Effetti iniezioni corticosteroidi

Andrea101010
16 gen 2023 · Ultima risposta: 19 gen 2023

Buongiorno , Volevo chiedervi gentilmente le seguenti informazioni relativamente all’iniezione di corticosteroidi in cicatrici ipertrofiche/cheloidi: 1) l’iniezione comporta il solo abbassamento della cicatrice o anche il suo schiarimento? 2) ci sono differenze d’azione tra specifico farmaco (ad esempio kenacort e lidodepromedrol)? 3) dopo quanti giorni generalmente sono visibili gli effetti delle iniezioni? 4) quali sono gli effetti collaterali sulla pelle (reversibili e meno) e indicativamente c’è un numero massimo di iniezioni oltre il quale non si può proseguire? Grazie mille!

Annuncio

Risposte (5)

Tutte le risposte a questa domanda sono di dottori reali
Premium
Salve!Le iniezioni vanno distanziate almeno di un mese,non ci sono importanti differenze fra i due farmaci,gli effetti si vedono in media dopo le prime due sedute,il numero delle sedute ,dipende dal tipo di cicatrice e dalle risposta alle prime infiltrazioni.
Premium
Roma · 17 gen 2023
A parte che le infiltrazioni vanno eseguite da mano esperta ogni 20 giorni, è possibile che bisogna anche ripeterle a lungo per spianare la cicatrice è schiarirla. Può essere utile anche qualche seduta di Dye laser, comunque i tempi sono lunghi e le infiltrazioni debbono essere ripetute molte volte.
Premium
6 sedi di Locarno, Lugano, Milano... · 17 gen 2023
Buongiorno,
normalmente, verificata l'indicazione corretta al trattamento con corticosteroidi, queste hanno una frequenza di 30/45 giorni fatta salva la valutazione dello specialista.
Un altro trattamento estremamente efficace che stiamo utilizzando ultimamente sono le infiltrazioni con cellule staminali mesenchimali, che al contrario del cortisone, non hanno alcuna controindicazione.
Restiamo a sua disposizione se desidera ulteriori informazioni.
Cordiali saluti.
LaCLINIQUE of Switzerland
Roma · 17 gen 2023
Sia spianamento che schiarimento della cicatrice. Gli effetti sono visibili dopo poco dal trattamento. Gli effetti collaterali sono l'atrofia della cicatrice e per questo il trattamento va eseguito dopo almeno 1 mese dal precedente, fino a quando è necessario.
Dott. Gennaro D'Orsi
Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica
Premium
3 sedi di Bologna, Forlì-Cesena, Ravenna... · 17 gen 2023
Le iniezioni di cortisone si effettuano essenzialmente su cicatrici francamente cheloidee. Dovrebbero essere effettuate a distanza di circa almeno 20-30 giorni, dopo, ovviamente, avere accertato la necessità di ripetere il trattamento; prima di allora l'azione del farmaco può non essere ancora completa e una nuova iniezione può creare ulteriori danni, quali l'estremo assottigliamento dei tessuti. L'obiettivo delle iniezioni di cortisone è quello di "spegnere" l'infiammazione della cicatrice cheloidea, arrivando a rendere più piatta e chiara la cicatrice anomala stessa e finché non si è giunti a tale miglioramento con la certezza, ovviamente, di non fare danni, si può continuare con le iniezioni periodiche.
Annuncio

Cerca più domande

Domande simili:

Cicatrici
7 Risposte, Ultima risposta: 20 set 2022
Cicatrici
6 Risposte, Ultima risposta: 5 ott 2022
Rinoplastica
33 Risposte, Ultima risposta: 8 mag 2018
Filler
11 Risposte, Ultima risposta: 9 dic 2022
Liposcultura
6 Risposte, Ultima risposta: 10 mar 2017
Cellulite
8 Risposte, Ultima risposta: 17 lug 2019
Gluteoplastica
50 Risposte, Ultima risposta: 10 lug 2018
Rinoplastica
8 Risposte, Ultima risposta: 15 feb 2022
Acne
7 Risposte, Ultima risposta: 31 gen 2020
Rinoplastica
8 Risposte, Ultima risposta: 26 giu 2016

Le informazioni contenute in Guidaestetica.it non possono sostituire in nessun caso la relazione tra medico e paziente. Guidaestetica.it non difende un prodotto o servizio commerciale.

Consiglia il paziente