Ilaria Berselli
Ilaria Berselli
Giornalista laureata presso l’Universidad Ramon Llull specializzata in redazione di articoli su Salute e Medicina Estetica dal 2014, esperta in tematiche relative alla chirurgia plastica.

Navigazione

  • Introduzione
  • Cos'è il fotoringiovanimento?
  • Indicazioni per il fotoringiovanimento
  • Come trovare uno specialista in fotoringiovanimento?
  • Come è la prima visita?
  • Come si svolge una procedura di fotoringiovanimento?
  • Fotoringiovanimento: istruzioni pre e post-operatorie
  • Numero di sedute e risultati
  • Controindicazioni
  • Dubbi e domande frequenti
  • Testimonianze
  • Bibliografía

Introduzione

Macchie scure, cicatrici da acne, rosacea, ecc. sono i tanti segni lasciati sul viso dal trascorrere degli anni, dal sole e dai cambi ormonali e che danno alla pelle un aspetto più vecchio e sciupato. La medicina estetica ha sviluppato diverse tecniche per aiutare le donne e gli uomini che sognano di cancellare i segni del tempo. Una di queste tecniche è il fotoringiovanimento.

Video ceduto dal Dott. Giorgio Giovannelli

Cos'è il fotoringiovanimento?

Il fotoringiovanimento è una tecnica di Medicina Estetica che mira a migliorare la consistenza e la luminosità della pelle attraverso l’energia emessa dalla luce pulsata o dal laser. Le diverse tecnologie e strumentazioni impiegate per i trattamenti di fotoringiovanimento hanno in comune l’azione che permette di promuovere una migliore distribuzione nella cute del collagene e dell’elastina per facilitare il rinnovamento delle cellule e per dare alla pelle un aspetto più giovane e tonico.

I dispositivi per il fotoringiovanimento emettono calore sulla superficie della pelle, senza però danneggiarla nel corso del trattamento. Questo riscaldamento indotto dall'apparecchio stimola la produzione di collagene - come spiegato anche dagli esperti SIES - innescando un processo di guarigione e di rigenerazione delle cellule cutanee. I principali inestetismi che possono beneficiare di questo trattamento sono le macchie o iperpigmentazioni, ma non solo.

prima e dopo

Immagine ceduta dalla Dott.ssa Viviana Casagrande

Indicazioni per il fotoringiovanimento

Il Dott. Massimo Corso spiega che la tecnica del fotoringiovanimento può essere utilizzata per diverse parti del corpo, in particolare viso, collo, décolleté e mani.

Gli inestetismi che possono essere trattati con questa tecnica includono:

  • iperpigmentazioni (macchie della pelle, melasma, macchie senili, lentigo solari)
  • capillari superficiali
  • rosacea
  • cicatrici da acne
  • maschera gravidica (iperpigmentazione o cloasma che compare durante la gravidanza)
  • rughe superficiali
  • pori dilatati
  • pelle opaca e spenta
Come trovare uno specialista in fotoringiovanimento?

Come trovare uno specialista in fotoringiovanimento?

Come trovare uno specialista in fotoringiovanimento?

Per eseguire in sicurezza questo o altri trattamenti estetici è indispensabile rivolgersi ad un dermatologo o a un medico esperto in tecniche laser. È preferibile evitare i saloni di bellezza perché gli estetisti non sono qualificati per gestire al meglio questo tipo di dispositivi.

Per trovare un medico qualificato ti consigliamo di verificare il suo ramo di specializzazione sul portale dell’Ordine dei Medici e Chirurghi e di consultare gli elenchi di specialisti affiliati ad associazioni riconosciute come la SICPRE o l’AICPE. Questi strumenti ti potranno aiutare a trovare medici e dermatologi esperti in Medicina Estetica.

Inoltre, non esitare a consultare i forum per trovare le recensioni dei pazienti che hanno già realizzato questo trattamento e per visualizzare le foto degli effetti prima e dopo le sedute.

la prima visita

La prima visita

Come è la prima visita?

Prima di qualsiasi procedura medica, il medico deve stabilire una diagnosi accurata, esaminando lo stato della pelle e le esigenze del paziente. Questo gli permetterà di definire il trattamento più appropriato per ciascun paziente nel rispetto della sua salute.

Ad ogni sessione di fotoringiovanimento il medico, innanzitutto, pulirà accuratamente la pelle nella zona da trattare, per questo motivo si raccomanda di non utilizzare creme o make up prima della visita o del trattamento, così da facilitare il lavoro del professionista. Dopo aver applicato uno strato di gel fresco sull’area interessata, il medico potrà iniziare ad utilizzare il dispositivo nella zona in cui è presente l’inestetismo che si vuole eliminare. I parametri di utilizzo della strumentazione per il fotoringiovanimento (profondità di azione, intensità della luce, ecc.) saranno definiti in anticipo dallo specialista grazie a un software computerizzato in modo che questi parametri possano essere adattati alle caratteristiche individuali di ogni paziente.

prima e dopo

Immagine ceduta dalla Dott.ssa Filomena Mandato

Come si svolge una procedura di fotoringiovanimento?

Le sessioni di fotoringiovanimento durano dai 15 fino a un massimo di 30 minuti e il Dott. Massimo Corso chiarisce che non si tratta di un trattamento doloroso. Durante la procedura vengono utilizzate diverse lampade policromatiche. Le fonti di luce impiegate possono essere diverse: luce pulsata, lampada istantanea, colorante a impulsi laser, laser Nd YAG, luce LED, e molte altre.

Il trattamento svolto durante ogni sessione - a prescindere dalla tecnica scelta - consisterà nel diffondere diverse proiezioni di luce con lo scopo di stimolare la produzione di collagene, per ridurre le alterazioni della pigmentazione e i difetti cutanei in modo da rassodare, illuminare e tonificare la pelle.

Fotoringiovanimento: istruzioni pre e post-operatorie

Non ci sono particolari cure da adottare per questo trattamento e il Dott. Michele Trevisani rassicura che è possibile tornare alla proprie attività quotidiane fin da subito.

Infatti le linee guida da seguire, sia prima che dopo le sedute di fotoringiovanimento, possono essere riassunte in tre punti:

  • evitare l'esposizione al sole nei 15 giorni precedenti e nei 15 giorni successivi a una sessione di fotoringiovanimento
  • non utilizzare prodotti o sostanze fotosensibilizzanti (per esempio oli essenziali o farmaci: informa sempre il tuo medico riguardo a tutte le sostanze che assumi in modo che possa consigliarti al meglio su come procedere)
  • applicare una crema ad alta protezione solare per proteggere la pelle dai raggi UV ed evitare di incorrere nel rischio di nuove iperpigmentazioni

Immagine ceduta dalla Dott.ssa Elena Rametti

Immagine ceduta dalla Dott.ssa Elena Rametti

Numero di sedute e risultati

Ogni sessione dura dai 15 ai 20 minuti e il Dott. Michele Trevisani consiglia di eseguire almeno 4-5 sessioni a distanza di un mese una dall’altra, con una sessione di mantenimento dopo circa 3 o 4 mesi dall’ultima. Inoltre, si raccomanda di non superare le 6 sessioni consecutive di fotoringiovanimento per evitare di stressare la pelle.

I risultati di un ciclo di fotoringiovanimento sono visibili fin dalle prime sedute e i miglioramenti continuano a diventare più visibili durante i 6 mesi successivi al trattamento, affermano gli specialisti SIES. Le macchie e le altre imperfezioni saranno meno visibili anche dalle prime sessioni e la pelle avrà una nuova lucentezza e sarà più tonica, senza presentare segni di abrasione.

prima e dopo

Fotoringiovanimento

Controindicazioni

In alcuni casi è fortemente sconsigliato il ricorso al fotoringiovanimento:

  • gravidanza e allattamento
  • pelle dalla tonalità scura
  • pazienti che seguono una terapia a base di farmaci fotosensibilizzanti
  • presenza di lesioni o infezioni cutanee

Dubbi e domande frequenti

  • Che cosa vuol dire fotoringiovanimento? “È una tecnica che si basa sull’uso di luci e laser per stimolare la sintesi del collagene e per stimolare il ringiovanimento della pelle”, Dott. Ignazio Sapuppo
  • Posso fare questo trattamento durante l’estate? “Qualsiasi trattamento di fotoringiovanimento è sconsigliato durante il periodo estivo perché l’esposizione al sole è controindicata”, Dott. Gianluca Campiglio
  • Il fotoringiovanimento serve anche per eliminare le rughe? “Tutto dipende dalla situazione di partenza e dal risultato che si spera di ottenere. Per questo si consiglia sempre di discutere apertamente con uno specialista che possa valutare il trattamento più adatto alle proprie necessità”, Centro Medico Genesy
  • Il fotoringiovanimento con IPL ha effetti collaterali? “È un trattamento con buoni risultati ed effetti collaterali molto contenuti”, Dott.ssa Alice Panzer

Testimonianze

“Ripeterò il trattamento tra un mese per avere risultati più visibili” Leggi l’esperienza completa

Marasorriso1 - Agrigento (Città), Agrigento

“Da circa 2 anni ho un melasma alla fronte che sto sconfiggendo con sedute di luce pulsata” Leggi l’esperienza completa

ste_9135 - Velletri, Roma

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."