Dopo gli studi in giornalismo digitale si è specializzata nella redazione di articoli su Salute e Medicina, dal 2014 scrive di moda, bellezza e chirurgia plastica.

Navigazione

  • Seno e perdita di tonicità
  • Cause e prevenzione
  • Trattamenti
  • Bibiliografia

Seno e perdita di tonicità

Con il passare degli anni i tessuti connettivi del seno perdono la loro tenuta e integrità, ma quando si parla di chirurgia estetica si può trovare una soluzione per tutto. In questo caso le soluzioni sono tutte chirurgiche, ma i risultati sono definitivi e possono portare a un netto miglioramento sia dal punto di vista psicologico che fisico, restituendo sia la tonicità che il volume persi.

seno cadente

Cause e prevenzione

Le cause principali di questo inestetismo sono tre:

  • invecchiamento
  • gravidanza
  • allattamento

Età, allattamento e anche significative alterazioni del peso possono molto spesso avere ripercussioni visibili sull’aspetto del seno, dandogli una parvenza svuotata e cadente. Normalmente è il polo superiore della mammella a risultare più vuoto rispetto a quello inferiore, e anche i capezzoli possono sembrare più in basso rispetto alla loro posizione originale.

Purtroppo non c’è molto che si possa fare dal punto di vista della prevenzione, perché tutti i fattori che determinano la caduta del seno (o in termini più precisi la ptosi mammaria) sono totalmente naturali e normali nel ciclo di vita di una donna, quindi è molto facile che indipendentemente dalle buone abitudini si possa soffrire per questo problema. L’unica cosa che pare possa avere un effetto benefico a questo proposito è l’uso del reggiseno. Infatti, sembrerebbe che non utilizzandolo il processo che porta alla sua discesa venga favorito e accelerato. Per quanto riguarda lo sport, invece, bisogna sfatare il mito secondo il quale fare esercizi per i muscoli pettorali possa aiutarlo a rimanere più alto e sodo nel tempo.

seno e ptosi mammaria

Trattamenti

  • Mastopessi: si tratta sostanzialmente di un lifting del seno attraverso il quale si rimodella e rassoda la pelle e si elimina quella in eccesso, per fornire una migliore forma alla mammella e riposizionare i capezzoli. Esistono tre tecniche tradizionali di sollevamento del seno, con nomi che riflettono la forma dell'incisione: round block (periareolare), buco della serratura, ad ancora. La scelta della tecnica dipenderà dalla gravità del cedimento (ptosi). L'intervento di sollevamento del seno viene eseguito in anestesia generale e la paziente viene dimessa in giornata. Il riposo post operatorio ha una durata di almeno 5-7 giorni, trascorsi i quali la paziente può riprendere anche le attività lavorative, sempre che non richiedano uno sforzo fisico. Il risultato è immediato, ma il gonfiore post operatorio potrebbe richiedere fino a 1 anno per riassorbirsi completamente, quindi il risultato finale potrà essere giudicato al meglio dopo alcuni mesi. Come i risultati, anche le cicatrici sono permanenti, ma seguendo le cure indicate dal proprio chirurgo spariranno piano piano nel tempo, fino a diventare sempre meno evidenti. In alcuni casi la mastopessi può essere abbinata a una mastoplastica riduttiva, per togliere il volume in eccesso, specialmente nella parte superiore del seno o in quei casi in cui la paziente sente che il proprio seno è troppo grande e questo le crea sconforto e scomodità.
  • Mastopessi con protesi: è lo stesso intervento descritto nel precedente paragrafo, ma con la differenza che prevede anche l’aggiunta di protesi mammarie, per questo si parla di mastopessi additiva. Infatti, con questo intervento il seno viene sollevato tramite le stesse incisioni di una normale mastopessi (round block, a serratura o ad ancora) e poi si inseriscono le protesi in silicone. Procedura, post operatorio e risultati sono quindi simili alla mastopessi senza protesi. Può essere un'opzione migliore per tutte quelle pazienti che hanno bisogno sia di sollevare il seno che di recuperare la rotondità e il volume perso ed è indicato soprattutto nei casi in cui c’è sufficiente tessuto mammario per poter ospitare le protesi e dargli proiezione. Le protesi contengono al loro interno silicone o soluzione salina e vengono posizionate o sopra il muscolo o sotto il muscolo. La dimensione viene scelta dalla paziente insieme al suo chirurgo, il quale valuterà la dimensione del torace per consigliare la taglia più adatta.
  • Lipofilling: con questo intervento si effettua un trasferimento di grasso autologo nel tessuto mammario, perció prevede la realizzazione di una liposuzione per poter raccogliere il grasso da una diversa zona del corpo prima che venga purificato e iniettato nel seno. Questa procedura è consigliata soprattutto alle pazienti che cercano risultati più modesti, in quanto l’aumento ottenuto è di circa una taglia e mezza. Il lipofilling in sé non solleva il seno cadente né migliora l'aspetto della pelle “svuotata”, perció è spesso necessario combinare il trasferimento di grasso con un lifting del seno per avere un risultato ottimale, per questo motivo è una tecnica impiegata soprattutto per le donne che possiedono una buona elasticità e tonicità cutanea. Le incisioni e le cicatrici sono minime rispetto alle tecniche viste in precedenza. Durante il post operatorio si potrebbe notare un po 'di gonfiore ed edema al seno, ma la degenza non è lunga, tanto che la maggior parte delle persone può torna a lavorare già dopo una settimana. In termini di aumento del seno il risultato può essere meno prevedibile rispetto all’intervento con protesi, perché non tutto il tessuto adiposo trasferito attecchisce nei tessuti: dopo un anno dall’intervento rimarrà dal 50% al 70% del grasso innestato. In caso di perdita di peso potrebbe succedere che anche il seno perda volume, quindi è importante mantenere il controllo della forma fisica dopo l’intervento.

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."