Che cosa vuoi sapere?
0 / 90 (min. 20)

Domande su pelle

segni sulla pelle post rinoplastica SaraPonte · 11 gen 2019

salve,a settembre mi sono sottoposta a un intervento di rinosettoplastica chiusa intramoenia presso un ospedale di Roma e l'intervento è stato eseguito da un otorino(anche se non avevo problemi respiratori).L'obiettivo era togliere la gobba,raddrizzare il setto e alzare leggermente la punta. Di profilo il mio naso è migliorato parecchio ma da davanti rimane comunque storto e l'asimmetria si vede a livello della punta e delle narici poichè ora la punta è piu alzata e queste sono piu esposte(prima si vedeva leggermente nelle narici ma sopattutto si notava la gobba che da una parte sporgeva di piu). Sul fatto che il naso sia ancora storto non voglio discutere col chirugo poiche so che è molto complesso addrizzare un naso storto e quindi non voglio fargliene una colpa(spero di poter rimediare in futuro con una rinoplastica secondaria) ma ciò che mi da fastidio sono dei segni che mi sono ritrovata sulla pelle del naso. Alla base della narice destra ho una sorta di piega;provo a spiegare:è come l'arrosto che ha lo spago/la retina intorno e la carne sotto la reina vien ompressa e spunta ai lati di essa.Ovviamente è un esempio che non calza molto bene ed è un'esagerazione, ma immaginatelo in piccolo e una sola piega.L'altro segno invece è come un solco,come se la pelle fosse scavata e risulta più scura (marroncino/grigio come se fosse sangue pisto. ma se fosse sangue pisto si sarebbe dovuto riassorbire dopo 5 mesi,no?) rispetto al resto della pelle ed è situato a destra della parte alta del naso piu o meno all'altezza dell'occhio. Ho parlato al chirurgo di questi segni ma no se ne prende la responsabilità(come se non dipendessero dall'intervento) e mi ha detto che nemmeno si notano e che devo essermi guardata allo specchio col microscopio per notarli. Anche le persone che mi hanno vista dicono che non si notano molto e ci posso cnhe credere ma a me danno fastidio perchè prima non li avevo ed essendomi sottoposta a una rinoplastica chiusa non capisco perchè dovrei ritrovarmi segni sulla pelle(visto che già odio tante altre parti del mio corpo vorrei evitare di aggiungere difetti). Vorrei sapere: 1)è normale che rimangano segni? 2)il solco potrebbe essere dovuto al gesso visto che appogiava piu o meno a quell'altezza? 3) si può fare qualcosa per risolvere questi segni?se sì,cosa? 4)Da chi dovrei fare la visita?Da un dermatologo ,da un chirurgo plastico(che facendo questi interventi magari sa da cosa possa dipendere) o da chi altro? Grazie in anticipo per le risposte.

occorre una visita, ma quando volete fare una rinoplastica estetica rivolgetevi al chirurgo plastico. dr.Peroni Ranchet

4 Risposte leggi di più
Atrofia cutanea viso Mileidy · 20 dic 2018

Buongiorno: Avevo già spiegato precedentemente la mia situazione, che dopo l'uso di Contractubex gel sul viso per migliorare l'aspetto di cicatrici da varicella ero rimasta con la pelle che appare invecchiata... sono stata ampiamente e giustamente rimproverata ma nella posologia dell'unguento spiega che poteva servire anche a questo, non avrei dovuto automedicarmi e forse le mie lesioni non necessitavano questo intervento perché (buchetti a parte) sembravo 10 anni più giovane... ora le mie guance sono lievemente rilassate e ho su tutta la pelle delle microscopiche striature e macchioline depresse che quando sono seria non si vedono ma se sorrido si formano delle rughe, il dermatologo mi ha consigliato una maschera peeloff (Liposkin) e una crema lenitiva (Tolerianne ultra)... ma visto che ho appena compiuto 40 anni dubito che la mia pelle possa rigenerarsi biologicamente? Ho letto ieri che forse un lifting non chirurgico potrebbe risolvere il problema? Sono di pelle nera e siccome so che nel mio caso il rischio di ipo/iperpigmentazione è molto forte chiedo consiglio in sede prima di un consulto diretto... scusate il lungo messaggio ma questo problema mi ha creato un fortissimo impatto emotivo, grazie anticipatamente delle risposte

Le consiglio di evitare di leggere le stupidaggini che trova su internet e di seguire i consigli di un professionista che ha studiato anni e non qualche ora sui forum Segua il. Consiglio del. Suo dermatologo. Cordialmente Dr Leonardo Ioppolo Chirurgo plastico EBOPRAS

9 Risposte leggi di più
Acne e ovaio micropolicistico alessia103b · 5 set 2018

Salve, da quasi un anno soffro di acne con cisti molto piccole sotto pelle soprattutto nelle zone delle guance. Mi sono affidata ad una dermatologa che dopo vari esami ha trovato il problema di quest’acne, ovvero ho l’ovaio micropolicistico. All’inzio la cura prevedeva un acido EPIDUOGEL e altre creme per ridurre il sebo in eccesso. Il risultato dopo alcuni mesi di cura è stato che tutti le cistoline sotto pelle sono venute fuori sotto forma di brufoli con all’interno pus che dopo 2/3 giorni andavano via. Adesso dopo quasi un anno la pelle risulta più liscia al tatto però ancora ci sono delle cistoline sotto pelle. La dermatologa per aiutarmi ancora di più a migliorare lo stato della pelle mi ha prescritto degli integratori da assumere per 3 mesi: INOFOLIC. Dite che questa cura va bene? o devo mettere su quelle piccole cistoline rimaste altre creme?

Gentilissima la professionista cui si è affidata le ha consentito di ottenere buoni risultati:continui ad attenersi alle sue indicazioni e prescrizioni. Cordialmente. Dottoressa Serafina Ghianda

29 Risposte leggi di più

Poco più di un mese fa cercavo un modo per rimuovere l'acne rapidamente, e avevo trovato un rimedio casalingo che prevedeva mettere un trito di aglio sulla zona con l'acne per 20 minuti. L'ho provato. Il risultato è stato il seguente: quando ho tolto l'aglio, avevo una sensazione di bruciore spaventosa, ma niente di più. Il giorno dopo, avevo una macchia nera terribile, con il passare dei giorni la pelle in questo punto ha iniziato a squamare, e credevo che quando la pelle si sarebbe rigenerata tutto sarebbe ritornato alla normalità, ma è successo l'esatto contrario, la macchia scura è rimasta, non più nera, ma scura e con il passare del tempo è diventata rossa, e ora la texture della mia pelle non è più la stessa. Ho cercato di rimediare con vari prodotti, ma non ci sono stati grandi cambiamenti. Vorrei avere un suggerimento professionale per sapere cosa potrei fare.

Gentilissima la cura dell'acne è affidata ad un dermatologo che lavori in equipe con ginecologo ed endocrinologo. In alternativa può rivolgersi ad uno "sciamano"......Cordialmente. Dottoressa S. Ghianda

8 Risposte leggi di più
Dimensione seno VOS · 7 mag 2018

Salve, avrei molto piacere se qualcuno mi togliesse questa mia piccola curiosità... ho fatto una masto additiva da poco tempo in tecnica dual plane, partivo da nemmeno una prima, cioè proprio zero zero zero e mi sono state inserite protesi Nagor da 360cc ciascuna. Avevo richiesto una terza (se ovviamente era possibile dato che avevo quasi solo pelle) e adesso il risultato è molto naturale anche se probabilmente non sono del volume che immaginavo. Volevo chiedere una cosa che mi attanaglia. Sono alta circa 163cm e al momento dell’operazione pesavo 52 chili e qualcosa.... adesso peso 50 chili e qualcosa però diciamo che il mio peso solitamente è intorno ai 55 chili. Ora.. la mia domanda è: se mi fossi operata quando pesavo i miei soliti 55 chili al posto di 52 e qualcosa, mi sarebbero entrate protesi più grandi??? Il dottore e la sua assistente gentilissimi (non posso dire nulla nè su professionalità nè sul risultato) mi hanno detto che le mie protesi sono grande e che con protesi più grandi mi sarebbero venute quelle onde antiestetiche di cui non ricordo il nome tecnico... oltre che l’assistente mi disse un giorno che in fase di operazione provarono a mettermi protesi più grosse ma non entravano per la ghiandola troppo piccola. So benissimo che quello che si richiede non può sempre equivalere a ciò che si può ottenere in sicurezza ma ho questo dubbio dei chili che mi attanaglia e mi piacerebbe ricevere una risposta.. magari sembrerà assurdo non so! Da 52 e qualcosa a 55 non è molto e non so se dipende più dalla ghiandola che dalla pelle (anche se non credo che con così poca differenza di peso avrei avuto molta più pelle). Comunque con i miei 50 chili di adesso non so se sia salutare quindi probabilmente cercherò di riprendere un po’ di peso. Ringrazio chiunque mi toglierà il mio dubbio! Grazie davvero

se ci fosse statao più grasso al massimo la protesi sarebbe stata più piccola, hanno messo una protesi abbastanza grande per il suo torace... si ricordi che è un volume con cui deve convivere... non è un all you can eat...

7 Risposte leggi di più

Ho fatto un intervento di mastoplastica additiva 2 anni fa , il mio seno era molto cadente con molta pelle in eccesso e le mammelle molto distanti l'una dall'altra. Non è stato affatto un bel risultato: non ho più il solco naturale che divide i due seni ma è rimasto un accumulo di pelle in mezzo che da la sensazione di unico seno perché è come se la pelle che sta al centro dei seni non fosse più attaccata allo sterno. In più ho avuto un grande cedimento del tessuto della pelle tanto da innalzare le cicatriciverso l'alto e di conseguenza anche i capezzoli spostati sempre più su. 6 mesi fa lo stesso chirurgo mi ha sottoposta ad un intervento di lifting per rialzare di nuovo il tutto e mi ha messo dei punti interni al centro per cercare di ricreare almeno un po il solco tra i due seni. Ad oggi sono di nuovo come prima , come 6 mesi fa appena. Lo stesso chirurgo minha consigliato di sottopormi ad un terzo ed ultimo intervento per spostare la protesi sotto il muscolo sperando così che almeno in parte il peso della protesi non gravi sul tessuto della pelle che in me tende a rilassarsi velocemente. Per quanto riguarda il solco al centro mi ha detto di rassegnarmi al fatto che meglio di così non potrò ottenere. Mi chiedo come è possibile ritrovarmi con un seno che sembra essere , ora , tutto unito quando prima di operarmi c'era uno spazio talmente grande tra i due seni? Devo davvero rassegnarmi ad avere un effetto unico seno? In più , visto che dovrei sottopormi mio malgrado ad in terzo intervento , chi mi da la certezza che rifacendo un lifting e posizionando stavolta la protesi sotto il muscolo io non mi ritrovi di nuovo così ancora una volta dopo non appena 6 mesi? In teoria mi chiedo se potrò mai essere soddisfatta ed avere un seno normale , non dico perfetto , dovendo riaffrontare un terzo intervento? Scusate se mi sono troppo dilungata ma ormai per me questa è questione vitale. Grazie se vorrete rispondermi.

Dott. Marco Gerardi

Miglior risposta

Gentilissima Signora . Ponga sempre fiducia nel suo chirurgo , probabilmente la scelta di cambiare piano è dovuta a scarsità di tegumenti con evidente superficializzazzione delle protesi con possibilità anche di creare una nuova separazione nello spazio delle due mammelle. Spero di essere stato utile Dr Marco Gerardi

5 Risposte leggi di più
Cicatrici nella zona perianale? IMPERFECTA · 4 ott 2017

salve a tutti i dottori sono una neodiciotenne, il mio quesito è il seguente: presento delle cicatrici rosso-biancastre che vorrei eliminare nonostante la zona in cui si trovino sia abbastanza complessa,forse, da trattare. Ho girato una cosa come 10 dermatologi poiché prima delle cicatrici avevo, dall'etaà di 10 anni (ovvero poco prima dello sviluppo), delle grosse postule. mi è stato detto che si trattava di follicolite, poi di acne inversa. Ho provato prima con creme e cicli di nicotidamine ma ad un certo punto cominciato a prendere la pillola (da questo giugno), consigliatami da una dermatolga che mi avrebbe voluto far fare un ciclo di isotretinoina, ma successe che in concomitanza (un mese dopo aver cominciato la pillola) andai da un'altro dermatologo che mi diede una crema di nome Clindamicina same (dicendomi che si trattava in realtà di un problema batterico) quindi non so se sia stata la pillola ad avermi fatto passare ste cavolo di postule, o se sia stata la cremina..comunque il mio dubbio esistenziale rimane quello di trovare un modo per cercare di attennuare o camuffare queste benedette cicatrici. mi è stato proprosto di rimuovere chirurgicamente ma c'è chi mi ha detto che, trovandosi in quella zona, sarebbe troppo rischioso, per lo sfregamento alla quale (con i pantaloni e con il sedersi ) la pelle è sottoposta poi comunque levare cicatrici lasciando altre cicatrici mi incute timore. mi è stato inoltre proposto di cominciare sedute di laser, cosa che poi mi è stata sconsigliata perché non ci sarebbe bisogno in questo caso di levigare la pelle, ma allo stesso tempo mi hanno sconsigliato di riempire le cicatrici con filler, perché si gonfierebbero. SAPRESTE DIRMI IN LINA DI MASSIM, NEI CASI Più GRAVI, QUANTE SEDUTE DOVREBBERO OCCORRE? DALLE 7 ALLE 10? circa dico.. da quello che potete comunicarmi dalla vostra esperienza.. (domanda posta soprattutto visto il costo delle sedute..). è ovvio che servirebbe una visita accurata, ma non posso girare mezza italia.. vi prego aiutatemi, sembra una cosa molto stupida ma a me crea MOLTO disagio, soprattutto in situazioni intime. Ho pensato anche alla dermopigmentazione nonostante spesso sia sconsigliata perché il colore delle pelle cambia spesso tonalità mentre quello del pigmento no, ma comunque vista la zona, non prendendoci mai e poi mai il sole, mi sembra che la mia pelle più di tanto non potrà mai scurirsi..inoltre mi pare che i dermopigmentisti possano effettuare una specie di needling estetico per stimolare i fibroplasti ,prima di passare a colorare (ovviamente il needlig non può essere fatto su zona trattata da laser)- AIUTATEMI VE NE PREGO, io sono della Liguria, se qualcuno di non troppo lontano può aiutarmi vengo subito!!! è ovvio che non bisogna disperarsi, è uno spreco di energie, ma siccome si parla di inestetismi, a me questo procura disagio, quindi sto cecando un modo per sentirmi a mio agio con me stessa, se poi non ci posso fare niente pazienza, ci sono cose ben ben più gravi.. comunque sia, TENTAR NON NUOCE ( a meno che il trattamento che provo non peggiori la situazione, cosa che prima fra tutte VOGLIO evitare ahah ) cordiali saluti e grazie mille in anticipo a chi leggerà questo panettone e sarà cosi' gentile da arrivare in fondo e rispondermi :)

Dr. Ignazio Sapuppo

Miglior risposta

le sconsiglio i trattamenti indicati e ritengo che il beneficio sia attribuibile alla pillola.

6 Risposte leggi di più
Rischi rinoplastica? Laurynn · 20 set 2017

Salve,sono una ragazza di 30 anni,sto pensando finalmente di realizzare un mio desiderio,ma le paure di un post-intervento sono tante.Prima di tutto,io ho una pelle grassa,tendo a fare molti punti neri specie sul naso ed ho una pelle spessa,non ho la gobba,è solo largo con una punta molto pronunciata perchè ho molta cartilagine.C'è rischio che la pelle non si "ritiri" ,non avendo proprio una pelle elastica?C'è rischio di ritrovarsi cn segni sulla pelle,ematomi che non si riassorbono?Ho letto che la punta può restare gonfia dopo mesi e soprattutto c'è rischio della cosiddetta supratip e quindi si deve poi per forza ricorrere ad una rinoplastica secondaria?Ho mille dubbi!!!

Dr. Ignazio Sapuppo

Miglior risposta

gentile signora, la pelle grassa, come le scrivevano i colleghi, potrebbe solo comportare tempi più lunghi nell'assestamento.

7 Risposte leggi di più
Eccesso di pelle sopra gli occhi Francesco3223 · 22 giu 2017

Salve, seguendo una guida online ho massaggiato gli occhi piuttosto energicamente per donare più luminosità allo sguardo ma a lungo andare mi sono reso conto che anzi lo sguardo cadeva, come se avessi sempre più tirato la pelle tra palpebra e sopracciglia estendendola sempre di più e quando non ho più massaggiato gli occhi mi sono per l'appunto reso conto di un eccesso di pelle che chiude lo sguardo degli occhi. Come posso fare per questa pelle di troppo sulla palpebra?

Dr. Ignazio Sapuppo

Miglior risposta

Il problema si risolve con una Blefaroplastica.l

5 Risposte leggi di più

Salve, vorrei domandare un approfondimento circa gli effetti duraturi dell'isotretinoina. Ho 29 anni e offro di acne dall'età di 13 e nonostante innumerevoli visite dermatologiche e tantissimi dottori diversi, lozioni, antibiotici, pillole contraccettive ecc..non ero mai riuscita a debellarla. Nel mio caso si tratta di piccoli brufoletti, comedoni sottopelle bianchi e qualche brufolo medio su viso e a volte vicino al collo, sulla schiena . Nel 2013..quando (in seguito probabilmente a forte stress) la mia acne ha cominciato a diventare cistica (con sfoghi grossi e molto dolenti) un dermatologo mi ha prescritto l'isotretinoina (AISOSKIN). Pesando 60 kg il dottore mi ha detto che dovevo assumere in totale 7200 mg ed il trattamento è durato un anno intero (compresa la stagione estiva dove mi ha ridotto il dosaggio). Durante il trattamento la pelle si è pulita dall'acne, ma al termine mi sono rimasti tutti gli effetti collaterali. Ormai sono passati quasi 3 anni dal termine della terapia ma la mia pelle NON E' PIU' LA STESSA!!! E' diventata molto piu' sottile, secca ed opaca. A distanza di un anno sono venute subito le rughe di espressione e soprattutto : mi è tornata l'acne! Adesso pero' (col fatto che la pelle è più sottile probabilmente) ogni brufolo che sia abbastanza grande mi lascia la cicatrice rossa. Ho provato (senza esagerare) circa un centinaio di creme idratanti e purtroppo sulla mia pelle hanno tutte un'effetto comedogeno e non danno risultati. Le uniche cose che riesco ad usare solo l'olio di argan, gel di aloe vera e qualche crema bio a base di inci naturali che mi aiutano a tenere la pelle un pochino idratata. Le analisi del sangue sono perfette (non ho disturbi alla tiroide, non soffro di celiachia o di ovaio policistico ecc..). e tutti i dottori alzano le spalle e non mi sanno spiegare di cosa si tratta. Purtroppo dopo l'isotretinoina ho cominciato a soffrire anche di forfora o dermatite seborroica (se cosi' la vogliamo chiamare) e a perdere tantissimi capelli. Anche le labbra si 'sfogliano' come durante il trattamento. Mi appello a tutti Voi nella speranza che qualcuno mi possa dare un suggerimento o un aiuto..Sono disposta a recarmi a Milano, a Roma o ovunque pur di risolvere il mio problema. Ho provato a considerare il trattamento laser per ringiovanire la pelle ma ho paura poi sia peggio visto che la pelle è cos' sottile e sensibile adesso. Gentilmente datemi una mano...

Studio Marinato

Miglior risposta

Buongiorno, L'isotretionina e un trattamento importante che incide profondamente nei meccanismi biochimici del nostro organismo. Per questo concordo con lei che un trattamento locale adesso potrebbe essere inutile o dannoso. Cercherei piuttosto di ritrovare un equilibrio che in questo momento il suo organismo ha perduto lavorando in maniera olistic ... leggi di più

5 Risposte leggi di più

Un paio di anni fa ho fatto un lifting al viso e al collo ma i risultati non sono stati come quelli sperati. La pelle del collo é ancora un po' flaccida e ho anche un eccesso di pelle dietro l'orecchio destro. Il chirurgo che mi ha fatto il lifting mi ha detto che i risultati sono dovuti al fatto che ho la pelle poco elastica e che non é colpa sua. Ma il tipo di pelle che una persona ha puó condizionare dei risultati estetici in questo modo?

Buongiorno, certamente il grado di elasticità e tono della pelle sono fondamentali per il risultato di un lifting al viso, ma generalmente se ne parla con la paziente nel colloquio pre intervento. Cordiali Saluti Staff Medico Biosphera Med

4 Risposte leggi di più

Buon pomeriggio, sono una ragazza di 22 anni e volevo sapere se fosse possibile eliminare i segni, ormai tramutati in pelle più scura e secca di una bruciatura da ceretta all'inguine, ormai vecchi di almeno 4-5 anni. Cerco sempre di curare la zona con creme e oli ma purtroppo l'alone scuro non è mai andato via; inoltre vorrei sapere quale trattamento (crema o scrub) potrei eseguire per schiarire la pelle del corpo dall'abbronzatura estiva. Ho una pelle molto chiara, ma da un paio di anni sto notando che nel periodo autunnale, l'abbronzatura non va via e poichè non ho mai fatto alcun trattamento per eliminarla, ho l'impressione che si scurisca di anno in anno e volevo sapere se posso fare qualcosa per far ritornare la mia pelle al suo colore naturale; lo stesso problema di pelle scura ce l'ho nella zona ascellare (però non nel cavo ascellare ma nellala zona vicina al seno) molti mi hanno detto dovuto al sudore piuttosto acido che ho..problema che putroppo mi crea molto disagio nel periodo estivo perchè si vede un netto distacco di colore..c'è qualcosa che posso fare per schiarire? Grazie in anticipo

Prof. Franco Bassetto

Miglior risposta

Gent.ma può effettuare delle sedute laser. Le consiglio di effettuare una visita specialistica atta a verificare la situazione. Cordialità

8 Risposte leggi di più

Salve dottori, sono Bianca e ho 18 anni, purtroppo sin da quando ero piccolina soffro di problemi di acne pelle molto grassa e spessa, ormai è da più di 8 anni che continuo ad avere questa pelle magari un pochino è migliorata da quando avevo 14 anni ma devo dire che il merito è sicuramente dell'isotretinoina che ho assunto circa 2 anni fa per 2 mesi. Durante la cura la mia pelle era quasi perfetta, non avevo brufoli e la pelle non era untuosa inoltre i pori erano chiusi. Dopo due mesi quando smisi di prendere la pillola notai un peggioramento graduale e lento infatti la mia pelle piano piano è tornata grassa forse anche più di prima con pori dilatati, spessa, i brufoli sono di meno ma dipende anche dai periodi e poi ho molte impurità come punti neri o i cosiddetti grani di miglio che sono davvero tantissimi soprattuto raggruppati intorno agli occhi. La mia pelle è davvero bella molto chiara e delicata ma così non mi piace per niente perché sono piena di imperfezioni che magari da lontano non si notano ma da vicino sono evidenti, da sempre sogno una pelle liscia e senza impurità ma questo sogno non si è mai realizzato (tranne quando ero piccolina che avevo una pelle perfetta) e adesso che ho 18 anni sono stanca di questo problema e vorrei liberarmene una volta per tutte. Su cosa dovrei puntare? Laser? Peeling? Oppure rifare l'isotretinoina per la pelle grassa? Ho la pelle sempre lucida non ne posso più aiutatemi. Grazie in anticipo, saluti. Bianca.

Gentile Bianca, innanzitutto le consigliamo una visita ginecologica con ecografia pelvica per escludere la presenza di cisti ovariche; spesso sono alterazioni ormonali la causa di forme acneiche in giovane età. Dopo l'inquadramento ormonale il ginecologo potrà valutare terapie per riequilibrare alterazioni in tal senso e si potranno valutare peeli ... leggi di più

26 Risposte leggi di più

Ho 20 anni e non ho mai avuto grossi problemi con la pelle come acne ecc. Da un anno a questa parte però la mia pelle è cambiata ho moltissimi punti neri che curo con le diverse pulizie del viso, couperose, venuzze, specie di cistine o punti neri chiusi quelli bianchi per intenderci, pori molto aperti, zone rosse, ecc. Insomma non una pelle da sogno. Vorrei sapere quali tecniche di medicina estetica potrebbero aiutarmi. Vorrei renderla uniforme, luminosa e da 20enne come sono, eliminando gli effetti antiestetici che possiedo. Qualche informazione? Sono davvero decisa a fare qualcosa, con i giusti consigli, quelli davvero efficaci

Gentile Evasofia, è necessaria una visita medica per poterle dare delle indicazioni di trattamento. Presso il nostro centro è possibile un check-up cutaneo gratuito e il nostro Staff Medico saprà successivamente come trattare il suo inestetismo. Cordiali Saluti Staff Medico BiospheraMed

9 Risposte leggi di più

Gentili dottori, 5 mesi fa mi sono sottoposto ad un intervento di rinosettoplastica da un noto chirurgo..e purtroppo i risultati non sono per niente soddisfacenti. Il mio chirurgo é consapevole di questo perché effettivamente il naso presenta piu di una irregolaritá..narici molto asimmetriche che prima non lo erano e un paio di pretuberanze dure che lasciano pensare sia osso. Per questo mi ha detto di lasciare passare qualche altro mese e di rivedersi dopo l'estate cosi che il risultato sará definitivo e faremo il punto della situazione per valutare i ritocchi necessari. L'ultima visita l'ho fatta un mese fa...e fno alla fine di settembre dice che non necessta di vedermi..gia questa cosa non mi piace e in piu non riesco a reperirlo. Comunque tra i vari difetti presenti sul naso quello che mi crea piu problemi e insoddisfazione é la presenza di un gibbo sul dorso sx che rende il naso visibilmente asimmetrico..e al tatto si sente proprio qualcosa di duro che "sporge" rispetto a l'altro lato. In questo periodo porto molto gli occhiali da sole e ho notato che dopo alcune ore che li indosso se li tolgo il gibbo é molto diminuito direi accettabile, si vede il segno lasciato dagli occhiali che schiacciano la pelle e comprimono il gibbo dando cosi l'impressione di un naso molto molto piu asimmetrico e regolare..anche se al tatto un qualcosa sotto la pelle si sente che cé. Peccato che dopo pochi minuti che ho tolto gli occhiali graduatamente il problema si ripresenta facendomi cadere di nuovo nella tristezza. Quello che vorrei chiedervi é se cé qualche speranza visto quello che ho spiegato..che con il tempo questo gibbo possa sparire come quando ho gli occhiali che lo comprimono..o se questo non significa niente dato che la pelle ha un suo spessore quindi la sporgenza rimane e si toglie solo con una limata. Grazie di cuore a tutti voi per le delucidazioni in merito.

Dott. Marco Gerardi

Miglior risposta

No problems. Cordialmente Dr Marco Gerardi

19 Risposte leggi di più

Cerca più domande

Trova una risposta tra le più di 9500 domande realizzate su Guidaestetica.it

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.