Aggiornamento post visita di controllo: ieri, seppur con pochissima voglia, sono andata a visita di controllo; quel che mi ha spinta, nonostante tutto, a farmi due ore e mezza in auto per arrivare a Roma è stata, fondamentalmente, la volontà di non venir meno a nulla di ciò che era previsto nel mio "contratto" per non avere, in seguito, alcun tipo di rimostranza da parte del medico. Arrivata in sede, scena nota e ripetitiva, il medico aveva del tutto dimenticato di avere un controllo con me, per fortuna questa volta non sono rimasta sulle scale ad aspettare perché la porta era aperta e c'erano comunque altri medici ed un'assistente, mi hanno chiesto con chi avessi visita e hanno telefonato per informarlo della mia presenza. Di lì a poco è arrivato, ho atteso ancora un pochino e sono entrata nello studio; mi ha detto di spogliarmi per controllare e, credo si capisse dalla mia espressione la poca soddisfazione, mi ha detto "non mi sembri contenta del risultato" , gli ho detto che si, in effetti non ero per niente contenta perché fatta eccezione per un lievissimo miglioramento nella zona esterno coscia( che lui stesso ha definito e continua a dire fosse quasi assente anche nel pre-operatorio, mostrandomi la foto con i segni che in quella zona prevedevano una semplice "sfumatura," così l'ha definita) per il resto la mia silhouette è esattamente come due mesi fa. Mi ha proposto un ritocco nella zona basso ventre a livello ambulatoriale con anestesia locale( immagino somministrata da lui non credo chiami anestesista, per anestesia locale credo intenda grossomodo quelle anestesie che può farti anche un dentista, ma non ho chiesto quindi non posso dirlo per certo né so se i ritocchi sono abitualmente condotti in tale maniera), per il sottomento mi ha detto che quello che vedo oggi è tutto e, ad oggi, posso dire chiaramente che forse ha fatto più danno che altro dal momento che, se a primo impatto tutto sembra come prima, guardando bene si nota solo un fossetto centrale proprio sotto il mento, per interno coscia anche mi è sembrato di capire che si, sono ancora gonfia, due mesi sono pochi etc etc ma ecco, non cambierà molto. Ho chiesto se le due aderenze/cicatrici nella zona del basso ventre andranno via e se una volta sparite ci possa essere qualche remota possibilità di vedere un miglioramento e, se non altro, mi ha assicurata che andranno via(non so se crederci ma attendo). Per terminare, ho chiesto se fosse possibile fissare ultima visita di controllo direttamente per fine gennaio inizi febbraio visto che per me non è molto comodo ogni mese perdere un intero pomeriggio per 20 min totali di visita, nella successiva visita si prenderà in considerazione se fare ritocco, almeno questo è quello che ho detto a lui, in realtà io nello stesso periodo conto di fare altre visite con altri medici per capire meglio in che modo intervenire, non sono molto propensa al ritocco per varie motivazioni: 1- la fiducia venuta meno, non mi fido più e ho paura possa recarmi ulteriore danno; 2- il ritocco riguarderebbe esclusivamente la zona del basso ventre ma il problema è che nessuna zona trattata durante l'intervento ha dato risultati soddisfacenti, si parla di lievissimi miglioramenti visibili perlopiù a me che magari passo tempo a controllarmi ma vi assicuro che nessuno esterno vedrebbe alcunché; 3- la questione dell'ambulatorio e dell'anestesia locale mi fa paura, seppure fossero queste le dinamiche di un ritocco, la sola idea di poter sentire dolore basta a farmi dire no; 4- non ho speso 4.500 euro per finire in un ambulatorio ad aggiustare alla meglio quel che non è stato fatto in sala operatoria. Per la mia personale esperienza, non consiglio il centro cui mi sono rivolta, perlomeno non il centro di Roma, se la Mebe collabori con altri medici nelle altre sedi in Italia non lo so, per quanto mi riguarda la mia esperienza è stata deludente non soltanto perché dall'intervento non ho ottenuto alcun miglioramento fisico apprezzabile ma anche perché l'assistenza non è stata condotta nel migliore dei modi, la mia tutor, che avrebbe dovuto accompagnarmi passo passo nel pre e post operatorio fino all'ultimo controllo, nei fatti è stata presente solo prima dell'intervento e qui tralascio anche incomprensioni sorte a pochi giorni dall'intervento, incomprensioni dovute alla mancata comunicazioni (da parte loro) dello spostamento dell'intervento in una clinica diversa da quella che mi era stata illustrata che mi ha, tra le altre cose, fatto perdere i soldi per l'albergo che avevo prenotato per la persona che mi accompagnava considerando, appunto, la vicinanza alla clinica.

7 commenti

Buongiorno a tutti, voglio raccontare la mia storia non andata a buon fine, a casua di un intervento di liposuzione effettuato per ridurre le adiposità localizzate in aree circoscritte , quindi nel dettaglio , coulotte de chaval, fianchi ; l'interevento svolto molti anni fa, effettuato da un chirurgo in ambulatorio, con risultati alquanto deludenti; a distanza di tre mesi , non ho notato nessun miglioramento, nonostante avessi seguito tutta la prass( guaina contenitiva, ecc); ecco perchè vorrei sottolineare l'importanza di un bravo chirurgo quando parliamo di chirurgia estetica ricostruttiva e plastica: affidatevi sempre ad un buon chirurgo, documentatevi sul suo curriculum e sulla sua preparazione professionale e se fa parte dell'equipe di chirurghi palstici iscritti regolarmente presso ai registri relativi ala professione; questa è la mia storia; in futuro vorrei rifare l'intervento al doppiomento e altre zone; buona fortuna a tutti.

2 commenti