Addominali...un sogno o un incubo? Leggete bene la mia esperienza perchè...

Trattamento eseguito Vale la pena
ChiaraGG
Pisa (Città) · 3 mar 2017

...la mia è una storia come molte, una storia che parte dalla decisione di un cambiamento, sia interno che esterno. A seguito di varie vicissitudini, affogando i dispiaceri nel cibo, mi sono ritrovata a pesare 115 kg a soli 18 anni! Poi nel 2010 la svolta, un altro evento traumatico, un lutto, che però mi ha portato alla decisione di cambiare, prendere in mano la mia vita e a decidere di dimagrire.. sono stati anni di lotta continua, contro il peso, il cibo, ma soprattutto contro una cattiva abitudine che poteva costarmi caro. Ho imparato ad avere cura di me, mettermi per prima, da sola, attraverso una dieta (del dietologo) e l'esercizio, sono arrivata a pesare 63kg! Ma come ogni cosa, non si ottiene tutto senza degli effetti collaterali... E infatti, se all'inizio mi trovavo ingabbiata in un corpo enorme, ora mi ritrovavo imprigionata nell'insicurezza di un corpo devastato, non più dai kg di troppo, ma della pelle in eccesso, a simboleggiare ciò che ero stata... Da qui, essendo determinata, la decisione di sottopormi ad un intervento di chirurgia ricostruttiva, e all'addominoplastica in primis. Faccio le visite, gli esami, rientro nei casi che vengono passati dal SSN, sono gioiosa, carica di speranza, di poter finalmente vivere una vita libera dal disagio, dai segni di una vita pesante sin da tenera età... Mi sottopongo a 24 anni all'intervento, tutto procede bene, recupero velocemente, eppure... Qualcosa non mi torna, osservo il mio corpo, ancora gonfio, eppure non mi convince, mi dico/dicono che è presto, che il risultato si vedrà più in là, coi mesi, e sebbene perplessa e a disagio, mi dico di aspettare... Passa il tempo, manifesto la mia perplessità alle prime visite e ricevo come risposta: "questa è un operazione fatta a carico del SSN, di solito per tali interventi spenderesti 15000€, cosa ti aspetti?" (Il sunto)... Lì per lì non realizzo, mia sorella più tardi in auto manifesta anche lei sbigottimento per l'accaduto, io rimango attonita.. passano mesi, la situazione non migliora, pelle ancora in eccesso sull'addome, orecchie di cane, ombelico venuto male, unica nota positiva la cicatrice pulita... Mi sottopongo ad un'altra visita con altri chirurghi e tutti sono concordi nel dire che l'operazione non è venuta bene e che va rifatta... Sento, giro, purtroppo, essendo sola e lavorando, decido di tornare all'ospedale dove mi hanno operato precedentemente.. mi visitano, il primario è concorde nel dover rimetterci le mani, valutano anche le gambe, mi dicono che l'operazione va fatta subito nel mese successivo (è passato più di un anno e siamo a maggio), onde evitare un intervento in piena estate. Sono in ansia, a lavoro è un casino, non so come fare, chiedo, supplico e alla fine riesco ad ottenere anche il consenso a lavoro... Ad una settimana mi chiamano dall'ospedale, mi dice un dottore che non conosco, che bisogna rimandare perché ci sono le ferie nel mezzo e il dottore che mi avrebbe operato non ci sarebbe stato, li informo che mi è impossibile cambiare ora i piani, dopo tutto ciò che avevo smosso anche a lavoro per avere la possibilità di operarmi in quel periodo, scocciato riattacca. Arrivo al giorno dell'operazione, ansia, spero di parlare con qualcuno, ma sono la prima e non c'è modo di poter chiedere niente a nessuno... Mi sveglio, mi sento benino, passano i giorni e a parte qualche problema tecnico e il prurito ( che più in là scopro essere dovuto ad una reazione allergica alla colla chirurgica che, non trattata tramite antibiotico, ha dato vita ad uno sfogo gigante di cui porto le cicatrici), il recupero è veloce... Mi visitano, mi tolgono le prime medicazioni e primo trauma... Di tutto ciò che era stato detto in sede di colloquio, praticamente non è stato fatto niente, le gambe come prima, idem l'addome (hanno rimosso le orecchie ma fino ad un certo punto, perché al lato sinistro è ancora presente), la procedura iniziale prevedeva uno scollamento è un nuovo tiraggio dell'addome, cosa che non era avvenuta... L'ombelico, che avevano ristretto e di cui si erano lodati, a distanza di mesi è ritornato praticamente come prima, in sostanza, niente è cambiato... Ho pianto, sono stata malissimo, ho parlato nuovamente con i medici, nuovamente mi sono sentita ridicolizzare perché non ho fatto l'intervento pagando e per cui non dovevo lamentarmi, mi sono sentita davvero male.. quello che era nato come la scelta per sentirmi bene e finalmente libera da quella gabbia che era divenuto il mio corpo prima e dopo, mi ha portato solo a sentirmi peggio. Ad oggi mi ritrovo con solo più cicatrici e molto sconforto... Ciò nonostante sono qui, a raccontarvi la mia esperienza, in quanto, nonostante sia negativa, penso che la chirurgia, se fatta bene, davvero possa aiutare, purtroppo però bisogna informarsi e decidere cautamente a chi affidarsi, ecco perché la racconto. Io ho sbagliato, ho voluto nuovamente affidarmi a delle persone di cui dubitavo per una questione di comodo, ed ora mi ritrovo a dover decidere sul come agire, se intervenire nuovamente e se rivolgermi anche a dei legali. Spesso i medici dimenticano che chi si sottopone a certi interventi, specie quando si tratta di chirurgia ricostruttiva e non solo estetica, ha alle spalle un vissuto non etichettabile e che, almeno nel mio caso, si rivolge a loro, non è per una mera insoddisfazione estetica, ma per un problema concreto che da soli non si può eliminare (se solo con lo sport avessi potuto eliminare l'eccesso di pelle, non mi sarei rivolta a loro, e cavolo se c'ho provato!). Vorrei che il mio fosse un monito a chi decide di fare tale intervento, ma anche a chi opera, che non siamo solo numeri, ma esseri umani.

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Clelia_Estetica

· Milano (Città)

· 7 mar 2017

Ciao Chiara,
Ti ringrazio moltissimo per condividere la tua esperienza qui nella Community.
Le tue sono parole bellissime e saranno d'aiuto sicuramente a tante persone!
Ti rimando a quest'esperienza di una ragazza che ha denunciato il chirurgo per un'addominoplastica che le ha creato solo disagi: https://www.guidaestetica.it/addominoplastica/esperienze/unaddominoplastica-che-mi-ha-creato-solo-disagi-personali-e-con-laltro-sesso-3233
In caso le puoi chiedere informazioni sull'accaduto...
Ora, nonostante la rabbia ed il dolore, non pensi di consultare nuovi pareri medici per vedere come puoi migliorare il tuo aspetto? Quando hai fatto l'ultimo intervento?
GloriaK
Membro Plus

· Porto Recanati

· 7 mar 2017

Ciao Chiara, che esperienza... mi dispiace :( Mi spiace anche questa cosa che i medici siccome é un intervento mutuabile si sentano in diritto a trattare cosí i pazienti. Uno schifo.
Magari prova ad informarti per una causa legale, come vedi c'e' speranza... l'altra ragazza dell'esperienza che ha citato Clelia dice che é stata rimborsata... Tu hai le foto e tutto vero?

Sei sicuro di voler eliminare quest'immagine?

Aggiorna la tua esperienza

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.