Sono sempre stata a disagio col mio seno, piccolo e tuberoso, che dopo un lungo allattamento ha lasciato spazio a un vero disastro. Cercare un chirurgo plastico serio non è stato facile, ho letto svariati siti, forum, e cominciato a studiarmi i curriculum di vari chirurghi prima di cominciare a fare qualche prima visita. 14/5 - Il primo “incontro” con il dottor Campiglio è stato tramite visita online (a causa del mio lavoro a stretto contatto con pazienti con covid), e ammetto che dopo la prima perplessità per essermi vista annullare una visita, poi ho apprezzato molto l’attenzione anche al rischio infettivo che in questo periodo è molto importante. Il Dottore ha risposto in maniera chiara ed esaustiva a ogni mia domanda e chiarito ogni perplessità, anche se dietro a uno schermo; ha avuto la capacità di trasmettermi molta serenità e sicurezza, motivo per cui gli ho chiesto subito della prima data disponibile e la lista degli esami preoperatori. Molto gentile anche Monica che è stata sempre velocissima e precisa in ogni mia richiesta. 26/5 visita preoperatoria nel suo studio (dopo aver eseguito anche sierologico) dove abbiamo chiarito gli ultimi dubbi e provato le protesi piu adatte! Il dottore mi ha illustrato quale sarebbero le migliori protesi per me e il perché, mi ha illustrato le varie tecniche che avrebbe potuto/dovuto utilizzare e insieme abbiamo scelto ogni dettaglio analizzando il pro e contro di ogni cosa: lui rispettava i miei desideri, io la sua professionalità! Sono uscita dallo studio con le idee chiare e pronta ad affrontare l’intervento. 31/5 al mattino alle 9.15 mi sono presentata a Villa Letizia dove dopo un altro test sierologico sono stata accompagnata in camera e fatto colloqui con anestesista e dottoressa (credo) della clinica. Indossato camice e mi hanno accompagnata in sala operatoria dove chirurgo e il team son stati super bravi a sdrammatizzare un momento così teso e pauroso per me. Al risveglio ricordo solo un gran freddo e nausea, credo sia abbastanza normale dopo una anestesia totale. Ho passato la notte li e son stata dimessa il giorno dopo, dopo la visita del mio chirurgo. Molto gentile e disponibile il personale della clinica. L’unica cosa che mi ha lasciata perplessa è stata l’uscire dal retro della clinica il giorno dopo, immagino che con i drenaggi e rallentata non fossi proprio un bello spettacolo, o forse per non incontrare persone potenzialmente infette nel post operatorio, ma pazienza! Il post operatorio non è proprio una passeggiata, la medicazione adesiva e compressiva fa proprio mancare il fiato e i primi giorni si ha bisogno di qualcuno per ogni cosina (dal bere alla normale igiene personale). Ho trovato sollievo di notte a dormire con un cuscino piegato sotto le ginocchia, piegando una gamba per volta riuscivo a spostare il peso cambiando leggermente posizione anche alla schiena. 4/6 Visita post operatoria in studio dal chirurgo: aspettavo con ansia questo momento, non avrei sopportato un secondo di più i drenaggi 🙈 Ha tagliato la medicazione e sfilato i drenaggi (non ho sentito assolutamente niente, anzi, senso di liberazione!) e mentre lui mi liberava guardavo la faccia sbigottita di mio marito non capendo se fosse positiva o negativA😂 mi sono alzata e guardata allo specchio e, WHAO ragazze, lacrime di gioia! Un lavoro veramente impeccabile, splendido! Avevo una paura incredibile di “spacchettare” e vederle ma sono veramente sopra ogni aspettativa! Il dottore mi ha fatto indossare il reggiseno sportivo acquistato in precedenza e si è raccomandato di non toglierlo per nessun motivo fino alla prossima settimana che togliamo anche i punti. Mio marito ha scattato una foto però mentre le spacchettava quindi ve la posto 😂 Alla fine il dottore ha inserito protesi tonde mentor lisce da 405, in dual plane, con ingresso periareorale (dopo l’intervento mi ha detto che è riuscito a non tagliare tutto intorno al capezzolo ma solo a metà), ha abbassato il solco mammario che era molto alto. Al momento so che sono ancora gonfie e alte e ci vorranno mesi prima di vedere il risultato definitivo, ma sono al settimo cielo comunque🥰 Vi aggiorno appena ho novità, intanto se siete indecise e avete paura vi consiglio di buttarvi! È splendida la sensazione di avere un sogno realizzato, è bellissimo sentirsi donna finalmente!

A 42 anni ho deciso finalmente di rifare il seno, il mio era diventato più piccolo a seguito di forte dimagrimento sottopeso Dopo la ripresa dei chili persi il fisico ha riassunto la sua tonicita’ il seno invece era rimasto piccolo, così che ho contatto il Dott.Minieri per un colloquio.Mi ha subito capita, sapeva cosa volessi, ho fatto al prova con le protesi anatomiche...Ho deciso senza tentennare che dovevo sottopormi ad una mastoplastica additiva.Sono felicissima del risultato, ho un seno che nessuno crede che sia rifatto perché naturalissimo e morbidissimo al tatto.Consiglio fate una taglia in più rispetto a quello che immaginate!Grazie Dott.Minieri

Salve, il 6 maggio, dopo averlo rimandato 2 volte sono riuscita finalmente a realizzare il mio sogno. L'intervento è stato veloce ed è andato subito tutto liscio, io volevo una protesi più grande ma la dimensione del mio torace e l'elasticità di pelle e muscolo non hanno permesso di mettere di piu di una 340. Sono comunque felicissima del risultato,non vedo l'ora di potermi divertire con reggiseni e costumi!

Ciao a tutte ragazze, vi racconto la storia della mia mastoplastica. Premetto di non aver mai avuto il complesso del seno piccolo perché comunque partivo da una seconda piena, ma ogni volta che andavo a mare invidiavo le ragazze col seno pieno e alto, soprattutto indossato cn costumi senza imbottitura. A novembre, dopo anni di tira e molla, vado a fare il controllo dal Dot. Santorelli che subito mi trasmette fiducia. Decido di fissare la data verso gennaio/febbraio (dopo gli esami universitari) e il Doc mi consiglia di inserire una protesi 390 anatomica. Fissiamo la data per marzo, ma poi inizia il lockdown.... attendo fino al 13 maggio (giorno dell’intervento). Dopo varie ricerche, ripensamenti, faccio l intervento e insieme decidiamo di inserire una protesi tonda 330 in sotto ghiandola per raggiungere una 3, perché non volevo proprio una 4. Ed ecco i risultati...(:

Buonasera 💕 mi chiamo miriana. vorrei chiedervi un parere su una cosa che mi turba da parecchio tempo ormai. Ho fatto l'intervento di mastoplastica additiva nel 2018, inserito protesi allergan sottomuscolo 605 cc, incisione periareolare. Ero affetta da ptosi mammaria post dimagrimento e Con il chirurgo abbiamo deciso di riempire il seno arrivando ad una quinta abbondante evitando il taglio a T. Succede che noto 2 difetti : 1. Areola destra mezzo centimetro più in basso della sinistra ( risolto con intervento di revisione ad aprile 2019); una specie incavo/piega sulla parte inferiore del seno destro che persiste e al tatto fa veramente un brutto effetto, fatto presente al chirurgo prima dell'intervento di revisione per l'areola, ma totalmente ignorato visto che è rimasto è col tempo peggiora e diviene sempre più evidente. Diciamo che ho lasciato correre, ma con il passare del tempo non ho mai capito cosa fosse quella piega e come comportarmi. Guardando pare sia pelle in più sotto la protesi ma al tatto, quando tocco la zona sento la protesi e mi vien da pensare possa essersi deformata o sia stata inserita male .... Sono totalmente ignorante in materia, sarei molto grata se poteste darmi qualche parere / consiglio. vi ringrazio in anticipo per l'ascolto :) Vi racconto la mia esperienze dall'inizio: Ci tengo a precisare che non voglio ritornare dal mio chirurgo poiché, ad ottobre 2018 al primo intervento dovetti insistere per le protesi grandi, più grandi possibile, ma non per la bellezza ma perchè odiavo la mia pelle svuotata e, affidandomi alla sua professionalità mi disse che oltre 600 cc non avremmo potuto inserire e promettendomi che con 600 il seno sarebbe stato pieno e senza residui di pelle in eccesso e che più di 600 avrei sofferto di schiena per il peso delle protesi. E così fu. Post operatorio tutto bene... mi ricollego a ciò fra poco.[..... *] Ottobre 2018 primo intervento: pagato 6.000, cifra che comprende un anno intero di controlli e soluzioni per eventuali problemi nel corso dell'interno anno gratuiti compresi nei 6.000. il chirurgo sempre a disposizione per le visite di controllo nei mesi successivi.* Gennaio 2019: voglio la revisione dell'areola destra piu bassa di mezzo cm e faccio presente anche della piega/deformità sul solco. Per prenotarmi la revisione per alzare l'areola destra più bassa di mezzo cm della sinistra dovetti insistere molto, e sono stata rimandata per molto per poi eseguirlo sotto Pasqua poiché intervento di revisione gratuito che per lui non era necessario. Aprile 2019: intervento revisione chirurgica cicatrici mammelle: in stanza , prima di essere trasportata in sala operatoria ribadisco della deformità sul solco sperando venga sistemato anche questo problema. Non ricevo risposta esplicita. A fine intervento di revisione il chirurgo non è venuto in camera a controllarmi. Il primo SMS inviatogli per prenotare la visita di rimozione cerotti dalle incisioni mi ha risposto "puoi farlo benissimo da sola a casa , sai già come si fa, è il secondo intervento che fai.” Quindi dato che non ha ricevuto compenso poiché la revisione di aprile era compresa nei 6000 euro pagato ad ottobre sarebbe stato un ulteriore disturbo farmi andare in lab da lui per medicarmi le ferite ed io ero diventata un medico senza saperlo. Mi fa andare alla visita di controllo qualche settimana dopo per togliermi i punti. ( voglio precisare che l'areola destra è stata ricucita in modo inguardabile e osceno.) ******La deformità sul solco è rimasta, non è stata toccata durante l'intervento di revisione di aprile nonostante io glielo avessi fatto presente PRIMA di entrare in sala operatoria. ****** In laboratorio il chirurgo mi dice che probabilmente quella pieghetta/deformità sarebbe andata via con una sostituzione di protesi piu grandi, le famose protesi b lite, fino a quel momentoa me sconosciute da ignorante in materia. chiaramente la sostituzione con protesi piu grandi b lite mi veniva a costare altri 3.000. ((((piccola grande parentesi))))) queste protesi b lite le avranno inventate nell'aprile 2019 e nell'ottobre 2018 non esistevano ancora? (facciamoci una risata) per quale ragione non ha scelto le 700cc (o piu) b lite alla prima mastopessi additiva ad ottobre 2018 e mi ha imposto un massimo di 600 cc allergan precisando “ grandezze maggiori comportano problemi alla schiena”????? inoltre mi assicurava che le 600 cc sarebbero state sufficienti a riempire a pieno il mio seno svuotato e non mi ha detto dell'esistenza delle protesi b lite e soltanto ad aprile 2019 mi propone le 700(o piu) cc b lite, quali avrei ottenuto seno sodo aderente e ultra leggero quindi senza rischiare i problemi di schiena per il peso delle pesanti 600 cc inseritemi ad ottobre 2018. ho pagato la mia mastopessi additiva e chiedevo la perfezione in quel primo e credevo unico intervento mentre lui programmava e sapeva che sarei dovuta tornare sotto i ferri ancora e ancora solo per farsii pagare ancora e ancora? andai da lui, nell'ottobre 2018, con una sesta svuotata da una dimagrimento da 45 kg in 6 mesi e speranzosa di ottenere un seno pieno al massimo, tondo, sodo, aderente a costo di apparire finto , gigante, sproporzionato non mi importava, tutto avrei dato tutto affinchè sarebbe stato perfetto e senza difetti e sopratutto senza pelle in eccesso. non ho mai voluto l'effetto naturale, lo volevo finto , si è cosi, volevo che si vedesse che fosse un seno rifatto perchè io non dovevo nascondere di essermi rifatta il seno perchè ho svuotato il mio corpo di 45 kg dunque è evidente a tutti che non poteva essere riapparso dal nulla dopo il mio dimagrimento. io ho patito, ho sofferto, ho sacrificato , ho pagato per un sogno e sono stata ingannata perchè l'unico interesse del mio chirurgo erano i soldi, mentre io mi sarei messa sotto i ferri altri 50 volte per ottenere quel sogno, ma non con lui, lui mi ha presa in giro. ((((fine grande parentesi))))) Mi dice che a luglio sarei dovuta tornare per fare le foto. non sono mai piu stata contattata. perchè? nella mia ignoranza posso pensare che abbia fatto tutto a scopo esclusivamente di lucro, poiché lui sapeva da subito , da prima di me, che quella deformità col passare dei mesi sarebbe stata sempre piu evidente e quindi a luglio non ci sarebbe stato nessun capolavoro da fotografare ma solo un disastro e che se avessi voluto il seno perfetto per la quale avevo ho pagato la prima volta a ottobre 2018 , avrei dovuto pagare ancora e dinuovo, 3.000 per le innovative e ultra leggere fin a quel momento sconosciute protesi b lite..... sono amareggiata e chiedo scusa se ho scritto qualche cavolata, magari le mie conclusioni non sono esatte, ma purtroppo posso affidarmi solo alla mia logica visto che la cultura medica chirurgica era di competenza di qualcun'altro che non si è mai degnato di spiegarmela dal momento in cui non ha recepito ulteriori euri ma che era di suo dovere, visto che il torace è mio e lui ci aveva messo le mani ed io avevo pagato per un sogno e non per stendermi su un tavolo operatorio 50 volte perchè sono sadica o pazza visto che non lo sono e meritavo rispetto come qualunque essere umano. mi sono sottoposta a una revisione per le cicatrici perchè un areola era di mezzo cm più in basso dell'altra e mi è stato detto perfettina precisina e pignola, io, una 25 enne ex obesa, che ha svuotato il suo corpo di 45 kg ed aveva perso la sua femminilità , aveva perso totalmente il suo seno e aveva pagato. meritavo onestà dal punto di vista umano perchè portarmi al punto di andare sotto i ferri mille volte solo per regalarti altri soldi non è umano. tutto programmato, c'era solo da aspettare, ed infatti assieme al tempo che passa si accentua questo disastro che mi auguro un medico onesto possa aiutarmi a capire e a risolvere. Chiedo ancora scusa se per ignoranza queste mie conclusione sono sbagliate, spero possiate capirmi. Ho molto rispetto per i chirurghi, penso abbiano la magia nelle loro mani e che riescano a fare dei “quasi miracoli” con le loro capacità e con il loro CUORE. Il Cuore. Perchè chi si affida a un chirurgo plastico lo fa con il cuore, Quello che ho affidato io nelle mani sbagliate. PS. delle protesi B LITE non ne so nulla, a parte che son ultra leggere e predisposte per misure maggiorate. mi piacerebbe capirne di più nel caso in cui questa deformità del solco destro si debba risolvere necessariamente con una sostituzione di protesi. Mi piacerebbe avere un vostro parere, vi ringrazio per l'ascolto. (la foto con la giacca rosa risale al pre intervento di revisione di aprile 2019. Le foto con i cerchi fucsia sono state scattate ieri.)

Ho deciso di sottopormi all'intervento di mastoplastica additiva e mastopessi a causa del disagio provocatomi dalla mia malformazione. Avevo infatti una grave forma di seno tuberoso che mi causava attacchi di panico. Ho scelto il dottor Savoia dopo una lunga ricerca su internet affidandomi alle recensioni molto positive e agli articoli che aveva scritto in merito alla mia malformazione. Sin dal primo colloquio mi sono sentita sicura e in buone mani. È sempre stato gentile, comprensivo e attento alle mie richieste. Inoltre é stato anche sempre disponibile via messaggio per rispondere a dubbi e perplessità nella fase post operatoria. Nel febbraio 2020 ho subito l'intervento di rimodellamento di seno tuberoso asimmetrico con riduzione areolare, mastopessi periareolare, espansione parenchimale e mastoplastica additiva con protesi che è durato due ore circa. Mi sono state inserite delle protesi motiva ergonomix silksurface anatomiche 335cc sottomuscolo. Il ricovero di una notte in clinica è stato molto confortevole e tutti sono stati molto disponibili e professionali. Il decorso post operatorio é stato abbastanza breve e non doloroso, ad esclusione dei primi due giorni quando avevo i drenaggi inseriti. Consiglio alle ragazze con il mio stesso problema e che non si sentono a proprio agio di sottoporsi a questa operazione. Non avrei mai pensato di potermi vedere così e invece é stato possibile. Sicuramente ne vale la pena.

Dopo allattamento e dimagrimento post gravidanza, vivevo solo con super imbottiture, finalmente ho il seno che volevo. Il dottore, professionale e disponibilissimo mi ha capito perfettamente ed ha “scolpito” il mio seno ad opera d’arte Non vedo l’ora di mettere il costume a triangollino e soprattutto senza le anti estetiche imbottiture

Ciao a tutte ragazze! Il 20 maggio ho finalmente eseguito la mastoplastica additiva che sognavo da tempo! Ho fatto la mia prima visita con il Dottor Valerio Badiali, poi ho visto altri chirurghi ma alla fine lui è stato quello ad avermi trasmesso più sicurezza, fiducia e "senso di avermi capita". Partivo da una seconda molto scarsa. Il mio sottoseno è 73 cm e il mio seno misurava 83 cm. Base del seno 12.5 cm. Ho chiesto di raggiungere una terza coppa piena ma assolutamente naturale e il chirurgo mi consigliò di inserire protesi ergonomiche da 320 o 360 cc. Alla fine ho optato per le motiva ergonomiche round da 360 cc con incisione dal solco mammario tecnica dual plane. Durante visita, il chirurgo mi ha anche fatto vedere una simulazione del mio seno con le suddette protesi per farmi capire più o meno quale sarebbe stato il volume raggiunto (vi metto la foto). Il giorno dell'intervento ero molto tranquilla e sopratutto felice. Ho affrontato l'intervento con molta serenità. Dopo aver fatto il test del covid, mi hanno portata in sala, ho fatto sedazione profonda con anestesia locale e mi sono risvegliata con le tette! Avere una persona ad aiutarmi i primi giorni è stato fondamentale.. sopratutto per alzarmi dal letto e cucinare (da terrona non potevo restare senza cibo 🤣). Oggi sono passati 6 giorni dall'intervento e ho fatto la prima medicazione. Sono molto felice del risultato! Sicuramente con il passare dei giorni diventeranno sempre più naturali.. Ho fatto questo intervento perché non mi sentivo a mio agio con il mio seno, mi sentivo una ragazzina e non ero sicura di me. Sono troppo felice! 🤭 Anche se ho avuto molto dolore dopo l'intervento e sono stata male (ho sofferto di nausea e vomito dovuti all'anestesia per 2 giorni interi), lo farei altre 1000 volte! Dopo i primi 3 giorni la strada è stata tutta in discesa 😊

Io ho fatto l'intervento di asportazione mammelle per un problema di noduli e ai dotti galattofori, avevo anche avuto una grande perdita di peso(70kg) e quindi il lavoro è stato un po più complesso. Quindi ho fatto mastopessi, mastoplastica additiva e addominoplastica e non ho avuto nessun tipo di problema. Adesso sto benissimo e in gran forma!!

Finalmente sono riuscita a realizzare il mio sogno il 22/02/2020 e adesso che l'assestamento è quasi definitivo e finalmente si può uscire sono felicissima. Il mio seno è stupendo e per fortuna il dottore ha optato per l'armonia delle forme, sembrano mie! In relazione al post operatorio posso dire che è stato veloce, ma bisogna avere comunque pazienza nel non fare sforzi e nel vedere il risultato finale.

Si sa dopo due gravidanze al eta giovane il seno perde tutta la sua tonicità. Mi sentivo vuota a disagio con me stessa sempre. Finché non vedo su istegram i lavori eseguiti dal dottore cristiano Biagi e mi convinco a farlo. Entro due settimane dalla visita vengo operata e ora dopo un mese e mezzo dal intervento posso solo dire grazie dottore del lavoro fatto. Sono bellissime e io. Mi sento finalmente donna.

Ho deciso di fare l’intervento perché avevo un seno piccolo, o conosciuto il dottore tramite amicizie e mi son trovata bene fin da subito anche se abito lontano la clinica era situata in un posto comodo e facile da trovare Dopo l’operazione ho avuto dolori per qualche giorno mi hanno aiutato le medicazioni però ora posso dire che ne è valsa la pena

Ragazze buonasera!!! Volevo aggiornarvi sulle mie nuove bimbe🤣.. sto finalmente molto meglio, il mio chirurgo mi ha rimosso i drenaggi ieri e mi sento alla grande. Ho ancora qualche doloretto e difficoltà ad alzarmi dal letto ma non mi aspettavo di sentirmi così meglio a meno di una settimana dall’intervento .. non sono ancora riuscita a vederle🤣🤣spero non si sgonfino e spero di avere almeno una terza, lui mi ha detto che ha messo la protesi più grande per la mia corporatura.. vedremo!!😜

Masto additiva 3 mesi dopo!
giulijuliets
Beauty Influencer

Sono passati 3 mesi e sono contentissima!! Il seno durante questo periodo è cambiato molto. Inizialmente era gonfio e i seni erano diverso l’uno dall’altro ma con il passare del tempo hanno raggiunto una forma uguale e armonica. Partivo già con una differenza di solco e quella è rimasta ma non dà fastidio alla vista, si deve guardare bene per notarla. I seni si sono sicuramente rimpiccioliti rispetto al primo periodo post operatorio perché si sono sgonfiati e si sono ammorbiditi molto. Ci vuole un po’ di pazienza ma poi diventano uguali. Continuo a trattare la cicatrice con la crema. Ormai dormo in qualsiasi posizione e non ho problemi a fare nulla. Le sento mie.