Selene Cabibbo
Selene Cabibbo
Dopo gli studi in Filosofia si specializza nella scrittura per il web e nel copywriting. I suoi interessi e le sue esperienze professionali spaziano dal settore culturale a quello estetico.
Aggiornamento: 25 mar 2019

Informazione addizionale

Navigazione

  • Introduzione
  • Che cos’è il microblading?
  • Chi è il candidato ideale per il Microblading?
  • A quale specialista rivolgersi?
  • Cosa avviene durante la prima visita?
  • Come si realizza il microblading?
  • Indicazioni post trattamento
  • Risultati
  • Rischi ed effetti collaterali
  • Dubbi e domande frequenti
  • Bibliografia

Introduzione

Le sopracciglia insieme alle ciglia sono uno degli elementi più comunicativi della mimica facciale: il loro movimento rivela disagio, tristezza, rabbia, gioia, sorpresa e molte altre emozioni. Non solo svolgono un'importante funzione estetica, ma  aiutano a proteggere gli occhi dal sudore, impediscono l'ingresso di agenti esterni come la polvere e regolano l'intensità delle radiazioni solari ricevute dai nostri occhi. 

Curare l’estetica delle sopracciglia può donare uno sguardo più intenso ringiovanendo l’intero volto. Se non sei soddisfatto dell’aspetto delle tue sopracciglia oggi potrai trovare una soluzione al tuo problema. Infatti, molti centri di bellezza hanno incluso un nuovo trattamento chiamato microblading, che consente di ridisegnare un sopracciglio perfetto e folto senza la necessità di ricorrere al trucco o al trapianto di peli.

Risultati microblading

*Immagine ceduta dal Prof. Pietro Martinelli

Che cos’è il microblading?

Il Microblading è un nuovo trattamento estetico, attraverso il quale è possibile ottenere sopracciglia perfette, utilizzando la tecnica del trucco semipermanente, senza la necessità di ricorrere a trattamenti più invasivi come la micropigmentazione, il trucco permanente o il trapianto di peli.

Per ridisegnare il sopracciglio viene utilizzata una procedura molto semplice, nata dal perfezionamento di un’antica tecnica tradizionale giapponese, chiamata Tebori, in voga tra il XVIII e il XIX secolo. Il metodo del tatuaggio Tebori consiste nel punzecchiare la pelle solo a livello del derma con aghi molto sottili.

Con questa tecnica è possibile realizzare qualsiasi tipo di tatuaggio, consentendo di correggere sopracciglia irregolari o totalmente prive di peli. Il vantaggio del microblading è la possibilità di ottenere sopracciglia perfette e progettate in base alle caratteristiche del volto di ciascun paziente, con  risultati naturali ed estremamente soddisfacenti.

Per realizzare il microblading viene utilizzata una penna di metallo, dotata di un ago speciale che permette di realizzare un design 3D. Il microblading consente di intervenire sulla forma e sul colore delle sopracciglia in base alle preferenze di ciascun paziente ed è indicato per tutte quelle persone desiderano un sopracciglio più folto e definito. I risultati possono durare fino a 1 anno e mezzo, effettuando dei ritocchi periodici.

Disegnare le sopracciglia

Il microblading è una tecnica adatta a uomini e donne.

Chi è il candidato ideale per il Microblading?

Il microblading è una procedura indicata sia per gli uomini che per le donne e più in generale per tutte le persone che desiderano migliorare l'aspetto delle loro sopracciglia. Spesso, l’età, problemi della pelle, una dieta povera e i fattori ereditari provocano una perdita dei peli delle sopracciglia, il microblading è un’alternativa non invasiva al trapianto e a differenza del trucco permanente, ha una durata limitata.

Possono sottoporsi a questo trattamento anche i pazienti che hanno eseguito un ciclo di chemioterapia o per migliorare l'aspetto delle sopracciglia in caso di alopecia.

Chi realizza il microblading

È importante rivolgersi sempre a prefessionisti qualificati.

A quale specialista rivolgersi?

Prima di scegliere il professionista che eseguirà il microblading, assicurati che sia qualificato, che abbia una formazione adeguata in estetica, dermatologia e cosmetologia e che conosca l’anatomia del volto e le varie tipologie di pelle, come ricordato dal Prof. Pietro Martinelli.

Assicurarsi sempre che lo specialista rispetti tutte le norme igienico sanitarie, utilizzando strumenti sterili e aghi monouso, in questo modo sarà possibile evitare infezioni e complicazioni per la pelle. Inoltre chiedi sempre informazioni sul pigmento che verrà utilizzato per tatuare la pelle, deve essere certificato dal Ministero della Salute e dall’Unione Europea.

Leggi attentamente il documento di consenso informato che ti verrà chiesto di firmare, troverai informazioni importanti riguardo ai rischi e alle complicazioni della procedura.

prima visita per microblading

È importante realizzare un test allergico prima di realizzare il tatuaggio.

Cosa avviene durante la prima visita?

Durante il primo appuntamento, lo specialista chiederà al paziente quali sono le sue aspettative e quali sono state le cause della perdita dei peli delle sopracciglia. Questo questionario iniziale permette all’esperto di avere più informazioni sul tuo tipo di pelle per scegliere il tipo di inchiostro che meglio si adatta alle tue esigenze.

L’Istituto Dermatologico Villa Cutis specifica che le caratteristiche cambiano in ogni paziente, in base ai tratti somatici del suo volto, il tipo di pelle, quanto sia necessario rinfoltire la zona sopracciliare. A questo punto il professionista realizzerà un disegno seguendo le esigenze di ciascuno e scegliendo il tipo di colore che più si adatta al tuo tono di pelle per ottenere un effetto naturale.

È molto importante che prima di iniziare il trattamento di microblading sia eseguito un test allergico, per evitare reazioni post tatuaggio.

Come si realizza il microblading

*Immagine ceduta da Prof. Pietro Martinelli

Come si realizza il microblading?

Il Prof. Pietro Martinelli ci spiega nel dettaglio come viene eseguito il microblading:

  • Per iniziare, il professionista applica una crema anestetica nell'area da trattare, potrebbe anche decidere di utilizzare un gel ad azione fredda per assicurare un maggiore confort del paziente.
  • A questo punto ha inizio il trattamento vero e proprio, lo specialista comincerà a effettuare dei micro tagli con l’ago, per simulare l’effetto dei peli delle sopracciglia. L'obiettivo è ottenere tratti chiari e definiti per ottenere un risultato naturale. 
  • A questo punto viene inserito il pigmento, che dovrebbe essere preferibilmente naturale e atossico, per limitare il rischio di allergie. Al termine della sessione viene applicata una crema lenitiva per favorire la guarigione delle micro ferite.

I risultati durano in media tra 1 e 2 anni, un mese dopo il trattamento potrebbero essere necessari dei ritocchi per ottenere un risultato più preciso. La procedura, se realizzata in un  centro specializzato dura circa 1-2 ore.

cosa fare dopo il microblading

Ricorda di mantenere ben idratata la zona tatuata utilizzando della vaselina.

Indicazioni post trattamento

Una volta terminato il trattamento bisognerà seguire alcuni accorgimenti per favorire la guarigione e la perfetta cicatrizzazione del tessuto cutaneo. Il Prof. Antonino Di Pietro ci offre alcuni consigli utili:

  • Al fine di evitare problemi con il pigmento, si sconsiglia l'esposizione al sole per almeno un mese.
  • Se possibile, evitare di sfregare o graffiare l'area.
  • Non fumare, poiché l’azione del tabacco fa sbiadire più velocemente  i pigmenti.
  • Mantenere l'area di trattamento più asciutta possibile
  • È importante non utilizzare alcun tipo di trucco durante la prima settimana dopo il trattamento, fino alla valutazione e all'autorizzazione dello specialista.
  • Applicare unguenti e creme anti arrossamento per mantenere la pelle idratata e favorire il processo di cicatrizzazione. Il tuo specialista ti fornirà maggiori informazioni a riguardo.
  • Potresti aver bisogno di applicare degli impacchi freddi e della vaselina sull’area tatuata.
Risultati microblading

*Immagine ceduta da Prof. Pietro Martinelli

Risultati

Il principale vantaggio del microblading è dato dall’estrema naturalezza del risultato, inoltre il paziente potrà apprezzare i cambiamenti sin da subito. È bene tenere a mente che per valutare definitivamente l’obiettivo raggiunto sarà necessario attendere alcune settimane, quando la cute si sarà rimarginata e il pigmento sarà stabilizzato. Il paziente potrà vedere sin da subito:

  • Un miglioramento della densità delle sopracciglia poco folte
  • I risultati sono molto naturali e armoniosi.
  • È possibile definire il profilo delle sopracciglia, correggendo eventuali asimmetrie
  • I risultati sono duraturi ( in media tra uno e due anni)
  • I pigmenti sono minerali, naturali e ipoallergenici, quindi si evita il rischio di una possibile reazione allergica.

Rischi ed effetti collaterali

Il microblading generalmente non ha effetti collaterali, dopo il trattamento la zona potrebbe apparire leggermente gonfia e arrossata. Nei casi più gravi esiste il rischio di herpes o febbre.

Infine, il paziente potrebbe non essere soddisfatto dei risultati. In questo caso sarà possibile intervenire con un ritocco o eliminando del tutto il tatuaggio con un trattamento laser.

Dubbi e domande frequenti

  • Il microblading è doloroso? I pazienti potrebbero avvertire un leggero disagio al momento del trattamento che può essere paragonato al dolore della ceretta.
  • I risultati sono garantiti per durare più di 2 anni? Tutto dipenderà da molteplici fattori, come, ad esempio, lo stile di vita, il colore della pelle del paziente, l'eccessiva esposizione al sole e la realizzazione del trattamento. Tutti questi fattori sono fondamentali per stabilire la durata dei risultati.
  • Microblading vs Micropigmentazione. Qual è la più raccomandata? Generalmente la maggior parte dei centri raccomanda di più il Microblading, poiché è possibile ottenere risultati più naturali. Ma sottolineano che con entrambe le tecniche è possibile ottenere risultati soddisfacenti, se realizzati da un buon esperto.
  • In cosa differiscono microblading e Micropigmentazione? Per realizzare il microblading viene utilizzata una penna in metallo dotata di microaghi, con i quali si realizzano dei tagli dove viene depositato il pigmento. D'altra parte, la micropigmentazione usa come strumento principale il dermografo, costituito da un ago che entra ed esce dalla pelle mentre deposita il pigmento.
  • La tecnica della microblading può essere eseguita su persone che in passato hanno avuto sopracciglia tatuate? Sì, ma il risultato finale dipenderà dal colore del tatuaggio precedente, dalla pigmentazione e dalla tecnica di tattoo utilizzata in passato.

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."