Rinoplastica - convalescenza PersaicoPit · Ieri

Intervento di rinoplastica, la narice sinistra continua a perdere sangue, il tutto accompagnato da giramenti di testa vari... Cosa posso fare? Può essere qualche problema dovuto all’intervento o a qualche mio errore?

Dr Luca Zattoni

Miglior risposta

Se ha un sanguinamento attivo le consiglio di contattare al più presto il suo chirurgo.

6 Risposte leggi di più

Salve, sono una ragazza di 30 anni ed ho ricorso a 2 interventi di rinoplastica a distanza di 1 anno l'uno dall'altro, uno a marzo dell'anno scorso e l'altro ad aprile di quest'anno, sempre con lo stesso chirurgo che è stato molto disponibile ed in realtà anche abbastanza presente. Ero contentissima di ri-operarmi perché pensavo sarebbe stata la volta buona ma purtroppo anche questa volta non sono per niente soddisfatta. Ho un naso a forma piramidale, con un osso e una base piuttosto larghi e, per non farci mancare nulla, anche la punta è importante. Prima di entrambi gli interventi sono stata molto chiara su ciò che volevo... Avrei voluto che lavorasse sull'osso, che abbassasse un po' il dorso e che assottigliasse la punta, in altre parole avrei voluto un naso più piccolo! Di tutto ciò il cambiamento è quasi impercettibile. L'unica cosa visibile è l'assottigliamento delle cartilagini alari. Per non parlare della columella che scende verso il basso assumendo la forma di una rondine che si accentua quando sorrido... Era ed è così! Il chirurgo è intervenuto con una rinoplastica chiusa che, a questo punto azzarderei dire, non gli ha consentito di capire effettivamente quanta cartilagine eliminare e quanto ridurre l'osso. Di fatto ad oggi mi ritrovo, a distanza di 3 mesi dal secondo intervento, con questo naso ancora importante e a pensare ad una rinoplastica terziaria. Capisco che il risultato finale si vede solo dopo un anno, ma già subito dopo l'intervento suppongo debba notarsi la differenza. Io dopo il primo mi sono accorta subito che il risultato non era quello che desideravo e purtroppo si è verificato anche questa volta. Mi ha addirittura consigliato di non dimagrire per evitare che si riaccentui il naso. Ma è possibile consigliare una cosa del genere dopo 2 interventi di rinoplastica? Ciò che vorrei sapere da un esperto è: 1) è vero che non è possibile lavorare molto sull'osso in quanto essendo struttura portante dell'intero naso rischia di cedere? 2) tra quanto potrei risottopormi ad un nuovo intervento di rinoplastica? 3) ci sono controindicazioni a ricorrere ad una rinoplastica terziaria dopo aver subito già 2 interventi? 4) esistono proiezioni in 3D per capire il risultato finale di un intervento che rispecchi il più possibile quello reale?

senza una visita non è possibile dare un consiglio saluti nicola catania

7 Risposte leggi di più

Allego foto. A fronte delle mie perplessità sull'irregolarità del profilo, il dottore che mi ha operato, dopo aver visto qualche foto che gli ho inviato, mi ha risposto che la guarigione è ancora in corso e che effettuerà visita di controllo dopo l'anno. Chiedo cortesemente Vostro parere.

bisogna poter capire se la leggera gobba è dovuta a gonfiore o ad altro motivo, per cui occorre una visita a Como per una valutazione precisa. Dr.Peroni Ranchet

7 Risposte leggi di più

Salve, ho effettuato una rinoplastica 10 mesi fa. Premetto che so che i tempi sono lunghi e devo portare pazienza... e ne sto portando!! Ma vorrei togliermi un dubbio che non mi fa vivere molto bene questa attesa. Il mio naso, sul lato destro presenta una sorta di “incavatura”, e non riesco a capire se è dovuto al gonfiore della punta oppure è un collasso della piramide... il mio chirurgo non mi ha detto nulla ma solo di aspettare ma, ansiosa come sono, questo mi tormenta. È un difetto diciamo che si è presentato da subito e pensavo che con il tempo sarebbe andato via... allego una foto. Grazie in anticipo

in effetti la foto mostra una situazione anomala da valutare direttamente. Dr. Peroni Ranchet

9 Risposte leggi di più

Gentili medici, dovrei effettuare una rinoplastica fra pochi mesi. Premetto di non essere mai stata un soggetto ansioso e di non aver mai espresso timore nei confronti di un ipotetico intervento o trattamento finché la scorsa settimana purtroppo sono stata inconsciamente condizionata da una triste vicenda che ha coinvolto una mia coetanea e conoscente. Una ragazza di 21 anni è deceduta in seguito ad un intervento di rinoplastica. Le cause di morte secondo quanto riferito dal chirurgo sono da attribuire ad un arresto cardiaco intraoperatorio scatenato dall'anestesia generale. Elemento non meno significativo è stata l'assenza di una sala di rianimazione all'interno della clinica privata. Dopo una settimana di coma l'epilogo è stato il seguente. Pensando anche ad un ipotetico successo della Rianimazione solo 2 pazienti su 3 sono neurologicamente indenni. Ora l'incidenza media di arresti cardiaci durante l'intervento chirurgico dovuto ad ogni tipo di causa è 7,12/10.000 casi. Vengo al punto, prima di sottopormi a questo banale capriccio vorrei eseguire esami molto approfonditi, soprattutto rispetto alle possibili reazioni avverse all'anestesia generale. Esistono esami di questo tipo e attendibili? E se sì quali? Quale è il vostro pensiero rispetto la casistica riportata? Ringraziandovi per il vostro cortese supporto

Dott. Marco Gerardi

Miglior risposta

Gentilissima Signora in medicina a volte i libri, le regole e le consuetudini sono tutte messe di lato, può arrivare sempre il caso clinico deciso dal fato o da una serie di variabili imprevedibili, poco chiare anche se prevedibili. È ovvio che nessun intervento chirurgico o atto medico è scevro da rischio ad ogni azione corrisponde una reazione ug ... leggi di più

9 Risposte leggi di più

Salve a tutti, spiego brevemente la mia situazione. Sono stato operato per la prima volta 2 anni fa al setto nasale perchè non respiravo bene, risultato= negativo, respirazione peggiorata. A quel punto ero indeciso, dato che mi dovevo rioperare, non sapevo se fare solo il setto per la seconda volta o fare anche l’estetica. Ho scelto, dopo 1 anno di rifare per la seconda volta solo il setto, perché alcuni chirurghi plastici mi sconsigliarono l’estetica perché sostenevano che la rinoplastica è un intervento riduttivo( osteotomie) e cioè che riduce lo spazio nelle cavità nasali e che nonostante la contemporanea sistemazione del setto la respirazione non sarebbe mai andata al 100%. Ho sempre messo come prioritá la respirazione, non volevo compromessi tra estetica e funzionalitá e perciò decisi di rifare solo il setto (seconda volta) e il risultato a distanza di 1 anno è soddisfacente si respira bene! Ora, siccome ho ancora il desiderio di avere un bel naso senza gobba e punta rotonda, stavo pensando di fare questa volta una rinoplastica, però ho paura perchè si tratta comunque di un terzo intervento al naso e non vorrei che si possa rovinare il buon risultato ottenuto al setto grazie al secondo intervento. Ci sono alcuni chirurghi che mi hanno detto che è meglio non toccarlo più il naso e chi invece mi ha detto che non c’è problema ad intervenire una terza volta. C’è qualcuno che può darmi una risposta in totale sincerità? Ricordo che io sono stato operato 2 volte solo al setto, l’ultima volta con buoni risultati. Vorrei fare adesso la rinoplastica ma vorrei capire se si può fare o è controproducente! Non vorrei che per sistemare adesso l’estetica vado a rovinare il buon risultato precedentemente ottenuto al setto. Cosa ne pensate? Grazie per l’attenzione.

Dott. Sergio Delfino

Miglior risposta

Gentile signore, sicuramente la rimozione di una gobba dorsale e le conseguenti osteotomie basali, per ricostituire l'integrità della volta nasale, causano un modesto restringimento delle coane. Per tale motivo, molti chirurghi, in corso di una rinosettoplastica, provvedono ad eseguire anche una riduzione dei turbinati. Questo, in genere, compens ... leggi di più

11 Risposte leggi di più
Cosa cè in queste narici? d_onofrio · 30 giu 2019

Salve gentili dottori,dopo questa settorino terziaria in open..nelle mie narici..sembra che ci siano cresciute delle formazioni ossee. Oltre al fatto..che continuo a respirare malissimo e ho perso l'olfatto..ho la sensazione che questa formazione simil ossea..mi opprima entrambe le narici!1) Dalla foto che vi allego..mi sapreste dire se queste formazioni..sono una sublussazione settale? Oppure turbinati ipertrofici..cisti o polipi? Grazie per l'attenzione

impossibile rispondere: occorre una visita. Dr.Peroni Ranchet

10 Risposte leggi di più

Salve, a distanza di 24 giorni da una settorinoplastica mi ritrovo con le narici asimmetriche, una più grande dell'altra. Premetto che prima dell'intervento erano identiche. Potrebbe essere gonfiore? Sono avvilita.

Dott. Marco Gerardi

Miglior risposta

Ancora presto per valutazione, aspetti minimo tre mesi. Cordialmente grazie Dott Marco Gerardi

11 Risposte leggi di più

Ho eseguito una rinosettoplastica il 4 Giugno 2019, sono passati 14 giorni dopo l'intervento, avevo chiesto al chirurgo di togliermi solo il gibbo e mi aveva consigliato di ridurre leggermente anche un po’ la punta per avere più armonia, da quando mi ha tolto il gessetto il mio naso è diventato gonfissimo, guardandomi di fronte ho in naso gonfissimo tirato all insù che sembra il naso di un maiale, troppo proiettato all'insù, dal primo giorno che mi ha tolto il gessetto ad oggi c’è già un po’ di differenza piano piano ha iniziato a sgonfiarsi ma vedo la punta sempre molto molto gonfia e all'insù, non mi piace proprio, so che è ancora troppo presto, ma qualcuno mi può dire come mai ho la punta così gonfia? se scenderà piano piano e la punta del naso si sgonfierà? è normale che io mi veda il naso meno lungo, Sembra che si sia accorciato e tutto ora non riesco a sorridere, si riescono solo a vedere metà dei miei denti quando sorrido e ho l’arco dei denti superiore sensibile, sento anche che occhio sinistro sia un po’ strano ogni volta che lo chiudo e lo apro. Ditemi se è tutto nella norma, perché il mio chirurgo dice che è normalissimo, avendomi fratturato l’osso è normale che io abbia il centro del viso tuttora gonfio! Sono davvero terrorizzata all'idea di rimanere così!! se sapevo questo risultato non avrei fatto nessun intervento. grazie!!

Salve, chiunque faccia una rinoplastica, dopo qualche giorno dall’intervento, lamenta gonfiore e un risultato non proprio soddisfacente. Il consiglio è sempre lo stesso. Pazientate! I risultati definitivi si hanno dopo 6/8 mesi. Cordialmente, Dott. Manuel De Giovanni

10 Risposte leggi di più