Lunedì 27/03/17 alle ore 14.30 sono entrata in sala operatoria per sottopormi ad intervento di addominoplastica con sutura dei muscoli retti e correzione di ernia ombelicale ed epigastrica. Ho richiesto di essere sottoposta ad anestesia spinale con sedazione profonda, in realtà sono stata sveglia e vigile per tutta la durata dell intervento sbirciando anche dal riflesso della lampada della sala operatoria L intero intervento. Alle 16.30 era tutto terminato e alle 16.50 ero già in camera. Appena finito L effetto dell anestesia ho sentito una forte tensione ai muscoli retti superiori e bruciore alla ferita (tutto sopportabile) tempo 5 minuti con pompa antidolorifico tutto si è sopito. Già in camera avevo dolori pari a 0. Alle prime visite dei parenti mi sono lasciata coinvolgere in una risata qlla fa male, si avverte un immensa tensione, altro neo è la posizione cui si è costretti a dormire sdraiati con schiena in posizione semi seduta che dopo 3 giorni di letto diventa cagionevole e deleteria per la schiena. Il mercoledì mi hanno fatto scendere dal letto, non vi dico i capogiri essendo stata 2 giorni e 1/2 a letto nella stessa posizione e a digiuno dato che solo mercoledì ero riuscita a canalizzare. Giovedì mattina (oggi) ho tolto i drenaggi ero abbastanza spaventata, ma il dottore li ha tolti in un lampo e senza dolore eccetto il taglietto del punto di sutura che mi ha dato un po' fastidio e mi brucia ancora un pokino, attendendo le prescrizioni per la dimissione mi accorgo di essere piena di sangue (nn vi dico la paura, già mi immaginavo in sala operatoria) ma era solo il residuo del drenaggio, medicata nuovamente e a casa.... Cammino leggermente gobba x' senti la pelle un po' tirare e ho imparato a salire e scendere dal letto senza usare i muscoli addominali. Mi sento vivamente di consigliare il Dottor Capasso e la Clinica Malzoni, clima familiare attenti ad ogni minimo bisogno ... dopo aver visto per pochi minuti il mio nuovo pancino sono veramente soddisfatta!

51 commenti
Mi chiamo Valentina e ho 33 anni. Nel 2007 mi sono sottoposta ad un bypass gastrico, pesavo 130 kg, nel giro di un anno ho perso 70 kg, accumulando però pelle morta in eccesso dovuta al troppo peso perso, così ho affrontato due addominoplastiche e un lifting interno cosce, nonostante avessi una soglia del dolore alta, non tanto per l'addominoplastica, ma il dolore l'ho sentito con l'intervento alle gambe, dato che i tagli arrivavano dietro ai glutei ed era fastidiosissimo e davvero dolorante, in più avevo cicatrici (oggi schiarite) da far paura, pensate che il giorno in cui ebbi la visita dal chirurgo mi accompagnò mio marito, entrambi avevamo un lavoro in ambulanza, e lui mi accompagnò con la divisa (avendo finito il turno) cmq ci recammo al pronto soccorso, il dottore mi mise sul lettino, chiuse le tende ed iniziò a disinfettare, mio marito (mai successo soprattutto per il lavoro che svolgevamo) si senti male al punto che in divisa svenne portandosi con se le tende del box dove ero appoggiata, e per infierire praticamente ero semi nuda al centro di un pronto soccorso, e tra l'altro volevo anche cercare di alzarmi per soccorrerlo
3 commenti

Ho conosciuto la dottoressa Simona Gallo su internet. Dopo aver fatto diverse visite con altri dottori ho deciso di scegliere la dottoressa Gallo perché già dalla prima visita mi sono sentita a mio agio ispirandomi molta fiducia. A distanza di soli 22 giorni dall'intervento di addominoplastica completa posso confermare che le mie prime impressioni positive riguardo alla dottoressa Gallo si sono dimostrate vere. Anche se sono ancora in fase di guarigione sono pienamente soddisfatta già dei primi risultati. Consiglierei a chi come me vuole farsi questo tipo di intervento di affidarsi alla dottoressa Gallo e soprattutto di farsi coraggio perché ne vale sicuramente la pena.

15 commenti