Un sorriso da Star con faccette dentali

Un sorriso da Star con faccette dentali
Patrizia Esposito
Patrizia Esposito
Psicologa e giornalista laureata presso l’Università Federico II di Napoli, scrive articoli su Chirurgia Plastica, Medicina Estetica e disturbi della percezione dal 2012.
Creazione: 2 mar 2018 · Aggiornamento: 24 mag 2019

Nate negli anni Trenta come privilegio dei divi di Hollywood che le applicavano prima del Ciak, oggi le faccette dentali rappresentano una delle soluzioni dell'estetica del sorriso fra le più richieste nel settore dell'odontoiatria moderna, suscitando una notevole curiosità sul loro funzionamento, costo e, soprattutto, sulla loro efficacia: una sottile lamina può davvero nascondere tutti i difetti della nostra dentatura? Come agiscono nello specifico le faccette dentali? A seguire vi indicheremo tutto quello che c'è da sapere.

Le faccette dentali sono delle sottilissime lamine a forma di guscio che una volta applicate sulla superficie dei denti ne migliorano l'aspetto estetico:

Nascondono i difetti dei denti mal posizionatiCambiano la forma dei denti anomaliElimano le macchie e l'ingiallimentoLe faccette moderne vengono realizzate in ceramica (= porcellana dentale) o in resina attraverso specifiche apparecchiature ed in sostanza seguono lo stesso principio delle unghie finte. L'invenzione si deve al Dott. Charles Pincus di Beverly Hills, ma fino a non molti anni fa nient'altro erano che delle semplici mascherine in resina acrilica dalla resa estetica non proprio ottimale, per non parlare della durata, fissata a malapena a qualche ora. La vera rivoluzione è avvenuta soltanto negli anni Settanta con l'avvento delle faccette in ceramica (o porcellana dentale) ed in seguito delle faccette in resina composita (o compositi da laboratorio).

Quanto costano?

Il prezzo standard va da un minimo di 50 euro a faccetta ad un massimo di 350/400 euro circa a cui dovrete aggiungere la prestazione del dentista(Esiste un tariffario standard? No: la tariffa minima è stata abolita con la legge 4/8/2006 n.248 di conversione del DL 4/7/2006 n.223). La ceramica rispetto alla resina è più costosa, ma alcune tipologie come la Fedelspatica sono disponibili per un minor prezzo.

Resina vs Ceramica: quali faccette scegliere? Quanto durano?

  • Faccette in ceramica: definite indirette in quanto vengono realizzate dopo che l'impronta dentale è stata inviata ad un laboratorio odontotecnico. Sedute: 3 (Diagnosi e Pianificazione- Preparazione del dente/i- Applicazione: prima dell'applicazione vengono fornite delle faccette in resina provvisorie). Durata: 10 anni.
  • Faccette in resina composita: definite dirette in quanto fornite preformate dall'odontoiatra stesso. Prevedono uno spessore ridotto (circa 0.3 mm. contro gli 0.6 mm. di quelle in ceramica). La riabilitazione estetica è garantita in una sola seduta. Durata: dai 5 anni ai 7 anni.

Entrambe le tipologie sono altamente resistenti agli urti, ma quelle in ceramica lo sono di più, del resto prevedono una spesa maggiore. Le faccette in resina sono meno resistenti alle macchie ed all'ingiallimento, ma per essere posizionate richiedono una rimozione di materiale dalla superficie del dente che è decisamente inferiore alla quantità richiesta dalle faccette in ceramica. In tutti i casi, ancor prima del prezzo, saranno l'odontoiatra e le specifiche caratteristiche della vostra dentatura a determinare la scelta. Indipendentemente, inoltre, dal tipo di materiale, le faccette dentali presentano degli elementi comuni

  • Vantaggi: aspetto naturale, applicazione indolore senza trapano, intervento meno invasivo e più economico della capsula dentale, durata maggiore rispetto ai comuni trattamenti dell'estetica del sorriso.
  • Svantaggi: processo non reversibile, non riparabilità del supporto, ipersensibilità, non applicabili a soggetti che soffrono di bruxismo, difficoltà a masticare durante i primi giorni.
Ti interessa questo trattamento?
Ti informeremo totalmente gratis!

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.

0 commenti

Trova il tuo dottore