Rinoplastica... Complicazioni Yleniadimaggio · 15 mag 2019

Vorrei operarmi ma inizio a leggere molti casi di 2 e 3 operazioni per riparare i danni della prima... Anche chi si è sottoposto alla rino dai migliori chirurghi... Quante sono le possibilità di una scesa della punta o di un asimmetria a distanza d tempo? Grazie

Dott. Carlo Magliocca

Miglior risposta

Zero possibilità se operata in maniera corretta. Mi creda!

6 Risposte leggi di più

Buonasera a tutti, Sono passati 7 mesi dal mio intervento ( rinoplastica della sola punta, pelle piuttosto spessa). Sono consapevole che a causa del mio tipo di pelle ci vorrà molto tempo affinché il naso si sgonfi però...ho notato che il naso è molto più gonfio adesso rispetto ai primi mesi post intervento. Non riesco a vedere margini di miglioramento, anzi, rispetto all’immediato post operatorio mi pare pure peggio. Può trattarsi di fibrosi? Se si, potrebbe essere utile procedere con le infiltrazioni di cortisone ? Purtroppo il mio chirurgo non è molto vicino e sicuramente appena possibile andrò a farmi visitare, non vorrei passasse troppo tempo e le infiltrazioni non servissero più a niente. Esiste un margine di tempo entro il quale sono efficaci? Vorrei avere un vostro parere perché comincio a farmi prendere dallo sconforto. Il dottore mi aveva sconsigliato i massaggi poiché secondo lui inutili. Io qualcuno l’ho fatto lo stesso però poi ho lasciato perdere. Qui avete le foto del pre e post intervento, di lato la situazione attuale a 7 mesi

bisognerebbe vederla per darle un parere e consigliasse vuole mi contatti pure visto che siamo vicini saluti nicola catania

3 Risposte leggi di più
Influenza prima di una rinoplastica? alessandroesposito_4 · 14 mag 2019

Salve, il 20 dovrei sottopormi ad un intervento di rinosettoplastica solo che mi sta venendo l’influenza, ho mal di gola e credo mi stia arrivando anche il raffreddore... ci saranno problemi? dovrò rimandare?

Ma certo che deve rimandare! Sarà poi il suo anestesista che deciderà se e quando intervenire. Sicurezza innanzitutto!

4 Risposte leggi di più

Buongiorno. Riguardando le foto della mia adolescenza, ho notato che fino a 14 anni avevo un naso perfettamente dritto e regolare. Ora, all'etá di 26 anni, mi rendo conto che il mio naso é profondamente mutato e che i cambiamenti sono iniziati proprio dall'etá di 14 anni. Ora il naso ha una gobba e una deviazione leggera del setto verso destra. Nel 2015 sono stato operato per ridurre l'ipertrofia dei turbinati, per rimuovere i polipi e la concha bullosa, anche se in origine era stato programmata una settoplastica. In fase operatoria il mio otorino ha tuttavia ritenuto opportuno non procede a settoplastica, reputando che la deviazione del setto non fosse tale da causare l'ostruzione nasale da me lamentata. Ora mi chiedo una cosa: é possibile che sul naso compaia una gobba durante l'etá dello sviluppo, anche se fino ai 14 anni il naso era perfetto? È quindi lo sviluppo a determinare la comparsa della gibbositá o ci sono altri motivi? Oltretutto non avevo alcuna deviazione del setto fino a quell'etá. Sará un caso, ma fino a quando il naso era perfetto io non soffrivo in modo cosí accentuato di ostruzione nasale. È vero, sono un soggetto allergico e soffro di rinite, ma finché il naso era dritto non avvertivo cosí tanto fastidio nella respirazione. Quindi in sintesi vorrei capire se il naso si modifica a causa dello sviluppo o se ci sono altri motivi. E se non si dovrebbe stortare con lo sviluppo, devo pensare che sia stata la deviazione del setto ad aver causato il gibbo? E la deviazione del setto é congenita o procurata? Spero di ricevere una risposta esaustiva ad ognuna di queste tre domande, perché sono quesiti che mi pongo da tempo e desidererei profondamente che qualcuno potesse fugare ogni mio dubbio e perplessità in merito. In attesa di una gentile risposta, porgo cordiali saluti. Claudio Bregoli Gaffurini

Il setto osteocartilagineo è deviato in oltre il 70% delle persone o più e risultata molto difficile trovare un setto perfettamente diritto ed in asse; la differenza si fa fra deviazioni settali ostruttive (che sono una minoranza e che vanno operate e non ostruttive , che non vanno operate). Tali deviazioni sono sia congenite che acquisite legate ... leggi di più

5 Risposte leggi di più
Rinoplastica o Rinofiller? bellatrix1019 · 13 mag 2019

In molti mi dicono che sottopormi ad un intervento di rinoplastica è rischioso, perché il risultato che potrei ottenere sarebbe peggiore di quello di partenza. Vorrei sapere quante possibilità ho di migliorare il mio naso e se mi conviene rischiare una rinoplastica anziché una rinofiller. Il mio obiettivo è quello di correggere la punta globosa cadente, e sistemare una leggere gobbetta.

Nel suo caso, anche se occorre una valutazione diretta, potrebbe essere più indicata una rinoplastica. Cordialmente Equipe Medica CENTRO GENESY

5 Risposte leggi di più

Salve dottori, ho esaurito una rimosettoplastica 9 mesi fa, sia funzionale che estetica.. nella punta da quanto so mi sono stati messi degli innesti per dargli forma, in quanto dopo il trauma subito era schiacciata. Volevo chiedere però, che stamattina mi sono alzata e mi sono soffiata il naso e ho sentito un dolore e un fastidio molto forte alla punta del naso in particolare sulla parte sinistra.. appena la toccavo mi scendevano quasi le lacrime. Questo dolore è passato poi in una decina di minuti anche se ancora sento un po’ di fastidio.. cosa potrebbe essere? Sono molto preoccupata è possibile che sia spostato qualche innesto? O che abbia ceduto?

Il risultato è ottimo, se si ripresenta la stessa sintomatologia consulti il suo chirurgo. Cordialmente Equipe Medica CENTRO GENESY

3 Risposte leggi di più

Carissimi dottori, circa 6 mesi fa mi sono sottoposta ad un intervento di rinosettoplastica. devo premettere che sono piuttosto soddisfatta della rinoplastica e rispetto a prima mi piace di più. La cosa che comincia a preoccuparmi pero é che da circa un mese ho notato che la narice destra va ad arrossarsi formando quasi una pallina che al tatto é davvero dura , sembra come se ci fosse uno spillo dentro duro. Si nota soprattutto frontalmente. mio avviso che di lato,i primi tempi pensavo che si dovesse ancora riassorbirsi completamente l'ematoma, ma ora mi chiedo se invece non si tratti di fibrosità o supratip come leggo in giro. io spero tanto si riassorbi ma non vorrei false illusioni perche sembra quasi un pezzettino duro interno. Auspico che le foto possano dare a voi e di conseguenza a me la chance di capirne di più e cosa eventualmente fare. grazie in anticipo

Il risultato per me è valido., si ricordi che la punta tende a essere "dura" e gonfia per svariati mesi dopo la rino. saluti

5 Risposte leggi di più

Ho eseguito più di un anno fa un intervento di rinoplastica ma non sono molto soddisfatta della punta. Per il momento però vorrei evitare un'altra operazione al naso e volevo fare il lip lift. Mi chiedevo, se facessi il lip lift adesso e in futuro ritoccassi il naso per intero o solo la punta, il risultato del primo verrebbe compromesso? Posto che non voglio alzare la punta, ma solo, eventualmente, assottigliarla

Salve. il lip lift serve per accorciare la distanza tra labbro superiore e columella ( naso); il permalip per aumentare il volume del labbro ( ciò provoca anche un certo avvicinamento del labbro al naso, ma in misura modesta); sono procedure che devono essere pianificate assieme ad una eventuale rino della punta. nessuna delle due tuttavia "abb ... leggi di più

4 Risposte leggi di più
Rinoplastica e riga sulla punta Queen2410 · 9 mag 2019

Sono 10 giorni che ho fatto l’in Di rinoplastica con tecnica open.. oggi mi ha tolto il gessetto e il cerotto che mi teneva la punta in alto e abbiamo notato che si è formata questa riga sulla pelle dovuta dal cerotto che in questo lato era più stretto ed infatti la narice era più chiusa rispetto all’altra!! Ora la mia domanda è... questa riga andrà via?? Devo far qualcosa mettere un pezzo di ovatta nella narice per allargare la pelle??

Gentile paziente, se davvero si tratta di un esito del decubito dei cerotti, scomparirà spontaneamente nei prossimi giorni. Diversamente dovrà attendere una maggiore stabilizzazione del quadro per valutarne la natura e capire come risolvere il problema. Segua le indicazioni del suo chirurgo. Cordialmente Equipe Medica CENTRO GENESY

10 Risposte leggi di più