato. Vi chiedo una gentile opinione a riguardo...

19 Risposte

  • Dr. Massimo Rota - Medicina Estetica & Dentale Integrata

    Miglior risposta
    8 giu 2019 ·

    1484 Risposte

    Maggiore e’ la diffusione di questo trattamento maggiori i casi di problematiche . Zona molto delicata e trattata probabilmente a volte in modo azzardato perché :” tanto c’è la ialuronidasi “ , sovrapponendo problema a problema . Non tocchi nulla e lasci che la natura faccia il suo corso di smaltimento . Cordiali saluti

  • Concordo con l'atteggiamento di attesa,anche sarebbe opportuno sapere che tipo di acido jaluronico e stato iniettato,comunque dei cicli di linfodrenaggio manuale petrebbero aiutarla

  • Buongiorno,
    anzitutto penso sia opportuno informarla che la 'zona sotto gli occhi' conosciuta anche come la zona delle 'borse' non devono essere mai trattate con nulla perché è l'unico punto in cui sono contenuti tessuti linfatici, capillari e il loro trattamento può nel peggiore dei casi portare ad una necrosi.
    A malincuore devo dirle che, anche con l'ecografia, ormai non si può fare nulla poiché il tessuto profondo e vascolare può essere stato seriamente danneggiato; le potrebbe quindi (nonostante personalmente non lo ritenga opportuno poiché non ci sarebbe comunque soluzione) eseguire un'eco dei tessuti molli solo per vedere l'attuale situazione e poi con un bravo chirurgo plastico decidere per un'eventuale intervento.
    Spero di esserle stata utile,
    Cordiali saluti,
    De Felice Laura

  • Dott.ssa Rita Sparacio Giacomello

    4 giu 2019 ·

    272 Risposte

    Gent,ma capisco il suo disagio ma le consiglio di aspettare con pazienza che tutto si risolva. Protegga molto la zona, eviti sole e sbalzi termici. Se le è stato iniettato Acido jaluronico nel tempo si riassorbirà. Il medico le ha consegnato la matrice della fiala? Purtroppo molti dottori non sanno che cos'è il contorno occhi e iniettano nella zona palpebrale ed è un grave errore. A disposizione Rita Giacomello

  • si faccia fare un'ecografia della zona; dovrebbe chiarire la situazione.

  • Concordiamo coi colleghi nel dirle che a nostro parere dovrebbe aspettare il naturale riassorbimento del prodotto.
    La ialuronidasi va utilizzata in piccole quantità e con prudenza, potrebbe essere dirimente una ecografia dei tessuti molli eseguita da un radiologo esperto.
    Cordialmente Equipe Medica CENTRO GENESY

  • Dr. Luca Apollini

    3 giu 2019 ·

    889 Risposte

    Gentile paziente,
    i suoi legittimi dubbi si risolvono con una ecografia dei tessuti molli. In mani esperte, sarà facile per il radiologo distinguere tra: edema, grasso, acido ialuronico o tutte e tre le componenti e di conseguenza stabilire la terapia adeguata.

  • Dott. Enis Agolli

    3 giu 2019 ·

    105 Risposte

    Gentile signora
    Sarebbe opportuno effettuare un'ecografia dei tessuti molli per poter sapere con certezza se si tratta di grasso, edema da ritenzione idrica e se ci sono dei residui di acido ialuronico e dov'è qs ultimo posizionato. In seguito si potrà procedere con il trattamento più opportuno: ialuronidasi o chirurgia.
    Un saluto

  • Il trattamento con acido ialuronico in questa zona richiama l'acqua e può peggiorare la situazione.Visto che ha già fato ialuronidasi, personalmente non insisterei più.Meglio aspettare il riassorbimento naturale del filler inietato.
    Cordialmente
    Dr.Lia Solomon

  • Dr. Ignazio Sapuppo

    2 giu 2019 ·

    15882 Risposte

    Per valutare bene il suo caso, è indispensabile visita diretta

  • Dott. Nicola Catania

    1 giu 2019 ·

    1862 Risposte

    SENZA UNA VISITA NON è PROFESSIONALE DARE DEI CONSIGLI
    SALUTI
    NICOLA CATANIA

  • Dott.ssa Mariapia Spirolazzi

    1 giu 2019 ·

    522 Risposte

    mi pare che il medico che le ha praticato la ialuronidasi sia molto competente ed etico. non credo che voglia "venderle" un qualcosa di più costoso e che non sia interessato a risolverle il problema, è semplicemente molto prudente e vuole evitarle ulteriori guai con un uso scriteriato di ialuronidasi. qusto enzima infatti va adoperato con parsimonia e grande attenzione per non incorrere in problemi anche più grossi. deve semplicemente attendere che l'acdo ialuronico se ne vada con il tempo, cosa che succede immancabilmente. è mia opinione che poco prudente sia stato il medico che le ha trattato una parte così delicata con un eccesso di ialuronico. al suo posto sarei contenta di aver poi trovato un altro medico che sa dire "no" alle richieste di una paziente super angosciata, estremamente confusa e con una assoluta incapacità di seguire con calma un ragionamento più che corretto. aspetti, mia cara, il tempo è galantuomo. sempre.

  • Dott. Cristiano Biagi

    1 giu 2019 ·

    1756 Risposte

    salve,
    come più volte ripetuto nel forum di guida estetica il filler del solco lacrimale NON elimina le borse palpebrali, anzi spesso le accentua. E' indicato esclusivamente per riempire il solco delle lacrime ovvero quella porzione del viso che sta tra palpebra inferiore e zigomo e che si scava col tempo, e dove in genere si ha una colorazione scura della pelle ( occhiaie); tuttavia è sempre bene rammentare che il filler di questa parte maschera il problema senza risolverlo; per trattare il problema serve una blefaroplastica inferire con cantoplastica oppure con lifting del terzo medio del viso; queste sono le soluzioni ideali, superiori a qualunque tramamento che si limiti a riempire il solco ( filler o lipofilling).
    saluti

  • Dott. Massimo Laurenza

    1 giu 2019 ·

    7821 Risposte

    In medicina le regole fisse praticamente esistono raramente soprattutto quando si iniettano sostanze estranee che non sono farmaci quindi non hanno una sperimentazione in 4 fasi come i farmaci. Continuare a fare cose come la jaluronidasi può esporla anche a problemi seri. L’unica cosa da fare e soltanto aspettare diversi mesi senza fare nulla. Capisco il suo disagio ma leggendo la letteratura scientifica accreditata si possono leggere molti problemi dati da questi trattamenti mi dispiace che non veniate edotti prima di fare il trattamento

  • Dott. Re Massimo

    1 giu 2019 ·

    1331 Risposte

    Non è la prima volta che mi capita di pazienti che presentano il suo difetto dopo essersi sottoposte altrove a fillers di acido jaluronico in quella zona ( borsa malate )
    Non si preoccupi che andrà via con il tempo.
    Eviterei di utilizzare jaluronidasi perché deve essere usata con molta cautela. Le consiglio di aspettare
    La causa è che in quella zona non si devono assolutamente utilizzare acidi jaluronoci che non siano solo vulumizzanti perché si comportano come spugne. Richiamano liquidi soprattutto la notte e la mattina queste borse si evidenziano di più.
    I fillers in questa zona devono essere usati più in basso sotto il bordo orbitario in profondità e devono essere molto crosslinkati tipo voluma La prima volta in quantità minima per vedere la reazione individuale del paziente

  • Dr. Alberto Peroni Ranchet

    1 giu 2019 ·

    9992 Risposte

    descrizione confusa e valutazioni da ponderare richiedono una visita per dare una risposta. dr.Peroni Ranchet

  • Dott. Marco Gerardi

    31 mag 2019 ·

    3240 Risposte

    Gentilissima Signora dalla sua descrizione un po’ confusa si evince il fatto che se persiste ancora acido ialuronico , va fatta ancora Ialuronidasi ma molto diluita, oppure porti pazienza per farlo riassorbire spontaneamente.
    La visita è fondamentale.
    Cordialmente grazie
    Dott Marco Gerardi

  • Dr Luca Zattoni

    31 mag 2019 ·

    387 Risposte

    dalla sua descrizione non si capisce molto se non che ha una grande confusione. si faccia visitare da uno specialista se proprio ritiene necessaria una seconda opinione, con alla mano etichette dei prodotti usati

  • Dottoressa Alice Panzeri

    31 mag 2019 ·

    2795 Risposte

    La mia opinione è che lei non dovrebbe fare nulla ed aspettare, quel poco di prodotto rimasto si riassorbirà da solo; la jaluronidasi è giusto iniettarla a piccole dosi, è un farmaco che va gestito con perizia e prudenza

Topic più popolari

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.