Che cosa vuoi sapere?
0 / 80 (min. 20)

Tutte le domande

Parere chirurgia seno sillet58 · Ieri

Salve, sono la signora Carmela e vorrei gentilmente un vostro parere. Sono stata operata nel 1996 di quadrantectomia destra e dissezione ascellare omolaterale, rimodellamento plastico destro, mastoplastica riduttiva sinistra. Ho fatto chemio e radio. Tranquilla fino al 2003, anno in cui si ripresenta a sinistra (carcinoma infiltrante), di nuovo chemio e radio. Nel 2016 si ripresenta alle ovaie/utero, ho fatto chemio. In questi due anni sono stata bene. Ad aprile 2019 si ripresenta al seno sinistro, nodulo di 18 mm ed alla visita chirurgica la diagnosi è: intervento chirurgico di mastectomia nipple sparing/totale sinistra e mastectomia profilattica destra. Sono in attesa della chiamata per l'intervento. Secondo il vostro parere, posso usufruire della ricostruzione durante l'intervento di mastectomia, avendo una storia così complicata ed essendo anche diabetica. In attesa di una vostra risposta, porgo distinti saluti.

Per il momento nessuna risposta

Buongiorno, il 26 Aprile mi hanno sostituito l'espansore con la protesi definitiva (ricostruzione seno dopo mastectomia totale) dopo 19 giorni hanno rimosso il drenaggio che sierava 40/50 cc, era chiaro il siero. Dopo 24 ore ho avuto la febbre e mi hanno prescritto l'antibiotico, dopo3 giorni dalla rimozione drenaggio, il seno si è gonfiato il doppio di come era. Mi hanno fatto 2 eco urgenti a distanza di 2 giorni ma non dà esiti di infezione, infatti non ho più febbre da giorni, la mia domanda è: in quanto tempo si può riassorbire? Oppure so che si può fare un eco guidata e aspirare, perché insistono che non c'è alternativa se non si sgonfia, vogliono rimuovere la protesi, sono disperata. Grazie per l'attenzione

gentilissima signora un intervento complesso come il suo è legato alla produzione di siero per molto tempo. non è detto che si debba rimuovere la protesi. si affidi ai colleghi e abbia pazienza. distinti saluti

1 Risposta leggi di più

Buongiorno, il 25 gennaio sono stata operata al seno sinistro per un tumore. Mastectomia con ricostruzione immediata. Il 14 marzo ho subito un'altra operazione perché la cicatrice si è letteralmente aperta. Avevo ancora il drenaggio della prima operazione e con vari tentativi i medici cercavano di togliermi i tubicini. Finalmente lunedì scorso con 50 cc di liquido in 4 giorni me l'hanno tolto. Mercoledì sono partita per Roma. Oggi mi ritrovo con il seno gonfio e con brividi, sensazione che già ho avuto in precedenza e non so a chi rivolgermi per risolvere questo problema. Mi protreste consigliare voi, per favore? Buona giornata Marale

Gentilissima Signora, la descrizione è un po’ confusa??? Mi faccia capire ha tenuto il drenaggio da Gennaio 2019??? Cordialmente grazie Dott Marco Gerardi

1 Risposta leggi di più

Buongiorno vorrei sapere se esiste un modo per eliminare il mesobotox perché purtroppo consigliata da un medico me la ha applicata su tutto il viso ed i muscoli bloccandosi hanno creato un eccessivo rilassamento cutaneo e le guance sono scese completamente. Esiste un modo rapido per eliminare questa sostanza e volevo chiedere se i muscoli secondo voi riacquisiranno la loro forma originaria. Grazie mille per la vostra attenzione. A chi servisse invio foto in privato

Buongiorno, Il mesobotox se utilizzato nelle diluizioni corrette e nelle zone indicate è un trattamento molto naturale. Se invece, come sembra, e’stato utilizzato in maniera diffusa e’ assolutamente controindicato, comunque le unità utilizzate normalmente sono da un quarto a un quinto del trattamento standard con botulino, pertanto dovrà aspettar ... leggi di più

9 Risposte leggi di più
Apparecchio fisso con Susina87 · Ieri

Sin da piccola ho portato l'apparecchio poi, risolto il problema, mi è stato rimosso. Ad oggi, a 30 anni, il mio arco dentale superiore si sta restringendo sempre più mentre, l'arco inferiore spinge in avanti (purtroppo anche a causa di fattore genetico.. tutti i miei parenti hanno il mento con la a stessa tendenza). Ho chiesto al dentista circa l'utilizzo di invisalign e mi ha consigliato di utilizzare l'apparecchio fisso con le "stelline" in ceramica perché il risultato è più sicuro, economico e veloce e soprattutto per il mio tipo di problema le stelline sono più indicate percé può gestire il professionista quanta "forza" dare allo spostamento dei denti o degli archi a differenza di lnvisalign che dicono serva per problemi più gestibili tipo raddrizzare i denti. Possibile davvero che io debba psicologicamente abbattermi mettendo quelle orribili stelline anziché usare l'invisalign?

Non sempre L’ ortodonzia invisibile e’ possible . Se si fida del suo ortodonzista lo segua , viceversa senta il parere di un altro professionista . Solo attraverso visita e studio del caso si può fare diagnosi corretta e quindi proporre terapia più idonea . Cordiali saluti

1 Risposta leggi di più

Buonasera, vorrei sapere se c'è qualche dottore/chirurgo a Milano che abbia esperienza e pratichi il metodo della subcision (+filler) per le cicatrici da acne. Ho delle cicatrici sul viso di tipo rolling che sono tethered e vorrei un chirurgo che possa effettuare una subcisione con Nokor o cannula per liberare le aderenze che rendono le cicatrici "ancorate" e poi iniettare un filler per impedire alle cicatrici di attaccarsi nuovamente. Inoltre vorrei sapere se c'è qualcuno che pratica il metodo del TCA Cross per le cicatrici ice pick. Per ora trovo solo chirurghi/dottori che propongono vari laser indipendentemente dal tipo di cicatrice in esame. Io il laser (CO2 fully ablative possibilmente) vorrei utilizzarlo solo come tocco finale e NON come punto di partenza. Ho già speso inutilmente migliaia di euro in laser (specie Fraxel completamente inutile ma anche CO2) o filler (senza fare prima la subcisione su cicatrici rolling tethered!!!) con risultati praticamente nulli. Cercherei un chirurgo che condivida il mio punto di vista sul come trattare le cicatrici in modo tale da almeno provare ad avere risultati soddisfacenti. Grazie

in ogni caso se vuole prenotare una visita le spiego la procedura.

3 Risposte leggi di più

Salve, sono un ragazzo di 24 anni con allergia a acari! Mille centri oculistici, mille colliri che non hanno mai risolto il problema delle grandi borse che ho, se non migliorato per pochi giorni ma successivamente punto e a capo.Volevo sapere se potevo sottopormi a una blefaroplastica transcongiuntivale? Se è si, non è che poi con lallergia mi ritornano? Grazie

Le borse non hanno relazione con l'allergia. Sono borse piene di grasso. Visto che comunque teme il loro ripresentarsi, prima di una blefaro chirurgica potrebbe provare con un trattamento di apoptosi che scioglie il grasso:si tratta di tre iniezioni per ciascuna borsa di una soluzione di acido ascorbico in acqua ferrica.

3 Risposte leggi di più

Buonasera, A gennaio ho effettuato un filler alle labbra, da un medico che solo dopo ho scoperto esser stato denunciato per aver iniettato illegalmente silicone liquido ad una paziente ormai sfigurata. Il filler mi è stato presentato come acido ialuronico, di nome reviderm forte. Io ho presentato già da subito dei bozzi sulle labbra e a distanza di 4 mesi sono ancora lì! Come posso scoprire se anche con me ha utilizzato del silicone liquido? Si possono fare delle analisi? Grazie anticipatamente a chi mi risponderà

Se effettivamente si tratta di reviderm è un filler semipermanente costituito in parte da acido ialuronico e in parte da acrilico. L'acido ialuronico si riassorbe in un certo numero di mesi (6 - 8) l'acrilico no. Comunque attenda che il tempo passi e vedrà gradualmente diminuire gonfiore e palline. Per ora non faccia nulla se non aspettare, lasci s ... leggi di più

6 Risposte leggi di più
Terapia vene varicose braccia ErikaColtorti · Ieri

Salve, vorrei sapere: - per quale motivo la scleroterapia non può essere effettuata sulle braccia dal momento che il sistema di drenaggio venoso si basa sullo stesso principio di quello degli arti inferiori; - qual è attualmente l’opinione medica riguardo la terapia TRAP, visto che è impossibile trovare una documentazione valida che ne confermi o confuti la veridicità

Dimenticavo di informarla che, contrariamente a quanto lei crede, la fisiopatologia del circolo degli arti superiori è profondamente diversa da quella degli arti superiori. Abbiamo studiato anni per capirlo!

4 Risposte leggi di più
Rinoplastica punta naso asiatico sunflower96 · 23 mag 2019

Salve a tutti. Sono un ragazzo di 22 anni, metà italiano metà filippino. Essendo di sangue misto ho ereditato tratti somatici di entrambi i fenotipi. Penso che in certi casi siano armoniosi in altri no. Ho deciso che appena ne avrò la possibilità mi sottoporrò a 3 interventi di chirurgia estetica: rinoplastica, abbassamento della linea frontale con trapianto FUE e blefaroplastica. Per la prima, vorrei togliere la forma a patata del naso, cioè restringere le ali e snellire la punta. Ho poi una piccola "gobba" sul tronco, visibile solo a distanza ravvicinata e dal lato destro. Ma per questione di costi e priorità, vorrei sistemare solo la punta e magari eliminare la gobba in un secondo momento con un filler. Usando la fotocamera frontale del telefono il mio naso appare più grande di quello che è, penso sia per fenomeni ottici e per il fatto che la punta è un po' voluminosa e tondeggiante. Appena sveglio di mattina poi è particolarmente gonfio. Pensate che questo tipo di correzione su una punta del naso "asiatica" possa essere eseguita con competenza in Italia o che sarebbe meglio rivolgersi a chirurghi di paesi in cui questo fenotipo è trattato di frequente (es. Thailandia)? La correzione da fare sarebbe millimetrica perché il mio naso non è particolarmente grande come sembra in foto. Si tratterebbe quindi di riduzione dell'ampiezza delle ali e assottigliamento della punta, quanto potrebbe costare? Grazie per la vostra disponibilità.

Gentilmente mi invii foto qualora lo desideri per consigliarla al meglio e darle il costo. Cordialmente grazie Dott Marco Gerardi

3 Risposte leggi di più
Dolore pettorale mastoplastica fede713 · 23 mag 2019

Buongiorno a tutti, mi sono operata di mastoplastica additiva inserendo protesi Mentor sottomuscolo ormai 6 mesi fa. Da quattro mesi il seno sinistro risulta dolorante, e il dolore è concentrato nella parte in cui il muscolo si "attacca" alla gabbia toracica (muscoli intercostali)... da lì si propaga poi all'intero pettorale. Questo dolore non mi permette, ovviamente, di inspirare, di tossire, starnutire e di fare ogni movimento che comporti l'alzarsi o l'abbassarsi del muscolo. Ho effettuato due ecografie mammarie, risultate negative, il mio chirurgo mi ha visitata, sono stati esclusi altri problemi quali contrattura capsulare ecc, ecc. Ora, visto e considerato che è un problema muscolare, come posso fare per alleviarlo? Ho preso tre tipi di antifiammatori, senza alcun tipo di risultato. Ringrazio anticipatamente tutti i gentili dottori che mi risponderanno.

Dott. Cristiano Biagi

Miglior risposta

Salve, deve effettuare una RMN; la tecnica dual plane -retropettorale resta a mio avviso la migliore se la paziente è magra; anzi molte delle complicanze delle mastoplastiche additive sono legate al posizionamento delle protesi davanti al muscolo ( cedimento delle mammelle, visibilità e palpabili delle protesi, maggior rischio di contrattura, et ... leggi di più

4 Risposte leggi di più
Infiammazione da silicone Marta2988 · 23 mag 2019

Buongiorno, Ho deciso di rimuovere le protesi mammarie in quanto da anni soffrivo di flogosi croniche e di tutti i disturbi descritti nella ormai conosciuta Breast Implant illness. Il silicone delle protesi stava trasudando (marca Inamed Corp. acquisita da Allergan successivamente) come da risonanza, una protesi è risultata rotta. Ora mi chiedo: è possibile guarire da uno stato di infiammazione tale causato dal silicone e senza alcuna terapia? Inoltre in questo caso è fondamentale rimuovere le capsule per intero o non sorge problema se in parte sono rimaste dentro? Dalla biopsia risultano in entrambe le capsule “diffusi aspetti di metaplasia sinoviale e con marcata infiltrazione flogistica istiocitaria a carattere xantogranulomatoso associata a rilievo di numerose particelle (prevalentemente extracellulari) di silicone”. Molti dolori dopo l’operazione sono scomparsi ma febbre, stanchezza cronica e infiammazione muscolare ancora permane (aggiungo che è passato un mese e mezzo dall’operazione di rimozione). Grazie molte

Solitamente si esegue una capsulectomia completa a volte è impossibile rimuoverla tutta perché si lacera e resta adesso al torace. Comunque la sua sintomatologia migliorerà è ancora passato poco tempo. Cordialmente grazie

1 Risposta leggi di più
Piega sulla narice destra Queen2410 · 23 mag 2019

Buongiorno, avevo già scritto in questo forum.. sono passati 23 giorni dal mio intervento di rinosettoplastica con tecnica open.. il mio problema è che ho una piega nella narice destra e toccando all’interno della narice sento un ispessimento della pelle quasi come uno scalino.. il mio chirurgo dice che non gli è mai successa una cosa simile.. pensavamo che era colpa del cerotto che da un lato era stato messo più stretto.. quello che mi chiedo è cosa potrebbe essere successo? Andrà via quando si sgonfierà o dovrò operarmi di nuovo? Vi metto due foto per farvi vedere se ci sono miglioramenti una è appena tolto il cerotto e una è di adesso

Dott. Carmine Martino

Miglior risposta

si tratta di una depressione a livello della faccetta di destra (triangolo vuoto) ; può essere temporanea e provocata da una compressione ed in tal caso dovrebbe regredire . In caso contrario , se fosse strutturale si può attenuare con un piccolo ritocco fra otto dodici mesi.

4 Risposte leggi di più
Revisione circoncisione Luigi21_07 · 23 mag 2019

Buonasera dopo la circoncisione mi é rimasta una cicatrice ipertrofica, vorrei sapere se é possibile fare una revisione con la"circumsafe" (suturatrice meccanica). Se con questa tecnica non si può vorrei sapere se c'é qualche altra tecnica che non usi i fili di sutura. Grazie mille sono disperato.

SI FACCIA VEDERE E NE PARLI CON IL MEDICO,PER NOI è DIFFICILE DARE CONSIGLI SENZA VISITARE I PAZIENTI SALUTI NICOLA CATANIA

3 Risposte leggi di più

Mi sono operata di rinosettoplastica il 3 aprile e a distanza di un mese e mezzo mi è comparsa una strana gobba che va da metà naso fino alla punta. Un mese fa ho levato i cerotti e il naso era stupendo, dritto e perfetto. Ora sta cambiando tantissimo. Sembra stia collassando. Cosa può essere? Il mio medico dice che è solo gonfiore ma a me sembra strano che compaia adesso. Vi allego una foto del naso

Dott. Marco Gerardi

Miglior risposta

È ancora presto, piccolo gonfiore post operatorio. Massaggi quotidianamente bis in die. Cordialmente grazie Dott Marco Gerardi

4 Risposte leggi di più

Cerca più domande

Trova una risposta tra le più di 8150 domande realizzate su Guidaestetica.it

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.