Che cosa vuoi sapere?
0 / 200 (min. 20)

Domande su pelle

Danni post laser C02 frazionato Clotessy · 20 mag 2020

Buongiorno, scrivo qui perché sono un po’ spaventata. L’anno scorso mi sono sottoposta a una seduta laser CO2 frazionato, durante l’operazione di mastoplastica additiva (quindi sotto anestesia). Il decorso post laser e stato come dovrebbe essere, 2 giorno pelle marrone (morta ) , 3 giorno desquamazione e al 5 giorno la mia pelle era perfetta, liscia, luminosa e bellissima . Quest’anno, 5 giorni fa, mi sono sottoposta a una seconda seduta da un altro chirurgo (ho anche speso €100 in più), perché quello precedente non mi ha fatto un buon lavoro sul seno, ma il decorso post laser è una tragedia . Sono 5 giorni post e la mia pelle non è morta, non è marrone e non si è desquamata è rosso fuoco, mi brucia da non dormire la notte e mi prude, trovo sollievo solo con borsa del ghiaccio sul viso, cosa potrebbe essere successo? Ho il dubbio che forse sia stato meno potente, o non so, da non farmi morire la pelle ma solo danneggiarla, ed ora questa sta cercando di guarire. Ieri ho chiamato il dottore e mi ha dato da prendere una crema cortisonica e cortisone per bocca (Cosa che la scorsa volta non ho assolutamente fatto). Ho una paura folle che non perdendo la pelle bruciata abbia danneggiato irreparabilmente il viso e che, se dovessi incontrare un minimo di raggio di sole, rimarrei a macchie.

Che laser ha fatto nel primo trattamento e quale ha fatto nel secondo ? Si faccia spiegare bene il decorso post operatorio dallo specialista e segua i suoi consigli

3 Risposte leggi di più
Dermatite dopo acido mandelico Anonimo · 3 mag 2020

Buongiorno, Ho acquistato su un sito di ecommerce di cosmetica dell'acido mandelico al 30% in soluzione ed una maschera lenitiva. Ho sempre eseguito, presso la mia estetista, anche in estate, l'acido mandelico durante dei trattamenti viso, ma non ho mai avuto questo tipo di reazione. Ho eseguito esattamente le istruzioni lasciandolo in posa 5 minuti, risciaquandolo e poi ho fatto una maschera lenitiva, ho poi protetto la pelle con una protezione solare spf30 con filtri fisici. Il pomeriggio ero a casa e l'unica cosa che ho fatto è stato ritirare i panni in balcone verso le 18/30. Tempo di esposizione 5 minuti al massimo alla luce e il giorno dopo mi ritrovo con questa reazione. È trascorsa una settimana, essendo allergica alle graminacee, ho preso antistaminico su consiglio del farmacista, anche per vedere se è stata una reazione allergica al cosmetico, mi hanno dato una crema base Ceramol311 da apliccare per un bel po', al posto dei cosmetici che uso normalmente più il suo specifico filtro solare Ceramol spf30. È trascorsa una setttimana e ad oggi, il risultato è una sorta di macchia ancora un po' rialzata che si è leggermente schiarita, ma non scomparsa del tutto. Ho contattato il venditore da cui attendo ancora risposta. Sono preoccupata che possa restare la macchia sulla pelle, non mi è mai capitata questa reazione, neanche dall'estetista che quando mi applica il mandelico sento realmente pizzicare la pelle mentre con questa soluzione, non ho sentito nessun tipo di fastidio, ma il giorno dopo questa brutta reazione, ora il prurito sulla parte è passato ma la pelle è ancora rialzata e circoscritta... Mi consigliate di rivolgermi subito ad un dermatologo o attendere ancora nel vedere se pian piano passa con il solo utilizzo della crema base? Grazie Cordiali Saluti

Dr Luca Zattoni

Miglior risposta

Compra degli acidi su internet e si fa prescrivere i farmaci dal farmacista ovviamente. Direi che a questo punto, dal medico non ha senso andarci.

12 Risposte leggi di più
Pelle asfittica e acne, aiutatemi Alicewander · 3 mar 2020

Salve dottori, sono Alice ho 21 sin da piccolina soffro per la mia pelle molto grassa e spessa, ormai è da più di 8 anni che continuo ad avere questa pelle, ho provato tante cure, seguendo tanti dermatologi, ma niente è stato risolutivo. Sono molto stanca perché la mia pelle mi da molto fastidio, non solo dal punto di vista estetico ma anche e soprattutto fastidio letteralmente, è untuosa ma quando lavo il viso (anche solo con acqua tiepida) tira tantissimo si arrossa e si secca. Non so più cosa fare, non capisco nemmeno che tipo di pelle ho, se ho acne o meno è una lotta senza fine e non ne posso più. Non riesco a convivere con questo problema il trucco non dura nemmeno un’ora, perché subito la pelle diventa untuosissima ma quando mi strucco a casa (usando detergenti delicatissimi) si arrossa e inizia a tirare, se metto una crema idratante dopo poche ore ecco nuovamente il devo in eccesso... cosa posso fare? Non so più a chi affidarmi e sono disperata.

Dr Luca Zattoni

Miglior risposta

Probabilmente serviranno trattamento combinati di peeling, mesoterapia e botulino

8 Risposte leggi di più
Peeling Jessner effetti collaterali Vikyod
Beauty Influencer
· 31 dic 2019

Buongiorno, grazie per chi mi ha risposto al post precedente, volevo rispondere e precisare che ho eseguito il peeling da un chirurgo e non da sola come qualcuno ha presupposto. Non sono così stupida da fare una cosa del genere da sola anche se forse sono stata stupida lo stesso a farmelo fare, non mi piace per niente il risultato, è una sofferenza penso che stavo meglio prima, mi sono rovinata le feste, il dottore ha detto che più fosse stato in posa più avrebbe fatto effetto (positivo) l'avrò tenuto più di 10 minuti finché non ho più sentito bruciore me l'ha rimosso con l'acqua fisiologica, mi ha detto di lavare delicatamente con acqua e mettere crema, ma non ero a coscienza del post così drammatico. La pelle si e staccata e sotto è rosea e ha un aspetto che non mi piace,il colore non è uniforme, la pelle del mento si è staccata prima per la sfregatura della sciarpa infatti è più rosea e mi da più fastidio mi pizzica la crema e mi da fastidio al tatto o al contatto con lo sfiorare dei capelli per esempio. Inoltre mi pare avere più brufoletti del solito. Questo peeling non andrebbe a eliminarli? Non so che utilità abbia... sono delusa dal risultato. Il dottore è in ferie. Non ho risposte ben chiare. Inoltre ho un forte fastidio agli occhi a causa dell evaporazione della sostanza che mi faceva tossire, il prodotto non è andato negli occhi né nella zona perioculare però l'evaporazione del forte odore mi ha causato bruciore agli occhi che ho un po' tuttora. Cosa posso fare? Passerà? La pelle ritornerà come prima? Si schiarirà la pelle e quando? Crescerà il tessuto superficiale della pelle? Per gli occhi cosa devo fare? Sono abbastanza intollerante ai colliri. Possibilmente vorrei evitare di metterli. Questo peeling jessner è stato superficiale o profondo su di me? Avrei dovuto provare dermapen (non peelinh), ero intenzionata a provarlo prossima volta ma ormai a sto punto è meglio non farlo? Migliorerebbe o peggiorerebbe la situazione? Per cortesia datemi qualche consiglio, grazie. Buone feste.

È in un tunnel di ansia comprensibile ma altrettanto deleterio per la ripresa. Non sarà qui che risolverà . Vada da un professionista che sappia gestirla come caso tecnico e come paziente ... e questo è un dettaglio che viene spesso trascurato da chi sceglie un professionista

10 Risposte leggi di più
Post peeling Jessner traumatico Vikyod
Beauty Influencer
· 31 dic 2019

Buongiorno, ho eseguito due giorni fa per la prima volta un peeling Jessner sul viso tenuto sopra 10 minuti se non di più max 13 ma dopo 10 minuti non sentivo piu bruciore. La forte evaporazione della sostanza nell'aria mi ha causato un indolenzimento e bruciore oculare. Inoltre la pelle è raggrinzita ed è scesa un po' più in basso. Dalla fronte è scesa sul ponte del naso ed è ruvida. Al 2 ^ giorno si sta staccando la pelle con delle pellicine bianche. Sotto le pellicine la pelle è più rossa come se fosse carne, non pelle. Ho un po' di brufoletti bianchi. Tira la pelle ed è sensibile. Mi sono per caso rovinata la pelle? Sono preoccupata. Mi sto lavando solo con acqua tiepida/fresca e mettendo una crema leggera idratante. Sono preoccupata. Cosa sta succedendo? Cosa devo fare? Preciso che ho la pelle giovane ma un po' trascurata l'ho fatto perché grassa con pori dilatati e piccole cicatrici l'acne. Era meglio fare dermapen? Il post sarebbe stato simile? Grazie.

È inquietante la versione che ci porge. I colleghi ha profondamente ragione. Mi verrebbe da dirle che tutto rientrerà ma nn ha chiaro Lei la potenzialità delle sequele

14 Risposte leggi di più
La pelle si abitua alle creme? pepita123456 · 2 dic 2019

Buona sera gentili Dottori, ho utilizzato una crema per circa due anni e mi sono trovata molto bene. Un giorno all'improvviso ha smesso di funzionare come se non mettessi più assolutamente nulla. Si leggono pareri piuttosto discordanti nel web, alcuni dicono che la pelle non si abitua ma cambiano le necessita della pelle, altri invece sostengono che dopo un po' di tempo la pelle si assuefa ed è per questo che è necessario cambiare spesso prodotto. Le mie domande sono queste... La pelle si può abituare a un siero o a una crema? Se si perché? Quanto tempo bisogna fare pausa prima di riprovare a utilizzarla? Ringrazio anticipatamente tutti i dottori per le risposte.

Dr Luca Zattoni

Miglior risposta

I prodotti cosmetici non attraversano la membrana cutanea in maniera in maniera importante. Diversamente i prodotti per cui è necessaria ricetta hanno effetti importanti per cui possono essere le scritte solo dal medico

14 Risposte leggi di più

Buonasera, ho sempre avuto problemi di follicolite con comparsa di cisti e più in generale pelle irritata in seguito alla depilazione. Da qualche tempo ho notato che la pelle dove ho avuto cisti recidive è rimasta molto sottile e rovinata, come posso trattare la zona, molto delicata, per far tornare la pelle liscia e uniforme? Inoltre la pelle, anche per questioni fisiologiche, si è un po' scurita. C'è un trattamento che permetta di ottenere anche un effetto schiarente? Grazie

In genere queste problematiche si affrontano con la tecnologia laser. Carlo Magliocca

8 Risposte leggi di più
Rassodare pelle del Collo Klizia71 · 19 set 2019

Buongiorno, Ho 48 anni e una pelle del viso tutto sommato ancora fresca, il problema è la pelle del collo. Purtroppo la pelle tende a "raggrinzirsi" (si formano delle brutte rughe verticali) ad ogni movimento del collo (quando deglutisco o quando giro o sollevo la testa) Pensavo che il lifting fosse il trattamento di elezione, invece consultando due chirurghi ho scoperto che non è così; entrambi mi hanno spiegato, che nel mio caso, un lifting non servirebbe perché il mio è un problema di consistenza di pelle, ormai troppo sottile , e non di pelle cascante. Ho provato un trattamento con profhilo ma non ho ottenuto grandi risultati. Mi chiedevo se si potesse inspessire la pelle con un lipofilling o se ci fossero trattamenti efficaci per questo problema. Molto onestamente il chirurgo mi ha detto che radiofrequenza e laser, nel mio caso, non servirebbero a nulla. Qualcuno saprebbe darmi dei suggerimenti? Grazie

Dott. Nicola Catania

Miglior risposta

SENZA UNA VISITA NON SI PUO' DARE UN CONSIGLIO,è IN MENOPAUSA?CI SONO TROPPE VARIANTI SALUTI NICOLA CATANIA

11 Risposte leggi di più
Macchie rosa viso simile acne India_pupa · 20 ago 2019

Buongiorno, Da qualche mese mi sono uscite sul viso delle macchie rosa chiaro che formano dei solchi, il dermatologo mi ha chiesto se ho avuto casi gradi di acne, la risposta è no ogni tanto qualche brufolino ma poi la pelle si rigenerava da sola. Ora mi chiedo che cosa sono queste macchie con accanto delle pustole (sotto pelle). Con la luce del sole si fanno fatica a vedere le macchie ma se si sta attenti si vedono bene ed usando la lampada ad ultra violetti si vedono in modo dettagliato!! Delle volte queste pustole mi prudono, ho la pelle secca e la sento tirare ma se metto qualche crema o fondotinta la pelle peggiora. Ho notato che facendo delle maschere di te verde, oli camomilla e proteine del grano, diminuiscono la pelle si sfiamma torna normale senza pustole pet qualche ora, le macchie rimangono e dopo torna tutto come prima. Mi chiedevo se al cdi di milano effettuano delle visite con telescopio (visita visiva) o biopsia della pelle. Vorrei sapere la diagnosi con una buona visita medica e quindi un buon centro con tutti gli attrezzi per darmi una diagnosi dettagliata. Ho assunto l antibiotico per 2 settimane ma la situazione era peggiorata e ho smesso di assumerlo. Ho effettuato degli esami allergici ed è uscito che sono leggermente allergica alla polvere e alle farine. Con un trattamento laser risolvo la situazione? Ma con quale laser? Potrebbe essere una dermatite? Perché mi sento la pelle secca soprattutto sulla fronte e in testa c'è ma queste macchie che continuano ad aumentare non riesco a capire da cosa è dovuto. Ho anche dei piccoli capillari rotti ma non credo sia couperose perché ho troppo la pelle secca e poi queste macchie prudono. Grazie in anticipo, cordiali saluti.

Faccia una visita dermatologica ospedaliera e segua pedissequamente le prescrizioni dello specialista. Dr.ssa Angela Olivero

7 Risposte leggi di più
Acne e ovaio micropolicistico alessia103b · 28 mag 2019

Salve, da quasi un anno soffro di acne con cisti molto piccole sotto pelle soprattutto nelle zone delle guance. Mi sono affidata ad una dermatologa che dopo vari esami ha trovato il problema di quest’acne, ovvero ho l’ovaio micropolicistico. All’inzio la cura prevedeva un acido EPIDUOGEL e altre creme per ridurre il sebo in eccesso. Il risultato dopo alcuni mesi di cura è stato che tutti le cistoline sotto pelle sono venute fuori sotto forma di brufoli con all’interno pus che dopo 2/3 giorni andavano via. Adesso dopo quasi un anno la pelle risulta più liscia al tatto però ancora ci sono delle cistoline sotto pelle. La dermatologa per aiutarmi ancora di più a migliorare lo stato della pelle mi ha prescritto degli integratori da assumere per 3 mesi: INOFOLIC. Dite che questa cura va bene? o devo mettere su quelle piccole cistoline rimaste altre creme?

Dr. Luca Mario Apollini

Miglior risposta

Gentile paziente, se non può assumere la classica pillola, purtroppo deve ripiegare su altre molecole tipo inositolo. Non ha le stesse capacità terapeutiche della pillola ma un aiuto può darlo. A questo potrà associare peeling specifici in studio medico e maschere dedicate domiciliari. Cordialmente

30 Risposte leggi di più

Ho fatto un intervento di mastoplastica additiva 2 anni fa , il mio seno era molto cadente con molta pelle in eccesso e le mammelle molto distanti l'una dall'altra. Non è stato affatto un bel risultato: non ho più il solco naturale che divide i due seni ma è rimasto un accumulo di pelle in mezzo che da la sensazione di unico seno perché è come se la pelle che sta al centro dei seni non fosse più attaccata allo sterno. In più ho avuto un grande cedimento del tessuto della pelle tanto da innalzare le cicatriciverso l'alto e di conseguenza anche i capezzoli spostati sempre più su. 6 mesi fa lo stesso chirurgo mi ha sottoposta ad un intervento di lifting per rialzare di nuovo il tutto e mi ha messo dei punti interni al centro per cercare di ricreare almeno un po il solco tra i due seni. Ad oggi sono di nuovo come prima , come 6 mesi fa appena. Lo stesso chirurgo minha consigliato di sottopormi ad un terzo ed ultimo intervento per spostare la protesi sotto il muscolo sperando così che almeno in parte il peso della protesi non gravi sul tessuto della pelle che in me tende a rilassarsi velocemente. Per quanto riguarda il solco al centro mi ha detto di rassegnarmi al fatto che meglio di così non potrò ottenere. Mi chiedo come è possibile ritrovarmi con un seno che sembra essere , ora , tutto unito quando prima di operarmi c'era uno spazio talmente grande tra i due seni? Devo davvero rassegnarmi ad avere un effetto unico seno? In più , visto che dovrei sottopormi mio malgrado ad in terzo intervento , chi mi da la certezza che rifacendo un lifting e posizionando stavolta la protesi sotto il muscolo io non mi ritrovi di nuovo così ancora una volta dopo non appena 6 mesi? In teoria mi chiedo se potrò mai essere soddisfatta ed avere un seno normale , non dico perfetto , dovendo riaffrontare un terzo intervento? Scusate se mi sono troppo dilungata ma ormai per me questa è questione vitale. Grazie se vorrete rispondermi.

Dott. Marco Gerardi

Miglior risposta

Gentilissima Signora . Ponga sempre fiducia nel suo chirurgo , probabilmente la scelta di cambiare piano è dovuta a scarsità di tegumenti con evidente superficializzazzione delle protesi con possibilità anche di creare una nuova separazione nello spazio delle due mammelle. Spero di essere stato utile Dr Marco Gerardi

5 Risposte leggi di più
Cicatrici nella zona perianale? IMPERFECTA · 30 nov 2019

salve a tutti i dottori sono una neodiciotenne, il mio quesito è il seguente: presento delle cicatrici rosso-biancastre che vorrei eliminare nonostante la zona in cui si trovino sia abbastanza complessa,forse, da trattare. Ho girato una cosa come 10 dermatologi poiché prima delle cicatrici avevo, dall'etaà di 10 anni (ovvero poco prima dello sviluppo), delle grosse postule. mi è stato detto che si trattava di follicolite, poi di acne inversa. Ho provato prima con creme e cicli di nicotidamine ma ad un certo punto cominciato a prendere la pillola (da questo giugno), consigliatami da una dermatolga che mi avrebbe voluto far fare un ciclo di isotretinoina, ma successe che in concomitanza (un mese dopo aver cominciato la pillola) andai da un'altro dermatologo che mi diede una crema di nome Clindamicina same (dicendomi che si trattava in realtà di un problema batterico) quindi non so se sia stata la pillola ad avermi fatto passare ste cavolo di postule, o se sia stata la cremina..comunque il mio dubbio esistenziale rimane quello di trovare un modo per cercare di attennuare o camuffare queste benedette cicatrici. mi è stato proprosto di rimuovere chirurgicamente ma c'è chi mi ha detto che, trovandosi in quella zona, sarebbe troppo rischioso, per lo sfregamento alla quale (con i pantaloni e con il sedersi ) la pelle è sottoposta poi comunque levare cicatrici lasciando altre cicatrici mi incute timore. mi è stato inoltre proposto di cominciare sedute di laser, cosa che poi mi è stata sconsigliata perché non ci sarebbe bisogno in questo caso di levigare la pelle, ma allo stesso tempo mi hanno sconsigliato di riempire le cicatrici con filler, perché si gonfierebbero. SAPRESTE DIRMI IN LINA DI MASSIM, NEI CASI Più GRAVI, QUANTE SEDUTE DOVREBBERO OCCORRE? DALLE 7 ALLE 10? circa dico.. da quello che potete comunicarmi dalla vostra esperienza.. (domanda posta soprattutto visto il costo delle sedute..). è ovvio che servirebbe una visita accurata, ma non posso girare mezza italia.. vi prego aiutatemi, sembra una cosa molto stupida ma a me crea MOLTO disagio, soprattutto in situazioni intime. Ho pensato anche alla dermopigmentazione nonostante spesso sia sconsigliata perché il colore delle pelle cambia spesso tonalità mentre quello del pigmento no, ma comunque vista la zona, non prendendoci mai e poi mai il sole, mi sembra che la mia pelle più di tanto non potrà mai scurirsi..inoltre mi pare che i dermopigmentisti possano effettuare una specie di needling estetico per stimolare i fibroplasti ,prima di passare a colorare (ovviamente il needlig non può essere fatto su zona trattata da laser)- AIUTATEMI VE NE PREGO, io sono della Liguria, se qualcuno di non troppo lontano può aiutarmi vengo subito!!! è ovvio che non bisogna disperarsi, è uno spreco di energie, ma siccome si parla di inestetismi, a me questo procura disagio, quindi sto cecando un modo per sentirmi a mio agio con me stessa, se poi non ci posso fare niente pazienza, ci sono cose ben ben più gravi.. comunque sia, TENTAR NON NUOCE ( a meno che il trattamento che provo non peggiori la situazione, cosa che prima fra tutte VOGLIO evitare ahah ) cordiali saluti e grazie mille in anticipo a chi leggerà questo panettone e sarà cosi' gentile da arrivare in fondo e rispondermi :)

Dott.ssa Angela Olivero

Miglior risposta

Sarebbe interessante vederla. Magari potrebbe non essere impossibile visto che molti di noi si recano in Liguria questa estate. In quale paese della Liguria si trova? Dr.ssa Angela Olivero

8 Risposte leggi di più

Salve, vorrei domandare un approfondimento circa gli effetti duraturi dell'isotretinoina. Ho 29 anni e offro di acne dall'età di 13 e nonostante innumerevoli visite dermatologiche e tantissimi dottori diversi, lozioni, antibiotici, pillole contraccettive ecc..non ero mai riuscita a debellarla. Nel mio caso si tratta di piccoli brufoletti, comedoni sottopelle bianchi e qualche brufolo medio su viso e a volte vicino al collo, sulla schiena . Nel 2013..quando (in seguito probabilmente a forte stress) la mia acne ha cominciato a diventare cistica (con sfoghi grossi e molto dolenti) un dermatologo mi ha prescritto l'isotretinoina (AISOSKIN). Pesando 60 kg il dottore mi ha detto che dovevo assumere in totale 7200 mg ed il trattamento è durato un anno intero (compresa la stagione estiva dove mi ha ridotto il dosaggio). Durante il trattamento la pelle si è pulita dall'acne, ma al termine mi sono rimasti tutti gli effetti collaterali. Ormai sono passati quasi 3 anni dal termine della terapia ma la mia pelle NON E' PIU' LA STESSA!!! E' diventata molto piu' sottile, secca ed opaca. A distanza di un anno sono venute subito le rughe di espressione e soprattutto : mi è tornata l'acne! Adesso pero' (col fatto che la pelle è più sottile probabilmente) ogni brufolo che sia abbastanza grande mi lascia la cicatrice rossa. Ho provato (senza esagerare) circa un centinaio di creme idratanti e purtroppo sulla mia pelle hanno tutte un'effetto comedogeno e non danno risultati. Le uniche cose che riesco ad usare solo l'olio di argan, gel di aloe vera e qualche crema bio a base di inci naturali che mi aiutano a tenere la pelle un pochino idratata. Le analisi del sangue sono perfette (non ho disturbi alla tiroide, non soffro di celiachia o di ovaio policistico ecc..). e tutti i dottori alzano le spalle e non mi sanno spiegare di cosa si tratta. Purtroppo dopo l'isotretinoina ho cominciato a soffrire anche di forfora o dermatite seborroica (se cosi' la vogliamo chiamare) e a perdere tantissimi capelli. Anche le labbra si 'sfogliano' come durante il trattamento. Mi appello a tutti Voi nella speranza che qualcuno mi possa dare un suggerimento o un aiuto..Sono disposta a recarmi a Milano, a Roma o ovunque pur di risolvere il mio problema. Ho provato a considerare il trattamento laser per ringiovanire la pelle ma ho paura poi sia peggio visto che la pelle è cos' sottile e sensibile adesso. Gentilmente datemi una mano...

Studio Marinato

Miglior risposta

Buongiorno, L'isotretionina e un trattamento importante che incide profondamente nei meccanismi biochimici del nostro organismo. Per questo concordo con lei che un trattamento locale adesso potrebbe essere inutile o dannoso. Cercherei piuttosto di ritrovare un equilibrio che in questo momento il suo organismo ha perduto lavorando in maniera olistic ... leggi di più

6 Risposte leggi di più

Buon pomeriggio, sono una ragazza di 22 anni e volevo sapere se fosse possibile eliminare i segni, ormai tramutati in pelle più scura e secca di una bruciatura da ceretta all'inguine, ormai vecchi di almeno 4-5 anni. Cerco sempre di curare la zona con creme e oli ma purtroppo l'alone scuro non è mai andato via; inoltre vorrei sapere quale trattamento (crema o scrub) potrei eseguire per schiarire la pelle del corpo dall'abbronzatura estiva. Ho una pelle molto chiara, ma da un paio di anni sto notando che nel periodo autunnale, l'abbronzatura non va via e poichè non ho mai fatto alcun trattamento per eliminarla, ho l'impressione che si scurisca di anno in anno e volevo sapere se posso fare qualcosa per far ritornare la mia pelle al suo colore naturale; lo stesso problema di pelle scura ce l'ho nella zona ascellare (però non nel cavo ascellare ma nellala zona vicina al seno) molti mi hanno detto dovuto al sudore piuttosto acido che ho..problema che putroppo mi crea molto disagio nel periodo estivo perchè si vede un netto distacco di colore..c'è qualcosa che posso fare per schiarire? Grazie in anticipo

Dott.ssa Angela Olivero

Miglior risposta

Si può eliminare con il peeling misto alla fine dell'estate. Dr.ssa Angela Olivero

22 Risposte leggi di più

Salve dottori, sono Bianca e ho 18 anni, purtroppo sin da quando ero piccolina soffro di problemi di acne pelle molto grassa e spessa, ormai è da più di 8 anni che continuo ad avere questa pelle magari un pochino è migliorata da quando avevo 14 anni ma devo dire che il merito è sicuramente dell'isotretinoina che ho assunto circa 2 anni fa per 2 mesi. Durante la cura la mia pelle era quasi perfetta, non avevo brufoli e la pelle non era untuosa inoltre i pori erano chiusi. Dopo due mesi quando smisi di prendere la pillola notai un peggioramento graduale e lento infatti la mia pelle piano piano è tornata grassa forse anche più di prima con pori dilatati, spessa, i brufoli sono di meno ma dipende anche dai periodi e poi ho molte impurità come punti neri o i cosiddetti grani di miglio che sono davvero tantissimi soprattuto raggruppati intorno agli occhi. La mia pelle è davvero bella molto chiara e delicata ma così non mi piace per niente perché sono piena di imperfezioni che magari da lontano non si notano ma da vicino sono evidenti, da sempre sogno una pelle liscia e senza impurità ma questo sogno non si è mai realizzato (tranne quando ero piccolina che avevo una pelle perfetta) e adesso che ho 18 anni sono stanca di questo problema e vorrei liberarmene una volta per tutte. Su cosa dovrei puntare? Laser? Peeling? Oppure rifare l'isotretinoina per la pelle grassa? Ho la pelle sempre lucida non ne posso più aiutatemi. Grazie in anticipo, saluti. Bianca.

Gentile Bianca, innanzitutto le consigliamo una visita ginecologica con ecografia pelvica per escludere la presenza di cisti ovariche; spesso sono alterazioni ormonali la causa di forme acneiche in giovane età. Dopo l'inquadramento ormonale il ginecologo potrà valutare terapie per riequilibrare alterazioni in tal senso e si potranno valutare peeli ... leggi di più

26 Risposte leggi di più

Cerca più domande

Trova una risposta tra le più di 7650 domande realizzate su Guidaestetica.it

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.