Chiedi al dottore Risolvi i tuoi dubbi!

Naso ancora storto dopo Rinoplastica secondaria

Teresa3007 · Firenze (Città) · 9 set 2017

Salve egregi dottori,

Il mio caso è molto difficile e ne sono ben consapevole. Dunque perdonate la lunghezza della domanda ma dopo due interventi ho molto da dire!
Il mio naso nasce storto, con gibbo molto importante, narici asimmetriche e deviazione del setto.
Mi sono rivolta ad un' otorino che mi ha corretto con un' operazione di rinosettoplastica, sia la parte funzionale (respiro adesso molto bene) che quella estetica, dunque limando il dorso ed effettuando osteotomie laterali. Questo a Maggio 2017.
Non ha lavorato molto sulla punta, lasciando cartilagini alari molto grosse (in più la mia pelle è grassa, seborroica e spessa) e la columella come era prima, dunque "tirante" verso il lato deviato del naso. Il risultato estetico è stato molto deludente, dato che frontalmente la parte cartilaginea era rimasta "girata" come prima.
Nonostante ciò, sulla parte ossea era stata applicato un innesto cartilagineo per ottenere un dorso diritto.
Innesto che si è staccato per deficienza di punti e che è scivolato verso il basso,
Ciò mi ha portata a sottopormi ad una revisione chirurgica, effettuata dalla stessa dottoressa 5 giorni fa.
So che è prestissimo ma la dottoressa mi ha detto che non ha potuto, nemmeno stavolta, raddrizzare completamente la deviazione della cartilagine, perchè dopo tanti anni nella stessa posizione, il mio naso, le mie cartilagini, vogliono ritornare o rimanere come sono sempre state. Difatti posso già ben notare che, visto dal basso, il naso è storto come prima, con le stesse narici asimmetriche. Solo l'incisione sulla columella (entrambe le volte sono stata operata con tecnica aperta) è stata chiusa in maniera più armoniosa.
La dott.ssa ha anche detto che per correggere al meglio, avrebbe dovuto re-intervenire sull' inclinazione dell' osso stesso, ma non lo ha fatto, ovviamente perchè così non era stato pattuito.
Sono consapevole che lei abbia fatto del suo meglio, ma credo che per quanto riguarda la parte estetica, certi risultati siano ottenibili solo affidandosi a mani assai più esperte del settore specifico, specialmente con un naso ostico e testardo come il mio.

Sono in realtà molto serena, so che a tutto c' è un rimedio e proprio per questo sono molto curiosa di avere la vostra opinione e chiedervi se negli anni a venire mi sarà possibile reintervenire per ottenere una simmetria delle narici, dunque ovviamente una visione frontale diritta. So che senza foto e senza una visita in persona è tutto molto difficile da valutare, ma confido nella vostra esperienza.

Grazie mille

8 Risposta

8 Risposte

  • Prof. Franco Bassetto

    Miglior risposta
    12 set 2017 ·

    570 Risposte

    Gent.ma è troppo presto per poterle dare una risposta. Le consiglio di aspettare il riassorbimento dell'edema (nel suo caso, essendo una secondaria, dovrà attendere circa un anno perché si sistemi il tutto), e poi effettuare una visita specialistica di chirurgia plastica. Cordiali saluti

  • Gentile paziente,
    si rechi in visita con un chirurgo plastico.
    Probabilmente a distanza di qualche tempo, si potrà reintervenire con successo attraverso un intervento correttivo.
    Cordialmente Equipe Medica CENTRO GENESY

  • Dr. Ignazio Sapuppo

    13 set 2017 ·

    8515 Risposte

    e' necessario che si rechi a visita da uno specialista per una valutazione diretta.

  • Dott. Cristiano Biagi

    12 set 2017 ·

    1219 Risposte

    Buongiorno Teresa,
    per darle un opinione concreta è indispensabile valutare la situazione in sede di visita, innanzitutto le consiglio di aspettare almeno 6 mesi per un eventuale e ulteriore ritocco, il tessuto cicatriziale si sarà riassorbito così da far vedere il risultato finale.
    Si affidi sempre ad uno specialista del settore.
    Cordialmente Dottor Cristiano Biagi

  • Dott. Paolo Paccoi

    10 set 2017 ·

    399 Risposte

    Gentilissima Signora,mi rendo conto di dire un'ovvieta', ma se dopo due interventi ( di cui uno con tecnica "open") la columella e'ancora latero deviata, beh, c'è sicuramente qualcosa che non va: o il setto nasale non è stato poi così ben corretto ( soprattutto nella sua porzione anteriore) o non si è intervenuto sufficientemente sullo scheletro cartilagineo della punta . Comunque sono convinto che ci si possa rimettere le mani con successo trascorso un lasso di tempo di almeno sei/otto mesi.
    Dott.Paolo Paccoi, Roma

  • Dott. Maurizio G. Beretta

    10 set 2017 ·

    223 Risposte

    Buongiorno. Per mia esperienza l'intervento di rinoplastica primaria, fatte salve alcune indicazioni, deve essere fatta con tecnica chiusa. La rinoplastica secondaria, talvolta, può essere fatta con tecnica aperta. La cosa che trovo "insolita" è la precocità dell'intervento secondario: i processi cicatriziali del primo intervento non si sono ancora assestati e quindi la guarigione ora sarà lunga e complicata. Nel frattempo, tra cica un mese, faccia degli energici massaggi per ridurre la risposta cicatriziale e per cercare di dirigere il naso nella posizione corretta. Segua la situazione, e tra non meno di un anno, se ne ha ancora bisogno, si rivolga ad un chirurgo plastico esperto di rinoplastiche. Auguri MB

  • Dr. Alberto Peroni Ranchet

    9 set 2017 ·

    5182 Risposte

    Gent.Teresa,
    il chirurgo otorinolarigoiatra è specializzato nel correggere la funzione respiratoria del naso e non l' estetica ed avrebbe fatto meglio a rivolgersi ad uno specialista in chirurgia plastica. Inoltre il reintervento è stato fatto a mio parere troppo presto. La correzione delle cartilagini è difficile in quanto tessuto elastico, che come tale tende a mantenere la forma originale e solo un' esperienza specifica permette di riuscire a "domare" questa caratteristica. Anche l'innesto non ha senso per ottenere il miglior risultato, come pure ricorrere alla tecnica open, che, come nel suo caso, può dare una cattiva cicatrice, evitabile con la tecnica chiusa.
    In ogni modo non disperi, aspetti almeno un anno e poi si vedrà.
    Cordiali saluti dr.Peroni Ranchet

  • Dott. Leonardo M. Ioppolo

    9 set 2017 ·

    253 Risposte

    Buongiorno signora Teresa. Difficile risponderle senza visitarla o vederla e non conoscendo il preoperatorio e la tecnica utlilzzata.
    In generale nei nasi molto deviati con punte importanti si preferisce lavorare con una tecnica aperta e in caso di deviazioni importanti si riesce comunque a raggiungere buone simmetrie a costo ovviamente di interventi più radicali (come per esempio nei casi più gravi la settoplastica extracorporea).
    Se vuole mi mandi delle foto per valutare il caso in spiecifico.
    NB. i due interventi hanno sicuramente creato molta cartilagine quindi le consiglio la prossima volta di non mettere limitazioni al chirurgo e di effettuare un itnervento definitivo rivolgendosi a un plastico che abbia un esperienza vasta sull'argomento)
    Spero di esserle stato utile
    Leonardo Ioppolo

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.