Lo faccio davvero per me stessa?

Ci sto pensando
gracy
Palermo (Città) · 13 feb 2018

Ciao a tutte, scrivo qui per avere un parere di persone esterne alla mia vita, quindi grazie se vorrete rispondere. Ho 20 anni e non raggiungo la prima di seno, anni fa pensavo fosse un ritardo nello sviluppo ma ovviamente ora so che non é cosi. Con i due ragazzi con cui ho avuto rapporti non mi sono mai tolta il reggiseno e nemmeno loro ne sono mai stati troppo interessati

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

gracy

· Palermo (Città)

· 13 feb 2018

Non so come mai ma non é stato puvblicato tutto quello che avevo scritto.. In poche parole sono indecisa perché non vorrei rifarmelo solo per adeguarmi al pensiero comune cioé che il seno di una ragazza dev'essere "bello" e se invece sei piatta sei considerata come sfortunata e con un qualcosa in meno.. Sono confusa.. Se avessi un seno piccolo ma proporzionato al resto del corpo non prendere in considerazione un intervento.. Ma credetemi non riuscirei mai a mostrarlo! Anni fa in una spiaggia deserta con il mio ex mi sarebbe piaciuto esser libera di stare in topless come anche lui mi aveva chiesto ma proprio non ci riesco... Sono confusa :(
emiz

· Reggio Emilia (Città)

· 6 lug 2018

Ciao! Mi trovi nella stessa situazione. Ho 23 anni e non ho la prima taglia. Mi sento come una bambina di 10 anni con il fisico da donna.
Faccio sport e anche se ho altri difetti mi piaccio!
TRANNE il seno!
Non desidero un seno grosso, perché avendone zero non mi sono mai immaginata con chissà che cosa. Ma speravo che sarebbe cresciuto fino alla 2.
Inoltre, ho sofferto di anoressia (guaritissima) e avevo un ragazzo che mi faceva sentire sempre inadeguata. Mi criticava tutto o notava ogni minimo particolare. Sul seno non si è mai espresso, ma su TUTTO il resto si.
Insomma ho fatto un lungo percorso di accettazione ma su questo non riesco!
Visto che non ho soldi, li sto mettendo da parte, però mi chiedo se ne valga la pena. Ho paura di risultare superficiale o che pensi solo all’immagine.
Ho fatto volontariato con i bambini dell’ospedale alcuni con deformazioni. Quando ho espresso questo desiderio mi sono sentita giudicata. Tu? Tu che sembravi così intelligente? Ma guarda quelle persone che non hanno le braccia e sono felici.
Insomma non ha aiutato il discorso solo a farmi sentire inadeguata. Però, intanto le ragazze perfette o rifatte sui social le guardano tutti eh.

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Elis79

· La Spezia (Città)

· 22 lug 2018

Dovreste capire bene che cosa vale per voi ragazze, io sono dell'idea che stando bene con se stesse, in primis, il resto viene da sé ... il problema, eventualmente è la questione economica (unico nel mio caso). Avete già il medico ragazze?

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

andreee
Membro Plus

· Varese (Città)

· 14 feb 2018

Ciao Greta, mi trovo nelle tua stessa identica situazione...tranne che questa estate in una spiaggia di nudisti e mezza vuota per due minuti (ma sdraiata a pancia in giù) mi sono tolta il pezzo di sopra...mi sono sentita così ridicola che me lo sono rimessa in fretta e furia...adesso ho 28 anni e dopo 10 anni di riflessioni ho preso la mia decisione di operarmi...non lo faccio per gli altri o per il pensiero che una ragazza debba avere il seno grosso per essere bella ma perché io così non mi piaccio proprio...non tolgo il reggiseno nelle intimità e mi faccio un sacco di paranoie sui vestiti, su maglie scollate e sopratutto devo sempre avere il reggiseno se no non mi sento a mio agio...avevo già fatto una visita qualche anno fa ma poi ho lasciato perdere e adesso mi ritrovo a darmi della stupida perché ho perso solo tempo...certamente devi capire se lo fai per te perché è questo L importante non bisogna farlo per nessun altro ecomunque c’è sempre tempo se non sei convinta aspetta :)
gracy

· Palermo (Città)

· 14 feb 2018

Grazie mille per aver risposto. Ecco, se mai mi fossi tolta il pezzo sopra avrei provato la stessa sensazione.. Forse ho anche queste paure perché, nonostante siano in aumento le donne che decidono di sottoporsi a questo intervento, ai giorni nostri quando una persona dice di essersi rifatta la si etichetta subito come superficiale... é uno dei tanti luoghi comuni che affligge molte persone, non capiscono che non possono giudicare senza provare la sensazione di non riuscire ad amare una parte di sé.. Oppure criticano perché vorrebbero migliorarsi ma non ne hanno la possibilità. Un anno fa per esempio mi sono sottoposta a un intervento per correggere lo strabismo e mi ha semplicemente cambiato la vita... Mi chiedo quale sarebbe la differenza se facessi la mastoplastica... Io non la vedo. Insomma i miei pensieri sono un casino.
Comunque fai benissimo, in bocca al lupo e sopratutto... La propria felicità prima di tutto!!
lightning
Membro Plus

· Perugia (Città)

· 14 feb 2018

La domanda che poni, Greta, è molto importante, quanto siamo influenzati dall'esterno e i pregiudizi sulla chirurgia plastica, infatti ho aperto un forum su questo. Il dato di fatto è che il petto femminile e maschile si differenziano dal seno. Geneticamente parlando il seno di una donna nel periodo dello sviluppo continua a svilupparsi mentre quello dell'uomo si interrompe. Così dovrebbe essere. Nel momento in cui questi processi non vengono rispettati, e cioè abbiamo una donna con un seno non sviluppato, e un uomo con un seno sviluppato, a livello psicologico disturba. Ricordiamo inoltre che nella donna il seno è un organo sessuale secondario quindi ha la sua rilevanza anche per questo. Perché ti dico ciò? Perché se desideri avere un seno è del tutto normale, genetico, e quindi non è una cosa esterna, inculcata. Diverso è nel caso della grandezza. A volte vorremo avere un seno prosperoso perché ci piace, perché lo sentiamo nostro, altre volte per la moda, per i miti in tv, riviste ecc.. i pregiudizi? quelli si sprecano, per mille motivi, per ignoranza per lo più,
Io avevo un seno piccolo proporzionato ma non mi piaceva, mi sono operata e sono contenta così e ho l'assoluta certezza non solo che ho fatto bene ma che ho preso una decisione per me gratificante e solo con la mia testa. Spero anche per te sarà lo stesso :)
Santonia
Membro Plus

· Milano (Città)

· 14 feb 2018

Ciao cara Greta, sto vivendo una situazione molto simile alla tua quindi capisco perfettamente ciò che stai passando. Credo che la questione fondamentale sia mettere a fuoco cosa ti spinge maggiormente a considerare l'intervento, se la motivazione nasca dal desiderio di adeguarti a quello che è il prototipo promosso dalla società per non sentirti un pesce fuor d'acqua, oppure se questa derivi da un disagio che nasce dentro di te. Nel primo caso ti consiglierei di valutare bene la situazione, non sottovaluto assolutamente il disagio che un fatto del genere possa creare, ma se al di lá di questo tu riuscissi ad apprezzare il tuo aspetto e il tuo seno e a stare bene con te stessa, e a limitarti fosse il 'solo' il giudizio della società, allora potrebbe non essere necessario ricorrere all'intervento. Se invece ti indentifichi maggiormente nel secondo caso, allora è una questione più delicata.. Ti consiglio di valutare quanto tu ti senta a tuo agio ora, se stai o meno bene con te stessa e se riesci ad apprezzarti.. Se questo intervento ti potrebbe far sentire più a tuo agio, più serena, 'completa', e soprattutto libera.. Non c'è nulla di superficiale nel scegliere di ricorrere ad un intervento per stare meglio, per sentirsi bene, in fondo è ciò che ognuno di noi desidera. So che purtroppo è diffuso il luogo comune di considerare la chirurgia plastica una cosa superficiale, ma in fondo la gente se vuole sparlare lo farà a prescindere, troverà sempre qualcosa da dire, e, so che non è così immediato e semplice, ma ciò che sono arrivata a pensare è: ma in fondo cosa importa? Che importa di cosa pensano degli sconosciuti che non ci conoscono? Perchè rinuciare alla nostra serenità per loro? Inoltre, se queste persone credono che chi ricorre ad un intervento sia superficiale, allora sono loro stesse ad essere superficiali, perché non sono in grado di comprendere la profondità della motivazione che ci sta dietro.. Mentre chi ti conosce davvero (o ti conoscerà) sa bene che persona sei, e non ti giudicherà per questo. E in fondo, ciò che davvero conta, è stare bene con te stessa..
gracy

· Palermo (Città)

· 14 feb 2018

Grazie mille a tutte e due, non ho nessuno con cui parlare di questo argomento e quindi leggere i vostri pareri mi fa davvero piacere e riflettere. Devo capire bene cosa voglio davvero come avete detto voi... É che appunto non avendo mai avuto un minimo di seno me ne sono sempre disinteressata diciamo.. Come se quella parte di me non esistesse nonostante le prese in giro da parte di compagni di classe ecc. Da quando ho conosciuto il mio primo ragazzo però questa "mancanza" da parte mia nell'accettazione del mio seno si é fatta sentire perché appunto non ne volevo sapere di mostrarmi e da lí ho provato un po' di stratagemmi per aumentarlo ahah tra cui ingrassare che per me é difficile... Ma per fortuna ho capito che non posso cambiarmi se non tramite la chirurgia che mai avevo preso in considerazione... Sicuramente se pensassi a me stessa con un seno proporzionato mi sentirei più libera e anche più libera di essere me stessa... Come hai detto tu, laightining, avere un petto che ricorda più quello di un uomo che di una donna non é facile da accettare... Ho visto uomini in sovrappeso o palestrati con più seno di me ahaha non scherzo! Chissá, magari un giorno scriveró qui la mia esperienza e diró "perché non l'ho fatto prima!"
Santonia
Membro Plus

· Milano (Città)

· 14 feb 2018

Ma di nulla cara.. Prenditi tutto il tempo necessario per pensarci e schiarirti le idee.. Un abbraccio!

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Nise
Membro Plus

· Biella (Città)

· 14 feb 2018

Non sei la sola Greta. Io ne ho 27 e fin da ragazzina soffro per un seno che non ho..come dici tu, un conto è averlo piccolo ma proporzionato al fisico..ma a me non mi si è proprio sviluppato..nell' intimità io resto senza reggiseno e credimi se un ragazzo ti ama veramente non gli interessa che taglia porti di reggiseno.. figurati il mio ragazzo non vuole che me le rifaccio, io però così non sto bene mi manca avere un seno, non l ho fatto prima xké economicamente non potevo..e ora con il lavoro non posso prendere malattia, ma sono sempre più convinta di volerlo fare...
gracy

· Palermo (Città)

· 14 feb 2018

Lui mi amava e non gli interessava la misura del mio seno infatti... Ero io che proprio non riuscivo a mostrarmi, provavo vergogna, non ci riuscirei proprio:'(
Felice per te comunque e fai sempre ciò che vuoi tu!!
Frankie1979
Membro Plus

· Prato (Città)

· 15 feb 2018

Buongiorno, Greta! Ti scrivo a quasi due settimane di essermi operata di mastoplastica additiva. Io personalmente ti dico, che questa scelta la devi proprio sentire tua e devi valutare se veramente non ti piaci così come sei. La vergogna nasce da tante cose e molte volte viene da preconcetti esterni imposti sul nostro corpo. Molte donne con il seno piccolo vivono una vita sessuale piena e portano il loro piccolo seno con eleganza. Nel mio caso, il mio piccolo seno non mi diceva nulla. Mi guardavo nello specchio e mi trovavo banale e poco armonica. Il mio piccolo seno non era come il seno tonico delle mie eleganti amiche francesi e mi toccava sempre usare reggiseni imbottiti. Su di me, a me piace molto il seno pieno (non gigante, ma pieno) e l’ho scoperto perché io, nel mio cassetto, invece de reggiseni quelli che avevo erano guanciali o, come dicevo spesso, delle protesi esterne. Allora mi sono detta, se tanto mi trovo sempre a correggere con questi accessori, perché non farlo per bene, così almeno mi piaccio sia vestita che nuda. Ho cercato di essere molto oggettiva sulla mia scelta. Non avevo la pretesa di far sparire le mie insicurezze nè di mandare o meno un messaggio alla società. Prima di entrare in sala operatoria ero consapevole che ci potevamo essere delle complicazioni e sapevo che stavo per affrontare le piccole difficoltà che avvengono dopo un intervento. Non è nulla che una donna non possa gestire, però comporta comunque dei sacrifici economici e di tempo, perché poi per un periodo devi stare ferma a casa o almeno devi cercare di non fare troppi sforzi. Insomma, tutto questo per dirti che ci deve essere una forte e giusta motivazione per fare un intervento del genere e per fare tutte le ricerche necessarie per trovare il chirurgo giusto per te. Se hai un minimo dubbio, ti sconsiglio fortemente di farlo. So di donne che si sono rifatte il seno per le motivazioni sbagliate che poi si sono fatte asportare le protesi dopo 10-15 anni e rimanere con un seno svuotato e cadente, perché si sono accorte che si sono rifatte per un capriccio. Per queste decisioni meglio non avere fretta. E ti dico una cosa: se uno è chiaro di volersi fare il seno, difficilmente la gente si permette di contraddirti. Di solito la gente sente di dire la sua a riguardo quando fiutano insicurezza. Quindi, la scelta è tua.
andreee
Membro Plus

· Varese (Città)

· 15 feb 2018

Ciao Franky1979, posso farti qualche domanda? Come raccontavo a Greta mi sono finalmente decisa e ovviamente continuo a consultare forum e articoli perché non avendo seno mi hanno detto che dovranno mettere le protesi sotto al muscolo...e vorrei sapere cosa mi aspetta nel post...cioè so che ovviamente è soggettivo ma vorrei sapere la tua esperienza se a te è stata fatta sotto muscolare...grazie mille

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Frankie1979
Membro Plus

· Prato (Città)

· 16 feb 2018

Ciao Andree, io ho fatto sottomuscolo (dual plane) e per me i giorni più difficili sono stati i primi 3. Poi piano piano ho cominciato a fare delle piccole cose in casa. Il problema per me è più la sera, per dormire quando sento i muscoli e la pelle del petto tirare, e mi danno un po’ di fastidio, ma niente di drammatico. Io ho una soglia del dolore abbastanza alta e per me il post operatorio non è stato così difficile. Una settimana dopo ho cominciato ad andare al cinema, a far due passi in centro (molto piano), ieri dopo 13 giorni dal intervento ho ripreso a guidare distanze brevi... e se avessi avuto un lavoro di ufficio, sarei potuta andare a lavorare, ma il mio lavoro richiede che sollevi pesi e faccia sforzi con i pettorali quindi mi tocca rimanere a casa questo mese.

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Frankie1979
Membro Plus

· Prato (Città)

· 16 feb 2018

Per me la cosa più difficile del post operatorio non sono i dolori, ma la pazienza che ci vuole per aspettare a fare le cose più banali come fare la doccia intera, dormire di fianco, prendere la mia canina in braccio, sistemare la casa a modo mio e non come fa mio marito ahahahahaha poverino, lui mi aiuta molto, ma ha un ritmo e modo diverso di fare le cose.

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

lightning
Membro Plus

· Perugia (Città)

· 15 feb 2018

Anche io sono pienamente d'accordo con Frankie, ragionamento molto intelligente e coerente con la realtà, tranne che per l'ultima parte. Le persone, che sei sicura o no, hanno le loro idee...e spesso non sono positive per quanto riguarda la chirurgia estetica e plastica, perciò attenzione a non farsi influenzare. Andree la protesi sotto muscolo pettorale, o dual plane quindi parzialmente sotto muscolo pettorale, garantisce una migliore copertura della protesi. In linea di massima è un tipo di intervento più doloroso rispetto alla sotto ghiandolare dato che il muscolo viene inciso e scollato. Il dolore è da forte a molto forte i primi giorni, attenuato dagli antidolorifici, nella quale anche dormire sarà faticoso. Lo sarà fare tutto, anche portare il cibo alla bocca. Ovviamente è tutto soggettivo come dicevi tu, ma la norma mediamente è questa, e i giorni brutti sono dai 5 ai 10, giorno più giorno meno. Dopo questo periodo il dolore va piano piano scomparendo fino a che non rimane solo un ricordo. Ricomincerai a fare tutto come prima e presto non ti sembrerà neanche che ti sei operata. Se non ci sono complicazioni post intervento.
lightning
Membro Plus

· Perugia (Città)

· 15 feb 2018

si perde anche una parte di resistenza del pettorale. Non è molto e in genere questo interessa più chi fa attività agonistica.

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Frankie1979
Membro Plus

· Prato (Città)

· 16 feb 2018

Ciao Lightning! Hai avuto gente che ha messo opposizione alla tua scelta nonostante tu fossi chiarissima e decisa? Nel mio caso ho trovato più entusiasmo di quello che mi aspettavo!

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

lightning
Membro Plus

· Perugia (Città)

· 16 feb 2018

Le persone con chi ha un carattere forte difficilmente si mettono a combattere,ma ti guardano male. Nel mio caso nessuno sa dell'operazione. Ho dovuto dirlo a mia madre per forza maggiore ed è stata una tragedia. Ma io vado avanti per la mia strada. Anche decidere di riprendere a fare l'Università per alcuni è stata una tragedia... Però essendo che non me ne frega niente ci faccio poco caso,sennò tutti hanno qualcosa da ridire sempre e comunque per tutto!

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

andreee
Membro Plus

· Varese (Città)

· 15 feb 2018

Oh grazie mille!!! Davvero! E che (per ora) ho zero ansia per L intervento ma un ansia imbarazzante per quanto riguarda i dolori del post e per quanto tempo li avrò! Per 5/10 giorni posso farcela...io ho già avvisato a lavoro che potrei stare a casa fino a un mese...per la resistenza pettorale non è un problema sono una pigrona
Frankie1979
Membro Plus

· Prato (Città)

· 21 feb 2018

Puoi stare tranquilla perché del intervento non te ne accorgerai. La parte più difficile sarà quando sentirai un po’ di dolore e pressione al petto dopo il risveglio, ma con gli antidolorifici sarà tutto sopportabile. Fai bene a prenderti un mese, così torni a lavoro più riposata ed eviti di fare sforzi che potrebbero rovinare il lavoro per il quale avrai speso tanto. E credimi, la cosa che troverai più difficile di gestire sarà l’impazienza. Perché vorrai vedere il tuo seno subito guarito e assestato, mentre invece tutto avverrà piano piano...
Trecce

· Siena (Città)

· 28 apr 2018

Ciao Frankie quali antidolorifici hai preso? Per quanto tempo?

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Aggiorna la tua esperienza
Aggiorna la tua esperienza
Cosa pensi di questa esperienza?
Condividi la tua esperienza
Comincia subito

Informazione addizionale

Guidaestetica Awards Gli specialisti TOP contributors di Guidaestetica del 2018 in Italia. Scoprili! Vedi tutte

Altre esperienze

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.