Sono un ragazzo di 40 anni e per molto tempo ho praticato sport solo per eliminare questo petto sporgente antiestetico, rendendomi anche psicologicamente infelice perché non vedevo risultato. Poi un giorno per scherzo ho cominciato a vedere su internet in cosa consiste la Ginecomastia (pensando di non averla) e per curiosità ho mandato una mail a guidaestetica. Mandai foto e mi risposero diversi dottori, cominciai a sudare freddo perché il gioco stava diventando realtà in quanto si trattava di fare un intervento che mi spaventava. Tra tutti i dottori, dopo accurata visione delle recensioni, ho scelto il Dott. Andrea La Padula che già solo per telefono mi rassicurò in tutto. Ho fatto l’intervento e ho realizzato un sogno della mia vita, avere un petto “piatto”. Intervento e post operazione tutto ok senza un minimo di dolore, raccomando il dott. Andrea La Padula sia a livello professionale che umano. Cura nei particolari, pulizia, premuroso nel chiamarmi visto che eravamo distanti, è sempre disponibile.

Ciao ragazzi ho 30 anni,da adolescente ho avuto sempre areole sporgenti causando sempre un po' di imbarazzo con le magliette colorate per via di questa protuberanza visibile.bhe una settimana fa ho fatto l'intervento al medical clinic di Catania dott Alfio Scalisi (4spa) oggi ho la visita di controllo,il post operatorio è stato tranquillo dolori sopportabili con qualche antidolorifico…fatelo ragazzi allego foto pre-intervento

Sono affetto da ginecomastia bilaterale vera, che negli ultimi due anni è andata peggiorando, modificando la forma dei miei pettorali e causandomi anche fastidio e dolore nei capezzoli in caso di pressione eccessiva nell'esercizio fisico e nell'intimità sessuale....con tutti i disagi che ne conseguono. Ho saputo che è operabile in regime SSN, cerco informazioni per VELOCIZZARE l'iter anche se so che i tempi di attesa sono lunghi ma sono disposto ad aspettare pur di poter risolvere questo problema

Purtroppo la ginecomastia causa problemi fisici e psicologici mi vergogno ad andare in piscina o al mare non mi faccio vedere mai completamente nudo neanche dalla mia donna con cui convivo già da due anni vi sogna far finta di niente quando qualcuno ti dice che ciai le tette vorrei che qualcuno mi dicesse cosa devo fare e se è possibile farmi aiutare un po' economicamente non so se questo messaggio arriverà qualcuno o è solo un sondaggio Buona giornata !!

"Salve mi chiamo Fabrizio età 20 anni , un anno fa ho perso del peso da 94 a kg a 64 mi è rimasta della pelle in eccesso su gambe (lato esterno) , petto , addome sto cercando un bravo chirurgo che opera anche con esenzioni è che possa risolvere questo mio grande problema , un problema che mi condiziona molto , che mi imbarazza , che mi rende infelice in estate faccio fatica a togliermi anche la maglietta pur di non mostrare la zona alta (petto)

Il post operatorio è stato piuttosto complicato. Eppure io ho sempre goduto di ottima salute, analisi perfette...Il giorno dopo l'intervento ho avuto un collasso. Dolori fortissimi. Non posso muovere le braccia. Ora mi dimettono ma ho ancora i drenaggi. Nella terapia che dovrei seguire a casa : solo tachipirina 1000 tre volte al dì

Sono sempre stato un ragazzo pienotto ma la cosa che non ho mai sopportato sono le mammelle da femminuccia che mi hanno sempre creato non pochi problemi sopratutto in costume che in verità ho usato con la T-shirt anche quando facevo il bagno per camuffare l'eccesso di seno. Subito dopo la maggiore età, migliorando fisicamente e nonostante esercizi in palestra, vedevo scarsi risultati riguardo le mie mammelle. Ecco che inizio un pellegrinaggio alla ricerca del chirurgo al quale mi sarei affidato. Dopo una decina di consulti ho scelto l'unico dottore che mi ha prospettato l'intervento solo con la lipoaspirazione quando secondo gli altri ci voleva sia la lipo che la rimozione della ghiandola chirurgicamente. Senza false speranze e dopo aver fatto ecografia, il dottor D'Ambrosio ha deciso di praticarmi solo la liposuzione attraverso due microincisioni ormai impercettibili. Risultato fantastico! Segni: nessuno! Ripresa immediata! Unico fastidio (diciamo così) la canotta stretta da portare giorno e notte per alcuni mesi :):):)

Dall'età di 18 anni, seppur lieve, avevo questa patologia (ginecomastia vera). Ero sempre imbarazzato a girare in costume senza maglietta ed a indossare abiti aderenti. Dopo molto tempo, all'età di 35 anni ho deciso di sottopormi a questo intervento. Ho fatto diversi consulti da Chirurghi, fino a che la Dottoressa Gronchi non mi ha tolto tutte le paure e perplessità. Dopo la visita ho preso appuntamento con la clinica e mi sono sottoposto all'intervento. Dolore? Assolutamente nulla, né durante né post operatorio, sono stato assistito da delle professioniste che mi hanno supportato per tutto il decorso post operatorio (un paio di ore). Una volta a casa il disturbo maggiore è stata la ricrescita dei peli sul petto, nient'altro. Solo qualche indolenzimento a livello dei pettorali, ma niente di che. Dopo due settimane ho tolto il corpetto elastico ed era perfetto! Sono super soddisfatto. Dopo 28 gg dall'intervento sono tornato in palestra. Il costo non è indifferente, ma irrisorio se paragonato all'imbarazzo sopportato per anni. Tornassi indietro lo farei a 20 anni.

In età puberale ho subito un notevole aumento di peso, ridottosi drasticamente con l'età dello sviluppo. Ho sempre fatto molta attività fisica, per cui il mio corpo era abbastanza snello e muscoloso, tranne che nella zona dei pettorali, che mi sembrava di non rinforzare abbastanza. Ho vissuto tutti gli anni della mia giovinezza questo come un vero e proprio handicap, parlandone malvolentieri e cercando (vanamente) di occultare il problema con posizioni ingobbite e vestiti molto larghi. Spesso al mare o negli spogliatoi ero oggetto di bonario scherno e derisione da parte degli amici, a cui rispondevo con autoironia, in realtà celando pesanti sofferenze psicologiche. All'età di 30 anni, ottenuta una certa indipendenza economica, ho però deciso di risolvere il problema (che ritenevo esclusivamente estetico) che si è rivelato essere più "serio" di quanto io ritenessi, poichè, come scoprii in tale circostanza si trattava di ginecomastia "vera", ovvero di un ingrossamento delle cellule mammarie (mai regredito) e non semplicemente di depositi adiposi. Mi sono sottoposto ad un primo intervento da parte di un chirurgo estetico che effettuò una semplice liposuzione localizzata, ottenendo scarsissimi risultati. Per cui decisi di rivolgermi ad un altro chirurgo, più specializzato nella tipologia di intervento in questione, che asportò le ghiandole in eccesso. Subito dopo essermi sottoposto all'intervento mi sono sentito più sicuro, i risultati estetici sono stati immediati e a parte un'accresciuta sensibilità dei capezzoli non ho mai più avuto alcun problema. Se tornassi indietro non aspetterei così tanto per affrontare e risolvere il problema.

Ho conosciuto il dottor Campisi a Rimini, da lì ho intrapreso con lui l’idea di ben due interventi: miniaddominopastica e ginecomastia. Ho perso ben 40 kg nel 2012 quindi mi trascinavo questo seno (dato dall’obesità e dalla genetica) e questa pelle molle nella parte bassa dell’addome. Due ore di intervento in day hospital, una settimana di convalescenza e adesso dopo 6 mesi dall’intervento sono molto molto felice.

Non penso abbiano aspirato bene la parte laterale. Vedremo quando ci sarà il risultato definitivo ma secondo me è così. Il petto destro può andare ma l'altro mi sembra uguale a prima. Speriamo di riuscire a sistemare la cosa... La mia paura è che per me serviva un'altra tecnica, forse la round block per eliminare anche pelle

Ciao a tutti, stavo leggendo la conversazione qui sul sito Guidaestetica e mi son unito... allora, io son stato operato il 12 settembre 2018 presso l'ospedale Niguarda. Ad oggi dopo poco più di un mese e mezzo, la parte dx è perfetta, mentre la sx, dove ho avuto la ghiandola un po' più grande, avverto il durone, e ancora nonostante molto edema se ne sia andato, noto ancora una strana forma "conica" quasi come prima... Anche io ero affetto da Ginecomastia vera, ma non mi hanno fatto l'incisione come da prassi, perché non "l'hanno ritenuto necessario", visto che avevo a malapena 40 gr di ghiandola, quindi hanno optato per la lipo, attraverso cannula di grosso calibro, deframmentando ed aspirando la ghiandola, non credo tutta, ma quasi... Ovviamente sta cosa, che credo sia una cicatrice, fa anche un po' male al tatto, ed esteticamente non è il massimo e, il servizio post operatorio mi spiace dirlo nel mio caso, ma lascia molto a desiderare... non ti seguono come dovrebbero, forse perché son stato operato tramite mutua e non privatamente... e se fosse davvero così sarebbe veramente poco professionale. Farò a breve una eco, per vedere se non è rimasto un po' d tessuto adiposo o cos'altro... poi saranno paranoie mie... ma a pelle, io difficilmente mi sbaglio... Spero si riassorba tutto e di tornare come prima. Non nascondo che son un po' preoccupato. Grazie 1000 a tutti