Ciao donne, ebbene sì, ce l'ho fatta anche io, e mai avrei creduto, mesi fa, di poterlo scrivere. Oggi sono qui, al mio 3^ giorno post-operatorio, a 30 anni, con la consapevolezza che, per una volta, ho messo me al primo posto! Ci siamo fatte il regalo dei 30 anni, sì. Ho pensato tanto e mi sono detta che sì, le volevo, e più rimandavo e più ci pensavo .. così che ho realizzato che prima o poi ci sarei arrivata e allora perché non subito? Perché non godersele adesso nel pieno della maturità fisica e mentale per una donna? Le volevo e mi sono convinta che ci sarebbe sempre stato un impedimento materiale, economico, emotivo in grado di annientare tutto in un istante, come sempre. Ma non adesso, non ora che avevo deciso di mettermi davvero al primo posto, perché le soddisfazioni più grandi arrivano prima di tutto da noi stesse, non dall'esterno. E come narra il mio nickname, ho aspettato proprio tanto ragazze... come tante altre cose nella mia vita, l'attesa è stata una costante. Il 6/4/2017 ho deciso che l'attesa era finita, che avrei trovato il coraggio di andarmi a prendere un pizzico di felicità, e quello che madre natura, già abbastanza generosa, non mi aveva voluto donare ! Posso testimoniare sulla mia pelle che nulla è più forte di una grande motivazione per superare tutto, la forza di volontà può superare l'impossibile se si desidera .. io che mi impressiono alla vista del sangue 3 giorni fa ero in una sala operatoria consapevole e volontariamente sotto i ferri! Questo vuole essere di aiuto per tutte le fifone nate come me.. quindi Donne fatelo, perchè per una volta nella vita mettersi al primo posto è doveroso, noi che nasciamo già con uno spirito di sacrificio enorme verso il prossimo, utilizziamolo per dare sostegno a noi stesse! Perché anche in questa occasione ne ho la riprova .. non c'è potenza più grande della forza di una Donna. Un uomo non potrebbe mai superare tutto questo! Oltre a taaante altre cose. Siamo esseri speciali e come tali dobbiamo trattarci anche noi ❤️ Detto questo il decorso procede, non senza fatica e dolore sarò onesta, ma domani vado per la prima medicazione e tolgo le bende e i drenaggi, per mettere il reggiseno post-operatorio... le vedrò?!? Non riesco a immaginarle ancora! Intanto auguri a tutte quelle che sono rinate e a quelle che ancora ci stanno pensando !
255 commenti
Ciao, mi chiamo Viola, era già da un po' di tempo che volevo condividere con voi la mia storia, ma non riuscivo a decidermi, ora però eccomi qui a raccontarvela. Cinque anni fa mi sono sottoposta ad un intervento di mastoplastica additiva in quanto in seguito ad una notevole perdita di peso nel giro di pochi mesi (30 kg in circa 7 mesi), il mio seno si era completamente svuotato. Mi sono rivolta ad un chirurgo estetico che mi aveva consigliato una mia amica e che ha lo studio a pochi chilometri da casa mia. L'intervento, in anestesia generale, con inserimento di protesi anatomiche (290 cc) sotto muscolo, ha avuto un decorso regolare e il risultato iniziale è stato soddisfacente, ma dopo circa un anno e mezzo ho cominciato a vedere il seno sinistro cambiare fino a diventare visibilmente diverso da quello destro che invece non aveva subito cambiamenti. Praticamente il profilo esterno del seno sinistro non era più rotondo com'era inizialmente e la protesi, nonostante non fosse uscita dalla capsula protesica, si era spostata verso l'alto. Insomma il mio seno non mi piaceva più e così un anno fa ho maturato la decisione di rifare l'intervento. Navigando in internet ho trovato Guidaestetica che mi dava la possibilità di contattare diversi chirurghi, tutti con grande esperienza. Ho preso contatti con tre chirurghi, per sentire se i loro pareri concordavano oppure no. Tutti e tre mi hanno consigliato di sostituire entrambe le protesi con protesi rotonde così nel caso si fosse verificata nuovamente una rotazione della protesi, non ci sarebbe stato un cambiamento della forma del seno. Ad aprile scorso ho scelto di farmi operare da uno di questi tre chirurghi, quello ovviamente che mi aveva trasmesso più sicurezza. A luglio, in un momento di pausa dal lavoro, ho fatto l'intervento in sedazione profonda e in day hospital. Durante l'intervento non ci sono state complicazioni, al primo controllo, a quindici giorni dall'intervento, tutto andava bene... ma al secondo controllo, a un mese dall'operazione, il seno sinistro appariva visibilmente diverso da quello destro! Si era verificata una contrattura capsulare con fenomeno di rippling nella zona interna vicino allo sterno, inoltre era visibilmente più alto di quello destro... insomma il secondo intervento non aveva migliorato la situazione... anzi! Demoralizzata, ho fatto un'altra visita a inizio ottobre, in occasione della quale, ho concordato con il chirurgo che mi ha operato lo scorso luglio, di sottopormi ad un terzo intervento, tra circa tre mesi. Questa volta però l'intervento interesserà solo il seno sinistro, sperando di risolvere definitivamente il problema. Questa è la mia esperienza, non proprio positiva, con la chirurgia estetica. Per il momento preferisco non allegare foto del mio seno di cui non sono molto soddisfatta, mi auguro di poterle allegare dopo l’intervento che farò ad aprile... magari insieme ad un mio sorriso.
153 commenti

Circa due mesi fa ho subito un intervento di mastoplastica additiva, eseguita dal Dottor Gianluca Campiglio. Sono piuttosto giovane e non ho mai avuto seno, non raggiungevo nemmeno una prima. Il mio desiderio era quello di arrivare a una seconda abbondante/terza, ritenevo che fosse la taglia più adatta al mio fisico, considerando inoltre che la mia speranza era quella di ottenere un seno che sembrasse il più possibile naturale, quindi ero contro qualunque esagerazione. Il chirurgo: Mi sono recata da altri chirurghi prima del Dottor Campiglio, ma alla fine la mia scelta è ricaduta su di lui, sia per la persona che è che per le sue abilità e conoscenze in ambito di chirurgia plastica. Si è mostrato sin da subito cordiale, estremamente disponibile, affatto frettoloso (per lo meno nella fase pre-operatoria), mi ha fornito tutte le spiegazioni necessarie e si è assicurato che fossi totalmente convinta della misura e del tipo di protesi che avrebbe successivamente inserito e anche che gli esami preoperatori (esami del sangue, elettrocardiogramma ed ecografia mammaria) fossero soddisfacenti; infine è stato l'unico chirurgo ad avermi mostrato mediante un reggiseno sportivo e protesi di varie dimensioni che ha inserito al suo interno quale sarebbe potuto essere approssimativamente il risultato finale dell'operazione; grazie a ciò mi sono resa conto che una terza piena sarebbe stata più adatta per me. Le protesi che sono state utilizzate sono tonde, della marca Allergan BRST, da 345 cc, inserite sotto muscolo attraverso il solco sottomammario. Il postoperatorio: Sono stata operata la mattina e dimessa la sera stessa, la prima volta che mi sono alzata quel pomeriggio per andare in bagno non è stata affatto semplice, non ho potuto utilizzare le braccia per sollevarmi dal letto ma solo i miei addominali e una volta in posizione eretta ho sentito il grande peso delle protesi, inoltre la fasciatura che mi era stata messa era molto stretta e non mi permetteva di respirare propriamente (è normale), si aggiungeva il dolore generale dovuto all'intervento. Ma la parte peggiore è stato il viaggio in macchina di circa un'ora per rientrare a casa (ovviamente non ero io alla guida), a ogni curva o dosso il dolore era forte. Ho dovuto tenere fasciatura e drenaggi per tre giorni, sono stati i più difficili. A questo proposito temevo molto l'estrazione dei drenaggi, ma se devo essere sincera non ho provato male. Successivamente ho indossato un reggiseno sportivo che ho dovuto portare per un mese giorno e notte. Da quel giorno in poi ho iniziato a stare un po' meglio e ad essere un po' più libera nei movimenti, nonostante ciò i miei genitori mi hanno dovuta aiutare a vestirmi, a lavarmi e a volte pure mangiare anche nei giorni successivi. Ho dormito per poco più di una settimana in posizione quasi seduta per mezzo di un cuscino del divano appoggiato alla testiera del letto e la mattina quando mi alzavo dopo tante ore inclinata sentivo un fortissimo dolore al seno per qualche istante, quello era il momento peggiore della giornata, durante il resto del giorno invece i dolori più forti provenivano paradossalmente dalla schiena! Avevo la muscolatura completamente contratta, non riuscivo a sdraiarmi e quindi a rilassare la schiena e non riuscivo nemmeno a raddrizzare le spalle. Ho iniziato a sentirmi davvero meglio dopo circa una decina di giorni quando sono tornata dal chirurgo per togliere le medicazioni, non ho provato dolore al seno durante il viaggio in macchina e a quel tempo ormai riuscivo a vestirmi e svestirmi da sola e avevo ripreso a dormire completamente sdraiata ed ogni giorno che passava percepivo di riuscire ad alzare sempre di più le braccia. Dal giorno del controllo ho iniziato a prendere confidenza col nuovo seno, infatti ogni giorno dovevo eseguire un esercizio che consisteva nello spingere i due seni l'uno verso l'altro e tenere la posizione per 10 secondi. Impressioni sul seno: La prima volta che ho visto il seno è stato quando dopo tre giorni dall'intervento il chirurgo mi ha tolto la fasciatura, era più piccolo di quanto mi aspettassi ma perché era rimasto compresso per qualche giorno e non aveva assolutamente una forma naturale, nei giorni successivi ha iniziato a cambiare, dapprima a gonfiarsi e poi a sgonfiarsi nella parte alta e ad abbassarsi, tant'è che le cicatrici inizialmente visibili con i giorni si sono spostate sempre più in basso e oggi non sono più evidenti se si osserva il seno in posizione frontale. Inoltre la pelle era piuttosto tesa e il seno durissimo, dopo due mesi dall'operazione risulta un po' più morbido, ma ci vorrà ancora del tempo. Dopo un mese dall'intervento ho potuto finalmente indossare un reggiseno "normale", la mia taglia odierna è una terza coppa B. Considerazioni personali: MI posso ritenere assolutamente soddisfatta del risultato ottenuto, sono consapevole che il mio seno non sia identico ad uno naturale, ma penso che si avvicini molto. Per questo devo ringraziare il Dottor Campiglio. L'unico aspetto negativo è la grandissima differenza di sensibilità della pelle e dei capezzoli tra prima e dopo l'operazione: passando le dita sulla parte inferiore del seno compresa tra aureola e solco sottomammario non percepisco quasi nulla, e se inizialmente avevo completamente perso la sensibilità del capezzolo sinistro, oggi l'ho in parte recuperata, tuttavia alla stimolazione a volte provo dolore.

4 commenti
Ciao ! Mi chiamo Elvira ,ho 24 anni e vorrei condividere con voi la mia esperienza di mastoplastica additiva con il dottore Vincenzo Nunziata . Da tempo volevo aumentare il volume del seno davvero inesistente , ma ero molto scettica riguardo i chirurghi . Poi ho trovato il dr Nunziata che da subito mi ha dato sicurezza , affidabilità, professionalità ed ho deciso di non consultare nessun altro medico. Dopo una visita accurata e validi consigli , 15 giorni fa mi sono sottoposta all intevento in un ottima clinica di Catanzaro "Villa Serena" . Sono molto soddisfatta del risultato , ho delle protesi Allergan da 375cc anatomiche ! Seno super naturale gia da subito , non potevo crederci . La professionalità, la disponibilità contraddistingue il dr Nunziata . Dottore attento ad ogni esigenza, pronto a qualsiasi domanda , umano , umile, preventivo , sempre vicino al paziente in qualsiasi momento che dire sono felice di averlo incontrato e lo ringrazio per aver realizzato un mio sogno ed averlo fattoa anche alla grande ! IN QUESTE FOTO IL RISULTATO DOPO 15 GIORNI
9 commenti
Il grande giorno mi ha portato quello che madre natura non mi ha mai dato. Sono sollevata e felice di aver affrontato tutto con serenità! Il chirurgo mi ha inserito protesi Allergan da 370 - 325cc. Niente anestesia generale ma locale con sedazione, è come dormire praticamente! Mi sento bene nonostante le fasce tirano un pochino ma è tutto molto sopportabile! Fatelo, vi farà sentire meglio con voi stesse
158 commenti
Buongiorno a tutti mi chiamo Daniela , ho 41 anni ed ho deciso di sottopormi ad un intervento di mastoplastica additiva e lipofilling( per ridurre i fianchi e riempire ruga glabellare e solchi naso labiali). Ho vissuto per diversi anni un disagio dovuto nn tanto al fatto che il mio seno fosse piccolo ma al fatto che fosse solo "pelle cadente" svuotato dall allattamento. Ho aspettato molto prima di decidermi...ho consultato diversi dottori...ascoltato diversi pareri....finchè nn ho incontrato il Dott.Manuel de Giovanni e la sua straordinaria assistente Carolina. Piena fiducia , dalla prima visita, mi hanno ASCOLTATA pazientemente e soprattutto hanno capito i miei timori sull intervento e sul risultato finale (ero molto confusa sulle tipologie di protesi e sulla misura adatta a me!!!). Mi hanno trasmesso serenità e con il loro Fare GARBATO ma DECISO, mi hanno spiegato con parole sincere e semplici come si doveva intervenire al meglio per la correzione della mia problematica estetica, utilizzando protesi rotonde della motiva 375 cc full. Mi decido e mi opero il 21 settembre 2016 avendo solo 1 settimana di ferie disponibile! L intervento è stato eseguito in day hospital, effettuato in anestesia locale con sedazione (arrivata in clinica, accompagnata da mio marito, alle 9 sono uscita alle 1430 circa....e alle 15 ero al centro commerciale per acquistare un reggiseno sportivo !!!). Il risultato è eccellente ed estremamente Naturale in totale assenza di complicanze . Le cicatrici intorno all areola, dopo quasi un mese dall intervento, diventano sempre più invisibili!!!!!!!!!!!!!!. I fianchi sono perfetti ed il viso ha assunto freschezza e luminosità. Grazie al Dott. Manuel e a Carolina per la loro indiscussa preparazione, professionalità e disponibilità dimostrata prima ma soprattutto dopo l intervento, per qualsiasi chiarimento a qualunque ora del giorno e della sera... Grazie alla sua equipe di professionisti in particolare al dott.De Simone (anestesista) che ha saputo rendermi serena prima che mi addormentassi . Spero di poter essere di supporto, con queste sincere parole, a tutti coloro che vorranno affidarsi al dott. De Giovanni, affinché possano essere sereni di aver trovato un chirurgo Scrupoloso e soprattutto una persona che nn fa dei suoi pazienti "DEI NUMERI" ma un Serio Impegno con il suo UNICO obiettivo di renderle Felici e Soddisfatte.
31 commenti

Lunedì 16 gennaio 2017 mi sono sottoposta a una mastoplastica addittiva. Sono stata operata alle 11 di mattina e l operazione è durata 2 orette scarse. Ero abbastanza agitata ma l anestesista e il chirurgo mi hanno messa subito a mio agio e mi hanno incoraggiata e sostenuta. Sono stata operata dal chirurgo Savino Bufo ed è una persona davvero eccezionale, in grado di mettermi a mio agio e di capire le mie esigenze. Mi opererei con lui altre 1000 volte! Sono stata operate in anestesia locale con sedazione e alle 16 del pomeriggio sono stata dimessa, quindi ho fatto tutto in day hospital. Da subito sono stata bene.. infatti erano stupiti :) cosa posso dire? Alla sera arrivata a casa stavo bene ho mangiato in famiglia e la notte ho dormito con qualche cuscino in più. I giorni dopo sono sempre stata bene, riesco ad alzarmi da letto da sola,mi vesto da sola, mi trucco e riesco a fare abbastanza quello che facevo prima. Divo abbastanza perche logicamente sto piu attenta ai movimenti ch faccio. Avevo così paura di questo post operatorio ma è una passeggiata.. sento leggermente tirare ma io sto bene dolore zero! Oggi sono solo 4 GIORNI che sono stata operata e ieri sono andata al bar a prendermi un aperitivo tranquillamente. Partivo da una prima svuotata da gravidanza e ho inserito protesi ergonomiche dual-plain 360 cc .. ho ancora le fasce e il reggiseno contentino quindi non ho ancora visto nulla.. le vedrò lunedì! Ma sono la persona più felice del mondo perché è andato davvero tutto per il verso giusto! Ve lo consiglio al 100%.. e anche il mio splendido chirurgo che ha realizzato il mio sogno !

70 commenti