Ginecomastia Video in evidenza

Dopo 48 ore dall'intervento di ginecomastia, posso togliere la guaina elastica per lavarmi e rindossarla subito?

Buongiorno sig. Luca, normalmente i nostri centri forniscono due comfort wear, in modo tale che può cambiarsi senza alcun problema ed avere una guaina o un reggiseno sempre pulito, onde evitare anche infezioni e accumulo di sporcizia. Nel suo caso può toglierlo, lavarlo e indossarlo immediatamente dopo, evitando movimenti che possano comprometter ... leggi di più

9 Risposte leggi di più

Sono un ragazzo di 28 anni e ho fatto una visita da un'endocrinologa per un caso di ginecomastia. Lei mi ha chiesto di eseguire un'ecografia mammaria bilaterale e una serie di esami ormonali (testosterone, estradiolo, ecc.) e di portarne i risultati ad un andrologo. È la prassi che mi consigliate, oppure mi conviene portare direttamente tali risultati ad un chirurgo plastico? O da chi altro? Grazie mille

si tratta di un passaggio superfluo in quanto alla sua età, se non ci sono altre anomalie, non risulteranno valori ormonali alterati. la soluzione la può dare solo il chirurgo plastico. dr.Peroni Ranchet

10 Risposte leggi di più
Ginecomastia e isoria marcodabene · 24 mag 2020

Salve, sono un ragazzo di 24 anni e voglio fare un intervento per ginecomastia, non so ancora se consisterà nell’asportazione del grasso o della ghiandola ammesso che ci sia. Temo di avere una ginecomastia vera con la presenza di una ghiandola mammaria. Attualmente sono in terapia da 4 mesi, prendo isoriac isotretinoina 40 mg al giorno, e dovrò prenderlo per altri 2 mesi. Posso sottopormi all’'intervento sotto terapia?

Dr Luca Zattoni

Miglior risposta

prima bisogna capire da quando è insorta la ginecomastia e da cosa è causata. la liposuzione se c'è eccesso di grasso da buoni risultati, altrimenti si fa l'intervento. ma senza vederla non c'è una risposta definitiva

10 Risposte leggi di più

Buongiorno, ho 55 anni e una eco mammaria fatta recentemente ha evidenziato una minima ginecomastia con presenza di tessuto adiposo nella zona mammaria. Pur essendo magro e praticando attività sportiva, non sono in grado di ridurre questo inestetismo. Ho consultato un chirurgo che mi ha sconsigliato di effettuare una liposcultura in area pettorale perché potrebbe esserci un cedimento della cute a causa dello svuotamento, evenienza poi irreparabile e impredicibile. Ha aggiunto che il rischio è alto e connesso alla diminuita elasticità cutanea dipendente dall’età. Vorrei sapere se ci sono altre metodiche chirurgiche in grado di intervenire anche in casi come il mio. Grazie

Dott.ssa Arianna Tinti

Miglior risposta

Trattandosi di una ginecomastia mista, quindi con presenza di grasso e di ghiandola in eccesso, per avere un buon risultato occorre rimuovere la ghiandola con una mastectomia e contemporaneamente rimodellare il grasso circostante mediante una lipoaspirazione. Se la pelle non è perfettamente elastica è possibile che si formi qualche piega cutanea, p ... leggi di più

8 Risposte leggi di più
Nolvadex per la ginecomastia Santin · 6 mag 2020

Salve a tutti, volevo sapere se potevo curare la ginecomastia con il farmaco nolvadex.1 anno fa, l'avevo utilizzato e mi era passata e a distanza di un anno, la ghiandola è di nuovo ingrossata. Posso utilizzare il Nolvadex? Grazie in anticipo.

Dott. Nicola Catania

Miglior risposta

l'unico rimedio è chirurgico saluti nicola catania

10 Risposte leggi di più
Post operazione ginecomastia Mariocastaldi · 5 mag 2020

Salve sono Mario Castaldi, due mesi fa, sono stato operato per la seconda volta di ginecomastia bilaterale. Ho notato, già dopo l'operazione, una pallina al capezzolo dx ed ho pensato che, molto probabilmente, sia o grasso o ghiandola. Andai dal chirurgo per la visita medica, non gli ho fatto presente della pallina che avevo notato, mi ha semplicemente detto che le ferite stanno guarendo, continua a mettere la pomata. Il giorno 28 Aprile mi sottopongo a un ecografia bilaterale mammaria, ricevo il referto con una conferma di entrambe i lati di ghiandola .A questo punto mi domando: il chirurgo ad oggi che cosa mi ha levato? Dato che mi ha anche mostrato la foto delle due ghiandole che mi ha asportato? Mi disse che mi avrebbe fatto una mastectomia bilaterale. Sto valutando di fare una visita da un altro chirurgo, per poi comportarmi di conseguenza.

Nel trattamento della ginecomastia vera occorre sempre lasciare un po’ di tessuto ghiandolare nella regione retroareolare per evitare L ‘infossamento della stessa. Rivaluti il tutto a distanza di 6-9 mesi tramite una nuova ecografia

9 Risposte leggi di più

Sono stato operato di ginecomastia 9 anni fa, il risultato finale è stato soddisfacente, ma a livello estetico il capezzolo, è rimasto molto grande e tra i due, c'è della differenza evidente e attorno ad entrambi si vedono le cicatrici. Mi chiedevo se tutto ciò fosse normale o se si potrebbe far qualcosa per migliorare a livello estetico? Grazie.

dovrebbe bastare un piccolo ritocco chirurgico. Dr.Peroni Ranchet

12 Risposte leggi di più

Buongiorno, durante un intervento di Ginecomastia vera con asportazione della ghiandola mammaria perché vengono messi i punti interni tra muscolo pettorale e capezzolo prima di chiudere l'incisione? E perché alcuni dottori lo fanno e alcuni no? Per quanto ne so dovrebbe servire a non lasciare il capezzolo cadente una volta asportata la ghiandola.

Dr Luca Zattoni

Miglior risposta

lei non essendo chirurgo non può appieno comprendere queste tecniche. punti interni si danno nella quasi totalità degli interventi anche quando si toglie un neo chirurgicamente

7 Risposte leggi di più