Ilaria Berselli
Ilaria Berselli
Copywriter e redattrice con esperienza in giornalismo e comunicazione. I suoi articoli sono incentrati soprattutto su attualità, salute e benessere.
Creazione: 29 feb 2016 · Aggiornamento: 11 feb 2019

Informazione addizionale

Navigazione

  • Introduzione
  • Cos'è la micropigmentazione?
  • Chi è un candidato per la micropigmentazione?
  • Per cosa serve la micropigmentazione?
  • Come trovare il professionista per eseguire la micropigmentazione?
  • Cosa succede durante la prima consulenza?
  • Come viene eseguita la procedura?
  • Cosa succede dopo il trattamento?
  • Quali risultati si possono aspettare?
  • Possibili rischi ed effetti collaterali
  • Dubbi e domande frequenti
  • Testimonianze
  • Bibliografia

Introduzione

La micropigmentazione è una procedura estetica che ogni giorno diventa sempre più utilizzata in tutto il mondo. Implica l'introduzione a livello superficiale del pigmento nella pelle, per migliorare o correggere determinati inestetismi, come per esempio le sopracciglia diradate o che hanno una forma poco definita ed è specialmente indicata in soggetti allergici al trucco oppure che sono in frequente contatto con acqua o sudore e non riescono quindi a mantenere il make-up a lungo.
Questa tecnica non ha solo finalità estetiche, infatti è utilizzata anche per scopi medici nella ricostruzione delle areole dopo una mastectomia, nel camuffamento della vitiligine e dell’alopecia o per attenuare le cicatrici.

Durata tatuaggio semipermanente

Cos'è la micropigmentazione?

La micropigmentazione (detta anche dermopigmentazione microblading) è una tecnica utile sia per gli uomini che per le donne. I pigmenti inorganici e sterili vengono introdotti nell'epidermide (strato esterno della pelle), a differenza dei tatuaggi tradizionali, dove il pigmento viene introdotto nello strato più profondo della pelle, rendendolo permanente, come spiega anche il Dott. Enrico Massidda. Il pigmento in questo trattamento, quindi, non è permanente, ma diminuisce nel tempo, di solito ha una durata da 1 a 3 anni, che ci permette quindi di cambiare forma o colore nell'area sulla quale abbiamo provato il trattamento. Per questo motivo viene indicato anche con i nomi di trucco semipermanente o tatuaggio semipermanente.

Attualmente viene utilizzato principalmente per fini estetici

  • rinfoltire o modellare le sopracciglia e le ciglia
  • definire le labbra
  • disegnare l’eye liner
  • camuffare le cicatrici
  • disegnare nei e lentiggini

Tuttavia, la micropigmentazione può avere anche scopi medici

  • simulare un rinfoltimento delle le zone colpite da alopecia (capelli o sopracciglia)
  • dopo la mastectomia e ricostruzione del seno in seguito a tumori, per ridisegnare l'areola del seno
  • camuffare i segni della vitiligine
Tatuaggio sopracciglia risultati

*Immagine ceduta da Studio Medico De Stefani

Chi è un candidato per la micropigmentazione?

Chiunque può realizzare un trattamento di micropigmentazione o un tatuaggio semipermanente, uomo o donna e senza limitazioni di età, come affermano anche i professionisti dell’Associazione Tatuaggio Estetico Correttivo. L’importante, al pari di altri trattamenti estetici, è godere di buone condizioni fisiche e psicologiche.

Nel caso si soffrisse di una delle seguenti patologie o disturbi è, tuttavia, preferibile informare l’operatore, in modo da eseguire il trattamento in sicurezza e adottare le dovute precauzioni:

  • patologie autoimmuni
  • patologie dell'apparato respiratorio
  • patologie cardiocircolatorie
  • patologie cutanee nella zona interessata
  • assunzione di farmaci anticoagulanti
  • pazienti in chemioterapia
  • epilessia
  • diabete
  • epatite
  • Aids
  • allergie a metalli o altro
  • gravidanza o allattamento
Tricopigmentazione risultati

*Immagine ceduta dal Prof. Michele Roberto

Per cosa serve la micropigmentazione?

Vediamo ora nel dettaglio in quali zone del viso e del corpo dove può essere utilizzata la tecnica della micropigmentazione o del trucco semipermanente ed anche quali sono gli obiettivi e i risultati:

Dermopigmentazione o tricopigmentazione dei capelli: per le persone con alopecia è possibile utilizzare la micropigmentazione per dare un effetto di ombreggiatura. Naturalmente, questa tecnica non influisce sulla lunghezza o il volume dei capelli. Per un risultato naturale, gli uomini sottoposti a questo trattamento dovranno radersi la testa molto spesso. Gli specialisti dello Studio Medico Scarrone precisano che l’obiettivo è quello di simulare le singole unità follicolari, grazie all’infiltrazione dei pigmenti nel derma del cuoio capelluto con l’ausilio di un ago apposito dello stesso spessore di un capello.

Micropigmentazione
o microblading delle sopracciglia: può essere eseguita tramite riempimento, tecnica con cui il medico o l’operatore coprirà l’intera area del sopracciglio, come si farebbe con una matita. Il risultato può essere soddisfacente, ma non così naturale. Oppure può essere eseguita con una tecnica simile a quella usata per i capelli: il medico agirà seguendo ogni follicolo, dando un risultato molto più naturale.

Trucco semipermanente per le labbra: a livello delle labbra, è possibile utilizzare questa tecnica per disegnarne il contorno o creare un effetto di riempimento quando sono molto sottili. Questa tecnica permette non solo di correggere un eventuale asimmetria, ma anche di dare la sensazione di labbra più piene, o aumentarne il tono e il colore naturale. Si consiglia di utilizzare una tonalità appropriata e in linea con il colore della propria pelle per avere un risultato naturale e armonioso.

Altre applicazioni
: la micropigmentazione può essere impiegata anche per mascherare le cicatrici o per ricostruire aree pigmentate (ricostruzione del capezzolo con tatuaggio medico 3D dopo il cancro al seno), così come per attenuare i segni rimasti dopo un incidente o un intervento chirurgico, oppure per scopi estetici come creare le lentiggini o mascherare le smagliature.

Come trovare il professionista per eseguire la micropigmentazione?

Per realizzare questa procedura bisogna rivolgersi a un esperto adeguatamente certificato e deve essere svolta in un ambiente pulito e in linea con gli standard di sicurezza, avverte l’Associazione Tatuaggio Estetico Correttivo. É importante chiedere le credenziali attestanti la preparazione dell’operatore, così come le fotografie che riflettano la qualità del loro lavoro e dei risultati ottenuti. 

Il professionista che cerchi dovrebbe essere adeguatamente formato per rispondere a tutte le tue domande e darti la sicurezza necessaria. Inoltre, devi anche sentirti sicuro della tua scelta, per questo a volte è consigliabile rivolgersi a più di un professionista prima di scegliere quello che davvero farà di più al proprio caso.

Microblading o micropigmentazione

Cosa succede durante la prima consulenza?

La prima consulenza è importante per informare lo specialista circa le vostre aspettative riguardo alla procedura e anche per chiarire tutte le vostre preoccupazioni.

I professionisti dovrebbero rivolgervi alcune domande per accertarsi riguardo alla vostra storia clinica, ed è necessario essere dettagliati riguardo a qualsiasi malattia o allergia di cui si potrebbe soffrire e su tutti i farmaci che si stanno assumendo. 

Durante questa consulenza, inoltre, verranno scattate delle fotografie della zona che sarà trattata, verranno valutate la tonicità cutanea e il tipo di pelle al fine di scegliere correttamente il pigmento da usare.

Come si fa il microblading

Come viene eseguita la procedura?

Prima della procedura, deve essere eseguito un test allergico inserendo una piccola quantità di pigmento su qualche parte sulla pelle, in modo da monitorare la reazione della cute.

Prima di iniziare, se necessario, verrà applicata una crema anestetica. Il professionista dovrebbe detergere e pulire adeguatamente l'area da trattare e indossare sempre guanti sterili

Durante la procedura viene utilizzato un dispositivo chiamato dermografo, che assomiglia a una penna dotata di un piccolo ago e che agisce depositando il pigmento nello strato superficiale dell’epidermide, attraverso movimenti che vanno in avanti e indietro. Nel caso venisse utilizzato l’anestetico, si potrà percepire una piccola puntura durante l'inserimento dell'ago. La procedura richiede circa 1 ora.

Cosa succede dopo il trattamento?

Potresti avvertire gonfiore nell'area trattata e dover applicare ghiaccio e crema, seguendo le indicazione dello specialista. Se l'area trattata è la palpebra o il sopracciglio, è meglio farsi accompagnare da qualcuno di fiducia, soprattutto nel caso si dovesse guidare. 

Durante i 10 giorni successivi alla procedura potrebbe formarsi una crosta, che apparirà più scura. Non si dovrebbe nè toccare l'area trattata nè tentare di rimuovere la crosta, come ricorda anche l’ATEC. La crosta inizierà a staccarsi da sola e una volta caduta il pigmento assumerà la sua colorazione finale. È importante non toccare l'area interessata in quanto si deve lasciare che il processo di guarigione segua il suo corso naturale.

La visita di controllo viene eseguita, generalmente, un mese dopo la seduta e in questa occasione si valuterà anche se è necessario un secondo ritocco.

Micropigmentazione labbra risultati

*Immagine ceduta da Permanent Make-up Montù Sabrina

Quali risultati si possono aspettare?

I risultati sono temporanei, ma la loro durata non è prevedibile con esattezza, sottolineano gli esperti ATEC. In generale, la colorazione del pigmento tenderà a sparire nel corso di un anno. In ogni caso è possibile eseguire ritocchi periodici o ripetere il trattamento.

Gli elementi che incidono sulla durata dei risultati della micropigmentazione sono:

  • livello di fagocitosi individuale
  • età
  • capacità di cicatrizzazione individuale
  • qualità della pelle
  • tipologia di pigmento adottato
  • profondità di infiltrazione dei pigmenti
  • esposizione al sole o a lampade artificiali
  • farmaci anticoagulanti e cortisonici
Tricopigmentazione coprire calvizie

*Immagine ceduta da Jumeaux

Possibili rischi ed effetti collaterali

È importante evitare che l'area trattata venga a contatto con sostanze che possono irritare la cute e bisogna evitare l’esposizione al sole

Dovresti seguire le istruzioni dello specialista e contattarlo in caso di fastidio, dolore, prurito, bruciore o gonfiore eccessivo nell'area su cui è stato effettuato il trattamento.

Alcuni dei rischi possono includere:

  • allergia al pigmento
  • infezioni cutanee
  • gonfiore
  • sanguinamento

Dubbi e domande frequenti

  • Posso sottopormi a un intervento chirurgico se ho il trucco permanente? “Assolutamente nessun rischio se la dermopigmentazione è stata fatta almeno una settimana prima dell’intervento di chirurgia”, Dott. Massimo Rota
  • Ci sono controindicazioni? “Nessun problema, tranne in caso di allergie o effetti indesiderati ai coloranti”, Dott. Marco Gerardi
  • Si può fare la micropigmentazione durante l’allattamento? “Quando si allatta si aspetta sempre, dato che qualunque sostanza, anche se applicata localmente, può penetrare nei tessuti e diffondersi anche un minima parte”, Dott. Marco Gerardi
  • C'è il rischio di infezione con la dermopigmentazione? “Vi è un rischio non elevato di infezioni se non si seguono alcune accortezze dopo il trattamento”, Staff Medico Biosphera Med
  • Quanto tempo durano i risultati? “A seconda della pelle del soggetto e del pigmento permangono tra i 4 mesi ad un anno e poi scompaiono”, Nuovo Centro Tricodermal

Testimonianze

“Nei miei primi anni di adolescenza purtroppo ho commesso l'errore di non rivolgermi ad un professionista per fare la ceretta alle sopracciglia, mi piacerebbe non dover ricorrere ogni giorno al trucco” Leggi l’esperienza completa

chiararesidenti - Bolgare, Bergamo

"Le informazioni contenute in questa pagina sono solo orientative e in nessun caso possono sostituire le informazioni fornite individualmente dal tuo chirurgo plastico, medico estetico o specialista. Se stai valutando la possibilità di sottoporti a un trattamento o a un’operazione di Chirurgia Plastica o Estetica (anche in caso di dubbi o domande) rivolgiti direttamente a un medico specializzato che ti fornirà tutti i chiarimenti opportuni. Guidaestetica non supporta né raccomanda alcun contenuto, prodotto, opinone, professionista medico né nessun altro tipo di materiale o di informazione contenuta in questa pagina o in altre parti del sito."