Liposcultura oggi, domani, sempre...si può anche correggere?

Liposcultura oggi, domani, sempre...si può anche correggere?
Victoria Medical Center
Victoria Medical Center
Clinica di Chirurgia Plastica, Medicina Estetica e Dermatologia, diretta dal Dr. Ruffa (Direttore Sanitario), Dr.ssa Vasilescu (Qualità e Formazione) e dal Dr. Maltagliati (Direttore Scientifico).
Creazione: 14 ott 2019 · Aggiornamento: 14 ott 2019

È importante che la pelle sia abbastanza elastica in modo da adattarsi più agevolmente alla nuova forma ottenuta con la liposcultura. Se, al contrario,la pelle è flaccida e troppo rilassata (invecchiata), non si devono creare, nè inseguire, false aspettative ma proporre e prospettare il grado ragionevole di miglioramento che si otterrà con la liposcultura. Inoltre, è necessario utilizzare strumenti di interventi idonei a migliorare anche le pelli non abbastanza lisce o magari rilassate (liposcultura VASER, per esempio).

Sfatiamo quindi alcuni punti importanti per comprendere meglio che cosa è la liposcultura.

La liposcultura serve per il dimagrimento?

No. In nessun caso è un metodo dimagrante. La lipoaspirazione serve per eliminare una certa quantità di grasso localizzato in alcune aree e modellare il corpo; è un “plus” quando si tratta di mantenersi in forma e rimuovere del grasso localizzato resistente a diete e/o palestra. Non si deve dimenticare mai, infatti, un sano stile di vita, con esercizio fisico e una buona alimentazione. Se si decide di sottoporsi a un intervento chirurgico, quale la liposcultura, si deve mantenere una vita sana in modo da non ingrassare di nuovo.

48a5d0bc-ee91-11e9-ad5f-00505699c1af.jpg

Produce un effetto rimbalzo?

No. Non c'è alcun effetto di rimbalzo in sé. Semplicemente, se il paziente si prende cura di se stesso, il grasso eliminato non appare più e anche i benefici dell'operazione possono durare una vita.

I segni dopo liposcultura sono permanenti?

No. Dopo l'intervento, è normale che compaiano dei lividi e che si noti un piccolo grado di infiammazione. Entrambe le complicazioni scompaiono rapidamente se il paziente segue le istruzioni del suo medico, che di solito sono piccoli cambiamenti nella routine che facilitano il recupero dell'area rimodellata.

Il risultato può non essere soddisfacente?

Si. Occorre riporre realistiche aspettative circa l'esito possibile, ed il chirurgo ha l'obbligo di informare correttamente il paziente dei risultati possibili con questo tipo di intervento. Se non si è soddisfatti del risultato, è corretto riferirlo al proprio chirurgo e con lui discutere delle motivazioni (già espresse precedentemente, spesso) che non hanno portato al risultato ottimale; magari per le caratteristiche individuali, per il tipo di cute e sottocute, per eventuali difetti creati da precedenti interventi sulle stesse aree, ecc.; il chirurgo informerà se è possibile, e necessario, sottoporsi ad ulteriori sedute di liposcultura oppure no. Grazie a moderne tecniche minimamente invasive, come la Vaser Lipo, è oggi possibile ripetere le sedute fino alla completa soddisfazione del paziente, anche in casi di danni o malconformazioni proprie o da precedenti liposuzioni. Infatti, le precedenti tecniche, o anche a causa della scarsa manualità del chirurgo, si potevano verificare disomogeneità nell’area trattata, come avvallamenti o asimmetrie. Con Vaserlipo, non solo si sono ridotte enormemente le complicazioni da liposcultura, ma è anche possibile correggere eventuali scarsi risultati di liposculture precedenti; eventualmente arricchendo i risultati della liposcultura con il lipofilling.

2e50802c-ee91-11e9-9727-0050569948e1.jpg

Il lipofilling è un trattamento chirurgico che prevede l’innesto di grasso proprio, nelle aree che siano depresse o avvallate e necessitino di essere rimodellate, o in aree che, semplicemente, necessitino di maggior volume.

In alcuni casi è possibile che con l'intervento di liposcultura si determini una successiva atonia dell’area trattata, magari perché si è eliminato troppo grasso con il rischio che la pelle risulti cadente. In questi casi è possibile sottoporsi ad un trattamento ambulatoriale, come EmSculpt, che tonifichi efficacemente le fasce muscolari e che, nel contempo, restituisca tono e volume all'area trattata.

EmSculpt è un sistema che, per la prima volta nella clinica ambulatoriale, riesce a rafforzare i muscoli attraverso l'emissione di campi elettromagnetici che fanno contrarre i muscoli stessi circa 20.000 volte in soli 30 minuti (quasi come in un mese di allenamento intensivo). Non è invasivo e non fa male; si tratta di stare comodamente sdraiati mentre il dispositivo lavora sull'area, contraendola. EMSculpt è un trattamento basato sull'uso di onde elettromagnetiche focalizzate ad alta intensità che consentono di contrarre l'intero gruppo muscolare trattato, come addome o glutei, tonificandoli efficacemente.

Queste onde producono una contrazione sovramassimale, cioè il 100% della capacità muscolare; molto di più di quello che si potrebbe fare in 3 mesi di palestra, ma concentrate in poche sedute.

A cura di Serena Crociato - Editorialista Victoria Medical Center

Le informazioni contenute in Guidaestetica.it non possono sostituire in nessun caso la relazione tra medico e paziente. Guidaestetica.it non difende un prodotto o servizio commerciale.