Chiedi al dottore Risolvi i tuoi dubbi!

Incertezze post rinoplastica: asimmetria della punta e callo osseo

antonio_87 · Salerno (Città) · Creazione: 31 mag 2019 · Aggiornamento: 7 giu 2019

Salve, poco più di 7 mesi fa mi sono sottoposto ad un intervento di rinoplastica per rimediare ad una evidente deviazione del setto nasale, che mi comportava difficoltà respiratorie. L'operazione si è basata, oltre che sulla deviazione del setto, anche su ipertrofia dei turbinati e sulle deformità della piramide. A distanza di tempo le perplessità non sono poche. Da un punto di vista prettamente funzionale, la respirazione sembra essere migliorata, in quanto dalla narice che in precedenza era del tutto chiusa, oggi confluisce tranquillamente aria, anche se non ancora a piena efficienza. Forti dubbi mi sorgono per quanto concerne la punta. Premetto che sento il naso ancora molto gonfio, ma la mia paura è che la punta possa rimanere storta nonostante con il tempo vada sempre più a diminuire il gonfiore. Inoltre al centro del setto si è formata dopo pochi mesi dall'intervento, una sorta di pallina, che fortunatamente non è visibile esternamente, ma solo al tatto. Ho letto che potrebbe trattarsi di un callo osseo o al limite di una cicatrizzazione che con il tempo potrebbe andare via da sola. Ad ogni modo temo di dover rimediare al tutto con un secondo intervento. Sono consapevole che i risultati definitivi si ottengono a distanza di almeno un anno e che sette mesi posso essere pochi. Vorrei avere un consiglio su cosa pensare in merito. Se può essere utile intervenire con delle infiltrazioni per diminuire il gonfiore, dato che la punta del naso risulta essere ancora molto dura e troppo tondeggiante, o se farmi visitare semplicemente dal chirurgo che mi ha operato, o anche da altro, per verificare se la situazione possa migliorare o se irreversibile. Grazie in anticipo a chi risponderà. Cordiali saluti, Antonio

9 Risposte

Tutte le risposte a questa domanda sono di dottori reali
  • La Clinica Dei Nasi

    Miglior risposta
    4 giu 2019 ·

    1249 Risposte

    Un naso con pelle spessa come il suo richiede anche 18 mesi prima che si sgonfi del tutto; in ogni caso lo spessore cutaneo aumenta dopo la rinoplastica e si può avere anche una leggera asimmetria della punta presente in oltre il 50% dei casi, come ben sanno gli esperti. Gli esperti sanno anche che le foto ravvicinate con selfie come quella che lei mostra distorcono la immagine ed amplificano microdifetti come il suo, creando psicosi nei confronti di dettagli insignificanti.

  • Dr. Ignazio Sapuppo

    7 giu 2019 ·

    15843 Risposte

    Le consiglio di attendere e poi valuterà il risultato definitivo.

  • Dr. Rodolfo Eccellente

    5 giu 2019 ·

    2903 Risposte

    Sembra un buon risultato considerando il punto di partenza. La respirazione è migliorata. L'estetica è migliorata. La forte deviazione ridotta. Ne parli con il suo chirurgo

  • Dott. Cristiano Biagi

    4 giu 2019 ·

    2758 Risposte

    Salve,
    salla foto si può dire soltanto quanto già specificato dai Colleghi: la cute spessa e grassa richiede più tempo per asciugarsi.
    Poi, dopo 12-16 mesi, potrà valutare con il suo chirurgo eventuali ritocchi della punta.
    Saluti

  • Prof. Michele Roberto

    4 giu 2019 ·

    1146 Risposte

    La pelle molto spessa e grassa, quindi per il risultato finale dovrà aspettare ancora. Dopo un anno torni dal suo chirurgo che sa come è intervenuto e forse con un piccolo ritocco, spesso presente in questo tipo di operazione, potrà risolvere qualunque imperfezione. Saluti

  • Gentile paziente,
    la foto è poco esplicativa. Le consigliamo di attendere almeno un anno dall'intervento e quindi di valutare insieme al suo chirurgo l'eventuale necessità di un ritocco a livello della punta.
    Cordialmente Equipe Medica CENTRO GENESY

  • Dr. Alberto Peroni Ranchet

    3 giu 2019 ·

    11851 Risposte

    dalla foto si vede una pelle sulla punta molto grassa, per cui dovrà attendere ancora prima del risultato definitivo. potrebbe fare infiltrazioni con kenacort per accelerare. Dr.Peroni Ranchet

  • Dott. Massimiliano Calabrò

    3 giu 2019 ·

    1 Risposta

    Buongiorno Antonio, il mio consiglio è quello di attendere la completa guarigione. La presenza di edema post operatorio non permette infatti di giudicare gli esiti dell'intervento.
    Dott. Massimiliano Calabro

  • Dott. Marco Gerardi

    3 giu 2019 ·

    3369 Risposte

    La foto per quanto da Lei gentilmente inviata non rende giustizia in quanto troppo incentrata sul naso invece deve vedersi tutto il volto per stabilire le esatte proporzioni. Effettivamente si nota la punta ridondante e latero deviata. Cosa le ha detto il collega.
    Cordialmente grazie
    Dott Marco Gerardi

Le informazioni contenute in Guidaestetica.it non possono sostituire in nessun caso la relazione tra medico e paziente. Guidaestetica.it non difende un prodotto o servizio commerciale.