Selene Cabibbo
Selene Cabibbo
Dopo gli studi in Filosofia si specializza nella scrittura per il web e nel copywriting. I suoi interessi e le sue esperienze professionali spaziano dal settore culturale a quello estetico.
Creazione: 29 feb 2016 · Aggiornamento: 15 feb 2019

Informazione addizionale

Navigazione

  • Introduzione
  • Cos’è la laserterapia
  • Chi è il candidato ideale per la laserterapia?
  • A chi rivolgersi per effettuare una laserterapia?
  • Come avviene la prima visita?
  • Come si realizza una laserterapia?
  • Come prepararsi alla laserterapia
  • Convalescenza e rischi della laserterapia
  • Risultati attesi
  • Tipologie di Trattamenti con laser
  • Altri utilizzi della laserterapia
  • Tipologie di laser
  • Dubbi e domande frequenti
  • Testimonianze
  • Bibliografia

Introduzione

Il termine laserterapia è generalmente utilizzato per indicare trattamenti medici che sfruttano la tecnologia laser per scopi estetici e non solo. Grazie a sofisticati apparecchi che emettono fasci di luce dalle caratteristiche peculiari è possibile trattare vari inestetismi, come macchie solari, cicatrici, vene varicose, ma anche strabismo e cellulite. Sicuramente, negli ultimi anni l’uso più frequente dei laser estetici riguarda la depilazione, secondo il rapporto ISAPS nel 2016 sarebbero 1.146.523 le persone che si sono sottoposte a trattamenti depilatori con laser e luce pulsata. Il successo di questa tecnologia è sicuramente dovuto alla poca invasività e alla quantità di trattamenti possibili.

*Video ceduto dal Centro Medico Keiron

Cos’è la laserterapia

La parola laser è in realtà l’abbreviazione di "light amplified by stimulated emission of radiation", che tradotto significa letteralmente “amplificazione luminosa provocata dall'emissione stimolata di radiazioni elettromagnetiche”. Si tratta di una tecnologia di ultima generazione che grazie a sofisticate apparecchiature permette di generare energia sottoforma di raggi luminosi monocromatici ad alta frequenza. Le caratteristiche del raggio laser sono molte e dipendono dal tipo di generatore utilizzato che permette di cambiare la lunghezza d’onda, la luminosità, la potenza e l’andamento rettilineo del fascio di luce producendo effetti di volta in volta differenti, come spiegato dal Dott. Francesco Paparo.

I numerosi utilizzi del laser trovano applicazione nel trattamento di diversi tipi di inestetismi e patologie, grazie alla capacità di rigenerare i tessuti e ad altri effetti terapeutici. Il Gruppo Veneto Diagnostica e Riabilitazione enumera tra i principali benefici del laser i seguenti:

  • Permette la rigenerazione dei tessuti, probabilmente la causa di maggior utilizzo estetico è data dall’azione biostimolatore dei tessuti molli
  • Agisce come un analgesico, trovando largo uso nelle terapie del dolore
  • Ha un’azione antinfiammatoria delle articolazioni e dei tessuti muscolari
  • Indicato per il trattamento di problemi del sistema venoso e linfatico grazie all’azione vasodilatatrice che permette di stimolare la circolazione periferica.
  • Indicato per trattare edemi grazie all’aumento del flusso sanguigno derivante dalla vasodilatazione.
Trattamento dell'acne con laserterapia

Chi è il candidato ideale per la laserterapia?

Le terapie laser non hanno particolari controindicazioni, per cui come per tutti i trattamenti estetici è indicata per soggetti che godano di un buon stato di salute. Le motivazioni che possono portare all’utilizzo di una terapia laser sono differenti ed è sempre consigliabile seguire le prescrizioni del medico che effettuerà il trattamento per ridurre al minimo i rischi.

Il centro Modus ricorda che il laser è sconsigliato alle donne in gravidanza, ai soggetti epilettici e ai portatori di pacemaker, è dunque sempre consigliabile una valutazione medica prima di sottoporsi trattamenti di laserterapia.

Esempio di trattamento cutaneo laser

*Immagine ceduta dal Dr. Luca Cravero

A chi rivolgersi per effettuare una laserterapia?

Il termine laserterapia è estremamente generico perchè racchiude varie tipologie di trattamento che possono essere di tipo curativo o esclusivamente estetico. A seconda del tipo di trattamento a cui ci si vuole sottoporre bisognerà rivolgersi a un diverso specialista. Come per ogni tipo di trattamento medico o chirurgico la scelta del medico è di fondamentale importanza, innanzitutto affidarsi all’anagrafe FNOMCeO per verificare che il vostro dottore sia iscritto regolarmente all’Albo dei Medici Chirurghi, qui è anche possibile consultare i suoi principali titoli di studio e specializzazioni. Ascoltare pareri differenti può essere utile per potersi orientare verso una scelta definitiva, puoi prenotare delle visite conoscitive e utilizzare il nostro forum per chiedere i pareri di altri utenti che hanno effettuato una terapia laser simile alla tua.

Trattamento della cellulite con laser

*Immagine ceduta dalla Dott.ssa Sara Russo

Come avviene la prima visita?

La prima visita è di fondamentale importanza per instaurare un buon rapporto di fiducia con il tuo medico, quindi non esitare ad esporre tutti i tuoi dubbi e le curiosità sul trattamento. Il medico risponderà indicandoti il laser più indicato alla tua problematica, puoi chiedere di vedere il macchinario e l’ambulatorio dove si svolgerà il trattamento. Parlare chiaramente dei risultati sperati con il tuo dottore sarà di aiuto per non creare illusioni o false speranze, è bene sapere dal medico quali possono essere gli obiettivi raggiunti ed eventualmente se sia possibile intervenire più volte per eventuali ritocchi.

Il medico effettuerà un anamnesi del soggetto per escludere patologie gravi e potrebbe richiederti di effettuare degli esami specifici qualora lo ritenesse necessario.

Trattamento braccia con laserterapia

*Immagine ceduta da HS Care

Come si realizza una laserterapia?

I trattamenti laser hanno durata variabile, il numero di sedute varia in base al tipo al tipo di procedura e in base alle caratteristiche fisiologiche del soggetto, in genere si impiegano dai 30 ai 120 minuti per una seduta completa.

Le tecniche laser sono conosciute per essere poco invasive e dolorose, tuttavia prima di cominciare la seduta il medico potrebbe decidere di applicare un prodotto topico anestetizzante sull’area da trattare per assicurare il massimo confort del paziente. Una volta fatto stendere il paziente sul lettino, gli verrà chiesto di indossare degli occhialini protettivi che servono per proteggere la retina ed evitare un danneggiamento delle membrane oculari, come ricordato dal Gruppo Veneto Diagnostica e Riabilitazione. Il medico appoggia l’applicatore laser sulla parte da trattare, la luce emessa provocherà un surriscaldamento della membrana trattata, per cui il paziente potrebbe avvertire un leggero formicolio o un bruciore appena percepibile. La procedura è di breve durata e viene svolta in ambulatorio, al termine il paziente può tornare alle sue attività giornaliere senza problemi.

Come prepararsi alla laserterapia

Le terapie con laser hanno il vantaggio di non essere invasive e sono generalmente di breve durata. Per prepararsi correttamente all’operazione è bene seguire alla lettera le indicazioni del medico. Per poter facilmente individuare le zone da trattare il tuo dottore potrebbe prescrivere un’ecografia e altri esami specifici. Prima di presentarsi alla seduta detergi bene la zona, utilizzando saponi poco aggressivi, nel caso in cui sia necessario radere la zona, ti consigliamo di effettuare questa operazione alcuni giorni prima in modo da evitare fastidiose irritazioni della cute.

Il gruppo Veneto Diagnostica e Riabilitazione sconsiglia l’assunzione di fotosensibilizzatori e l’utilizzo di creme e olii abbronzanti nei giorni precedenti. I raggi UV andranno evitati sia prima che dopo il trattamento laser.

Laser viso

Convalescenza e rischi della laserterapia

Una volta terminato il trattamento non è previsto il ricovero, il paziente potrà tornare a casa e riprendere normalmente le sue attività, prestando molta attenzione ad evitare l’esposizione alla luce solare. La zona trattata potrebbe apparire rossa e gonfia e causare un leggero prurito, è del tutto normale! L’ISAPS consiglia di detergere la pelle con soluzione fisiologica per alleviare il fastidio, e di applicare prodotti topici protettivi, qualora fossero stati indicati dal medico. Se la zona trattata è sul volto o in una zona visibile che potrebbe creare disagio, è possibile coprirla con dei prodotti cosmetici coprenti, come creme colorate, fondotinta e BB Cream, meglio scegliere prodotti contenenti fattori di protezione solare. È in generale consigliata l’applicazione di creme solari ad alta protezione per proteggere la zona dai raggi ultravioletti.

Per quanto riguarda i rischi correlati a questi trattamenti sono essi abbastanza rari e potrebbero riguardare casi di iperpigmentazione o ipopigmentazione della pelle, così come arrossamenti e irritazioni di entità per lo più trascurabile.

Eliminazione cicatrici con trattamento laser

*Immagine ceduta da StudioMed Medicina Estetica

Risultati attesi

La terapia laser presenta numerosi vantaggi, tra cui sicuramente l’essere poco invasiva e quasi indolore, inoltre permette una azione mirata andando a trattare esclusivamente la parte interessata senza danneggiare i tessuti circostanti. Infine non presenta particolari controindicazioni o effetti collaterali e permette al paziente di tornare immediatamente alle sue attività senza dover attendere lunghi periodi di recupero.

I risultati sono visibili sin dalle prime sedute, sebbene è consigliabile portare a termine l’intero ciclo e attendere un riassestamento della cute (eliminazione del rossore e del gonfiore, caduta delle croste) prima di poter fare una stima definitiva dei risultati raggiunti.

Eliminazione macchie solari con laser

*Immagine ceduta dal Dottor Luigi Petti

Tipologie di Trattamenti con laser

La tecnologia laser è oggi utilizzata in vari campi della medicina, proprio grazie alla sua versatilità, vediamo quali sono i trattamenti più richiesti:

  • Ringiovanimento Laser della pelle, il suo uso in dermatologia è sicuramente uno dei più diffusi. Il calore sprigionato dal fascio luminoso permette la biostimolazione delle cellule che producono collagene dando alla pelle un aspetto più fresco e rilassato, è uno dei trattamenti antiage più richiesti.
  • Correzione di macchie della pelle, cuperose e imperfezioni cutanee, il Dott. Massimo Morelli ci spiega che il laser più utilizzato per questo scopo è il laser Frazionato Micro-Ablativo CO2. Questo apparecchio di sofisticata tecnologia unisce i benefici del laser e della Radiofrequenza, il primo ha un’azione micro ablativa che permette la rigenerazione cellulare e innesca il processo di produzione del collagene, le radio frequenze permettono di realizzare un micro massaggio liftante che contrae il collagene a grandi profondità.
  • Epilazione laser, il beneficio del laser è dato dalla possibilità di attaccare il bulbo pilifero senza danneggiare i tessuti circostanti. In questo modo l’effetto depilatorio è definitivo, il trattamento inoltre permette di combattere la fastidiosa follicolite, un’infiammazione dei bulbi piliferi molto diffusa. La Dott.ssa Francesca de Angelis ci dice che le principali cause sono da attribuire ai tradizionali metodi di depilazione come ceretta e rasoio, l’azione del laser è in grado di aiutare la pelle a ripristinare il suo stato di salute.
  • Eliminazione tatuaggi, anche questo trattamento rientra nella top 5 dei più richiesti, spesso si desidera rimuovere un vecchio tatuaggio o correggerne alcuni parti per poter nuovamente tatuare la zona, a questo proposito le tecnologie laser sono di grande aiuto. Il Dott. ALFIO SCALISI ci spiega che i laser più indicati in questo caso sono i Q-switched di ultima generazione. Il raggio laser è in grado di frazionare i pigmenti colorati del tatuaggio in particelle così piccole che vengono poi eliminate dai macrofagi, le cellule spazzino del nostro organismo.
  • Eliminazione cicatrici, particolarmente indicato per la cura delle cicatrici grazie alle capacità micro ablative. La Dott.ssa Francesca de Angelis dice che è indicato sia per favorire la cicatrizzazione di ferite, sia per migliorare la qualità dei keloidi.
  • Eliminazione di capillari e vene varicose, il laser endovenoso permette l’occlusione della vena safena, riducendo notevolmente il diametro delle varici.
  • Miglioramento degli inestetismi della cellulite, grazie alle moderne tecniche di laserlipolisi è possibile sciogliere il grasso sottocutaneo sfruttando il calore del laser che è in grado di rompere le membrane delle cellule adipose permettendone lo scioglimento.
  • Correzione dello strabismo e della miopia, negli ultimi anni il laser ha guadagnato un posto d’onore tra le terapie oculistiche, in particolare per trattare casi di miopia e correzione di strabismo.
Miglioramento del tono della pelle con laser

*Immagine ceduta da LaCLINIQUE of Switzerland®

Altri utilizzi della laserterapia

Oltre ai trattamenti estetici le apparecchiature laser risultano molto utili per il trattamento di altre patologie, vediamo le principali:

  • Patologie osteoarticolari, il laser è in grado di ridurre l’infiammazione e alleviare notevolmente il dolore, ritardando così il decorso della disabilità funzionale, come spiegato da ASV Asalaser
  • Tendinopatie, sono molto comuni nei soggetti che praticano sport, il laser permette di minimizzare il dolore fisico e agevola il recupero.
  • Patologie Neuromuscolari, spesso utilizzato per trattare esiti di infortuni sportivi o problematiche relative alla zona cervicale e lombare.
  • Edemi ed ematomi, l’azione vasodilatatrice del laser permette di drenare i tessuti eliminando eventuali edemi grazie all’attivazione del microcircolo.
  • Danni dei tessuti molli, la laser terapia agevola la rinnovazione dei tessuti tramite la biostimolazione delle cellule e la produzione di collagene.
Laser terapia per il volto

Tipologie di laser

In medicina vengono utilizzate diverse tipologie di laser a seconda del trattamento da effettuare, le principali tipologie sono:

  • Laser CO2, raggio che agisce sulla componente idrica delle cellule grazie all’azione combinata con anidride carbonica. Indicato per ringiovanimento facciale, peeling, eliminazione rughe, trattamento di condilomi e cheratosi.
  • Laser KPT, utilizzato per il trattamento di varici e capillari sfrutta il calore per provocare la coagulazione del vaso sanguigno fino al suo completo assorbimento.
  • Laser nd-Yag particolarmente indicato per il trattamento dei capillari, permette di attenuare l’antiestetico colore rosso bluastro.
  • Laser Q-Switch, esistono vari tipi di laser Q - Switch sono utilizzati per eliminare i pigmenti colorati come nel caso della rimozione di un tatuaggio.
  • Laser a diodi, consigliati per trattare couperose, capillari profondi, e per la depilazione permanente.
  • Laser Erbium ad azione ablativa, particolarmente utilizzata per combattere l’invecchiamento cutaneo e il trattamento delle rughe superficiali.
  • Dye Laser, agisce esclusivamente sul colore rosso, è consigliato quindi per capillari, rosacea, ma anche angiomi e cicatrici.
  • Laser Alexandrite, il raggio luminoso di colore rosso agisce a contatto con la melanina, è dunque consigliato per tutti i casi di iperpigmentazione come le macchie della pelle.
  • Luce pulsata, una delle tecnologie laser più versatili, utile per la depilazione, iperpigmentazioni, rosacee e ringiovanimento cutaneo.

Dubbi e domande frequenti

  • È possibile effettuare una laser terapia se si soffre di ipertiroidismo? Le malattie della tiroide non costituiscono di per sé un fattore limitante, è solo necessario accertarsi di non assumere farmaci fotosensibilizzanti, come il cortisone, che potrebbero causare discromie cutanee. Dr. Luca Apollini
  • Si può rimuovere un angioma stellato con il trattamento laser? Si, per queste neoformazioni si consiglia il laser co2 980 mm oppure il Nd-yag, che minimizzano gli esiti cicatriziali. Dott.ssa Maria di Domenico
  • I laser sono utili per combattere la dermatite seborroica del cuoio capelluto? No, i benefici della fototerapia a LED riguardano la stimolazione della crescita dei capelli, ma non migliorano i casi di dermatite seborroica. Dott. Stefano Veglio
  • È possibile cambiare colore degli occhi grazie al laser? Queste tecniche sono allo stadio sperimentale, consistono nell’inserimento di una lente permanente colorata.  Al momento non è possibile effettuare questo intervento perché non sono ancora noti i benefici e i rischi correlati. Studio medico BiospheraMed
  • È possibile utilizzare il trattamento laser su una cicatrice recente? In realtà il trattamento laser ha più efficacia su delle cicatrici fresche di colore rosa/rosso, che su una cicatrice vecchia che risulta più difficile da appianare. Dott. Alberto Oddo

Testimonianze

Ho fatto un ciclo di laser per eliminare i segni dell'acne. Risultati: 70% di cicatrici in meno, macchie scomparse, pelle diciamo liscia e non più butterata!! Che dirvi... Sono soddisfatta di averlo fatto!

Franceskat - Montegranaro, Fermo

Ho rimosso il tatuaggio alle sopracciglia in poche sedute, è stato molto doloroso ma ne è valsa la pena!

Sofia2901 - Milano (Città), Milano

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."