Informazioni sul trattamento

La tecnica chirurgica utilizzata oggi per migliorare il volume e la forma del seno prevede l'impianto di protesi mammarie. Nel corso del tempo le protesi possono dover essere sostituite. È possibile sostituire le protesi mammarie se la paziente per ragioni personali desidera cambiare il tipo o le dimensioni delle protesi. È invece necessario sostituire le protesi se insorgono complicanze, come ad esempio una rottura della protesi o una contrattura capsulare e se le protesi presentano deformazioni dovute a usura del materiale che le compone. Le protesi di ultima generazione e delle migliori marche, realizzate con materiali e tecnologie migliorate, non vanno sostituite ma controllate periodicamente.

Durata intervento
1-2 ore
Anestesia
Generale
Ospedalizzazione
24 ore
Recupero
7 giorni
Effetti
Immediati
Risultati
Duraturi

Cosa è incluso nel prezzo

  • Valutazione iniziale
  • Analisi
  • Protesi
  • Operazione
  • Medicazione
  • Controlli

Vantaggi

  • Aumento dell’autostima
  • Mmigliora l’aspetto della zona trattata
  • Elimina i fastidi e i problemi causati dall’incapsulamento o rottura della protesi

Risultati attesi e rischi

I risultati sono immediati. Rispetto ai rischi, questo intervento presenta gli stessi rischi di una mastoplastica. Perdita di sangue, ematomi, dolori, problemi di cicatrizzazione, contrattura capsulare, etc..

L'intervento

Il chirurgo valuterà il tipo di tecnica più adatta per accedere alla sacca che contiene la protesi e cambiarla. Alcune volte si utilizza lo stesso tipo di protesi, altre volte si cambia. L’accesso alla zona si svolge normalmente nello stesso punto, approfittando della cicatrice già esistente.

Dopo l'intervento

Dopo l’intervento e secondo parare medico alla paziente viene messa una benda compressiva che verrà tolta approssimativamente dopo 24 ore. La paziente dovrà indossare un reggiseno postoperatorio per circa un mese, un mese e mezzo. La parte non potrà essere bagnata per le prime 48 ore e le cicatrici dovranno ricevere un’attenzione particolare. Dopo una settimana la paziente potrà tornare alla sua routine sempre proteggendo la zona da colpi, evitando movimenti bruschi e sollevamento di oggetti pesanti. Non si consiglia l’esposizione solare del seno e attività fisica sostenuta per tutto il primo mese.

Controindicazioni

Il cambio delle protesi mammarie è controindicato in donne che stanno allattando o in stato interessante.

Il contenuto pubblicato in Guidaestetica.it (sito web e App) in nessun caso può, né pretende sostituire l'informazione fornita individualmente da uno specialista della chirurgia e medicina estetica o aree relazionate. Questo contenuto è puramente orientativo e non è un suggerimento medico né un servizio medico di riferimento. Realizziamo un lavoro e sforzo costante per mantenere un alto standard e precisione nell'informazione offerta, nonostante questo non si garantisce la esattezza e adeguatezza dell'informazione contenuta o collegata.

Esperienze

Vedi tutte

Mi sono operata di mastoplstica additiva 18 anni fa oggi ho 42 anni e ho avuto nel frattempo tre figli... il mio seno era svuotato da una parte aveva una strozzatura e presentava come un solco sulla parte del pettorale alto a destra... ho conosciuto tramite guida estetica la dottoressa Brafa... una persona eccezionale per competenza e per umanità... mi sono affidata a lei ad occhi chiusi per la sostituzione delle protesi anche per le dimensioni protesi e oggi a distanza di 10 giorni dall intervento la ringrazio immensamente per il risultato naturale e bellissimo che ha saputo dare... avevo prima delle protesi rotonde sottomuscolo 250 cc adesso mi ha messo 385 gr allergan sempre sotto muscolo vi posto le foto ... e vi raccomando la mia dottoressa e tutta l’equipe della clinica San Paolo di Pistoia

Nel giro di breve tempo ho dovuto fare un secondo intervento per sostituzione protesi. Non volevo più andare dallo stesso medico visto la brutta esperienza e mi sono rivolta al dottore Delfino perché me ne aveva parlato una mia amica. Mi sono informata su facebook, ho visto le recensioni e preso un appuntamento con lui. Ho visto la differenza sin dalla visita, con lui mi sono sentita a mio agio, è una persona in gamba e sempre disponibile. Ho quindi cambiato protesi con lui, sia modello che volume: mentre con quelle di prima avevo una terza, ora ho una quarta tonda. La prima volta che mi sono operata sono stata 2 settimane a casa a soffrire, non riuscivo nemmeno a mangiare da sola. A questo giro, invece, dal secondo giorno stavo già bene, veramente una passeggiata. Tra l’altro la prima operazione (a febbraio) mi aveva trattenuto in ospedale per una notte, invece questa volta ad aprile sono stata dimessa in giornata e la sera stessa sono stata in grado di raggiungere i miei amici che erano tutti preoccupati. Al secondo giorno ho davvero ripreso a fare tutte le mie cose. Ho chiesto al mio ex che è medico da cosa potesse dipendere la differenza e forse può essere stato dall’anestesia e dalla mano del chirurgo. Ora le cose grazie a dio vanno bene. La prima volta non ero soddisfatta, adesso, grazie al dottore Delfino, ho visto i miglioramenti e sono felice. Il seno si è pure ammorbidito e non ho avuto perdite di sensibilità, noto proprio la differenza che rispetto a prima era duro e gonfio. Mi dispiace solo per le vecchie cicatrici sotto il seno che mi ha lasciato il primo chirurgo perché il dottore Delfino, per non farmene delle nuove, ha dovuto riprendere quelle, anche se mi ha tranquillizzato che nell’arco di 12 mesi dovrebbero farsi meno evidenti. Del dottore Delfino posso dire proprio che è una persona affidabile e non è facile trovare in giro un medico così in gamba oggigiorno. Sa fare il suo lavoro e l’unica cosa che posso dire è che è bravo.

Mi sono operata per la prima volta di mastoplastica additiva nel 2005 a Palermo, ma purtroppo ho avuto una contrattura capsulare al seno sinistro e quando è diventata insopportabile e dolorosa ho trovato il Dott. Sergio Delfino su google e mi sono affidata a lui. A primo impatto mi avevo trasmesso di essere un professionista sicuro del suo lavoro e questo ti mette in una condizione mentale favorevole, poi anche dal viso mi ha fatto subito simpatia, quindi sono andata ad istinto e ho fissato la data immediatamente. All’appuntamento mi aveva spiegato tutto, che avrebbe tolto l’impianto sottomuscolo e che lo avrebbe messo sottoghiandola, mi aveva raccomandato di non fumare assolutamente in prossimità dell’intervento, di evitare l’aspirina e di non mangiare la sera prima; poi mi aveva mandato per email anche tutte le indicazioni sul reggiseno post operatorio. Il dottore è di un’umanità incredibile, non ama il dolore e non vuole far soffrire le sue pazienti, infatti anche durante l’intervento ha cercato di ridurre la sofferenza al minimo, è riuscito ad entrare nel solco periareolare, sul capezzolo, e adesso sfido anche chiunque a notare che è stato inciso perché non si nota assolutamente. Poiché fumo moltissimo e nei giorni precedenti ero stata influenzata e respiravo male, mi hanno fatto l’anestesia generale, ma è andato tutto bene e ho inserito le protesi anatomiche a goccia polytech, una da 425 ml a sinistra e una da 380 ml a destra. Al risveglio avevo il reggiseno e sopra la fasciatura con le bende e l’ovatta che ho tolto alla prima visita, poi per un mese ho portato solo il reggiseno. Il seno era morbidissimo da subito, nessun ematoma, tutto era sopportabile con l’analgesico e non ho usato nemmeno il toradol, solo antibiotico e brufen, e comunque non era niente di insopportabile. Al primo controllo ci ero andata persino con la macchina… Inoltre alla NCL ho ricevuto un’ottima accoglienza da parte dello staff, mi hanno dato il kit operatorio e accompagnato in stanza; dall'infermiere all'anestesista, nulla da dire, tutta gente carina e simpatica. Rispetto al primo intervento posso dire che è stata una passeggiata e che sono davvero soddisfatta! Costo 6.500 euro

Buongiorno, volevo la vostra opinione sul mio caso: ho sostituito le protesi ad aprile 2018 a seguito di una contrazione capsulare, ora sono sotto muscolo, prima le avevo sotto ghiandola. Il seno destro mi ha dato fin da subito dei fastidi che pensavo fossero dovuti all'intervento, non dolore ma una sensazione strana quando facevo determinati movimenti o dormivo a pancia in giù dalla parte destra, seno sinistro perfetto sin da subito senza particolari fastidi. A seguito di una ecografia, sul seno destro mi hanno trovato una sovrabbondanza del liquido peri protesico nel seno destro rispetto al sinistro soprattutto in corrispondenza del quadrante supero esterno e del quadrante infero mediale. Il mio chirurgo dopo una visita di controllo e la visione del referto mi suggerisce di non fare nulla. A voi è mai capitato? siete d'accordo con questa diagnosi? Grazie anticipatamente.

Salve 16 anni fa mi sono rifatto il seno con una taglia piu' grossa , purtroppo dopo una risonanza magnetica si sono accorti che le due protesi erano rotte, ca. 3 settimane fa mi hanno operato al seno sostituendomi le protesi mammarie, l'intervento e riuscito molto bene e senza ulteriori cicatrici, sono davvero contenta.

E stato un sogno, non mi sono immaginato mai che verra quello giorno, che posso fare questo cambiamento, pero è avvenuto, lavoravo presso una famiglia, come badante, mi amavano tanto e, alla fine, mi hanno regalato questo sogno, altrimenti, quando mai potevo permettermi magari di sognare??? Mai, così è successo che adesso sono finalmente un' altra persona. Costo 4.500 euro ...

Sono una donna di 67 anni dopo un ingrossamento dei linfonodi asellari ho dovuto sostituire le vecchie protesi per perdite. Premetto che il chirurgo operante, gode di buon nome. Il chirurgo che ha fatto l'intervento ha effettuato un inserimento di nuove protesi sottomuscolari, una misura leggermente più grande per evtare una mastopessi con taglio verticale del seno sotto il capezzolo. Dopo due mesi dall'intervento ora soffro di un fastidioso senzo di costrizione dei muscoli pettorali ad ogni movimento, oltre un antiestetico spostamento dei seni. Disturbi che non mi sono mai stati prospettati. Ho esposto al chirurgo queste perplessità , mi ha risposto che non gli era mai successa una cosa simile, e che si sarebbe informato !!!!! possibile? E' normale sentire questi fastidi, sono temporanei o durerannno sempre? Posso sopportare lo spostamento dei seni , ma non quello delle costrizioni. Vi prego datemi un consiglio

Decisione presa. Ho valutato abbastanza attentamente tutto. In queste cose prendersi troppo tempo, se già sei convinta di voler fare quella determinata cosa, non serve. Serve solo a coltivare le indecisioni e la paura. Voler vedere chissà quanti medici è inutile se non dannoso. Va bene sì valutare e confrontare varie possibilità, ma senza entrare in un circolo vizioso senza fine. Una volta che hai trovato chi ti ispira più fiducia tra tutti in una rosa di vari dottori consultati, se senti che quel medico è serio e onesto e affidabile, allora vale la pena fermarsi ed effettuare la scelta. Ho deciso che mi opereró di mastopessi con sostituzione delle vecchie protesi scegliendo qualcosa di un pochino più grande e proiettato. La mia scelta è ricaduta sul dottor Franco Lauro. Mi opereró con lui a Bologna il 22 giugno

Temi del forum

Vedi tutto
Temi Messaggi Ultimo messaggio
Protesi al seno: vanno sostituite?
Alba_Guidaestetica · Roma (Città)
Alba_Guidaestetica
Membro Plus
85 15 feb 2019
85 15 feb 2019
prezzo intervento rimozione protesi al seno
Simo1306 · Grosseto (Città)
Simo1306 62 18 dic 2018
62 18 dic 2018
Sostituzione protesi al seno dopo 8 anni
Tany_a · Padova (Città)
Tany_a 23 22 nov 2018
23 22 nov 2018
Chiedi al dottore

domande

Vedi tutte
Protesi fissurata in prerottura Francescaigor · 22 feb 2019

Salve, una delle mie protesi è da sostituire e dalla risonanza magnetica non risulta rotta. Il chirurgo mi ha detto che se all’atto dell’intervento la protesi risulterà rotta la può rimuovere ma non potrà sostituirla nello stesso intervento perchè dovranno passare circa 3 mesi per il reimpianto per essere sicuri che non ci siamo tracce di silicone. È proprio così?

Assolutamente no. Quando si rimuove una protesi mammaria sia rotta che integra si può procedere immediatamente alla sua sostituzione a meno che non ci siano problemi infettivi in atto. Fondamentale in caso di rottura eseguire una buona pulizia della tasca con una rimozione possibilmente completa della capsula. Cordiali saluti

4 Risposte leggi di più
Cambio protesi al seno Denise257 · 18 feb 2019

Sono all’estero, tre settimane fa ho sostituito protesi al seno, con in più lo spostamento di entrambi i capezzoli di un centimetro, dal seno destro continuo ad avere perdite di sangue dalla ferita, ho avuto punti riassorbibili, premetto che queste perdite non sono molto consistenti, diciamo qualche goccia, però sono comunque preoccupata. Il chirurgo dice che devo stare tranquilla, che è normale e può accadere nel processo di guarigione! Sono preoccupata!

Matteo Stocco

Miglior risposta

Dati i volumi minimi del sanguinamento credo lei possa stare tranquilla. Dovessero comparire altri sintomi si rivolga al suo chirurgo. Altrimenti attenda serenamente l’iter della guarigione. Dr Matteo Stocco

5 Risposte leggi di più
Sostituzione protesi seno rotta Erika151 · 15 feb 2019

Buongiorno, Da risonanza magnetica risulta una rottura della protesi sinistra. Tra un mese dovrò sottopormi all’intervento per la sostituzione. Essendo questo un’intervento che non dipende dalla mia volontà, sapete dirmi se il decorso post operatorio a casa mi viene indennizzato dall’INPS come malattia? Grazie

Dott. Marco Gerardi

Miglior risposta

Qualunque intervento chirurgico tranne la piccola chirurgia prevede un decorso post operatorio con cura e medicaziogni. Poi tutto dipende come periodo dal tipo di lavoro che si svolge. Cordialmente grazie Dott Marco Gerardi

4 Risposte leggi di più

Buonasera, Circa due mesi fa ho cambiato le protesi dopo 13 anni. Sono passata da protesi sotto ghiandola a protesi in dual plane ma ho il seno sx piu alto rispetto al dx, il chirurgo sostiene che uno si è assestato prima dell altro e che presto saranno allineati, e che nel caso non accadesse sarà necessaria una piccola correzione chirurgica per tirare verso il basso la protesi intrappolata nel muscolo. Vorrei sapere che tipo di operazione viene effettuata in questi casi, e quanto tempo dopo l'intervento principale si deve aspettare. Grazie

Dott.ssa Arianna Tinti

Miglior risposta

Gentilissima, prima di fare una valutazione definitiva è bene che trascorrano almeno sei mesi dall'intervento, dopo di che si vedrà se varrà' la pena correggere l'eventuale asimmetria residua mediante un nuovo intervento. Continui comunque a seguire le indicazioni del chirurgo che l'ha operata. Cordialità dott.ssa Arianna Tinti

7 Risposte leggi di più

Articoli

Vedi tutto

Foto

Vedi tutte

Centri in primo piano

Vedi tutto
Dott. Luciano Leanza

Dott. Luciano Leanza

7 raccomandazioni

Iscritto all’Ordine dei Medici e Chirurghi di Lecce n. 0000005115Il Dott. Luciano Leanza è un esperto chirugo plastico. Si è laureato in Medicina e Chirurgia a Roma nel 1989 ed è specializzato in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva presso l’Università La Sapienza di Roma. Vanta una grande esperienza nel suo settore, corroborata, dai sui lodevoli studi e esperienze professionali realizzate anche all'estero in Belgio, alla Harvard Medical School di Boston, a New York e a Barcellona.Il Dott. Luciano Leanza è autore di varie pubblicazioni in riviste scientifiche specializzate in chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva. Inoltre, ha visto riconosciuta la sua professionalità, essendo stato nominato Direttore di Unità Semplice di "Chirurgia Ricostruttiva Oncologica" del Reparto di Chirurgia Plastica dell'Azienda Ospedaliera "A. Di Summa" di Brindisi.È un professionista rispettoso del paziente e delle sue esigenze e cosciente dell'importanza che gli interventi estetici di questo tipo hanno sulla qualità di vita delle persone, per questo sa sempre consigliare i suoi pazienti con gli interventi che si adattano di più alle singole esigenze di ciascun caso, e che rispettino nel miglior modo possibile l'armonia del corpo per esaltarne la sua bellezza.SpecializzazioniIl Dott. Luciano Leanza è particolarmente esperto nella realizzazione di interventi di Chirurgia Estetica quali blefaroplastica, lifting del viso, otoplastica, rinoplastica. Inoltre esegue con successo interventi per il corpo come liposuzione, addominoplasitca e mastoplastica (inclusa la correzione dei capezzoli introflessi) e molti altri interventi.Il Dott. Leanza si occupa anche del trattamento della calvizie e di numerosi interventi di medicina estetica, come per esempio filler, botulino e luce pulsata.Un altro dei suoi campi di specializzazione è quello della Laser Chirurgia, utilizzata dal Dott. Leanza, per la rimozione di nei benigni, macchie cutanee, verruche volgari e seborroiche, condilomi, fibromi e dermatofibromi cutanei, discheratosi, cisti e microcisti, xantelasmi palpebrali, tumori cutanei (epiteliomi spino e basocellulari). Inoltre utilizza il Laser CO2 Frazionato per il trattamento delle cicatrici e il Laser N-Yag Q Switched per rimuovere tatuaggi indesiderati.UbicazioneIl Dott. Luciano Leanza riceve i suoi pazienti per consulenze e trattamenti nel suo moderno studio di Maglie, in provincia di Lecce.

Maglie Lecce

Dott. Marco Pagnoni

Dott. Marco Pagnoni

13 raccomandazioni

Il Dott. Marco Pagnoni, specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, esercita la sua attività nelle città di:Ascoli PicenoPorto d'AscoliRomaHa conseguito presso l'Università di Roma "Sapienza" i Diplomi di Laurea in Medicina e Chirurgia con Lode, di Specializzazione in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica con Lode e un Master universitario di II livello in Chirurgia Ricostruttiva della Mammella ed è iscritto all'Ordine dei Medici di Roma con matricola n. M-57931.Il Dott. Pagnoni ha partecipato in qualità di relatore ai più prestigiosi congressi nazionali ed internazionali presentando tematiche attuali e tecniche all'avanguardia, è autore di numerose pubblicazioni su libri e riviste scientifiche di interesse internazionale e indicizzati su MEDLINE. Ha inoltre svolto per diversi anni l'attività di tutoring per corsi di suture e laboratori di microchiurgia ed è reviewer per alcune delle più importanti riviste scientifiche internazionali di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica.Paziente, meticoloso, attento alle richieste ed alle aspettative del paziente, si distingue per serietà, professionalità e razionalità. Dotato di particolare manualità e senso estetico, utilizza i migliori prodotti sul mercato ed applica le più innovative tecniche in campo di Medicina Estetica e Chirurgia Plastica, curando con attenzione e dovizia di particolari la programmazione delle procedure da eseguire.Da Novembre 2016 il Dott. Marco Pagnoni è consulente Chirurgo Plastico per l'Arma dei Carabinieri

Ascoli Piceno (Città) Ascoli Piceno

Dott. Magno Carlo

Dott. Magno Carlo

32 raccomandazioni

Il Dott. Magno Carlo è uno specialista in Otorinolaringoiatria, Medicina e Chirurgia Estetica. Laureato e Specilizzato con il massimo dei Voti, ha conseguito il master di Medicina Estetica e ha frequentato con successo numerosi corsi formativi sia in medicina che chirurgia estetica. Ha conseguito il diploma di esperto Qualificato in Disturbi Respiratori del Sonno EOS.Il dottor Magno effettua trattementi con prodotti certificati e dotati di codice di controllo. Ha conseguito in seguito ad un corso l'utilizzo del FELC e della chirurgia non ablativa.Effettua interventi di rinosettoplastica e chirurgia estetica del volto. È iscritto alla Società internazionale di chirurgia.Il dottore effettua tutti i tipi di trattamenti di medicina estetica, quali quelli a base di acido ialuronico, filler, peeling chimici e tossina botulinica.

Pomigliano d'Arco Napoli

Informazione addizionale