Allungamento pene

Vale la pena
80%
Vale la pena
Basato su 7 esperienze
Prezzo medio
4.608 €
Prezzo medio
Secondo 6 specialisti
  • Anestesia locale
  • Non richiede ricovero ospedaliero
  • 1-3 ore di intervento
  • 7-10 giorni di riposo
  • Risultati visibili dopo una settimana
  • Risultati permanenti

Cos'è la penoplastica?

Tavola anatomica del pene

Tavola anatomica del pene

La falloplastica di allungamento è uno tra gli interventi di chirurgia intima più diffuso nel mondo maschile. La competitività tra uomini ha inizio solitamente tra i 7 e i 10 anni quando comincia l’esplorazione del proprio io. Durante i momenti comunitari con i propri coetanei (spesso in ambito sportivo) inevitabilmente si confronta il proprio corpo con quello dei compagni, l’esito di tale comparazione spesso può creare disagio, vergogna e difficoltà a relazionarsi. È la cosiddetta Sindrome da spogliatoio una vera e propria perdita della fiducia in sé stessi che può arrivare a compromettere la sfera sessuale della vita del paziente che ne è affetto. 

L’intervento può portare un significativo miglioramento nella vita del paziente, grazie a risultati apprezzabili. Il Dr. Giuseppe Sito ricorda sebbene l’intervento comporti un miglioramento estetico del pene, la maggiore dimensione non corrisponde a una migliorata potenza sessuale, i benefici semmai sono imputabili a un atteggiamento del paziente di maggiore autostima e fiducia nelle proprie capacità.

Obiettivi

Icona di un pene

Icona di un pene

L’intervento di allungamento penino mira ad aumentare la lunghezza dell’organo genitale maschile intervenendo sul legamento sospensore. È importante specificare che il risultato di questo aumento sarà visibile solo a riposo. Infatti le ragioni che inducono i pazienti a sottoporsi a un intervento volto ad aumentare la lunghezza del loro pene, lo fanno quasi esclusivamente per ragioni estetiche, spesso spinti da motivazioni psicologiche più che fisiologiche.

Un’altra causa che richiede un intervento chirurgico di falloplastica può essere il cosiddetto Micropene, una malformazione dell’apparato genitale, che seppur perfettamente sviluppato a livello morfologico e funzionale, presenta una dimensione molto ridotta, al di sotto dei 7 cm di lunghezza, come spiegato dal Dr. Patrizio Vicini. Questa condizione è spesso causata da una carenza di androgeni durante la gravidanza materna ed è per lo più risolvibile con una cura ormonale nei primi anni di vita; nei casi adulti è invece consigliato un intervento chirurgico.

Chi è il candidato ideale per una penoplastica?

Motivazioni che inducono a una penoplastica

Motivazioni che inducono a una penoplastica

Il profilo di un candidato ideale per un intervento di questo tipo è un uomo che prova disagio e sconforto rispetto alla propria sfera intima. Mentre le misure "normali" di un pene sono soggettive e dipendono da numerosi parametri (come ad esempio i parametri anatomici) le prestazioni sessuali del soggetto non variano al variare della lunghezza, infatti, come precisato dal Dott. Chemello Fabio l’unico motivo che induce a sottoporsi a una penoplastica è puramente psicologico, intervento può aiutare il soggetto in quelle situazioni in cui si trova ad affrontare lo sguardo degli altri come fare sport, indossare costumi da bagno o negli spogliatoi.

Bibliografia

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."
Vedi gli specialisti