Selene Cabibbo
Selene Cabibbo
Dopo la laurea in Filosofia presso l'Università di Pisa, si specializza in Storia Culturale della Medicina collaborando con musei e istituzioni culturali. Dal 2016 cura progetti editoriali per il web.
Creazione: 29 feb 2016 · Aggiornamento: 19 feb 2019

Informazione addizionale

Navigazione

  • Introduzione
  • Che cos’è la Laserlipolisi?
  • Come funziona?
  • Chi è il candidato ideale per un trattamento di Laserlipolisi?
  • Come scegliere il mio medico?
  • Cosa avviene durante la prima visita?
  • Come prepararsi al trattamento di Laserlipolisi?
  • Come avviene una seduta di Laserlipolisi?
  • Risultati e decorso post operatorio
  • Effetti collaterali e controindicazioni
  • Dubbi e domande frequenti
  • Testimonianze
  • Bibliografia

Introduzione

Il trattamento Laserlipolisi rappresenta una vera e propria rivoluzione nell’ambito della Chirugia Estetica. Si tratta infatti, di una tecnica di liposcultura mininvasiva che utilizza un laser, volto ad asportare il tessuto adiposo in eccesso. Mentre la liposuzione e la liposcultura tradizionale hanno sempre comportato il limite della perdita di elasticità delle zone trattate, con questa nuova tecnica questo non avviene. La tecnica Laserlipolisi è stata brevettata nel 2003 dal Dott.re Angelo Serraglio, specializzato in Medicina e Chirurgia Estetica. Il Dott.re Serraglio è anche il fondatore di MCEITALIA, che ci spiega il vantaggio della LLA, cioè la Liposuzione Laser Assistita, è la poca invasività, non lascia alcuna cicatrice e ha una durata relativamente breve. La tecnica si limita a sfruttare al meglio le proprietà della luce laser emessa a una determinata frequenza e che ha un’azione termica approfondita.

Che cos’è la Laserlipolisi?

La Laserlipolisi è una tecnica di liposcultura mininvasiva all'avanguardia che permette di sciogliere l’accumulo di grasso in eccesso, sfruttando la tecnologia laser. Il grasso liquefatto viene successivamente aspirato attraverso delle microcannule. Come ci spiega il Dott. Federico Greco, specialista in Chirurgia Plastica, Chirurgia Estetica e Medicina Estetica che applica il trattamento Laserlipolisi con lo SmartLipo Multiplex, MPX, la rivoluzione sta nel fatto che la sonda laser in questione può usare due frequenze diverse: una scioglie il grasso e l’altra è in grado di ricompattare e stirare la pelle attraverso il riscaldamento cutaneo. 

Il risultato, quindi, grazie all'azione combinata del laser, non è solo di dimagrimento ma allo stesso tempo di lifting. Si tratta di una procedura efficace e poco invasiva, le cannule vengono inserite attraverso delle micro incisioni che lasciano cicatrici pressoché invisibili.

Prima e dopo trattamento di liposuzione soft

*Immagine ceduta dal Dr. Giovanni Profeta

Come funziona?

La laserlipolisi sfrutta il principio fisico della foto-termolisi, ovvero il processo che provoca la rottuta della membrana delle cellule adipose in conseguenza all'aumento della temperatura cutanea. Per provocare questo processo viene utilizzata la moderna tecnologia laser, che è in grado di riscaldare in profondità i tessuti raggiungendo una temperatura che varia tra i 47/48 gradi centigradi, come spiegato dal Dott. Franco Vercesi. Questo surriscaldamento è insufficente a provocare un ustione, ma permette lo scioglimento del grasso che in parte, sarà successivamente eliminato dal nostro organismo naturalmente e in parte verrà aspirato con delle cannule sottilissime.

La dimensione delle cannule usate è molto ridotto, varia tra 1 e 3 mm e alla fine del processo non è necessario alcun punto di sutura, vengono applicati sono dei cerotti per favorire la cicatrizzazione. Questo metodo è in grado di eliminare i vari cuscinetti adiposi e di dare una nuova armonia ai contorni del corpo, stimolando la rigenerazione del collagene che, a sua volta, provoca un miglioramento del tono cutaneo, generando un vero e proprio effetto lifting.

La Laserlipolisi non prevede traumi di nessun tipo, è abbastanza rapida, dura infatti in media 30-90 minuti. Si può eseguire in ambulatorio con un’anestesia locale e il paziente può tornare a casa 2 ore dal termine della seduta, senza la necessità di un ricovero. Dalle successive 24 ore il paziente può riprendere vita normale. La poca invasività del trattamento, che per questo motivo è anche conosciuto anche come liposuzione soft, permette di trattare anche aree molto delicate come l'ovale del volto e il sottomento. In generale, le zone su cui è consigliata la laserlipolisi sono:

  • il girovita
  • il mento
  • interno ed esterno coscia
  • natiche
  • braccia
  • viso 
  • petto maschile
  • collo
Laserlipolisi addome e cosce

*Immagine ceduta da Medical Laser & Therapy

Chi è il candidato ideale per un trattamento di Laserlipolisi?

La laserlipolisi è indicata come trattamento di rimodellamento del corpo, maschile o femminile. È consigliata a tutti quei pazienti che desiderano ridurre le zone di grasso in eccesso senza sottoporsi a tecniche invasive come la liposuzione chirurgica o il lifting. È bene ricordare che, alla pari di tutti i trattamenti snellenti di medicina estetica, questa soluzione è indicata per rimuovere i cuscinetti adiposi che non possono essere eliminati con la dieta o con l'attività fisica, come specificato dal Dott. Marco Viganò. La LLA non è una cura per l'obesità e dà migliori risultati su soggetti normopeso o con un leggero sovrappeso, in questo caso saranno necessarie più sedute. 

Come sempre, prima di sottoporsi al trattamento è imprescindibile una visita approfondita con il medico per stabilire la compatibilità del paziente, che deve essere in una stato di buona salute e non soffrire di gravi patologie.

Scegliere il medico

Come scegliere il mio medico?

Lo specialista più adatto a cui rivolgersi per un trattamento di laserlipolisi è un chirurgo estetico con esperienza nell'uso delle apparecchiature laser. È importante rivolgersi sempre a professionisti del settore per potersi sottoporre alle procedure mediche in completa sicurezza. Ecco alcuni consigli utili per scegliere il medico adatto a te:

  1. Verifica che il chirurgo a cui ti rivolgerai sia iscritto all' Albo dei Medici Chirurghi, l'anagrafe FNOMCeO è un ottimo strumento, qui potrai consultare numero di licenza, data di iscrizione all'albo e i titoli di studio conseguiti.
  2. Consulta il curriculum vitae del tuo dottore, molti curricula sono facilmente reperibili in internet, nelle pagine personali dei medici o in siti tematici dedicati alla medicina. È sicuramente un buon metodo per consultare il percorso di formazione del vostro specialista e il suo livello di aggiornamento.
  3. Leggi opinioni ed esperienze di altri pazienti, il passaparola non sarà certo il criterio principale per la tua scelta, ma può rivelarsi molto utile per poter valutare risultati precedenti e capire se sono in linea con le vostre aspettative.
  4. Verifica che la struttura sia fornita di idonea sala operatoria con strumentazione e macchinari completamente sterilizzati.

Cosa avviene durante la prima visita?

Il primo incontro con il vostro medico è molto importante per costruire un buon rapporto di fiducia che è la base per poter affrontare con serenità un intervento chirurgico. Esponi i tuoi dubbi e ascolta i consigli del professionista che sicuramente saprà indirizzarti verso la soluzione migliore per ottenere i risultati sperati. Verrai sottoposto a un check up iniziale per valutare il tuo stato di salute e decidere se sei un candidato idoneo per la laserlipolisi. Verranno individuate le zone da trattare e potrebbero essere richiesti degli esami specifici per escludere rischi legati all'anestesia.

Come prepararsi al trattamento di Laserlipolisi?

L’intervento si esegue in anestesia locale in regime di day hospital; prima della terapia il paziente dovrà assumere un antibiotico prescritto dal medico per evitare qualsiasi possibile infezione. Come per tutte le procedure chirurgiche è consigliabile smettere di fumare 6 mesi prima e 6 mesi dopo la seduta per permettere ai tessuti di cicatrizzarsi in fretta, anche se le ferite saranno di minima entità. Il medico potrebbe chiedervi di sospendere l'assunzione di alcuni farmaci, come ad esempio l'aspirina che aumentano il flusso sanguigno, facendo aumentare il rischio di emorragie. 

Come avviene una seduta di Laserlipolisi?

Il Dott. Federico Greco ci spiega nel dettaglio come avviene un trattamento di laserlipolisi, possiamo individuare 6 diverse fasi: 

  1. Il disegno, il primo passo è quello di individuare con precisione le zone da trattare, si tratta di una vera e propria delimitazione delle aree del corpo con un apposito pennarello.
  2. L'anestesia, l'intervento viene effettuato in anestesia locale per assicurare il confort del paziente.
  3. Lo scioglimento del grasso, a questo punto il chirurgo pratica delle piccole incisioni dalle quali inserirà delle microcannule di 1 millimetro, contenenti la fibra ottica del laser che permetterà di raggiungere la materia adiposa fino in profondità.
  4. Eliminazione del grasso, il risultato dell'azione del laser è un liquido oleoso chiamato lisato, questo in parte fuoriesce spontaneamente dalle ferite, in parte verrà smaltito dai normali processi metabolici del nostro corpo, in parte verrà aspirato dal medico. 
  5. Stimolazione del collagene, prima di concludere il trattamento, il chirurgo sposterà la cannula nella parte superiore dei tessuti per poter stimolare la naturale produzione di collagene da parte delle cellule, questo passaggio garantirà un effetto lifting, questo passaggio è chiamato shrinkage.
  6. Medicazione, l'intervento è poco traumatico e le ferite di piccolissima entità, non sono infatti necessari punti di sutura, il medico provvederà a disinfettare la zona trattata applicando delle bende e dei cerotti sterili.

Subito dopo la seduta il paziente sarà in grado di camminare e tornare alle sue normali attività, questo è sicuramente uno dei grandi vantaggi di questo trattamento. I tempi di recupero sono assolutamente ridotti e l'unica prescrizione medica sarà quella di utilizzare una fascia elastica nei primi giorni, successivi all'intervento.

Liposcultura fianchi e addome con laserlipolisi

*Immagine ceduta dal Dott. Claudio Cordani

Risultati e decorso post operatorio

Il vantaggio della laserlipolisi, rispetto a una liposcultura tradizionale è che i tempi di ripresa sono nettamente inferiori. Il paziente dovrà indossare una fascia contenitiva per 2-3 settimane per assicurarsi che i tessuti mantengano la forma desiderata. Si potrà tornare alle proprie attività lavorative già dal giorno seguente, avendo l'accortezza di non sollevare carichi pesanti o effettuare movimenti bruschi.

Le zone trattate saranno dolenti, arrossate e presenteranno un edema più o meno vasto, tutti questi sintomi sono reversibili e spariranno entro poche settimane. Il caldo e il freddo eccessivo sono da evitare, quindi sono sconsigliate saune o bagni turchi, come specificato dal Dr. Urtis.

Come per tutti i trattamenti che prevedono l'utilizzo della terapia laser, si sconsiglia l'esposizione ai raggi UV per le 4 settimane successive, in alternativa possono essere applicate creme solari a protezione totale, questo ridurrà i rischi di anestetiche macchie solari sulla zona trattata. 

I risultati sono visibili già da subito, la pelle apparirà tonificata con un vero e proprio effetto lifting, mentre per apprezzare l'effetto definitivo di eliminazione del grasso, saranno necessari alcuni mesi. In seguito all'intervento il medico potrebbe prescrivere un ciclo di massaggi linfodrenanti per la riduzione dell'edema e per facilitare l'espulsione del lisato.

Laserlipolisi per pappagorgia

*Immagine ceduta da Dr. Giovanni Profeta

Effetti collaterali e controindicazioni

Sebbene la procedura sia poco invasiva e non comporta gravi effetti collaterali, i fasci di luce provenienti dai pads del Lipolaser possono avere effetti negativi e controindicazioni sulle persone in determinate condizioni come:

  • Gravidanza
  • Portatori di pace-maker
  • Diabetici
  • Ferite aperte vicine alle zone da trattare
  • Problemi ai Reni
  • Zone con cicatrici profonde

Dopo l’intervento si dovranno evitare sforzi eccessivi, massaggi, saune e bagni turchi. La zona trattata apparirà gonfia a causa dell'edema, il vostro medico potrà prescrivere un ciclo di linfodrenaggio per facilitare il processo di guarigione.

Dubbi e domande frequenti

È possibile effettuare una laserlipolisi pur soffrendo di difunzioni della tiroide? Non ci sono particolari controindicazioni, sebbene è consigliato seguire il parere del proprio endocrinologo, il chirurgo non dovrà utilizzare prodotti a base di fucus oppure a base di ormoni tiroidei o iodio. Dott.ssa Cristiana Duranti

Ci sono limiti di età per sottoporsi a questa procedura? No, può essere effettuata da tutti, sebbene i risultati dipendano molto dal grado di elasticità della pelle, la presenza di smagliature spesso è un sentore di poca elasticità. Dott.ssa Arianna Tinti

È obbligatorio indossare la fascia contenitiva dopo una laserlipoterapia? La fascia è utile per evitare il gonfiore eccessivo e permette ai tessuti di mantenere la giusta forma. Può essere rimossa per poter fare la doccia, ma in generale è consigliato indossarla tutto il giorno. Dr. Alberto Peroni Ranchet

Dopo quanto tempo si vedranno i risultati?
È necessario attendere almeno 3 mesi perchè il grasso sciolto sia smaltito correttamente dal corpo, i massaggi linfodrenanti potranno accelerare questo processo. Dr. Ignazio Sapuppo

Testimonianze

"Intervento è andato bene aspirato 700ml di cellulite. Convalescenza regolare senza lividi o altri segni visibili. Avrei voluto aspirare più grasso, ma il medico ha sconsigliato lasciando un risultato omogeneo e uniforme." 

TatiT - Torino (Città), Torino

"Avevo un seno poco sviluppato che mi faceva sentire insicura e brutta... dopo un anno di ricerche ed informazioni ho deciso di fare la mastoplastica associata all intervento di laserlipolisi alla pancia... Sono partita dal mio paese in Puglia per effettuare l'operazione a Milano e dopo 5 giorni ho preso l'aereo per tornare... è andato tutto benissimo poiché il quinto giorno non avevo neanche più dolori solo un leggerissimo mal di schiena... ora a distanza di un anno sono soddisfattissima, ho acquistato più autostima e lo rifarei per altre mille volte!"

Winx1988 - Taviano, Lecce

"Ci va un po’ di pazienza per il risultato perché la zona si deve sgonfiare ma se ci si affida alle mani giuste il risultato è fantastico! A me ha ridato l’autostima e lo consiglio vivamente!!!"

Valentina93to - Torino (Città), Torino

"Ultimamente mi ammazzavo di fatica palestra piscina dieta perdevo 8 kg e poi niente si fermava tutto così mi sono abbattuta e piano piano li ho ripresi tutti. Poi un bel giorno ho deciso di usare la scorciatoia il chirurgo plastico. Soldi spesi benissimo"

VulloAurelia - Volvera, Torino

"Ad un mese dall'intervento sono molto soddisfatta. Il post operatorio è stato quasi inesistente, a parte l'obbligo di portare la guaina. I lividi e gli indolenzimenti sono spariti nel giro di una settimana. La pelle, grazie al massaggio con creme specifiche, sta migliorando di giorno in giorno."

Roberta1458 - Torino (Città), Torino

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."