Ciao a tutti, sono felice di aprire questa esperienza per descrivere la gioia che provo adesso che non devo più lottare con un seno gigante e più precisamente con una 7a ingombrante, pesante, che accentuava soltanto i miei problemi di schiena e che non mi faceva sentire ne bella ne a mio agio col mio corpo, soprattutto se con certi vestiti. Il 16 novembre il Dr. Macrino ha fatto la sua magia: in quasi 5 ore di intervento è riuscito a togliermi 450 g a sinistra e 400 g a destra, restituendomi una 4a coppa C, taglia decisamente più umana e consona al mio aspetto fisico. L'intervento è andato bene e mi sono fermata per la notte in clinica, avevo fame ma non sono riuscita a cenare, nessun dolore, solo fastidio per l'odiosa fascia che per fortuna ho finalmente tolto ieri. La mia ripresa procede veloce, lunedì si rientra a lavoro, non vedo l'ora di fare tanto shopping e di muoverti liberamente! Consiglio a chiunque abbia un seno troppo voluminoso questo tipo di intervento, grazie al mio chirurgo oggi posso ritenermi ufficialmente rinata!
57 commenti

Avevo paura dei medici e delle cliniche e il solo pensiero di sottopormi nella mani di un chirurgo estetico mi faceva rabbrividire, per questo ho rinviato per anni il mio intervento di mastopessi riduttiva, pur avendo un seno esageratamente ingombrante tanto che stava diventanto un vero e proprio problema di salute (stavo rischiando seri danni alla schiena e avevo anche problemi di respirazione). Dopo aver chiesto consiglio al mio medico di fiducia (quello di base della asl per capirci), mi sono rivolta ad chirurgo di varese (marco castelli) e dopo una serie di visite e accertamenti, mi ha suggerito di sottopormi ad una mastoplastica riduttiva, per non affaticare la schiena e ritrovare così una postura corretta. Adesso, dopo l'iter post operatorio, mi sento davvero meglio e rimpiango di non aver fatto prima questa scelta.

3 commenti
Mi sono sottoposta ad una riduzione del volume del seno, la paura più grande dover affrontare la cosa da sola in quanto la mia famiglia profondamente in disaccordo. Dopo l'intervento molto ben riuscito , grande soddisfazione ed orgoglio per aver deciso una cosa così importante passare da una sesta ad una terza , tanti erano i problemi che affrontavo tutti i giorni essendo una grande sportiva. Oggi lo consiglio vivamente a tutte le donne non dover sopportare un così grande e ingombrante peso, forse controtendenza ma credo fortemente di aver fatto la scelta migliore.
19 commenti

Ridurre le dimensioni del seno è stato un sogno sin da ragazzina in quanto la mia figura esile strideva decisamente con una taglia eccessiva di seno che comportava diversi disagi anche psicologici. La percezione di se è migliorata il giorno in cui ho potuto realizzare il mio obietivo. Ho chiesto al chirurgo un intervento drastico di riduzione passando da una taglia 5a a una seconda. Il chirurgo mi ha deluso nel momento in cui al mio risveglio mi ha confessato di aver agito per una taglia 3a motivando la sua decisione così: "ho preferito lasciare una taglia intermedia perchè avresti potuto non accettare un cambiamento così drastico". l'intervento fatto a 30 anni mi ha fatto vivere in modo decisamente migliore la mia vita, oggi a 53 anni sto lottando con le conseguenze della menopausa che ha aggiunto al mio corpo molti accumuli adiposi non ultimi al seno che ha aumentato la taglia ad una 5a!...che fare? una nuova masto?...perchè no?...

5 commenti