Chiedi al dottore Risolvi i tuoi dubbi!

Infiammazione da silicone

Marta2988 · Verona (Città) · 23 mag 2019

Buongiorno,

Ho deciso di rimuovere le protesi mammarie in quanto da anni soffrivo di flogosi croniche e di tutti i disturbi descritti nella ormai conosciuta Breast Implant illness. Il silicone delle protesi stava trasudando (marca Inamed Corp. acquisita da Allergan successivamente) come da risonanza, una protesi è risultata rotta. Ora mi chiedo: è possibile guarire da uno stato di infiammazione tale causato dal silicone e senza alcuna terapia? Inoltre in questo caso è fondamentale rimuovere le capsule per intero o non sorge problema se in parte sono rimaste dentro? Dalla biopsia risultano in entrambe le capsule “diffusi aspetti di metaplasia sinoviale e con marcata infiltrazione flogistica istiocitaria a carattere xantogranulomatoso associata a rilievo di numerose particelle (prevalentemente extracellulari) di silicone”. Molti dolori dopo l’operazione sono scomparsi ma febbre, stanchezza cronica e infiammazione muscolare ancora permane (aggiungo che è passato un mese e mezzo dall’operazione di rimozione). Grazie molte

6 Risposte

  • Gentile paziente,
    siamo anche noi fiduciosi che la sua sintomatologia migliorerà col passare del tempo.
    E' vero che in linea teoria andrebbe eseguita una rimozione completa della capsula ma, come hanno già scritto i colleghi, questo non sempre è applicabile nella pratica, per le frequenti adesioni dei frammenti della capsula stessa a livello della parete toracica.
    Cordialmente Equipe Medica CENTRO GENESY

  • Dott. Carlo Magliocca

    27 mag 2019 ·

    486 Risposte

    L’intervento corretto in caso di rottura protesica con siliconomi è la capsulectomia totale ma molto spesso è impossibile eseguirla tecnicamente perché mostra tenaci aderenze alla parete toracica o al piano muscolare.
    Carlo Magliocca
    Specialista in chirurgia plastica e estetica dal 1985

  • Dott. Cristiano Biagi

    27 mag 2019 ·

    1652 Risposte

    Salve,
    per trattare il suo problema bisogna rimuovere completamente le capsule, possibilmente in blocco con le protesi mammarie. Ciò è generalmente più semplice se le protesi sono retroghiandola (su you tube può vedere alcuni estratti di questa procedura), più complesso se le protesi sono retromuscolo o dual plane (la capsula nella parte aderente alla parete toracica è più difficile da rimuovere); la sintomatologia regredisce praticamente al 100%. Solo raramente possono residuare dei disturbi legati a fenomeni di autoimmunità ancora poco chiari.
    Saluti,

  • Dott. Cristiano Biagi

    26 mag 2019 ·

    1652 Risposte

    salve, la capsulectomia deve essere completa. qualora residuino dei frammenti di capsula questi potrebbero riscatenare un processo infiammatorio.
    saluti,

  • Dott. Nicola Catania

    26 mag 2019 ·

    1479 Risposte

    veda' che passerà tutto
    saluti
    nicola catania

  • Dott. Marco Gerardi

    24 mag 2019 ·

    3049 Risposte

    Solitamente si esegue una capsulectomia completa a volte è impossibile rimuoverla tutta perché si lacera e resta adesso al torace. Comunque la sua sintomatologia migliorerà è ancora passato poco tempo.
    Cordialmente grazie

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.