acido ialuronico in pz con trapianto

Gianmarco10 · 5 nov 2012

ho subito un trapianto renale 12 anni fa, non uso cortisone, posso sottopormi al trattamento con acido ialuronico?

10 Risposta

10 Risposte

  • Biosphera Med

    Miglior risposta
    27 giu 2016 ·

    4608 Risposte

    Buongiorno Gianmarco,
    si nessun problema.
    Cordiali saluti
    Staff Medico Biosphera Med

    Contatta
  • Prof. Franco Bassetto

    12 nov 2012 ·

    557 Risposte

    Gent.mo, può farlo a patto che l'acido jaluronico sia di qualità (richieda sempre che cosa le viene iniettato e pretenda la documentaizone inerente al Lotto, nome del prodotto e data di scadenza). Cordialità

    Contatta
  • Dr. Ignazio Sapuppo

    8 nov 2012 ·

    7102 Risposte

    gentile signore ritengo che possa farlo.

    Contatta
  • Salve Gianmarco,
    nessun problema, ovviamente con un BUON acido ialuronico (chieda sempre documentabili informazioni al suo medico!).
    Cordialmente

    Contatta
  • Dott. Fabrizio Melfa - Mediaging

    7 nov 2012 ·

    6 Risposte

    Può farlo senza alcun problema, ma chieda sempre quale acido jaluronico le viene somministrato.
    Cordiali saluti

    dott fabrizio melfa

    Contatta
  • Dott. Cristiano Biagi

    6 nov 2012 ·

    823 Risposte

    si può' fare senza problemi

    Contatta
  • Dott. Pardo Alfonso

    6 nov 2012 ·

    170 Risposte

    Senza alcun problema previo test di allergenicità nel suo caso specifico
    Cordialmente

    Contatta
  • Studio Medico De Stefani

    6 nov 2012 ·

    292 Risposte

    Certamente non vedo il problema. Se non soffre di malattie autoimmuni non ci sono problemi, purchè vada in uno studio medico dove usano prodotti molto validi. La prima visita presso il nostro ambulatorio è gratuita e se desidera ci contatti telefonicamente o via mail sul portale di guida estetica così la contattiamo noi.

    A presto

    Drssa Monica De Stefani

    Contatta
  • Dr Ernesto Maria Buccheri Medicinaplastica

    6 nov 2012 ·

    71 Risposte

    Assolutamente sì. Vista la sua condizione di base, mi sento di consigliarle un un test preliminare con una piccolissima dose di acido jaluronico, tempo di attesa di monitoraggio e successivo trattamento se quindi indicato. Questa sarebbe la mia condotta! Cordialmente Dott. Buccheri

    Contatta
  • Dr. Alberto Peroni Ranchet

    6 nov 2012 ·

    4203 Risposte

    Certamente, infatti il prodotto è sterile, compatibile e non dà reazioni allergiche in quanto prodotto di sintesi biochimica.
    Cordiali saluti dr. Peroni Ranchet

    Contatta

Le informazioni che appaiono in Guidaestetica.it in nessun caso possono sostituire la relazione tra il paziente e il suo medico. Guidaestetica.it non fa l’apologia di un prodotto commerciale o di un servizio.