Fotoringiovanimento

  • Non è necessaria
  • Non richiede ricovero ospedaliero
  • Meno di 1 ora d'intervento
  • Non richiede riposo
  • Effetti immediati
  • Risultati temporanei

Cos'è il fotoringiovanimento?

Video ceduto dal Dott. Giorgio Giovannelli

Video ceduto dal Dott. Giorgio Giovannelli

Macchie scure, cicatrici da acne, rosacea, ecc. sono i tanti segni lasciati sul viso dal trascorrere degli anni, dal sole e dai cambi ormonali e che danno alla pelle un aspetto più vecchio e sciupato. La medicina estetica ha sviluppato diverse tecniche per aiutare le donne e gli uomini che sognano di cancellare i segni del tempo. Una di queste tecniche è il fotoringiovanimento.

Il fotoringiovanimento mira a migliorare la consistenza e la luminosità della pelle attraverso l’energia emessa dalla luce pulsata o dal laser. Le diverse tecnologie e strumentazioni impiegate per i trattamenti di fotoringiovanimento hanno in comune l’azione che permette di promuovere una migliore distribuzione nella cute del collagene e dell’elastina per facilitare il rinnovamento delle cellule e per dare alla pelle un aspetto più giovane e tonico. Si tratta di un metodo non ablativo, quindi non chirurgico, che non ha necessità di nessun tipo di incisione sulla pelle.

I dispositivi per il fotoringiovanimento emettono calore sulla superficie della pelle, senza però danneggiarla nel corso del trattamento. Questo riscaldamento indotto dall'apparecchio stimola la produzione di collagene - come spiegato anche dagli esperti SIES - innescando un processo di guarigione e di rigenerazione delle cellule cutanee. I principali inestetismi che possono beneficiare di questo trattamento sono le macchie o iperpigmentazioni, ma non solo.

Indicazioni per il fotoringiovanimento viso

prima e dopo

Immagine ceduta dalla Dott.ssa Viviana Casagrande

Il Dott. Massimo Corso spiega che questo tipo di tecnica può essere utilizzata per diverse parti del corpo, in particolare viso, collo, décolleté e mani.

Gli inestetismi che possono essere trattati includono:

  • iperpigmentazioni (macchie della pelle, melasma, macchie senili, lentigo solari)
  • capillari superficiali
  • rosacea
  • cicatrici da acne
  • maschera gravidica (iperpigmentazione o cloasma che compare durante la gravidanza)
  • rughe superficiali
  • pori dilatati
  • pelle opaca e spenta

Come trovare uno specialista in fotoringiovanimento?

Come trovare uno specialista in fotoringiovanimento?

Come trovare uno specialista in fotoringiovanimento?

Per eseguire in sicurezza questo o altri trattamenti estetici è indispensabile rivolgersi ad un dermatologo o a un medico esperto in tecniche laser. È preferibile evitare i saloni di bellezza perché gli estetisti non sono qualificati per gestire al meglio questo tipo di dispositivi.

Per trovare un medico qualificato ti consigliamo di verificare il suo ramo di specializzazione sul portale dell’Ordine dei Medici e Chirurghi e di consultare gli elenchi di specialisti affiliati ad associazioni riconosciute come la SICPRE o l’AICPE. Questi strumenti ti potranno aiutare a trovare medici e dermatologi esperti in Medicina Estetica.

Inoltre, non esitare a consultare i forum per trovare le recensioni dei pazienti che hanno già realizzato questo trattamento e per visualizzare le foto degli effetti prima e dopo le sedute.

Bibliografía

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."